Rete Radio Montana - Sicurezza in montagna con le comunicazioni radio

Questa è la conferma che certe iniziative bisogna saperle gestire, a volte la sola buona volontà non basta, ci vuole altro, come ad esempio un bel bagno di umiltà a tanto rispetto verso gli altri... Sicuramente sentirsi padroni dell'etere non aiuta.

Oltre a saperle gestire bisogna lasciare da parte l'arroganza, dato che nel contesto è molto fuori luogo.
 
Come al solito capite "a capocchia". Già che parlare di "tracciamento GPS" non avete capito nulla. Non tracciamo nessuno.

Comunque...

RERAMONET:

1) Attivato l'applicativo “Lascia detto dove vai”. Esso permette di segnalare agli altri utenti e alle organizzazioni di soccorso che si è, ad esempio, in attività escursionistica con al seguito la radio sintonizzata sul CANALE 8-16 in una specifica zona. Al momento ciò si può fare solamente tramite smartphone, una volta giunti nel punto in cui ha inizio l'escursione: è necessario abilitare l'uso del GPS e serve la connessione dati. Presto attiveremo la possibilità di programmare anticipatamente, da PC, l'attività. L'applicativo non tiene traccia dei vostri movimenti, ma dovrete essere voi che volutamente invierete la vostra posizione aggiornata, tramite un click.

2) Attivato l'applicativo che permette di segnalare l'inizio e la fine dell'attività di “supporto radio da postazione fissa”. Pubblicando questa attività, risulterete poi nell'elenco dei reperibili; in caso di emergenza i Servizi Regionali del Soccorso Alpino che hanno aderito alla RRM potrebbero contattarvi se vi trovate vicino all'eventuale disperso/infortunato, così da fare loro da ponte.

3) Attivata la “Mappa delle attività” che mostrerà in maniera georeferenziata su cartografia Open Street Map gli utenti che sono in ascolto radio sul CANALE 8-16 (sia in attività outdoor che in supporto radio da postazione fissa). La mappa è accessibile solo agli iscritti, ma presto verrà resa pubblica sul sito informativo, anche se con meno dati.
 
Scusa Simone ma chi non ha per scelta lo smartphone come me e vuole continuare a far parte di questa comunità, ma senza tutta questa burocrazia, ma come prima inserire le uscite, anche sporadiche, tenere accesa la radio per eventuale emergenze di altri o mie, senza ****eggiare come ho sentito spesso su argomenti banali, può continuare a farlo ?
Un’altra cosa, come spiegavo prima non sono riuscito anora ad accedere, numero di telefono, C.F. , devo riscrivermi , ma ad ieri pigiamdo per iscrizione risultava bloccato momentaneamente.
Grazie. Saluti.
 
Scusa Simone ma chi non ha per scelta lo smartphone come me e vuole continuare a far parte di questa comunità, ma senza tutta questa burocrazia, ma come prima inserire le uscite, anche sporadiche, tenere accesa la radio per eventuale emergenze di altri o mie, senza ****eggiare come ho sentito spesso su argomenti banali, può continuare a farlo ?
Un’altra cosa, come spiegavo prima non sono riuscito anora ad accedere, numero di telefono, C.F. , devo riscrivermi , ma ad ieri pigiamdo per iscrizione risultava bloccato momentaneamente.
Grazie. Saluti.

Se leggi bene, c'è scritto "Presto attiveremo la possibilità di programmare anticipatamente, da PC, l'attività."!

Ieri il portale era bloccato per tutti gli utenti, perché stavamo facendo degli aggiornamenti importanti. Riprova adesso...
 
Ora riprovo, ma la possibilità di programmare anticipatamente da PC l’escursione gia c’era, come sempre presumono?
 
Tolgo il disturbo!
Partire con un commento simile è quasi offensivo, sarebbe stato meglio il "forse non mi/ci sono/siamo spiegato/i bene" oppure "probabilmente non ve lo abbiamo spiegato bene", o dal mio punto di vista "non ve lo abbiamo spiegato!".
There is a great lack of communication on your side. C'è un grosso problema di comunicazione da parte vostra/tua.

Sono stato, sono e sempre sarò volontario, ma questo non vuol dire che obbedisco ciecamente.

Non sei più coinvolgente, il progetto non è più coinvolgente.
 
Ultima modifica:
Tolgo il disturbo!
Partire con un commento simile è quasi offensivo, sarebbe stato meglio il "forse non mi/ci sono/siamo spiegato/i bene" oppure "probabilmente non ve lo abbiamo spiegato bene", o dal mio punto di vista "non ve lo abbiamo spiegato!".
There is a great lack of communication your side. C'è un grosso problema di comunicazione da parte vostra/tua.

Sono stato, sono e sempre sarò volontario, ma questo non vuol dire che obbedisco ciecamente.

Non sei più coinvolgente, il progetto non è più coinvolgente.
Una risposta come quella non si deve permettere di darmela nemmeno il mio fratello!!
Fai bene e spero che in molti ti seguano a ruota.
Un saluto
 
Ora riprovo, ma la possibilità di programmare anticipatamente da PC l’escursione gia c’era, come sempre presumono?
C'era nel vecchio portale, confermo!
Tolgo il disturbo!
Partire con un commento simile è quasi offensivo, sarebbe stato meglio il "forse non mi/ci sono/siamo spiegato/i bene" oppure "probabilmente non ve lo abbiamo spiegato bene", o dal mio punto di vista "non ve lo abbiamo spiegato!".
There is a great lack of communication your side. C'è un grosso problema di comunicazione da parte vostra/tua.

Sono stato, sono e sempre sarò volontario, ma questo non vuol dire che obbedisco ciecamente.

Non sei più coinvolgente, il progetto non è più coinvolgente.
La persona a cui era rivolta quella risposta, è la stessa a cui, altrove, sto rispondendo dall'altro ieri fino a poche ore fa. Infatti, coloro che fanno ad esempio i "copia e incolla", hanno già ottenuto risposta sui social e su altri forum.

Chiedere/riportare per la terza volta qui la stessa cosa, quando ho già spiegato ampiamente il tutto, comincia a sembrare una presa per i fondelli.

Se la stessa domanda/affermazione l'avesse posta una persona nuova, avrei risposto tranquillamente.

Più di qualcuno, qui dentro, ha ricevuto risposta anche su un altro noto forum radioamatoriale... Ma tende poi a spargere informazioni non reali parallelamente in altri forum.
 
Peccato tutto quello che sta succedendo intorno ad un’iziativa lodevole e utilissima, io sono stato uno dei primi ad aderire quando è nata perché avevo intravisto subito i lati positivi, ma anche la semplicità del progetto, devo ancora capire diverse cose ma ho l’impressione che sia stia sfociando nel burocratese, spero di no, vedremo, e poi la comunicazione non proprio felice.
Ho l’impressione come a detto GianLuca che si vuole ambire a qualcosa di riconosciuto e istituzionale, e qui che finisce tutta la POESIA....
 
Una risposta come quella non si deve permettere di darmela nemmeno il mio fratello!!
Fai bene e spero che in molti ti seguano a ruota.
Un saluto

Qualcuno, qualche post fa, ha scritto esattamente: "Cioè dai è ridicolo , tracciare col gps per rendere credibile l'uscita ahahahahah ... nemmeno lo porto il telefono io".

Questo è un intervento "a capocchia", ovvero "a cavolo", ovvero "falso e tendenzioso". Che può portare chi legge a pensare che la RRM fa cose che in realtà non facciamo!

Screditare con inesattezze prive di fondamenta e parlare a sproposito (a capocchia), affidando ad altri cose non vere, con tanto di ironia, è altrettanto offensivo.
 
Come al solito capite "a capocchia". Già che parlare di "tracciamento GPS" non avete capito nulla. Non tracciamo nessuno.

Ecco la dimostrazione dell'arroganza della quale si parlava prima.
Giovane...! Se tra dieci persone, 9 non capiscono quello che dice uno, il problema è che evidentemente costui non si sa spiegare bene...
E, in ogni caso, il Progetto era utile e interessante, ma lo hai gestito male...
Ti consiglio una buona dose di umiltà e di evitare di comportarti da "padrone" delle frequenze, che ti ricordo sono pubbliche...
 
Ecco la dimostrazione dell'arroganza della quale si parlava prima.
Giovane...! Se tra dieci persone, 9 non capiscono quello che dice uno, il problema è che evidentemente costui non si sa spiegare bene...
E, in ogni caso, il Progetto era utile e interessante, ma lo hai gestito male...
Ti consiglio una buona dose di umiltà e di evitare di comportarti da "padrone" delle frequenze, che ti ricordo sono pubbliche...
Continuate con le inesattezze... Continuante ad inventare cose.

Per 9 che non hanno capito, ce ne sono 1000 che hanno capito, ma semplicemente non espongono la cosa con un "ok, ho capito". Tra l'altro, quelli che vengono a criticare qui oggi (più di uno), hanno già criticato sui social e su altri forum. E già è stato risposto sui social e sull'altro forum. E per la terza volta, siamo qui a spiegare le stesse cose sempre agli stessi.

Padrone delle frequenze? Dove lo avrei fatto? Sentiamo... Quello che facciamo è sospendere o revocare l'adesione a chi non rispetta il regolamento che si è accettato in fase di iscrizione. È scritto chiaro e tondo che chiunque può usare l'8-16 come vuole, ma eventualmente non da utente iscritto alla RRM. Sta anche scritto nelle primissime righe del regolamento: www.reteradiomontana.it/regolamento

Se è gestito male si vedrà col tempo. Oggi ci sono 42 nuove iscrizioni (ancora da gestire) in tutta Italia, e gli iscritti crescono giornalmente. Un solo utente, nel Lazio, nell'ultima settimana, ha richiesto la revoca dell'adesione (che si può fare in autonomia accedendo).
 
Ultima modifica:
Eccolo, è proprio questo il tuo atteggiamento da "padrone delle frequenze": ... il regolamento..., sospendi..., revochi..., "sgami i furbetti"..., gli altri non capiscono niente...
Ma chi ti credi di essere...?
Stai burocratizzando quella che era una bella iniziativa unicamente per compiacere il tuo ego... Rimuovi chi non fa escursioni per un tot di tempo... Perchè cosi hai deciso TU, col TUO regolamento... E che fastidio dà uno che va poche volte in montagna...???? Hai mai pensato che, forse, anche una sola di quelle poche volte, potrebbe essere quella determinante per prestare soccorso o (perchè no) "salvare una vita"...?
Ma no, hai deciso che TUTTI DEVONO andare in montagna quando e come dici tu... Sennò non concedi il nominativo RRM che, per inciso, non avendo alcun riconoscimento ufficiale, rimane (senza offesa) a livello di ... "nomignolo tra una cerchia di amici".
Comunque, concludendo... A me il TUO codice identificativo RRM non interessa, non essendo iscritto al progetto, e tanto più ora, che si sta complicando e burocratizzando inutilmente.
 
Non sono padrone della frequenza. Chiunque è libero di utilizzare il CANALE 8-16. Sono il fondatore di un'iniziativa privata, e in quanto tale (privata) nessuno obbliga nessuno ad iscriversi. Il regolamento è stato fatto in base alle richieste di un Gruppo di Lavoro composto da circa 15 Responsabili. Responsabili che a loro volta hanno accolto consigli e richieste di un loro Gruppo di Lavoro regionale, per un totale di diverse decine di pareri.

Certo che ci ho pensato. Per quella volta l'anno, il non iscritto è liberissimo di monitorare l'8-16 pur non essendo iscritto, e se aiuta il prossimo in quell'unica volta, ben venga. Per caso una persona deve prestare soccorso solo se è iscritto, o deve prestare soccorso in qualsiasi caso? Direi che è la seconda.

Sono richieste almeno 2 uscite l'anno per mantenere attivo l'account. Caspita che numerone.... DUE!!!

Se non interessa, perché tanto accanimento? Qui si parla di Rete Radio Montana e relativi utenti (iscritti). Se poi utilizzi comunque il l'8-16 senza identificativo mai nessuno ti dirà niente. È di libero uso, puoi farci quello che vuoi =)

Il "nomignolo", per quanto non riconosciuto dalla Legge, è utile al Soccorso Alpino per prendere rapidamente informazioni su di te in caso di emergenza (quali ad esempio la tua ultima posizione nota, o comunque la posizione dalla quale può iniziarti a cercare in caso di emergenza, i numeri di tuoi familiari che conoscono le tue allergie a farmaci, ad esempio, e tanti altro). E ci sono accordi/protocolli ufficiali firmati (e in fase di firma) con diversi Servizi Regionali del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico, che per alcune cose ci hanno chiesto specifiche cose da richiedere, che gli possono tornare utili.
 
Ultima modifica:
Qualcuno, qualche post fa, ha scritto esattamente: "Cioè dai è ridicolo , tracciare col gps per rendere credibile l'uscita ahahahahah ... nemmeno lo porto il telefono io".

Questo è un intervento "a capocchia", ovvero "a cavolo", ovvero "falso e tendenzioso". Che può portare chi legge a pensare che la RRM fa cose che in realtà non facciamo!

Screditare con inesattezze prive di fondamenta e parlare a sproposito (a capocchia), affidando ad altri cose non vere, con tanto di ironia, è altrettanto offensivo.
ho scritto quello che penso , che senso ha abilitare il gps se non quello di controllare se l'uscita sia reale ? richiesta la connessione dati , in montagna ? e' gia buona se prende il telefono ... ho appena fatto l'abbandono , ma non pensate che mettendo paletti risolvete tutti i problemi , vi ritroverete con il canale 8-16 intasato da gente che fa come gli pare e usera' nominativi che gli pare ... bho ... buone gite
 
ho scritto quello che penso , che senso ha abilitare il gps se non quello di controllare se l'uscita sia reale ? richiesta la connessione dati , in montagna ? e' gia buona se prende il telefono ... ho appena fatto l'abbandono , ma non pensate che mettendo paletti risolvete tutti i problemi , vi ritroverete con il canale 8-16 intasato da gente che fa come gli pare e usera' nominativi che gli pare ... bho ... buone gite
Beh, pensi proprio male. Non so dove hai letto quello che hai letto (probabilmente è frutto della tua fantasia), ma è scritto chiaro e tondo nel sito ufficiale della RRM, e ho riportato i concetti qui sul forum pochi post più su.

Personalmente sono un volontario del Soccorso Alpino, e se ad esempio i familiari non ti vedono rientrare la sera, e veniamo allertati, a noi serve e come sapere il punto esatto da cui sei partito o, meglio ancora, le posizioni quanto più aggiornate. Anche se sai la vetta a cui eri diretto, spesso ci sono tantissime vie, anche da più versanti, e tu puoi stare ovunque.

Sapere un punto esatto in cui sei passato e sapere l'orario esatto in cui sei passato li, ci aiuta a ricostruire tempistiche e possibilità, anche in base all'età e all'esperienza del soggetto.

Direi che quindi ha un senso ben preciso. E visto gli accordi sottoscritti col CNSAS, che ci richiedono anche delle cose da implementare che poi tornano utili a loro e al malcapitato.

Per quanto riguarda il telefono lasciato a casa, beh, non è una mossa furba. Può capitare che il segnale arrivi, anche di un altro operatore, e il 112 riesci a chiamarlo (anche se non riesci a chiamare a casa). Se succede qualcosa (speriamo mai), meglio averlo che non averlo.

PS: oggi c'era in attività alpinistica a oltre 2000 metri una persona, ed è riuscito a inviare la posizione. Lo spiraglio di connessione può scappare fuori, anche se col vecchio 2G ("G" o "E" sul display). Personalmente l'ho beccato anche a 3000. Anche se parliamo di lentissima connessione, RERAMONET è leggero e riesce ad andare.

E non raccontatemi la favoletta che "sono esperto e a me non succederà mai niente" perché può starci il malore, può starci un fattore esterno (es: caduta di sassi), una stortarella, o anche il fattore umano per una leggerezza. Abbiamo salvato o ricercato esperti alpinisti, che avevano asceso i 4800 del Monte Bianco. Facciamo le super corna, ovviamente.

Ad maiora!
 
Alto Basso