Salon du survivalisme - Paris, 20-22 maggio 2022

Si è tenuto a Parigi, presso il Centro fieristico Porte de la Villette, la 3a edizione del Salon de survivalisme.
Link dell'evento https://survival-expo.com/
Sapevo delle edizioni precedenti dalle riviste specializzate ma la mia partecipazione a questo evento è stata puramente casuale, pertanto mi perdonerete la scarna relazione e la scarsa preparazione.
Tra parentesi, mi hanno detto che Canterbury ha fatto una comparsata venerdì all'apertura, beh, oggi c'ero io a chiudere :lol:.
Il tema era accoppiato ad un altro argomento, Il salone dell'autonomia domestica e la sostenibilità ecologica (qualcosa tipo l'off the grid), per cui i temi non sono stati solamente il survival ed il bushcraft in senso stretto, con i loro materiali, ma anche l'autonomia nell'alimentazione, nelle risorse energetiche e nelle attività domestiche (c.d. prepping). Una piccola parte poi è stata riservata all'autodifesa, alla sicurezza ed ai materiali per le forze dell'ordine ed affini.
Gli espositori, come vuole la tradizione francese, erano quasi tutti nazionali, ma qualche brand internazionale era presente.
Tra i nazionali spiccavano Nalaia, Decathlon, Solognac, Forclaz, Akammak, Le Vieux Campeur, e diversi coltellinai artigiani, come Paulo Simoes (Bretagna), LDG Blades, Couteau BK (Nancy), Farol (La Rochelle), Fred Perrin (Cormery), Patrice Perree (Essonne, Paris) e Wildsteer.
Brand internazionali presenti (almeno con i loro rappresentanti europei) erano: Nitecore, 5.11 tactical, Adler 1919 (accette), Doulton (filtaggio acqua), EDCX (paracord), Kupilka (vaselleria e acciarini), Katadyn, Sunslice, Swiza (coltelli), Terrang. Per la coltelleria Gerber, Silka e Morakniv.
Il programma di conferenze era piuttosto nutrito, ma i soggetti intervenuti appartenevano praticamente tutti alla "storia" francese: reduci o reporter francesi in zone di guerra, esperti di ecosostenibilità off-grid di grido, ecologisti, viaggiatori "estremi" o medici in zone remote.
Ho felicemente notato, per quanto riguarda appunto il bushcraft e il campismo in genere che anche i francesi fanno tutto come noi :rofl: . E, - udite udite - nonostante l'atavica avversione dei cugini d'oltralpe per gli inglesismi, essi usano con successo in questo campo i termini inglesi!!
Ultima annotazione, poi chiudo e passo alle foto: sono un modesto praticante, ho una minima attività didattica in collaborazione con una scuola italiana e mi piacerebbe iniziare un percorso nelle mie zone, quindi la mia attenzione è stata attirata soprattutto dalle associazioni/scuole presenti (Seals Teams Extreme Academy e Skol Louarn, del simpaticissimo Renan) e dai loro programmi, per prendere spunti e scambiare esperienze. Ho quindi seguito nel corso del pomeriggio nei loro stand le attività programmate per il pubblico, che riguardavano i temi più disparati ma a noi cari (dalla preparazione dello zaino all'accensione del fuoco, passando per i metodi per procacciarsi il cibo fino all'uso corretto delle lame al campo, solo per fare alcuni esempi).

1653253780385.jpeg


1653253357078.jpeg


1653253838815.jpeg


1653253855102.jpeg



1653253811920.jpeg


1653253881476.jpeg


1653253893442.jpeg


1653253905290.jpeg


1653254275220.jpeg


1653253917088.jpeg


1653253928344.jpeg


1653253940053.jpeg


1653253950979.jpeg


1653253959676.jpeg


1653253969287.jpeg


1653253981021.jpeg


1653253991320.jpeg


1653254002589.jpeg


1653254013170.jpeg


1653253332275.jpeg


1653254034134.jpeg


1653254083280.jpeg


1653254095656.jpeg


1653254109645.jpeg


1653254142171.jpeg


1653254170344.jpeg


1653254155781.jpeg


1653254183625.jpeg


1653254192488.jpeg


1653254201039.jpeg


Che cosa mi ha colpito?
Due espositori: il primo Sunslice (https://sunslice-solar.com/), sono due ingegneri che hanno reinventato i pannelli solari portatili, e che sicuramente seguirò per valutare un acquisto, ma mi hanno dato un'ottima impressione con prodotti molto validi, curati nei particolari e con prezzi non esagerati, per il settore ed il secondo, per il coraggio, Swiza (https://www.swiza.com/), la risposta prevedibile alla Victorinox, e che asseriscono di aver "reinventato" il multifunzione swiss army. La battaglia si preannuncia interessante.
Arrivederci alla prossima edizione!
 

Allegati

  • 1653253379396.jpeg
    1653253379396.jpeg
    161 KB · Visite: 57
  • 1653254060406.jpeg
    1653254060406.jpeg
    373,9 KB · Visite: 56
  • 1653254114230.jpeg
    1653254114230.jpeg
    366,9 KB · Visite: 51
Grande @GiulioSherpa !! deve essere stato proprio un grande evento!!

In quanto agli ospiti d'onore, si capisce, hanno cominciato con qualche nome più o meno conosciuto, tipo Dave, per poi finire con un pezzo da 90, ecche diamine!! :biggrin::biggrin::biggrin:
 
Coordinatometro di Avventurosamente
Alto Basso