Ritrovamento antica gavetta

Buongiorno a tutti gli amici del forum. Ho trovato per caso nella cantina della nonna una vecchia gavetta e mi sono chiesto sulla provenienza non avendone mai viste di simili...
198670

198671


Qualcuno l'ha mai vista?
 
Ne ho viste di simili, avevano un utilizzo civile, servivano a portare il cibo sui posti di lavoro. C'è stata una epoca, e forse lo è tutt'ora, in cui non esistevano mense per i lavoratori né posti di ristoro economici, per cui una minestra sia pure tiepida veniva recata in uno di questi contenitori la cui altezza serviva a non versare il contenuto; nella parte superiore trovava spazio un pezzo di pane o una parvenza di secondo o un tovagliolo e delle posate.
 
In guerra presumo che alla fine si utilizzi di tutto ma quella gavetta, @etnagrup , non era quella di ordinanza in nessuna delle due guerre.

Per forma, struttura e la plastica per il manico, mi ricordano le gavette degli operai, e anche degli impiegati, in uso da gli anni 50/60 sino a forse gli anni 80, dopo credo che siano sparite dalle mense anche per motivi di sicurezza/praticità/conquiste (poi ci sarà anche chi le usa ancora). Inizialmente in alluminio per poi passare all'acciaio inox, quest'ultime con guarnizioni in gomma e chiusura a tenuta.

Indubbiamente la forma "alta" era per avere capienza ma, per quello che ricordo io, era anche perché per riscaldare il contenuto, o tenerlo al caldo, si usavano delle vasche con acqua bollente (scaldavivande), ovviamente quando ve ne erano tante il livello era alto, quando un pò alla volta, si toglievano il livello calava...... e l'acqua non era poi così "limpidissima" per cui era molto meglio se stava fuori ;)

Usate, in acciaio ovviamente, i primi anni delle elementari ....... ma mio nonno, operaio in fonderia, era da tempo che mangiava così...... buon anima.

Sotto una pastasciutta o una minestra (mio nonno, io da bocia non è che la mangiassi volentieri) e sopra un secondo, posate e tovagliolo in busta a parte.

Ciao :si:, Gianluca
 
Ultima modifica:
Ho sperato fino all'ultimo fosse un cimelio militare ahahahahahah. Va bene comunque, credo la userò nelle uscite bushcraft proprio perchè il suo aspetto grezzo non dispiace :biggrin:
 
L'uso dei rivetti, l'alluminio, il "filo" per prenderle sono indice, a mio avviso, di un periodo sino agli anni 50/60 ma il manico di plastica mi fa pensare che non sia di tipo militare...... poi non sono un esperto di gavette :)

Ciao :si:, Gianluca
 
L'uso dei rivetti, l'alluminio, il "filo" per prenderle sono indice, a mio avviso, di un periodo sino agli anni 50/60 ma il manico di plastica mi fa pensare che non sia di tipo militare...... poi non sono un esperto di gavette :)

Ciao :si:, Gianluca
Si si anche a me a fatto dubitare il manico in plastica
 
la bachelite tende a diventare fragile e a saltare via invecchiando, purtroppo.

poi ovviamente in questo caso non e' un problema, se ti ci trovi bene per quel che devi fare usala :)
 
Ho sperato fino all'ultimo fosse un cimelio militare ahahahahahah. Va bene comunque, credo la userò nelle uscite bushcraft proprio perchè il suo aspetto grezzo non dispiace :biggrin:
E' vero che gli oggetti militari hanno spesso più fascino perché immaginati utilizzati in situazioni avventurose, ma di gavette ne trovi a bizzeffe, mentre gli oggetti più umili spariscono; tieni presente che hai un pezzo di storia in mano, e poi nelle guerre di una volta erano gli operai e i contadini quelli che meglio si adattavano e sopravvivevano nelle trincee, in fin dei conti dormire per terra e mangiare in una gavetta era per molti la quotidianità. Ho letto che nella prima guerra mondiale per molti il rancio era molto più sostanzioso di quello che mangiavano nella vita civile
 

Alto Basso