scelta zaino alpinismo per escursioni giornaliere

buonasera, mi rivolgo alla vostra saggezza per aiutarmi a scegliere il nuovo compagno per le escursioni giornaliere estive
quello che vorrei principalmente è uno zaino molto leggero, attorno al kilogrammo di peso.
Pratico escursioni alla ricerca di minerali in alta montagna e mi porto dietro parecchia attrezzatura compresi ramponi, corda da 40m imbrago ecc.
attualmente utilizzo uno zaino della Masrupio da trekking 40 litri e mi ci trovo bene come spazi, il suo peso e di circa 1400g.
vorrei trovare uno zaino piu tecnico sui 38 o 40 litri circa ma che sia il piu leggero possibile...ho cercato un po sul web e il piu leggero mi sembra che sia il salewa apex wall 38 litri, che pesa solo 1040g, ma qui sul forum ho letto dei pareri non proprio favorevoli. qualcuno ha esperienze positive con questo zaino? sapreste consigliarmi altro? sempre rimanendo attorno ai 1000g di peso?
 
Secondo me ci starebbe considerando l'uso.

Provalo in negozio a me salewa piace un casino e quella linea e l'unica di salewa che valga il prezzo che costa ssieme al mtn.

SE e SOLO SE non ti dovesse piacere c'è il CAMP, ma il salewa è davvero bello.
--- Aggiornamento ---

È uno zaino un pò particolare nel srnso che rispetto ad altri marchi ha una concezione diversa quindi fuori è molto pulito(pemsa al puteneri del millet) e ha belle chicche come ad esempio il portacorda magnetico,il portacasco che se non c'è in casco diventa una tasca e lo schienale che lo rende molto traspirante.
 
ti ho posto quella domanda perchè dici che ti serve un 40 litri circa; se sei abituato a tenere la corda all'interno dello zaino con uno zaino da alpinismo la puoi tenere fuori con gli appositi laccioli, quindi la capienza potrebbe diminuire, da 40 litri puoi comodamente passare ad un 25 litri, con un sostanziale risparmio di peso.
se invece la corda la porti già al di fuori e la capienza che ti serve è 40 litri allora ti si può suggerire un altro zaino da 40 più leggero
 
ti ho posto quella domanda perchè dici che ti serve un 40 litri circa; se sei abituato a tenere la corda all'interno dello zaino con uno zaino da alpinismo la puoi tenere fuori con gli appositi laccioli, quindi la capienza potrebbe diminuire, da 40 litri puoi comodamente passare ad un 25 litri, con un sostanziale risparmio di peso.
se invece la corda la porti già al di fuori e la capienza che ti serve è 40 litri allora ti si può suggerire un altro zaino da 40 più leggero
Hai centrato il punto, la corda la terrei fuori, il problema è che ho hisogno capienza extra perche poi quando trovo i minerali ho bisogno di un po di spazio per incartarli e poi metterli nello zaino, per un escursione di questo tipo un litraggio di 40 litri Circa è ottimale, che zaino avresti in mente?
 
il camp è una garanzia, sia per materiali che come rapporto qualità prezzo, non so però se ha il laccetto per la corda.
se no personalmente trovo molto completi gli zaini simond (decathlon), tipo questo
https://www.decathlon.it/p/zaino-alpinismo-alpinism-40-10-litri-nero/_/R-p-309745?mc=8558677&c=NERO
qui hai tutto, compreso l'accesso posteriore al compartimento principale (vedi foto), quindi non devi sganciare il cappello superiore per accedere al materiale.
persa 1 kg e ha tutti gli agganci per l'alpinismo, picche, casco e corda; quest'ultima si fissa molto bene grazie alle due fettucce laterali, non ti sballonzola troppo
 
Gli zaini più accreditati sotto il kg che conosco sono:
- Osprey Talon 33, meglio la versione catalogo fino al 2020, perché appunto più leggera;
- Deuter Speedlite 30.
Pesano intorno a 900 g e sono molto ben organizzati, anche per l'uso che ne fairesti tu.

Sono impareggiabili. Mia figlia ha da quasi due anni un Tempest 30, versione femminile del Talon, che usa tantissimo con grande soddisfazione.

Per l'utilizzo che ne fai tu sono specifici:
- Osprey Mutant 38
- Deuter Guida 34+
ma vai oltre il peso previsto.

Sconsiglio zaini Camp, specializzata in altri ambiti, e tantomeno marchi di Decathlon (tipo Simond), sono un indovinello, manca una seria verifica di qualità.
 
secondo me uno zaino da 40 litri è esagerato e solo ingombrante. Io per l'alpinismo (1 o due giorni se vado a dormire in rifugio) uso un orcus 24+ e riesco a farci stare dentro imbrago friend viti da ghiaccio, piumino (leggero di quelli comprimibili parecchio) e guscio, più altro. I ramponi li tengo fuori che lo zaino ha una rete attaccabile.
 
Ragazzi, nel frattempo mi hanno regalato uno zaino salewa 70+10, enormee!! Quindi visto che uno bello grosso lo ho, alla fine ho preso su internet il salewa apexwall38, lho trovato su un sito a 100 comprese spedizione!!!
 
il camp è una garanzia, sia per materiali che come rapporto qualità prezzo, non so però se ha il laccetto per la corda.
M3 e M4 sicuro sì

quelli nuovi M30 M45 non mi ricordo, ma basta vedere sul sito, eeeee sì
https://www.camp.it/prodotti3.aspx?CAT=65&CDV=48&ART=~2300

però ne avevamo parlato qui sul forum dei modelli nuovi e c'era qualche gabola che non ricordo
--- Aggiornamento ---

salewa apexwall38, lho trovato su un sito a 100 comprese spedizione!!!
mai provato, ma ho visto ottime recensioni... certo non è che costi poco
 
salewa apexwall38
Anche se non è una delle marche che ho citato, sono convinto che hai fatto un ottimo acquisto: la Salewa produce zaini ben fatti, ne ho sperimentato un altro ottimo che usava mio figlio.
Da quello che vedo questo modello è prodotto con ottimi materiali che lo rendono leggero e resistente (i tessuti di nylon se ben fatti hanno proprio questa peculiarità) ed ha gli accessori giusti senza fronzoli, tra cui due ottimi porta picozze. Ottima scelta!
 
(tipo Simond), sono un indovinello, manca una seria verifica di qualità.

non lo sapevo, sono 10 anni che faccio alpinismo e arrampicata addirittura con le corde della simond, nonché i suoi zaini e altri ammennicoli.
ma la seria verifica di qualità è frutto di una tua personale esperienza oppure hanno fatto un apposito studio per confermare ciò? parlo di simond, non di quechua
 
non lo sapevo, sono 10 anni che faccio alpinismo e arrampicata addirittura con le corde della simond, nonché i suoi zaini e altri ammennicoli.
ma la seria verifica di qualità è frutto di una tua personale esperienza oppure hanno fatto un apposito studio per confermare ciò? parlo di simond, non di quechua
Simond come Quechua sono marchi Decathlon che per abbattere il prezzo hanno necessità di ricorrere a compromessi. Casi come questo https://www.montagna.tv/153519/decathlon... o questo https://www.facebook.com/altroconsumo... possono accadere a tutti; solo che me li aspetto di più da marchi Decathlon; oltre a questo le mie esperienze sono state su prodotti Quechua, ad esempio ho avuto modo di vedere ragazzi con tende Quechua delicate e poco funzionali, ma anche una persona con una tenda Quechua molto resistente e pratica. Sulla base di queste considerazioni faccio più selezione ovvero evito di acquistare da Decathlon prodotti che possono fare la differenza in termini di prestazione e sicurezza. Poi ognuno fa le scelte che preferisce.
Camp ha ottimi prodotti per il campeggio quali tende, sacchi a pelo e, anche grazie all'acquisizione di Cassin, altrettanto buone attrezzature di alpinismo.
Nel settore trekking, in particolare nella produzione di zaini, ha meno esperienze e un catalogo essenziale; riconosco comunque che modelli come gli M30 e M45, che tu, @andreapaiola, hai citato, si presentano bene. Mi manca dal sito una descrizione sui materiali; ad esempio di che è fatto il tessuto?
 
Ultima modifica:
Camp ha ottimi prodotti per il campeggio quali tende, sacchi a pelo e, anche grazie all'acquisizione di Cassin, altrettanto buone attrezzature di alpinismo.
Nel settore trekking, in particolare nella produzione di zaini, ha meno esperienze e un catalogo essenziale; riconosco comunque che modelli come gli M30 e M45, che tu, @andreapaiola, hai citato, si presentano bene. Mi manca dal sito una descrizione sui materiali; ad esempio di che è fatto il tessuto?
Ti consiglio di studiare meglio perchè la CAMP è nata con la produzione di attrezzature alpinistiche, per esempio nel 1920 facevano piccozze per l'esercito.
Successivamente è nata la collaborazione con Riccardo Cassin, fino al 1997 con l'acquisizione anche del marchio.
Se vuoi info sui prodotti chiedi pure all'assistenza dell'azienda, mai avuto problemi con risposte nel giro di qualche giorno.
Fanno molti prodotti che puntano alla performance tecnica, per esempio attrezzature per le gare di scialpinismo o trail running, molto diffusi e apprezzati.
 
Ti consiglio di studiare meglio perchè la CAMP è nata con la produzione di attrezzature alpinistiche, per esempio nel 1920 facevano piccozze per l'esercito.
Successivamente è nata la collaborazione con Riccardo Cassin, fino al 1997 con l'acquisizione anche del marchio.
Se vuoi info sui prodotti chiedi pure all'assistenza dell'azienda, mai avuto problemi con risposte nel giro di qualche giorno.
Fanno molti prodotti che puntano alla performance tecnica, per esempio attrezzature per le gare di scialpinismo o trail running, molto diffusi e apprezzati.
La collaborazione tra Cassin e Camp è molto più lontana nel tempo. Conosco i prodotti Cassin e Camp sin da quand'ero ragazzo e sono assolutamente consapevole della storicità di queste due aziende in ambito alpinistico; ho scritto "anche grazie a...", solo per dire che con l'acquisizione di Cassin, Camp ha ampliato il suo catalogo alpinistico. Sono anche stato in azienda Camp a Premana per motivi professionali, ho visto come progettano e testano i loro prodotti. Quindi non ho motivo di dubitare della qualità dei loro prodotti in quel settore.
 
si, capisco il tuo discorso, il tutto alla fine è una opinione personale, scusa ma da quello che avevi scritto mi sembrava lavorassi al controllo qualità della simond.
se posso spezzare una lancia a favore del decathlon (quindi anche per me è una opinione personale) è che avendo usato alcuni dei loro zaini sono sempre riuscito a salire qualsiasi monte o vetta che mi ero prefissato, mi hanno sempre accompagnato nel mio cammino; sono stato a volte affiancato da compagni che ne utilizzavano alcuni più costosi ma sinceramente non ho trovato troppa differenza, alla fine mi sono convinto che, escludendo attività estreme, un prodotto vale l'altro, forse è vero che più spendi più porti a casa ma alla fine quello che più importa sono testa, gambe e tecnica, senza quelle ti puoi caricare la schiena di roba ipertecnologica ma non fai più di tanto, su per i monti si vedono vecchi alpinisti con camicia di cotone e zaini senza cintura ventrale che salgono vette ardite e chiodano pareti
 

Discussioni simili


Alto Basso