Scelta zaino 1 giorno capiente e pratico

Buonasera a tutti. Sono alla ricerca di uno zaino di litraggio non troppo scarno (30/35 direi), sarebbe il mio primo specifico per outdoor e nonostante abbia letto parecchie opinioni nel forum ed online vorrei comunque chiedervi un parere (e mi scuso già da ora per eventuali informazioni poco precise). Ma intanto i dati riportati nella guida:

Utilizzo: Trasporto materiale per 1 persona "e mezza" in uscite giornaliere. La mia compagna non può trasportare molto peso per alcuni problemini, quindi per farle godere di più l'uscita e progredire più velocemente la maggior parte del materiale la porterò io per il momento.​
Caratteristiche ricercate: Marchi nostrani (ci tengo molto), comodità, praticità (vorrei un accesso aggiuntivo alla sacca principale oltre a quello principale in alto ad esempio. Qualcosa di discretamente versatile (nei limiti, si intende) per evitare spese aggiuntive di altri zaini e l'attrezzatura sparsa per casa.​
Attività praticata: Trekking, escursioni. Collina/Appennini, idealmente 3 stagioni (per ora). Per il momento solo in giornata perchè ho sacco a pelo e tenda troppo voluminosi e pesanti (li ho per utilizzo motociclistico). Probabilmente lo userò anche come zaino per degli eventuali trekking leggeri in periodo caldo durante i viaggi in moto.​
Esperienza e corporatura: Sostanzialmente zero esperienza, perlomeno in maniera seria ed in proprio. Corporatura 1.80 x 73kg​
Budget: Valuto spese se ne vale la pena, diciamo entro i 150€ ? Dico una cifra un pò a caso perchè questo punto è secondario... al momento ho un vecchio zaino LowePro per fotografia che almeno non mi lascia a piedi anche se tutt'altro che ideale, ho il tempo e modo di trovare qualche offerta anche se lo zaino dovesse costare abbastanza.​

Come vi dicevo ci stiamo affacciando ora al camminare, il mio obiettivo è più la montagna (anche in inverno) ma solo dopo aver fatto esperienza ovviamente. Per il momento vorrei portare il necessario quasi per entrambi lasciando solo alcune cose alla mia compagna, per poi magari passarle delle cose mano mano che l'attrezzatura aumenta.

Ho visto online (credo) i soliti zaini, ognuno con pro e contro come sempre ma magari alcune cose che ora mi sembrano importanti poi nella realtà non lo sono e per questo chiedo a voi.

Finisterre: sembra un ottimo zaino, mi frena la mancanza di accesso secondaria, la mancanza delle sacche rapide per le borracce (anche se ha i soffietti se non erro), e la tasca ventrale singola ed abbastanza limitata. Se non erro è anche un pò pesantino ma probabilmente è una sciocchezza mia.​
Triolet: c'entra poco, è uno zaino per alpinismo ma l'accesso al vano principale è eccezionale, ed a vederlo così mi sembra abbia spallacci e cinta ventrale più comodi. Credo sia da scartare a priori ma mi aveva colpito per queste due cose.​
Alp e Mtn Trainer: I Salewa non mi convincono tantissimo per gli spallacci particolari (magari invece sono un plus, non so) e per l'accesso al vano principale. Hanno entrambi una sola tasca ventrale anche loro.​
Quechua MH500: al di là della comodità che non so valutare, mi sembra quello complessivamente più adatto (credo sia l'unico con schienale separato della lista), sacche borracce elastiche con blocco, 2 sacchette ventrali voluminose, doppio accesso al vano principale. Prezzo minimo tra tutti, purtroppo ovviamente non è italiano.​

In sostanza la scelta perfetta non c'è (credo), vorrei investire in buon materiale piuttosto che comprare roba palesemente errata o di scarsa qualità solo per temporeggiare. Purtroppo l'uso è ancora un pò poco definito e non ho tra le mie conoscenze appassionati del mondo outdoor. Magari con voi posso riordinare le idee e indirizzarmi meglio su cosa acquistare, vi ringrazio anticipatamente :)
 
Ultima modifica:
Buonasera a tutti. Sono alla ricerca di uno zaino di litraggio non troppo scarno (30/35 direi), sarebbe il mio primo specifico per outdoor e nonostante abbia letto parecchie opinioni nel forum ed online vorrei comunque chiedervi un parere (e mi scuso già da ora per eventuali informazioni poco precise). Ma intanto i dati riportati nella guida:

Utilizzo: Trasporto materiale per 1 persona "e mezza" in uscite giornaliere. La mia compagna non può trasportare molto peso per alcuni problemini, quindi per farle godere di più l'uscita e progredire più velocemente la maggior parte del materiale la porterò io per il momento.​
Caratteristiche ricercate: Marchi nostrani (ci tengo molto), comodità, praticità (vorrei un accesso aggiuntivo alla sacca principale oltre a quello principale in alto ad esempio. Qualcosa di discretamente versatile (nei limiti, si intende) per evitare spese aggiuntive di altri zaini e l'attrezzatura sparsa per casa.​
Attività praticata: Trekking, escursioni. Collina/Appennini, idealmente 3 stagioni (per ora). Per il momento solo in giornata perchè ho sacco a pelo e tenda troppo voluminosi e pesanti (li ho per utilizzo motociclistico). Probabilmente lo userò anche come zaino per degli eventuali trekking leggeri in periodo caldo durante i viaggi in moto.​
Esperienza e corporatura: Sostanzialmente zero esperienza, perlomeno in maniera seria ed in proprio. Corporatura 1.80 x 73kg​
Budget: Valuto spese se ne vale la pena, diciamo entro i 150€ ? Dico una cifra un pò a caso perchè questo punto è secondario... al momento ho un vecchio zaino LowePro per fotografia che almeno non mi lascia a piedi anche se tutt'altro che ideale, ho il tempo e modo di trovare qualche offerta anche se lo zaino dovesse costare abbastanza.​

Come vi dicevo ci stiamo affacciando ora al camminare, il mio obiettivo è più la montagna (anche in inverno) ma solo dopo aver fatto esperienza ovviamente. Per il momento vorrei portare il necessario quasi per entrambi lasciando solo alcune cose alla mia compagna, per poi magari passarle delle cose mano mano che l'attrezzatura aumenta.

Ho visto online (credo) i soliti zaini, ognuno con pro e contro come sempre ma magari alcune cose che ora mi sembrano importanti poi nella realtà non lo sono e per questo chiedo a voi.

Finisterre: sembra un ottimo zaino, mi frena la mancanza di accesso secondaria, la mancanza delle sacche rapide per le borracce (anche se ha i soffietti se non erro), e la tasca ventrale singola ed abbastanza limitata. Se non erro è anche un pò pesantino ma probabilmente è una sciocchezza mia.​
Triolet: c'entra poco, è uno zaino per alpinismo ma l'accesso al vano principale è eccezionale, ed a vederlo così mi sembra abbia spallacci e cinta ventrale più comodi. Credo sia da scartare a priori ma mi aveva colpito per queste due cose.​
Alp e Mtn Trainer: I Salewa non mi convincono tantissimo per gli spallacci particolari (magari invece sono un plus, non so) e per l'accesso al vano principale. Hanno entrambi una sola tasca ventrale anche loro.​
Quechua MH500: al di là della comodità che non so valutare, mi sembra quello complessivamente più adatto (credo sia l'unico con schienale separato della lista), sacche borracce elastiche con blocco, 2 sacchette ventrali voluminose, doppio accesso al vano principale. Prezzo minimo tra tutti, purtroppo ovviamente non è italiano.​

In sostanza la scelta perfetta non c'è (credo), vorrei investire in buon materiale piuttosto che comprare roba palesemente errata o di scarsa qualità solo per temporeggiare. Purtroppo l'uso è ancora un pò poco definito e non ho tra le mie conoscenze appassionati del mondo outdoor. Magari con voi posso riordinare le idee e indirizzarmi meglio su cosa acquistare, vi ringrazio anticipatamente :)
Ciao carissimo.
Se andrai via anche in inverno e dovessi portare anche la sua roba ti ci vorrebbe uno zaino versatile con possibilità di aggancio esterno per ciaspole ecc.
Come litraggio un 38 litri va bene.
Se cerchi zaini con il vano separato sul fondo
Ti consiglierei:
- ferrino finisterre 38. Ti danno anche le cinghie aggiuntive per attacco materiale. Zaino fatto molto bene ad un prezzo concorrenziale e direi che per cominciare va più che bene. Unica cosa che segnalo una sola tasca sulla cintura ventrale e non molto capiente. Ha lo schienale staccato.
- Osprey kestrel 38 direi misura S/M (36 litri) potrebbe essere perfetto per te. Non ha schienale staccato. Molto versatile anche per uso invernale. Robusto, comodo ( lo posseggo)
- osprey Stratos 36 meno agganci esterni del kestrel, schienale staccato, un po' meno robusto del kestrel ma ancora più comodo
- deuter futura pro 36 molto robusto, schienale staccato
- Lowe Air zone 35:45.

In prima battuta direi questi se vuoi il comparto separato sul fondo poi bisogna vedere se vuoi schienale staccato o meno
 
Ti ringrazio molto per la risposta. Hai ragione sul ferrino, ha lo schienale staccato e me ne ero dimenticato. Per il momento non so se sia una cosa positiva o meno perchè come dicevo non ho molta esperienza con zaini da outdoor con telaio interno, e non so come possa reagire la mia schiana.

Faccio una precisazione che forse ho spiegato male: non cerco un vano separato sul fondo, ma proprio uno zaino che abbia una seconda entrata nel vano principale. Sostanzialmente per prendere le cose in qualsiasi punto dello zaino senza necessariamente dover sfilare altre cose. La tasca sul fondo è sicuramente utile ma allo stato attuale per me sono comodi scomparti e "nulla di più".

Ho dato uno sguardo agli zaini che proponi e sembrano tutti eccellenti. Il mio unico cruccio è che vorrei qualcosa di italiano per una mia preferenza personale che poco ha a che fare con l'argomento, e se non erro l'unico in lista sarebbe il ferrino, giusto? Ho letto grandi pareri sugli Osprey ma un pò per il motivo che dicevo ed un pò perchè per ignoranza non so effettivamente quanto superiori siano rispetto ai marchi italiani noti non li stavo ancora seriamente prendendo in considerazione.

Ti ringrazio ancora molto, gentilissimo.
 
Ultima modifica:
Ti ringrazio molto per la risposta. Hai ragione sul ferrino, ha lo schienale staccato e me ne ero dimenticato. Per il momento non so se sia una cosa positiva o meno perchè come dicevo non ho molta esperienza con zaini da outdoor con telaio interno, e non so come possa reagire la mia schiana.

Faccio una precisazione che forse ho spiegato male: non cerco un vano separato sul fondo, ma proprio uno zaino che abbia una seconda entrata nel vano principale. Sostanzialmente per prendere le cose in qualsiasi punto dello zaino senza necessariamente dover sfilare altre cose. La tasca sul fondo è sicuramente utile ma allo stato attuale per me sono comodi scomparti e "nulla di più".

Ho dato uno sguardo agli zaini che proponi e sembrano tutti eccellenti. Il mio unico cruccio è che vorrei qualcosa di italiano per una mia preferenza personale che poco ha a che fare con l'argomento, e se non erro l'unico in lista sarebbe il ferrino, giusto? Ho letto grandi pareri sugli Osprey ma un pò per il motivo che dicevo ed un pò perchè per ignoranza non so effettivamente quanto superiori siano rispetto ai marchi italiani noti non li stavo ancora seriamente prendendo in considerazione.

Ti ringrazio ancora molto, gentilissimo.
Ok capito tutto. Il Finisterre però non ha le aperture che cerchi tu.
Comunque penso ad alternative.
Per lo schienale staccato diciamo che è più areato per l estate. A me non piacciono perché creano una sorta di convessità sul vano principale. Non in tutti i modelli. Poi perché più il peso è vicino alla schiena meglio è anche se con questo litraggio sui 38 non è che porti pesi elevati.
In questo campo attualmente Deuter e Osprey sono i marchi migliori, poi fra 15 anni si vedrà.
Comunque ci penso e ti do altre opzioni
 
Innanzitutto ti ringrazio e mi scuso per le tante richieste particolari. Per lo schienale sono d'accordo (dall'alto della mia ignoranza ad ogni modo), anche a me a pelle sembrano più efficaci e meno problematici gli schienali classici ma oggettivamente ben fatti, sia per la forma curva che prende lo zaino, sia per una questione di miglior collegamento con il peso sulla schiena
 
Innanzitutto ti ringrazio e mi scuso per le tante richieste particolari. Per lo schienale sono d'accordo (dall'alto della mia ignoranza ad ogni modo), anche a me a pelle sembrano più efficaci e meno problematici gli schienali classici ma oggettivamente ben fatti, sia per la forma curva che prende lo zaino, sia per una questione di miglior collegamento con il peso sulla schiena
Quali scuse, tranquillo, io sono un fissato di zaini ne parlerei per ore, ne ho diversi...ahahah
 
Questi consigli ed i dettagli che solo usando o vedendo certi zaini sul campo si possono sapere, non hanno prezzo. Un ringraziamento è il minimo.

Tornando alla questione, sto vedendo più a fondo gli Osprey ed in particolare lo Stratos sembra quasi perfetto, perlomeno a livello di funzionalità. Non posso valutare la robustezza, ma lo schienale regolabile, le tasche sulla cinta e la zip laterale per accedere al vano principale lo rendono decisamente vicino all'idea che sommariamente ho in mente. Se poi mi dici che è ancora più comodo del Kestrel devo tenerlo necessariamente tra i papabili. Per quest'ultimo è vero, sembra ancora più versatile ed ha sostanzialmente tutte le funzionalità dello Stratos, il punto che mi salta all'occhio è la mancanza della zip laterale del vano principale e la presenza del falso "doppiofondo" (non so come chiamarlo) che può all'occorrenza separare il vano inferiore o far accedere da sotto al contenuto del vano princilale. Non so valutare quanto sia comodo, ma sicuramente meglio di un solo accesso superiore.
 
Questi consigli ed i dettagli che solo usando o vedendo certi zaini sul campo si possono sapere, non hanno prezzo. Un ringraziamento è il minimo.

Tornando alla questione, sto vedendo più a fondo gli Osprey ed in particolare lo Stratos sembra quasi perfetto, perlomeno a livello di funzionalità. Non posso valutare la robustezza, ma lo schienale regolabile, le tasche sulla cinta e la zip laterale per accedere al vano principale lo rendono decisamente vicino all'idea che sommariamente ho in mente. Se poi mi dici che è ancora più comodo del Kestrel devo tenerlo necessariamente tra i papabili. Per quest'ultimo è vero, sembra ancora più versatile ed ha sostanzialmente tutte le funzionalità dello Stratos, il punto che mi salta all'occhio è la mancanza della zip laterale del vano principale e la presenza del falso "doppiofondo" (non so come chiamarlo) che può all'occorrenza separare il vano inferiore o far accedere da sotto al contenuto del vano princilale. Non so valutare quanto sia comodo, ma sicuramente meglio di un solo accesso superiore.
Italiani ti posso consigliare il Camp M4. Se sei 180 lo schienale è lungo abbastanza. Ha apertura sullo schienale.
Zaino polivalente. Diciamo ibrido alpinismo-trekking. Non la versione nuova che si chiama M45 nuova che è più alpinistica.

Poi il Bertoni xtrail 45a lo vedo più alpinistico comunque sempre Italiano.

Se fossimo negli anni 80-90 che io ho vissuto ti avrei consigliato un Invicta che erano al top. Ora piangente sono nel pensare che fine ha fatto questo marchio storico. Io possiedo ancora un Nord 70 litri e un Monviso 3.
Purtroppo al momento gli italiani......

Ci sarebbe il ferrino dryhike completamente impermeabile ma dovresti prendere il 48 litri che è dichiarato 48 ma è meno.

E Francesi ti interessano
 
gli spallacci salewa sono un plus.
Io ti direi di guardare il MTN traner 28, anche se ha l'apertura solo da sopra fa il suo lavoro secondo me ( l'apertura totale secondo me la sopravvaluti)
Di ferrino guarda l'agile che male.
Io sono fanboy salewa e se hai modo di andare in un negozio capirai il motivo.
Sevondo me se siete bravi potete tranquillamente utilizzare il 25( che tra le altre cose c'è in versione femminile con 22 litri) .
Io vi consiglio quest'ultima possibilità.
Con 150 dovrebbero uscirci entrambi sia il 25 per te che il 22 per lei.
--- Aggiornamento ---

Per lei ontendo che lo zaino è studiato per la donna
 
Questi consigli ed i dettagli che solo usando o vedendo certi zaini sul campo si possono sapere, non hanno prezzo. Un ringraziamento è il minimo.

Tornando alla questione, sto vedendo più a fondo gli Osprey ed in particolare lo Stratos sembra quasi perfetto, perlomeno a livello di funzionalità. Non posso valutare la robustezza, ma lo schienale regolabile, le tasche sulla cinta e la zip laterale per accedere al vano principale lo rendono decisamente vicino all'idea che sommariamente ho in mente. Se poi mi dici che è ancora più comodo del Kestrel devo tenerlo necessariamente tra i papabili. Per quest'ultimo è vero, sembra ancora più versatile ed ha sostanzialmente tutte le funzionalità dello Stratos, il punto che mi salta all'occhio è la mancanza della zip laterale del vano principale e la presenza del falso "doppiofondo" (non so come chiamarlo) che può all'occorrenza separare il vano inferiore o far accedere da sotto al contenuto del vano princilale. Non so valutare quanto sia comodo, ma sicuramente meglio di un solo accesso superiore.
Sia il kestrel che lo Stratos hanno una cerniera laterale di accesso al corpo centrale dello zaino. Il vano sul fondo può essere utile per riporre cose bagnate essendoci un buchetto per scolo dell'acqua. Il kestrel ha questa cosa anche sulla tasca frontale che è fatta tipo il Finisterre. Il kestrel ha più possibilità di aggancio esterno. In entrambi hai schienale regolabile. Per te prenderei S/M di misura. Io ho M/L e lo tengo accorciato al max e sono alto 192.
Stratos schienale staccato.
Come robustezza secondo me lo Stratos è una via di mezzo tra lo stracomodo osprey Exos 38 e il kestrel.
Hanno un alloggio per la sacca idrica un po' macchinoso ma io non lo uso.
 
Italiani ti posso consigliare il Camp M4. Se sei 180 lo schienale è lungo abbastanza. Ha apertura sullo schienale.
Zaino polivalente. Diciamo ibrido alpinismo-trekking. Non la versione nuova che si chiama M45 nuova che è più alpinistica.

Poi il Bertoni xtrail 45a lo vedo più alpinistico comunque sempre Italiano....

...Ci sarebbe il ferrino dryhike completamente impermeabile ma dovresti prendere il 48 litri che è dichiarato 48 ma è meno.
Li vedo subito :si:

Purtroppo al momento gli italiani......
Purtroppo me ne sto rendendo conto. Anche per questo vorrei rimanere "in casa", ma mi rendo conto che sia un discorso che lascia il tempo che trova da certi punti di vista.

gli spallacci salewa sono un plus.
Io ti direi di guardare il MTN traner 28, anche se ha l'apertura solo da sopra fa il suo lavoro secondo me ( l'apertura totale secondo me la sopravvaluti)
Di ferrino guarda l'agile che male.
Io sono fanboy salewa e se hai modo di andare in un negozio capirai il motivo.
Sevondo me se siete bravi potete tranquillamente utilizzare il 25( che tra le altre cose c'è in versione femminile con 22 litri) .
Io vi consiglio quest'ultima possibilità.
Con 150 dovrebbero uscirci entrambi sia il 25 per te che il 22 per lei.
--- Aggiornamento ---

Per lei ontendo che lo zaino è studiato per la donna
Anche a me piace Salewa, come calzatura ho proprio una Mtn Trainer GTX quindi conosco bene la qualità e ti do ragione. Per l'apertura può tranquillamente essere come dici, è più un'idea che un bisogno reale perchè non ho riscontri ancora. Per quanto riguarda invece gli spallacci, a cosa servono due segmenti separati? Forse seguono meglio il corpo? Non aumentano la pressione sul corpo?

L'idea del doppio zaino è sicuramente una buona idea, volevo solo posticipare un pò per rendermi conto di cosa effettivamente ci serva prima di effettuare un secondo acquisto più mirato e corretto. I prezzi che ho visto però non mi sembravano così lontani dagli altri, ora dò uno secondo sguardo e controllo anche l'agile. Grazie tante :si:

Sia il kestrel che lo Stratos hanno una cerniera laterale di accesso al corpo centrale dello zaino. Il vano sul fondo può essere utile per riporre cose bagnate essendoci un buchetto per scolo dell'acqua. Il kestrel ha questa cosa anche sulla tasca frontale che è fatta tipo il Finisterre. Il kestrel ha più possibilità di aggancio esterno. In entrambi hai schienale regolabile. Per te prenderei S/M di misura. Io ho M/L e lo tengo accorciato al max e sono alto 192.
Stratos schienale staccato.
Come robustezza secondo me lo Stratos è una via di mezzo tra lo stracomodo osprey Exos 38 e il kestrel.
Hanno un alloggio per la sacca idrica un po' macchinoso ma io non lo uso.
Ok perfetto, come immaginavo ma non sapevo avessero gli scoli per l'acqua. Per la sacca idrica non so nemmeno io se lo userò, ne uso uno con soddisfazione per la moto ma non so né se sia compatibile né se sia un sistema che utilizzerò. E' un plus che non fa male sicuramente :si:
 
gli spallacci salewa sono un plus.
Io ti direi di guardare il MTN traner 28, anche se ha l'apertura solo da sopra fa il suo lavoro secondo me ( l'apertura totale secondo me la sopravvaluti)
Di ferrino guarda l'agile che male.
Io sono fanboy salewa e se hai modo di andare in un negozio capirai il motivo.
Sevondo me se siete bravi potete tranquillamente utilizzare il 25( che tra le altre cose c'è in versione femminile con 22 litri) .
Io vi consiglio quest'ultima possibilità.
Con 150 dovrebbero uscirci entrambi sia il 25 per te che il 22 per lei.
--- Aggiornamento ---

Per lei ontendo che lo zaino è studiato per la donna
La morosa non porta lo zaino ha detto.
D inverno si porta giacca a vento, pile, magari berretto, guanti, una maglia di ricambio, liquidi e cibo per 2 e magari il piumino per 2. Camminando fa caldo e la morosa avrebbe magari bisogno di togliere berretto, guanti, giacca a vento e pile e magari avere nello zaino anche un piumino per quando ci si ferma al freddo. Stessa cosa vale per il ragazzo.
Io ho vissuto questa situazione anni fa con la morosa e avevo a quel tempo un Salewa peak 38 che mi regalò lei. E d inverno questo litraggio era molto utile per le ragioni sopra dette anche perché le donne in genere sono più freddolose.
Chiaro che poi d estate è un po' abbondante ma vabbè.
Chiaro che d estate bastano 25-30 litri. 36-38 non è poi tanto di più.
Poi se consideriamo zaini alpinistici o ibrido il litraggio dichiarato e abbondantemente inferiore a quello da trekking di pari litraggio poiché questi ultimi presentano in genere più tasche.
Eviterei come zaino polivalente per 2 gli zaini super leggeri che attualmente vanno tanto di moda. Zaini con peso a secco sui 900 g, tipo ferrino agile, deuter Speed lite, osprey Talon che per la loro leggerezza non sono robusti sia i tessuti, le fibbie e gli schienali nonché le cinghie.....possiedo lo Speed lite 32....
Non che siano da scartare ma come unico zaino non li prenderei.
 
Si esatto, era quello che intendevo nel post principale. Con il tempo spero poi di avere una situazione un pò meno sbilanciata, ma al momento avere un setup come quello indicato da Francesco mi fa gioco sia per far godere di più l'uscita alla compagna (e fa allenare me :biggrin:), sia per fare un solo acquisto ed un investimento più consistente e duraturo. O perlomeno è la mia idea al momento.
Sicuramente le lascerò lo zaino camleback che uso in moto in modo da avere una scorta di acqua consistente e un minimo di appoggio per piccole cose. Poi se non risentirà di alcuni piccoli problemi anche nelle uscite più lunghe sicuramente cercherò un secondo zaino specifico per donna con cui bilanciare il tutto. Sulla carta il discorso fila, poi nella realtà è da vedere
 
Ho un Ferrino Rupal 38 litri in vendita,usato 10 volte,con tasca esterna termica,se ti puo interessare 40 euro+ss,al limite ti giro la foto
 
Si esatto, era quello che intendevo nel post principale. Con il tempo spero poi di avere una situazione un pò meno sbilanciata, ma al momento avere un setup come quello indicato da Francesco mi fa gioco sia per far godere di più l'uscita alla compagna (e fa allenare me :biggrin:), sia per fare un solo acquisto ed un investimento più consistente e duraturo. O perlomeno è la mia idea al momento.
Sicuramente le lascerò lo zaino camleback che uso in moto in modo da avere una scorta di acqua consistente e un minimo di appoggio per piccole cose. Poi se non risentirà di alcuni piccoli problemi anche nelle uscite più lunghe sicuramente cercherò un secondo zaino specifico per donna con cui bilanciare il tutto. Sulla carta il discorso fila, poi nella realtà è da vedere
Ok capisco allora sempre in casa salewa apex wall 32?
Sicuramente più di vocazione alpinistica, ma ha uno schienale da paura e una distribuzione del peso altrettanto buona, ha una zip laterale e la chiusura a mo di sacca stagna dli permette di modulare il volume.
IL portacasco funge da tasca rapida, secondo me è da valutare più di quanto si creda, così in estate hai un 30(arrotoli di più) e in inverno un 38(arrotoli meno)
--- Aggiornamento ---

Inoltre su amazon stiamo sui 110
 
Mi manderesti un link o una foto? Giusto per capire di cosa parliamo perché per qualche motivo non trovo nulla... Grazie :si:

Ok capisco allora sempre in casa salewa apex wall 32?
Sicuramente più di vocazione alpinistica, ma ha uno schienale da paura e una distribuzione del peso altrettanto buona, ha una zip laterale e la chiusura a mo di sacca stagna dli permette di modulare il volume.
IL portacasco funge da tasca rapida, secondo me è da valutare più di quanto si creda, così in estate hai un 30(arrotoli di più) e in inverno un 38(arrotoli meno)
--- Aggiornamento ---

Inoltre su amazon stiamo sui 110
Grazie del suggerimento. La cinta lombare mi sembra poco di supporto però, probabilmente per l'eventuale imbracatura, giusto? Non sarebbe meglio un Triolet a quel punto? Anche li sono rimovibili ma sembrano più di supporto. O dico male?
 
No la cintura è imbottita a sufficienza se cerchi su outdoortest lo hanno testato con 15 kg di materiale e lo hanno definito molto comodo.

La cintura fidati è molto imbottita ed in più lo schienale è più traspirante
 
Credo che il nostro amico abbia bisogno di uno zaino per iniziare la sua attività trekking versatile, comodo con capacità di aggancio di materiale invernale e dalla capienza sufficiente per portare roba per la sua morosa inoltre con le opportune tasche, copertura pioggia, delle aperture sul vano principale come richiesto.
Purtroppo queste caratteristiche non le si trovano molto negli attuali zaini italiani se non per alcuni. Al limite potrebbe andare bene un ibrido trekking-alpinistico ( millet ubic o Peuterey, Camp M4, qualche Salewa.
In ultima analisi i migliori zaini secondo me che soddisfino le sue richieste al momento sono il kestrel e lo Stratos della osprey, il ferrino finisterre e il Deuter futura pro.
 

Discussioni simili


Alto Basso