Riadattare scarponi invernali per usciti su neve primaverili

Sembrerà un'elucubrazione un po' assurda, ma d'altronde mi vengono spesso in mente problematiche del genere specie in momenti in cui l'attività in montagna è momentaneamente interrotta per via della zona rossa della regione in cui vivo.
Proverò ad essere chiaro e sintetico.
Possiedo delle garmont tower extreme lx gtx per l'inverno (sia per uscite su canali che per escursioni su neve) con le quali mi trovo benissimo. Presi il 44,5, un mezzo numero più della solita taglia che uso per gli scarponi, questo perché decisi di abbinargli un calzino più spesso proprio per l'utilizzo su neve e d'inverno.
La questione è che avvicinandosi la primavera e il caldo l'idea di portare quei calzini di lana imbottiti non mi sembra il massimo, anche se essendo un buonissimo calzino tutto sommato non lessano eccessivamente il piede.
D'altronde per fare canali non posso fare a meno di usare le garmont, per la rigidità che mi è necessaria (per escursioni con pendenze fino ai 35 a dir tanto 40° potrei utilizzare in alternativa le trango tech la sportiva, che risolverebbero il problema del calzino e del calore visto che sono molto più leggere delle garmont). Se uso un calzino più sottile, tipo quelli che uso nelle restanti tre stagioni, la scarpa non dico che sciacqua, ma in ogni caso non è proprio super fasciante come piace a me, e dovrei stringerla ancora più di quanto già non faccio.
Idealmente avrei risolto usando una seconda soletta in modo da ridurre il volume, e provandole (senza testarle ancora sul campo) sembrerebbe andare.
Solo non vorrei che in questo modo "forzassi" troppo la scarpa allargandola leggermente.
Voi che dite? Qualcuno ha mai affrontato una situazione simile?
 
Ho letto varie volte qui sul sito di questa cosa del doppio calzino, e la stavo anche valutando, ma non vorrei che a quel punto ho più caldo col doppio calzino che solamente con quello di lana spesso (che comunque, come dicevo, è molto buono per cui ha anche una buona traspirabilità, per quanto possa traspirare il piede dentro lo scarpone).
Ad ogni modo come suggeriresti: quello tecnico sotto e quello di cotone (ma non rischia di rimanere zuppo il cotone rispetto alla lana o al sintetico?) spesso sopra?
 
Avevo preso delle scarpe da alta montagna in super saldo, ma non c’era il mio numero, ma mezzo numero in più, alla fine l’occasione era troppo ghiotta, li presi comunque.

Attaccati alla pelle ci vanno i calzini tecnici, per evitare le vesciche e altri problemi, io ci metto quelli estivi sottili; sopra metto dei fantasmini spessi di “cotone” (c’è anche del sintetico).

Alla fine mi trovo bene, il piede è stabile; in estate se fa caldo sudi, ma non più che con altri scarponi e un solo paio di calze.
 
Ultima modifica:
Esatto, si può giostrare con la tecnica del doppio calzino e provare/utilizzare varie combinazioni: cotone+lana, cotone+cotone, sintetico+cotone, sintetico+lana ecc. ecc.
 
certo che con una scarpa più leggera staresti meglio però...
ormai ne fanno di parecchio tecniche e leggere per "l'alpinismo veloce"...

penso al Scarpa Rebel Tech

penso a La Sportiva Aequilibrium Top

d'altronde in primavera fai ghiaccio verticale? scusa, non ho capito...
 
certo che con una scarpa più leggera staresti meglio però...
ormai ne fanno di parecchio tecniche e leggere per "l'alpinismo veloce"...

penso al Scarpa Rebel Tech

penso a La Sportiva Aequilibrium Top

d'altronde in primavera fai ghiaccio verticale? scusa, non ho capito...
Sì, una delle ipotesi era stata proprio quella di acquistare un'altra scarpa, ma dato che nel giro di relativamente poco tempo ho comprato varie calzature per la montagna e l'arrampicata, eviterei di spendere altri soldi per una scarpa che non so neppure quanto utilizzerei in questa primavera, vista le continue chiusure.

Comunque sembra molto interessante il modella di la sportiva, grazie per la condivisione.

Non faccio ghiaccio verticale, ma canali con passi anche a 60-65 gradi sì (e mi auguro di farli aprile e maggio vista la quantità di neve qui in Appennino e il poco che sono riuscito a fare finora a causa del maltempo e dpcm prima, del pericolo valanghe poi e di nuovo ora chiusure e zone rosse). Quindi non posso usare l'altro modello che uso su neve, le trango tech, che sono poco rigide, e come scrivevo, oltre i 35-40 gradi non ti fanno progredire nel modo giusto.
 
Grazie per il suggerimento, ma per questa stagione escludo altri acquisti. 2 Scarponi mi devono bastare per ora, anche perché li ho comprati nel giro di un anno e mezzo.
Valuterò poi se provare il doppio calzino, o la doppia soletta.
 

Discussioni simili



Alto Basso