Scelta lionsteel

Buongiorno a tutti, ho letto già varie discussioni sugli articoli lionsteel e proprio leggendo una di queste mi è sorto un dubbio. Vi spiego, mi vorrei addentrare nel mondo del bushcraft (quindi non ho esperienza in merito) e volevo prendere un coltello (non ne ho adatti), non vorrei un coltello abnorme ma mi andrebbe benissimo uno più piccolo in quanto per spaccare legna andrei di accetta e seghetto. Ora, mi sono fatto un'idea sulle varie marche, acciai inox ecc, so che per iniziare per un neofita sarebbe consigliabile un prodotto base tipo mora (che sono brutti come la fame) ma sono rimasto colpito dal lionsteel m5 finché non ho letto sul forum una discussione del 2017 sul fatto che non sia adatto per intagli ecc, essendo che la discussione poi è finita lì volevo sapere da chi lo possiede come si è trovato in generale successivamente, se forse sarebbe consigliabile l'm4 (che però ha una lama di 9,5 cm) o altre alternative. Grazie a chiunque mi risponda, spero di non aver scritto stupidaggini
 
Ultima modifica:
Io ho l'M5 e mi ci trovo bene ma non è che faccia chissà quali intagli...

Anche l'M4 potrebbe andare bene e non preoccuparti se la lama la ritieni troppo corta: per gli intagli una lama corta è meglio gestibile. Per il resto dici di portarti accetta e seghetto.

Certo che per l'intaglio potresti anche pensare ad una lama nordica con affilatura scandi.
--- ---

1) lanciati nell'usato-come-nuovo garantito
https://www.avventurosamente.it/xf/threads/coltelli.61067/#post-1086467
2) vedi secondo la tua soggettivissima mano se ti trovi bene o meno
3) se necessario integri o sostituisci
So che non è quello che chiedevi, ma devi provare tu per valutare.

Ottimo il consiglio di @Federicodi, a quel link trovi veramente un bell'assortimento!
 
Guarda l'ho usato l'm5 e devo dire che è un ottimo progetto perché può fare tutto. Non fa nulla in maniera eccellente ma fa tutto più che decorosamente.
L'intaglio è da sempre un tipo di lavoro sul legno che strizza l'occhio a tipologie di coltelli piu "dedicate" anche perché di intaglio ce n'è a livelli diversissimi e distanti.
Dal trystick a fare un cucchiaio a fare statuine nel legno ecc ecc.

Io come prima esperienza ti consiglierei una lama economica (io pure odio i mora e simili perché son brutti per me e oltretutto hanno manici che non mi garbano), ce ne sono diverse a seconda dei gusti.
Considera che per fare intaglio in maniera buona si usano generalmente gli scandi 0 nordici tipo pukko. Oppure lame comunque sottili e non troppo spesse al filo.
Io mi trovo meglio con i convex e gli yakut ma qui andiamo troppo in là.
Tornado al consiglio. Coltello economico e funzionale. Possibilmente scandi, meglio se con un acciaio semplice, facile da affilare.

Per me c'è un coltello che mi ha sorpreso per le sue prestazioni in rapporto alle dimensioni e anche al prezzo. Il bushmaster di united cutlery.
Bella linea classica, manico in legno, acciaio 1095 che per queste cose è favoloso. Passivandogli la lama non patisce nemmeno tanto la ruggine.
Al costo di 40 euro.

Se cerchi qui trovi anche la mia recensione video.
 
L'M5 e' secondo me uno dei migliori coltelli nella sua categoria come rapporto qualita' prezzo, ha pero' un grosso difetto, esce di fabbrica con un bisello troppo ottuso, piu' adatto al batoning che al taglio puro.
Ovviamente viste le dimensioni non e' certo il batoning la destinazione d'uso ideale per il coltello ma basta riprofilarlo piu' acuto e il problema si risolve.
Qui la prova proprio del mio fatta dal nostro @zUorro , l'arrotino ( e neo aborigeno ) del forum.

 
Ultima modifica:
Guarda l'ho usato l'm5 e devo dire che è un ottimo progetto perché può fare tutto. Non fa nulla in maniera eccellente ma fa tutto più che decorosamente.
L'intaglio è da sempre un tipo di lavoro sul legno che strizza l'occhio a tipologie di coltelli piu "dedicate" anche perché di intaglio ce n'è a livelli diversissimi e distanti.
Dal trystick a fare un cucchiaio a fare statuine nel legno ecc ecc.

Io come prima esperienza ti consiglierei una lama economica (io pure odio i mora e simili perché son brutti per me e oltretutto hanno manici che non mi garbano), ce ne sono diverse a seconda dei gusti.
Considera che per fare intaglio in maniera buona si usano generalmente gli scandi 0 nordici tipo pukko. Oppure lame comunque sottili e non troppo spesse al filo.
Io mi trovo meglio con i convex e gli yakut ma qui andiamo troppo in là.
Tornado al consiglio. Coltello economico e funzionale. Possibilmente scandi, meglio se con un acciaio semplice, facile da affilare.

Per me c'è un coltello che mi ha sorpreso per le sue prestazioni in rapporto alle dimensioni e anche al prezzo. Il bushmaster di united cutlery.
Bella linea classica, manico in legno, acciaio 1095 che per queste cose è favoloso. Passivandogli la lama non patisce nemmeno tanto la ruggine.
Al costo di 40 euro.

Se cerchi qui trovi anche la mia recensione video.
Avevo visto il mora bushcraft black, quindi acciaio al carbonio e ovviamente scandi sulle 40 euro ma anche quello da te proposto sembra valido e onestamente molto più bello (l'occhio vuole la sua parte), corro a vedere la recensione, grazie
 
Stavo valutando entrambi, per iniziare anche se ho trovato il lionsteel in promozione e sono tentato , vedrò per natale. Credo mi orienterò su mora anche se brutti sembrano i più funzionali
 
Ultima modifica:
Stavo valutando entrambi, per iniziare anche se ho trovato il lionsteel in promozione e sono tentanto , vedrò per natale. Credo mi orienterò su mora anche se brutti sembrano i più funzionali
Sui mora c'è poco da dire sono funzionali.
L'unico economico che ho trovato potesse battersela con i mora non essendo brutto cone la morte è proprio il bushman.
La cosa che mi è piaciuta è il manico, comodo e possibile da usare anche in presa arretrata.
Affilato un po' di volte, va via il microbevel e quindi lavora poi molto meglio. (Se non si e capito, sono uno a cui non piace il microbevel)
Io addirittura l'ho convessato a zero per vedere come si comportava e non ha deluso.
Ovviamente se vuoi farci lavori pesanti (che li regge pure) lascia il microbevel.
Se invece ti serve per l'intaglio ecc affilalo pure a zero tanto basta una fallkniven Dc4 (se proprio vuoi una cc4 per rifinire. E un pezzo di cuoio per stroppare.

Se non sei pratico di affilatura prendi subito uno scandi a zero senza microbevel.
Anche sui mora iniziano a farli quindi ocio.
Questa la mia opinione.

Un pukko nordico, un mora, un bushman sei comunque su roba da cadere in piedi e spendere poco.

Ps. Se il budget è superiore, il mora bushcraft black costa quasi 100 io penserei seriamente a prendere un pukko consigliato da @FedericoB89 che sicuramente è più bello e sull'intaglio non ha problemi. A meno che lo scopo sia batonarci e spaccarci cosa che dal tuo messaggio, non mi pare proprio.
 
Sono tanti i compiti che in natura si devono affrontare.
Un coltello che possa fare tutto non può esistere, ecco perché il mercato offre così tante tipologie di lame.
Ovviamente, nessuno vieta di avere più strumenti con se.
M5 è un signor prodotto perché riesce a ricoprire molti ruoli, sempre con grande affidabilità. Inoltre è pure bello. Nei limiti delle sue dimensioni, può affrontare lavori di potenza o precisione. Tantissime volte l'ho usato come unica lama.
Tutto dipende dalle tue esigenze e dalla tipologia di uscita in natura che farai. Ma in linea generale consiglio sempre di investire nella qualità, meglio spendere un po' di più che rischiare di rimanere delusi.
 
Sono tanti i compiti che in natura si devono affrontare.
Un coltello che possa fare tutto non può esistere, ecco perché il mercato offre così tante tipologie di lame.
Ovviamente, nessuno vieta di avere più strumenti con se.
M5 è un signor prodotto perché riesce a ricoprire molti ruoli, sempre con grande affidabilità. Inoltre è pure bello. Nei limiti delle sue dimensioni, può affrontare lavori di potenza o precisione. Tantissime volte l'ho usato come unica lama.
Tutto dipende dalle tue esigenze e dalla tipologia di uscita in natura che farai. Ma in linea generale consiglio sempre di investire nella qualità, meglio spendere un po' di più che rischiare di rimanere delusi.
Condivido assolutamente.
 
Sui mora c'è poco da dire sono funzionali.
L'unico economico che ho trovato potesse battersela con i mora non essendo brutto cone la morte è proprio il bushman.
La cosa che mi è piaciuta è il manico, comodo e possibile da usare anche in presa arretrata.
Affilato un po' di volte, va via il microbevel e quindi lavora poi molto meglio. (Se non si e capito, sono uno a cui non piace il microbevel)
Io addirittura l'ho convessato a zero per vedere come si comportava e non ha deluso.
Ovviamente se vuoi farci lavori pesanti (che li regge pure) lascia il microbevel.
Se invece ti serve per l'intaglio ecc affilalo pure a zero tanto basta una fallkniven Dc4 (se proprio vuoi una cc4 per rifinire. E un pezzo di cuoio per stroppare.

Se non sei pratico di affilatura prendi subito uno scandi a zero senza microbevel.
Anche sui mora iniziano a farli quindi ocio.
Questa la mia opinione.

Un pukko nordico, un mora, un bushman sei comunque su roba da cadere in piedi e spendere poco.

Ps. Se il budget è superiore, il mora bushcraft black costa quasi 100 io penserei seriamente a prendere un pukko consigliato da @FedericoB89 che sicuramente è più bello e sull'intaglio non ha problemi. A meno che lo scopo sia batonarci e spaccarci cosa che dal tuo messaggio, non mi pare proprio.
Il mora bushcraft sta sui 40, il garberg sta sui 100 ma come consigliano molti per iniziare non ha senso spendere tanto, tanto meno per un mora, non ho intenzione di fare lavori pesanti con il coltello appunto, l'm5/4 da anche un senso di affidabilità in più, grazie a tutti per i consigli, vi aggiorno sul mio eventuale acquisto
 
Il mora bushcraft sta sui 40, il garberg sta sui 100 ma come consigliano molti per iniziare non ha senso spendere tanto, tanto meno per un mora, non ho intenzione di fare lavori pesanti con il coltello appunto, l'm5/4 da anche un senso di affidabilità in più, grazie a tutti per i consigli, vi aggiorno sul mio eventuale acquisto
Guarda che oggi - grazie al BF - i prodotti Lionsteel sono scontati del 20%. Se ne vuoi uno, ti conviene approfittare (comunque offerte simili si ripetono ogni tanto).
Altrimenti c'è il bellissimo M5 in vendita sul mercatino ;).
Ciao
 
Ciao, in risposta al quesito originale della discussione, il modello M5 di Lionsteel è un buon coltello, molti lo riprofilano perché ritengono che non tagli abbastanza, personalmente mi ha sempre soddisfatto in termini appunto di taglio, su altre cose, meno. Concordo con zUorro, va bene un po' per tutto ma non eccelle in niente. Ci sono alternative più valide e meno costose in commercio soprattutto per iniziare.
PS: se procedi comunque con l'm5, prendilo in acciaio sleipner!
 
Ultima modifica:
Il mora bushcraft sta sui 40, il garberg sta sui 100 ma come consigliano molti per iniziare non ha senso spendere tanto, tanto meno per un mora, non ho intenzione di fare lavori pesanti con il coltello appunto, l'm5/4 da anche un senso di affidabilità in più, grazie a tutti per i consigli, vi aggiorno sul mio eventuale acquisto
Si guarda, come ho scritto pure io, partirei con un coltello economico per capire e fare pratica. Poi quando capirai e avrai maggiore disponibilità puoi sempre prenderne uno differente (non scrivo migliore apposta).
 
Ciao, in risposta al quesito originale della discussione, il modello M5 di Lionsteel è un buon coltello, molti lo riprofilano perché ritengono che non tagli abbastanza, personalmente mi ha sempre soddisfatto in termini appunto di taglio, su altre cose, meno. Concordo con zUorro, va bene un po' per tutto ma non eccelle in niente. Ci sono alternative più valide e meno costose in commercio soprattutto per iniziare.
PS: se procedi comunque con l'm5, prendilo in acciaio sleipner!
Ho visto gli sconti sul sito, mi costerebbe meno nuovo che usato credo, l'm5 c'è solo in acciaio sleipner se non sbaglio, l'm4 invece è in inox. Per quanto riguarda il discorso intaglio ecc si credo sia poco adatto allo scopo. Ma riprofilandolo non si indebolisce la struttura ? Vabbè che appunto non lo utilizzerei per lavori pesanti ma è una curiosità. In cosa non ti sei trovato bene?
 
Ho visto gli sconti sul sito, mi costerebbe meno nuovo che usato credo, l'm5 c'è solo in acciaio sleipner se non sbaglio, l'm4 invece è in inox. Per quanto riguarda il discorso intaglio ecc si credo sia poco adatto allo scopo. Ma riprofilandolo non si indebolisce la struttura ? Vabbè che appunto non lo utilizzerei per lavori pesanti ma è una curiosità. In cosa non ti sei trovato bene?
Se ti può interessare ho un m5 nuovo a 140 euro. In g10. Con gli sconti sul sito lo trovi a 144 ma non immediatamente disponibile.
Riprofilare un M5 era operazione obbligata fino a poco tempo fa, ora gli ultimi arrivano bene affilati.
Non indebolisce assolutamente la struttura ma va fatto fare da uno bravo.
 
Corso di Orientamento
Alto Basso