Rete di comunicazione di emergenza

Ciao a tutti,
dopo il pessimistico topic sul fotovoltaico per le situazioni di emergenza, in caso di mancanza di rete (http://www.avventurosamente.it/vb/98-energia-alternativa/11305-fotovoltaico-x-sopravvivenza.html), me n'è venuta in mente un altra. Pensate che per un blackout di grosse dimensioni o qualche altro motivo, vengano a mancare le linee di comunicazione. Ovviamente sto facendo riferimento a qualcosa di duraturo (mesi...anni), non una situazione temporanea. Ecco, in una situazione come questa, quali potrebbero essere i mezzi di comunicazione più adatti ? In particolare, oltre alle comunicazioni via voce, mi piacerebbe sapere se qualcuno ha nozioni in campo di reti mesh o altre soluzioni di collegamento decentralizzate.
Spero che il topic sia di vostro gradimento :D
 
Bhè le reti dei radioamatori, ed in generis le comunicazioni "radio", sarebbero in grado di gestire, nel primo periodo i collegamenti ..... come di fatto fanno già oggi in caso di grosse calamità naturali (terremoti in primis, alluvioni in secondis :D) anche in Italia.
E considera che esistono protocolli ben precisi, e collaudati, sia per quanto riguarda il lato "voce" che il lato "dati" (il più universale che mi viene in mente è il packet radio che è riconosciuto di fatto in tutto il mondo) sino ad arrivare alla SSTV (Slow Scan Television o Televisione a scansione lenta) che di fatto anche lei è abbastanza "standardizzata" o la ATV e la SAT-TV ma quì non mi risulta che esista un protocollo specifico (è un campo che conosco solo per "sentito dire" per cui non sono il più adeguato per questa tipologia di trasmissione).

Per cui in caso di grossi blackout (ma derivanti da che cosa ? ...... perchè se lo immagini come conseguenza di un IEM .... bhè sono ***** anche per i radioamatori, se invece lo consideri per problemi di logistica -> terremoto per esempio allora è un altra cosa) si potrebbe pensare a comunicazioni radio che inizialmente sarebbero del tipo "punto" <-> "punto" che poi verrebbero, probabilmente, soppiantate da sistemi di comunicazioni, sempre radio, ma del tipo "centralino" <-> "ponte radio" e non più "punto" <-> "punto" sia per trasmissione voce che dati sino a quando non sia possibile ripristinare la normale logistica.

Per cui ...... radio ...... radio ...... radio e poi ancora ..... radio.

Ciao, Gianluca
 
Tanto, tanto, tempo fa c'era un'applicazione che con una semplice interfaccia, ti abbinava il Pc alla radio dandoti modo di scrivere sul Pc e commutare in segnali dati (rtty, cw, amcon...e altri che non ricordo). Se non sbaglio si chiamava AMCOM (o qualcosa del genere). Comunque in cantina ho ancora un po di apparati, Kenwood TS440 S, uno Yaesu America, un Sunair 990, uno Yaesu FRG96006, un rivevitore Siemens (anni 60) valvolare, e..... bhò, non mi ricordo che altro
 
Corso di Orientamento
Alto Basso