Scie chimiche

Vorrei portare alla vostra attenzione la questione (chiamarlo problema è ancora prematuro, a causa della scarse informazioni reperibili al riguardo) delle "famose" scie chimiche (o "chemtrails", contrazione di chemical trails), quelle scie bianche che appaiono nel cielo, molto simili alle scie di condensazione degli aerei. Probabilmente alcuni di voi già conosceranno l'argomento, ma credo che un po' di visibilità in più non faccia male.
Ecco alcuni siti che trattano l'argomento:
http://www.nexusitalia.com/nexus_new/index.php?option=com_content&task=view&id=368&Itemid=70
http://www.leonardodavincics1.it/gallery.htm

Questa mia breve ricerca sulle scie chimiche e le mie considerazioni, del tutto personali, hanno lo solo scopo di informare e di suscitare quanto più interesse possibile nelle persone, affinché ognuno abbia modo di osservare e considerare in modo razionale e indipendente tutto quello che accade intorno a noi e che si vuole fare passare inosservato.
Dino Colognesi
A scanso di equivoci, tengo a precisare che non ho alcun tipo di rapporto con i siti e gli autori degli articoli che ho linkato, e credo che la frase che ho riportato poco sopra esprima molto bene il mio punto di vista sulla questione.
 

Grazie della segnalazione, non conoscevo il fenomeno.
La cosa che non capisco però è come riconoscere quelle particolari scie lasciate da quei particolari aerei, ancora non identificati, dalle normalissime ed innocue scie dei numerosi aerei di linea.
 
AndreaDB ha scritto:
La cosa che non capisco però è come riconoscere quelle particolari scie lasciate da quei particolari aerei, ancora non identificati, dalle normalissime ed innocue scie dei numerosi aerei di linea.
Guarda, la differenza è "temporale", per così dire. Infatti le vere scie di condensazione restano visibili al massimo una ventina di minuti in condizioni ottimali (quote superiori ai 9.000 metri, umidità elevata e temperatura molto bassa) e restano tutto sommato compatte, mantenendo una forma lineare, mentre le scie chimiche persistono per diverse ore e spesso si espandono in orizzontale.

Durante un'escursione alla Torre Cruciani la scorsa primavera, mi accorsi che sopra le nostre teste erano presenti molte di quelle che credevo fossero scie di condensazione, anche se molto insolite (alcune, ad esempio, erano ben definite, ma si interrompevano bruscamente). In quel periodo ero già a conoscenza del fenomeno, e infatti ebbi la conferma ai miei sospetti quando, col passare del tempo, queste strisce si allargarono a dismisura, fino a costituire una evidente foschia che ricopriva una buona parte del cielo visibile. In pratica, alla partenza il cielo era perfettamente limpido e azzurro, mentre al pomeriggio era grigio e velato, quasi come se ci fosse una sorta di nebbia in quota.
 
Ciao Irpino, scusa il ritardo, ma mi era sfuggito di vista il topic. :oops:
Lo scopo di queste scie è molto incerto e si possono solo fare congetture. In uno dei siti che ho linkato ci dovrebbe essere (se la memoria non mi inganna) un resoconto fatto dall'autore sugli effetti che questa "nebbia" avrebbe sulle piante. Infatti, sempre a detta dell'autore, essa non sarebbe proprio una nebbia, bensì un insieme di sottilisimi ed impalpabili "fili" che avvolgono tutto una volta giunto sulla superficie. Il problema nasce, o nascerebbe (meglio usare il condizionale ;)), dal fatto che, in seguito al contatto, proprio le piante colpite dai fili si secchino senza alcuna altra causa apparente.
Altri ritengono che servano ad influenzare il clima locale, scegliendo se far piovere o meno su una determinata zona (molto simile a ciò che si fà con lo ioduro d'argento).
Altri ancora, invece, credono che la presenza delle scie sia in diretta connessione con il ciclico alternarsi delle influenze "annuali" (in pratica quelle che arrivano in Europa ogni inverno, sempre diverse dalle precedenti), ma quest'ultima tesi direi di considerarla con cautela, senza farsi prendere da una facile dietrologia.

L'unica considerazione che farei è che, nocive o benefiche che siano (e dubito molto della seconda), non riesco a vedere un motivo valido per inodare intere nazioni con queste sostanze e, vista l'estrema riservatezza che aleggia sull'argomento, mi viene quasi automatico pensare che ci sia sotto qualcosa di ben poco chiaro.
 
Ho provato a tenere la fotocamera puntata sul cielo che si vede dalla mia camera in modalità scatto automatico ogni 60 secondi in direzione est da Roma. L'ho tenuta circa 5-6 ore, ma analizzando le immagini a 10 fps non ho notato nulla che possa essere ricondotto a questo fenomeno.
Credo comunque che la fotocamera andrebbe tenuta molto di più in posizione e in diversi giorni... A breve ripeterò l'esperimento per un'intera giornata, tanto basta che la lasci li e fa tutto lei :)
 
Sono passati più di tre anni da quando Nemeton pubblicò questo topic.

Ho deciso di riprendere questo argomento perchè è una cosa che ho avuto sempre molto a cuore e che ho approfondito molto negli ultimi tempi e inoltre grazie alle ricerche effettuate da altre persone in questi ultimi anni, forse è possibile fare un po' più di chiarezza sull'argomento.

Questa mia breve ricerca sulle scie chimiche e le mie considerazioni, del tutto personali, hanno lo solo scopo di informare e di suscitare quanto più interesse possibile nelle persone, affinché ognuno abbia modo di osservare e considerare in modo razionale e indipendente tutto quello che accade intorno a noi e che si vuole fare passare inosservato. Dino Colognesi
Anche per me vale quanto sopra riportato.

La cosa che non capisco però è come riconoscere quelle particolari scie lasciate da quei particolari aerei, ancora non identificati, dalle normalissime ed innocue scie dei numerosi aerei di linea.
1. YouTube - Guarda il cielo: che cosa stanno facendo?

2. YouTube - Guarda il cielo: che cosa stanno facendo?

in pratica lo scopo di queste scie qule è?
3. YouTube - Scie Chimiche - Fermiamoli

4. YouTube - Scie chimiche: i veri motivi - Fermiamoli

5. YouTube - SCIE CHIMICHE LA TECNOLOGIA H A A R P

L'unica considerazione che farei è che, nocive o benefiche che siano (e dubito molto della seconda), non riesco a vedere un motivo valido per inodare intere nazioni con queste sostanze e, vista l'estrema riservatezza che aleggia sull'argomento, mi viene quasi automatico pensare che ci sia sotto qualcosa di ben poco chiaro.
6. YouTube - Rebus - scie chimiche e morbo di Morgellons

7. YouTube - L'Aeronautica militare ti vuole L.O.V. (Locus of values)

8. YouTube - L'aeronautica ti vuole LOV (Seconda parte)

Tutti i fenomeni sopra riportati sono molto facilmente verificabili a vista da chiunque, con un po' di pazienza e attenzione.

Ormai questi "traffici" avvengono quotidianamente e basta prestare un po' d'attenzione per accorgersi dell'effettiva capacità di queste scie di coprire ampi spazi di territorio con una nuvolosità artificiale in breve tempo.

L'argomento è stato trattato anche nel programma "Voyager" di Rai Due in una puntata del 19 marzo 2008.

9. YouTube - Voyager: scie chimiche (1/3)

10. YouTube - Voyager: scie chimiche (2/3)

11. YouTube - Voyager: scie chimiche (3/3)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti:

-http://www.sciechimiche.org/

-http://www.tankerenemy.com/
 
E' vero, ne è passato di tempo. Ed è curioso notare come invece io abbia ridimensionato di molto il fenomeno. Non che rinneghi quello che pensavo all'epoca, beninteso. Solo che sentendo più "campane" sono giunto alla conclusione che "non è tutto oro quello che luccica", nell'uno e nell'altro senso.
Ma la cosa fondamentale, secondo me, è mantenere vivo lo spirito critico, in modo da giungere a determinate conclusioni (qualunque esse siano) esclusivamente dopo aver compiuto un'attenta analisi in prima persona, senza fidarsi ciecamente di quello che si legge (è un consiglio generico, non mi sto riferendo al tuo intervento). ;)
 
Ma la cosa fondamentale, secondo me, è mantenere vivo lo spirito critico, in modo da giungere a determinate conclusioni (qualunque esse siano) esclusivamente dopo aver compiuto un'attenta analisi in prima persona, senza fidarsi ciecamente di quello che si legge (è un consiglio generico, non mi sto riferendo al tuo intervento).
Perfettamente d'accordo ;) E' per questo che l'ho ritirato fuori.
 
Perfettamente d'accordo ;) E' per questo che l'ho ritirato fuori.
Bene! ;)
Per riaprire la discussione, posso dirti che ciò che mi fece maggiormente ridimensionare il fenomeno fu la "frequentazione" di alcuni forum di appassionati di meteorologia, in cui si fornivano spiegazioni scientifiche di molti "strani" fenomeni, un esempio fra tutti quello arcinoto delle nuvole collassate al centro: Spiegazioni semplici, fra l'altro: se non ricordo male, in questo caso si trattava di differenze di temperatura e umidità fra gli strati superiori e quelli inferiori alla nuvola stessa.
Ovviamente questo non fu sufficiente a togliermi completamente il dubbio al riguardo. Diciamo che però ne ha tolta una buona percentuale. :)
 
L'ultimo articolo postato mi sembra molto incompleto come i primi molto vaghi.. sopra i cieli di Busto Capitano ogni giorno aerei che lasciano quelle scie... si vede proprio che la scia parte dall'aereo. Questi aerei viaggiano a quote altissime rispetto ai classici di linea, me ne accorgo perchè noi qui vicino abbiamo malpensa, questo fenomeno l'ho notato molti anni fa perchè ha sempre attirato l'attenzione e la mia curiosità, quello che so io, l'ho sentito un programma tv, sono degli aerei meteo che lasciano queste scie, per rilevazioni meteo, in base alla forma della nuvola che muta nel tempo, durata e diradazione ecc. si calcolano le correnti e meteo in alta quota. Sopra il mio cielo ogni giorno se ne vedono almeno 3-4 di questi aerei.
 
Quando fanno piovere inseriscono nell'atmosfera dei cristalli di argento e altro che intrappolano l'umidità e creano addensamenti di nuove ( creando neve e pioggia )
Questo è un sistema che esiste da un sacco di anni, e che cmq funziona solo in determinate condizioni e climi(cioè, non è che puoi far piovere nel deserto...). Il discorso delle scie chimiche è tutt'altra cosa. La questione è stata analizzata da ambientalisti, scienziati, e a volte anche dai governi (sono state fatte diverse interrogazioni parlamentari anche in italia), ed è sempre stata cassata come bufala. Ora, per carità, io non mi stupisco oramai più di niente, certo però che tutti i sostenitori delle chemtrails sono spesso dei veterani (per non dire invasati) delle teorie complottiste degne della SPECTRE...e che spesso e volentieri non hanno neanche le basi tecnico-scientifiche per sostenere quello che dicono.
 
Si ma dai siti citati tutte queste persone che danno contro non dicono niente di concreto sembra una puntata di Voyager tutti i siti che sono stati citati qui non dicono proprio niente non danno dati scientifici, non danno risultati, non danno informazioni, dicono solo il nome della scia, è un po come i crop circles, a differenza che qui sappiamo che sono umani a guidare gli aerei che le provocano . Sono ufo? no perchè se non lo sono sono i governi a dare i permessi a questi aerei di rilasciare queste sostanze. Comunque dicono che siano quello che ho detto, io l avevo sentito in un documentario dove parlavano di meteo. E ti dico sopra la mia testa ne passano più di 4 ogni giorno di aerei così e in base alla situazione climatica la scia cambia è un argomento che mi ha sempre destato curiosità fin da quando ero alle elementari proprio per il fatto che ne passano tantissimi qui :) sarà che sono vicini all'aereoporto di malpensa. Questi aerei rilasciano queste scie ad altissime quote.
 
Questo è un sistema che esiste da un sacco di anni, e che cmq funziona solo in determinate condizioni e climi(cioè, non è che puoi far piovere nel deserto...). Il discorso delle scie chimiche è tutt'altra cosa. La questione è stata analizzata da ambientalisti, scienziati, e a volte anche dai governi (sono state fatte diverse interrogazioni parlamentari anche in italia), ed è sempre stata cassata come bufala. Ora, per carità, io non mi stupisco oramai più di niente, certo però che tutti i sostenitori delle chemtrails sono spesso dei veterani (per non dire invasati) delle teorie complottiste degne della SPECTRE...e che spesso e volentieri non hanno neanche le basi tecnico-scientifiche per sostenere quello che dicono.
Bisogna capirli ... e prepararsi alla loro "moltiplicazione" infinita: io ho parlato con amici laureati che sostenevano tranquillamente teorie che violavano il primo principio della termodinamica. Alle mie rimostranze sostenevano che ero "chiuso" .... forse anch'io faccio parte di un complotto!
 
E' passato più di un anno dall'ultimo post e da allora l'argomento è stato ripreso in alcune trasmissioni televisive come Mistero e Voyager.

E' un argomento a cui tengo particolarmente e che mi stà a cuore e quindi continuo a fare le mie ricerche.

A tal proposito volevo rispolverare il 3d e condividere un nuovo video.

Parla un senatore...

YouTube - Rebus - scie chimiche, Ciccanti: "La difesa sa e non dice"

Buona serata.
 

Contenuti correlati

Alto