Io resto avventurosamente a casa! Consigli per sopravvivere a casa in tempo di pandemia

Escursione sentiero 533 - monterosso - salmezza

Parchi della Lombardia
Parco dei Colli di Bergamo
Dati

Data: 21-5-16
Regione e provincia: lombardia - bergamo
Località di partenza: maresana (bg)
Località di arrivo: salmezza (bg)
Tempo di percorrenza: 6h30
Chilometri: 24.5km
Grado di difficoltà: E
Descrizione delle difficoltà: piccoli tratti di salita molto ripida
Periodo consigliato: primavera - autunno
Segnaletica: buona
Dislivello in salita: 1210m
Dislivello in discesa: 1165m
Quota massima: 1020m
Accesso stradale: Via Maresana 146 Ponteranica (BG)
Traccia GPS: http://www.avventurosamente.it/xf/pagine/mappa/?do=loadmarker&id=7651


Descrizione

il percorso inizia alla periferia della città, i parcheggi in quel punto non esistono (tranne se si ha la voglia di fare almeno 1km in più), e quindi ho parcheggiato in un altro punto molto più avanti ed elevato, dove passa il sentiero. all'indirizzo indicato c'è un grosso parcheggio sterrato (almeno 50 macchine). ho lasciato la macchina qui, e poi ho deciso di iniziare il percorso scendendo a fare il pezzo iniziale che ho saltato. consiglio a tutti di farlo, perchè molto bello, con dei bei salti di roccia. infatti ho notato che anche se il sentiero inizia praticamente in città, sale subito ripido. ritornato al parcheggio mi dirigo in direzione della chiesetta/ristorante, e poi giro a sx lasciando la strada asfaltata e inoltrandomi nel bosco. questo tratto è pianeggiante, ma quando troviamo il bivio andiamo a dx, e iniziamo subito a salire in maniera decisa. il fondo argilloso non aiuta la camminata. sbuchiamo sulla strada asfaltata dove incrociamo una piccola cappelletta, teniamo sempre la sx proseguiamo oltre. arrivati ad un bivio con palina, ci indica di proseguire diritto, facciamo una piccolo tratto in salita con forte pendenza e ritorniamo su strada sterrata pianeggiante. senza prendere nessuna diramazione e tenendo sempre la sx arriviamo al punto nevralgico del sentiero, dove c'è un confluire di sentieri segnati e altri no (infatti ho sbagliato strada). nonostante ci siano paline e cartelli, la direzione indicata è un po' ambigua, perchè sono tutti molto vicini. la direzione corretta da seguire è il secondo sentiero partendo da dx. credo che almeno altri 2 sentieri avrebbero comunque portato alla stessa mèta, ma con passaggi differenti (uno passando in cima al monte e l'altro con un passaggio ancora più basso di quello percorso da me), mentre le altre direzioni portano ad altre mète. continuiamo oltre, e da qui inizia una salita resa difficoltosa dal fondo fangoso e da rocce bagnate, che ci porta in quota. sbuchiamo su un ampio piano erboso, dove si ha la visuale della valle fino alle alpi. seguiamo le indicazioni delle varie paline, ed arrivati ad un bivio possiamo fare il periplo del piccolo monte oppure proseguire per la cresta. ho optato per questa, e seguendo la traccia sul prato ci si incammina verso la cima, che è comunque sempre all'interno del bosco. la discesa è ancora più ripida della salita, ma ci si ricongiunge al nostro sentiero principale. arrivati all'incrocio dove è presente una pozza d'acqua, andiamo a sx seguendo una traccia in salita, che subito dopo diventa un sentiero che costeggia le cascine intorno al paese e passando prima nel bosco, e poi per prati si arriva al paesello successivo. qui c'è un punto un po' controverso, perchè il sentiero si sviluppa su carrareccia, dove verso la fine passa per un prato sulla sx, per poi ritornare ancora su carrareccia in prossimità delle case. tanto valeva continuare su carrareccia, anche perchè le indicazioni nell'erba alta sono difficili da notare. infatti ho sbagliato ed invece di passare davanti alle case sono passato sul retro (come un ladro!), ma in entrambi i casi si rientra sullo stesso percorso. ora il sentiero presenta un lungo tratto pressochè pianeggiante, fino ad una curva a gomito con un torrentello, dove inizia una forte salita, resa ancora più stancante dal fondo fatto da pietra sgretolata. superato questo tratto la salita si addolcisce, e passando per prati e boschi inizia a costeggiare delle case/cascine, fino ad arrivare ad un torrentello all'inizio del piccolo paesino dove su sentiero pianeggiante ci porta alla periferia. la strada del ritorno è la stessa, ma questa volta ho preferito fare il periplo del monte. quindi all'incrocio con la pozza descritta prima, giriamo a sx e stando sempre sulla dx troveremo la direzione corretta che passa in zona limitrofa al paese per poi ritornare ne bosco. da qui un sentiero abbastanza pianeggiante ci farà ricongiungere sul prato erboso prima descritto. lungo il sentiero non c'è acqua per gli umani, tranne una fontana nel parcheggio iniziale, mentre per gli animali ci sono varie pozze e torrenti. foto del percorso:

gog.jpg IMG_2792.JPG IMG_2794.JPG IMG_2796.JPG IMG_2798.JPG IMG_2800.JPG IMG_2814.JPG IMG_2817.JPG IMG_2821.JPG IMG_2826.JPG IMG_2828.JPG

panorami:

IMG_2810.JPG IMG_2811.JPG

e con questo chiudo

BUONA MONTAGNA A TUTTI !!!!
 
rifacendo il percorso, ho trovato una partenza "strategica" direttamente dalla periferia della città. come già detto, l'inizio del sentiero inizia in un punto dove è impossibile parcheggiare, ma a 250m di distanza c'è una strada chiusa dove è possibile il parcheggio ;) . inoltre ho fatto una variante, il sentiero 533b, che non avevo mai fatto, posta una volta arrivati alla palina del canto basso (così è scritto sulla targhetta). questa variante fa il periplo basso del monte, e prima in discesa e poi leggermente in salita lo costeggia sulla sx, portandoci sempre alla santella dal lato opposto. quindi avrete 2 possibilità. fare il periplo basso sia a dx che a sx oppure andare in cima al monticello e scendere dal lato opposto, utile per variare il giro. saluti simone
 

Discussioni simili



Alto Basso