Recensione Scuola di sopravvivenza CIMONE OUTDOOR

Ho frequentato il corso del 13 e 14 giugno, ricevendo un attestato (c d. "diplomino").

Personalmente mi sono trovato bene, l'atmosfera era informale e grazie al numero limitato di partecipanti (eravamo meno di dieci inclusi gli istruttori) ognuno è stato seguito bene dagli esperti.

Rispetto al poco che sapevo fare prima, per me è un bel passo avanti. Ho imparato a fare alcuni nodi, a fare una imbracatura di fortuna per scendere con un moschettone e con un "8", a guadare un torrente legandosi in tre (anche in quattro), a costruire un depuratore d'acqua "multistadio" sfruttando sassolini, sabbia, argilla, carbone. Anche imparare a usare l'acciarino è stata una bella soddisfazione. Anche perché il mio è quello svedese della Light My Fire, più durevole ma più duro e più difficile da maneggiare per i principianti.

Ho scoperto anche di aver comprato la bussola con la scala sbagliata sulla ghiera girevole, quella usata in artiglieria. Comunque abbastanza utile per orientare la cartina e sapere dove sono.

Anche l'accetta si è rivelata troppo piccola coi suoi 11.2", e pure poco affilata. Ho tagliato i rami col seghetto Laplander, molto più leggero e "produttivo"

Ho anche fatto "batoning" col coltello per dividere un pezzo di legno secco in quattro parti, per poi fare dei trucioli dalla parte ricca di resina, che facessero da esca per il fuoco

La cosa strana è che il mio accompagnatore Davide, quando dorme a casa col cuscino per la cervicale si sveglia pieno di dolori. Ma dormendo per terra, in campeggio, in mezzo a due persone e col vento freddo che entrava dal tarp, si è svegliato senza alcun problema.

Cosa ne pensate delle foto del campo base?
DSC_0419.JPG
DSC_0418.JPG
DSC_0417.JPG
DSC_0416.JPG
DSC_0415.JPG
 
Adesso devo cercare dei libri per approfondire, cominciando dai nodi e dalle piante utili e velenose nel bosco (alpino in questo caso)
 
Grazie per aver condiviso questa esperienza.

La cosa strana è che il mio accompagnatore Davide, quando dorme a casa col cuscino per la cervicale si sveglia pieno di dolori. Ma dormendo per terra, in campeggio, in mezzo a due persone e col vento freddo che entrava dal tarp, si è svegliato senza alcun problema.
Una cosa simile è capitata a me anni fa. Avevo un terribile mal di schiena ma mi scocciava enormemente rinunciare ad un campeggio organizzato da tempo.
Per farla breve, dormendo in tenda, per terra e col sacco a pelo, il mal di schiena mi è passato :woot:
 
Autore Discussioni simili Forum Risposte Data
Ale.M Bushcraft 12

Discussioni simili



Alto Basso