Route invernale alle Tre Cime di Lavaredo

Ciao a tutti!
Con il mio clan (Clan Uqbar Reggio Emilia 3), composto da 17 persone, stiamo pensando a dove andare in route invernale, in data 4-5-6 gennaio.
Tra le proposte è spiccata quella inerente le Tre Cime di Lavaredo, da fare con le ciaspole. Vi chiedo se siete a conoscenza di itinerari belli e fattibili da fare in inverno in questa zona, considerando che siamo in 17, dobbiamo dormire fuori 2 notti e abbiamo un budget molto contenuto..
Siamo abituati a camminare, ma considerando la neve, il freddo, le ciaspole e il fatto che vien buio presto, non so bene come gestire i tempi dei vari itinerari suggeriti su internet, in quanto tutti effettuati nel periodo estivo.
Se avete consigli o conoscete dei percorsi adatti sbizzarritevi che mi fate solo che un piacere!
 
Io opterei per zone in cui ci siano dei bivacchi riscaldabili.
Ho fatto tanti campi mobili con gli scout ma dormire alle cime di Lavaredo in tenda ad anche 30 gradi sottozero bisogna essere tecnicamente e fisicamente ben preparati.
 
Ciao, Francesca, sono giulio di Reggio (Re1). D'inverno i rifugi in quota sono chiusi, il prrcorso per arrivare su non è agevole, da Misurina la strada è chiusa, il dislivello è importante. È la classica meta estiva, per intenderci.
 
Sono d'accordo con quanto hanno detto @francescogulag74 e @GiulioSherpa: le 3 cime in inverno (2300-2400 mt slm) sono un itinerario abbastanza ostico, si può arrivare a -20/-30°C.
I rifugi che sono aperti d'estate in inverno sono chiusi e non ci sono bivacchi aperti e riscaldati in zona.
Piuttosto credo potreste orientarvi su alcuni rifugi aperti ai ciaspolatori, con itinerari intorno adatti ad essi. Ad esempio il rif. Chiggiato (Cadore, Marmarole):
http://www.rifugiochiggiato.it/home.html
In inverno nei fine settimana è aperto e ci sono buoni itinerari per i ciaspolatori.
 
Sono d'accordo con quanto hanno detto @francescogulag74 e @GiulioSherpa: le 3 cime in inverno (2300-2400 mt slm) sono un itinerario abbastanza ostico, si può arrivare a -20/-30°C.
I rifugi che sono aperti d'estate in inverno sono chiusi e non ci sono bivacchi aperti e riscaldati in zona.
Piuttosto credo potreste orientarvi su alcuni rifugi aperti ai ciaspolatori, con itinerari intorno adatti ad essi. Ad esempio il rif. Chiggiato (Cadore, Marmarole):
http://www.rifugiochiggiato.it/home.html
In inverno nei fine settimana è aperto e ci sono buoni itinerari per i ciaspolatori.
Giusto.
Oppure mi orienterei neve permettendo ( se ce ne è troppa occhio) sulla catena del Lagorai dove bivacchi c'è né é molti. Se hai bisogno chiedimi pure che ti dico
 
siamo in 17, dobbiamo dormire fuori 2 notti e abbiamo un budget molto contenuto..
@FrancescaZirotti Conosco bene la zona ma... prima di dare un qualunque consiglio è bene capire COME volete pernottare:
- Siete attrezzati per passare notti in tenda in inverno? Non è una cosa banale...
- Siete disposti a spendere qualche soldo per pagare una-due camerate in un rifugio? (essendo un bel gruppo, magari con 7-10€ a persona/notte un posto letto ve lo danno)
Altrimenti rimangono solo i bivacchi con stufa, ma così ovviamente la scelta si restringe di molto... anzi vi direi proprio di cambiare zona!
 
Autore Discussioni simili Forum Risposte Data
E Scout 0
E Scout 5
M Scout 4
MartaAgata Scout 9
M Scout 2

Discussioni simili



Alto Basso