REGALO Fornellini ad alcol "richiudibili" (ai primi 10 interessati) :-)

Pe l'imbottitura del fornellino ho testato i seguenti materiali:
- lana di roccia (acquistabile ad esempio qui o anche qui o in un qualunque negozio di edilizia)
- fibra ceramica per caminetti a bioetanolo (acquistabile ad esempio qui)
- carbon felt (acquistabile ad esempio qui)

Il risultato è stato che i tre materiali si comportano in maniera quasi identica, la lana di roccia che è il materiale più economico e facilmente reperibile ha dato però fornellini leggermente più capienti e leggeri (perché è meno "densa" degli altri materiali) e veloci (probabilmente perché essendo meno densa facilità l'evaporazione dell'alcol).
Ma stiamo parlando di pochi punti percentuali... assolutamente irrilevanti! Il consiglio quindi è di usare ciò che trovate più facilmente
 
Quello che mi avevi rifilato :poke: nel fornelletto non so cos'era, ma puzzava e lasciava residui di combustione, quindi l'ho eliminata (finchè nevica) e poi la sostituisco con la fibra ceramica per caminetti che tanto ne ho una vagonata e quella non si modifica con la temperatura dell'alcool...
 
Quello che mi avevi rifilato :poke: nel fornelletto non so cos'era, ma puzzava e lasciava residui di combustione,
...E' la lana di roccia avanzata dalla costruzione di casa mia! :biggrin: :biggrin: :biggrin:
Al primo utilizzo può essere che abbia un qlc odore che non è quello dell'alcol perché la lana di roccia ha una minuscola quantità di collante per tenere assieme le fibre che se ne va via appunto al primo utilizzo, ma dal secondo utilizzo in poi l'odore che senti è puramente quello dell'alcol (più che altro quello dei denaturanti).
Con "residui di combustione" intendi fuliggine sul fondo della gavetta o cos'altro?
 
Quanti mm hai di distanza fornello - gavetta?
Il problema nel caso è quello...la lana di roccia non c'entra, e con la fibra ceramica non ti andrà meglio...
 
oddio al primo giro avevo messo il coperchio sotto percui sicuramente era ben più in alto del secondo giro... è anche vero che per il secondo giro ho fatto un porta-tazza nuovo e completamente diverso percui ora è sicuramente ad un'altezza diversa :rofl:
non saprei proprio dire la distanza, sorry, quando mi ricordo poi magari misuro

più che altro non ero felice della puzza e del fatto che fosse diventata nero, ma vabbè non è un problema

comunque quello che mi interessava era che tutto l'apparato funzionasse bene con la neve :D
 
Ultima modifica:
Ciao paiolo mi possono mettere in lista anche io? Senza impegno grazie!!
Segnato! ;)

non saprei proprio dire la distanza, sorry, quando mi ricordo poi magari misuro
In breve se ti annerisce troppo il fondo vuol dire che il fornello è troppo distante dalla gavetta.
Ad esempio se lo tieni a 35mm te la annerisce di sicuro, a 30mmm dipende, a 25mm non la annerisce mai.
Per la puzza come detto non è sicuramente colpa della lana di roccia ma dei denaturanti dell'alcol.
Se lo usi sotto-zero avrai probabilmente avuto qualche difficoltà ad accendere l'alcol: con la spugnetta saresti andato molto meglio (meno estremizzato, ma è come tentare di accendere una candela senza o con lo stoppino!)
Per la questione "capacità" la spugna ti farebbe in teoria perdere 3-4ml di capacità, ma in realtà te ne fa guadagnare qualcuno in più perché ti permette di riempire il fornello 1-2 mm SOPRA il bordo del fornello (mentre senza spugna ti devi fermare 1-2mm SOTTO il bordo).
Mo' mi fermo... :rofl:
 
Segnato! ;)


In breve se ti annerisce troppo il fondo vuol dire che il fornello è troppo distante dalla gavetta.
Ad esempio se lo tieni a 35mm te la annerisce di sicuro, a 30mmm dipende, a 25mm non la annerisce mai.
Per la puzza come detto non è sicuramente colpa della lana di roccia ma dei denaturanti dell'alcol.
Se lo usi sotto-zero avrai probabilmente avuto qualche difficoltà ad accendere l'alcol: con la spugnetta saresti andato molto meglio (meno estremizzato, ma è come tentare di accendere una candela senza o con lo stoppino!)
Per la questione "capacità" la spugna ti farebbe in teoria perdere 3-4ml di capacità, ma in realtà te ne fa guadagnare qualcuno in più perché ti permette di riempire il fornello 1-2 mm SOPRA il bordo del fornello (mentre senza spugna ti devi fermare 1-2mm SOTTO il bordo).
Mo' mi fermo... :rofl:
Grazie!!
 
Buongiorno a tutti,
ho avuto modo di provare il fornellino in varie situazioni, a varie altitudini ed a varie temperature!
A casa, quindi in condizioni ottimali , il fornellino si comporta egregiamente e là acqua(400ml) bolle in meno di 10 minuti.
Settimana scorsa l'ho testato ad un altitudine di 800m con una temperatura di -8 C, ho cercato di mantenerlo il più riparato dal vento, ma sicuramente la fiamma ne ha risentito; l'acqua dopo 10 minuti è risultata poco più che tiepida.
Ieri invece provato a 1100m, con una temperatura sui +6 C, vento leggero, ma comunque fastidioso per la fiamma; dopo 10 minuti l'acqua era appena tiepida.

Sicuramente dovrò procurarmi una "Protezione AntiVento" da avvolgere intorno al fornellino, poichè basta una leggera brezza per ridurre di parecchio l'efficienza.
Ho anche notato che la fiamma quando l'ho testata a casa era molto più calda (blu/viola), invece nelle altre 2 situazioni molto meno (giallo/arancione), io attribuirei la colpa in gran parte al vento sinceramente.
Temperatura ambientale, vento ed altitudine quanto influiscono? Avete altri consigli? @paiolo te cosa ne pensi?

Grazie a tutti!
 
Continuo ad usarlo con la neve... finchè ce n'è :biggrin:

219598


neve abbondante sulla dorsale dove mi sono fermato per pranzare
219599


Non fanno bustine di te con talloncino ignifugo, vero? :-x
Finisco spesso per bruciarlo... :ka:
--- Aggiornamento ---

Temperatura ambientale, vento ed altitudine quanto influiscono? Avete altri consigli? @paiolo te cosa ne pensi?
la fai in un attimo con la carta stagnola... sulla neve, oltre al paravento attorno e il coperchio di stagnola, la sto mettendo pure sotto il fornelletto... ci sciolgo la neve senza problemi
 
Ma come fai a fare il tè?!?

Si fa bollire l'acqua, si spegne il fuoco e si lascia in infusione 5-7 minuti (secondo il tipo di tè) :D

Non si mette la bustina e si continua a far bollire l'acqua! :)
eh giusto, però vedo ogni tanto quanto alcool rimane quando bolle l'acqua e aggiungo neve nel frattempo e intanto metto a bagno il te :biggrin:
vabbè alla fine comunque ho il te caldo eh
 
Buongiorno a tutti,
ho avuto modo di provare il fornellino in varie situazioni, a varie altitudini ed a varie temperature!
A casa, quindi in condizioni ottimali , il fornellino si comporta egregiamente e là acqua(400ml) bolle in meno di 10 minuti.
Settimana scorsa l'ho testato ad un altitudine di 800m con una temperatura di -8 C, ho cercato di mantenerlo il più riparato dal vento, ma sicuramente la fiamma ne ha risentito; l'acqua dopo 10 minuti è risultata poco più che tiepida.
Ieri invece provato a 1100m, con una temperatura sui +6 C, vento leggero, ma comunque fastidioso per la fiamma; dopo 10 minuti l'acqua era appena tiepida.

Sicuramente dovrò procurarmi una "Protezione AntiVento" da avvolgere intorno al fornellino, poichè basta una leggera brezza per ridurre di parecchio l'efficienza.
Ho anche notato che la fiamma quando l'ho testata a casa era molto più calda (blu/viola), invece nelle altre 2 situazioni molto meno (giallo/arancione), io attribuirei la colpa in gran parte al vento sinceramente.
Temperatura ambientale, vento ed altitudine quanto influiscono? Avete altri consigli? @paiolo te cosa ne pensi?

Grazie a tutti!
Puo essere il vento, se il paravento ripara solo il fornellino e la fiamma ma poco o niente la tazza/gavetta/pentolino, il vento raffredda quest'ultimo e l'acqua che contiene rendendo inefficiente tutto il sistema
 
Buongiorno a tutti,
ho avuto modo di provare il fornellino in varie situazioni, a varie altitudini ed a varie temperature!
A casa, quindi in condizioni ottimali , il fornellino si comporta egregiamente e là acqua(400ml) bolle in meno di 10 minuti.
Settimana scorsa l'ho testato ad un altitudine di 800m con una temperatura di -8 C, ho cercato di mantenerlo il più riparato dal vento, ma sicuramente la fiamma ne ha risentito; l'acqua dopo 10 minuti è risultata poco più che tiepida.
Ieri invece provato a 1100m, con una temperatura sui +6 C, vento leggero, ma comunque fastidioso per la fiamma; dopo 10 minuti l'acqua era appena tiepida.

Sicuramente dovrò procurarmi una "Protezione AntiVento" da avvolgere intorno al fornellino, poichè basta una leggera brezza per ridurre di parecchio l'efficienza.
Ciao @nicco5858 !

Come hai già intuito, e come ti hanno suggerito altri, il problema è l'assenza di paravento: come ho spiegato nel messaggio #58:

per usare il fornellino servono:
  • [...]
  • un paravento (ad esempio questo), che deve avvolgere fornello e parte inferiore della gavetta (almeno i primi 2-3 cm), lasciando 5-10 mm di margine tra paravento e gavetta per far uscire i fumi del fornello. Quando si usa il fornellino all'aperto il paravento è indispensabile anche se vi sembra che non vi sia vento.
..il paravento non è un accessorio da usare solo in caso di burrasche: quando si usa il fornello all'aperto va utilizzato SEMPRE, anche se l'aria ti sembra ferma, anche se hai scelto un posto riparato dal vento, anche se hai protetto il fornello con zaino, pietre, frasche e tutto ciò che avevi nei dintorni.
All'aperto senza paravento, come hai potuto constatare, è quasi impossibile far bollire una tazza d'acqua...

E mi raccomando che il paravento sia di poco più largo della gavetta e che ne copra la parte inferiore!
Una cosa del genere la fai in 5 minuti e pesa/ingombra niente...
--- Aggiornamento ---

Volevo però aggiungere una nota: con il mio fornellino ad alcol ed un paravento messo come si deve (pur di banale cuki alluminio), più volte son riuscito a farmi delle tazze di thè bollente anche in forcelle ventose dove un normale fornello a gas avrebbe avuto non pochi problemi! (o, almeno, avrebbe consumato il quadruplo di quel che consuma il condizioni normali....)
 
Ultima modifica:
Ciao @paiolo ,
con le condizioni che ho descritto sopra, dopo aver aggiunto il "paravento", lo bollisco tranquillamente mezzo litro d'acqua? Sicuramente ci aggiungo un coperchio, coibentare esternamente il fornelletto potrebbe essere un ulteriore passo in avanti?
 
Ciao!
Assolutamente sì!
Con paravento messo bene e coperchio sulla gavetta, mezzo litro lo bolli senza problemi... altrimenti sai quante cene avrei saltato? :D
E' importante che il paravento sia messo come si deve: fessura inferiore (presa d'aria) orientata nel lato riparato dal vento, ed aderente il giusto alla gavetta (tra gavetta e paravento devono esserci tutto attorno 5-10mm)
Il fornelletto non ha bisogno di essere "coibentato", a meno che tu non sia sulla neve (in questo ultimo caso devi trovare qualcosa da mettere sotto a fornello e sostegno pentola per evitare che scaldandosi sprofondino nella neve!)
 

Discussioni simili



Alto Basso