Set cottura ad alcool 2.0: compatto, ultra-light e...all-inclusive!

E' passato poco più di un anno da quando vi ho descritto il mio primo set ad alcol basato su una gavetta in titanio (una Lixada da 900ml), dopo un decennio di gavette rigorosamente in alluminio!

Con quel set mi ci sono trovato davvero bene, e nonostante fosse nato per uso "single" con un po' di esperienza ho imparato a cucinarci anche per due.

Da qui la voglia di mettere assieme un nuovo kit per uso "single" ancora più compatto e leggero... (basato su una gavetta più piccola, da 700ml) ma che allo stesso tempo fosse in grado di contenere al suo interno tutto quel che mi serve per uscite da due-tre giorni (quindi non solo fornello, paravento, accendino ed alcol ma anche posata, tè, caffè istantaneo e zucchero... fuori rimangono solo le buste "Knorr & co" per le cene), per avere più ordine nel mio sempre affollato sacco viveri.

Il risultato mi ha soddisfatto...chiuso sta in una mano:

214067

(il fil di ferro che vedete sotto è il sostegno pentola infilato all'esterno girato al contrario)

Ma già togliendo il coperchio si vede che lo spazio interno è stato ben sfruttato: da sopra, vedete sacchettino zucchero, cucchiaino azzurro, alcol, sacchetto "tè & caffé":

214068


Togliendo queste cose, sul fondo rimane il sacchettino con fornello, accendino e paravento:

214069


Ed eccolo qui, in tutto il suo splendore! :D

214070


Questo set mantiene i pregi del predecessore e cioè:
  • leggerezza: con tutti gli accessori (al netto del materiale "di consumo") pesa miseri 135 grammi!
  • praticità: nessuna difficoltà di accensione, se avanza alcool nel fornello si avvita il tappo e via, sostegno pentola stabile e affidabile, etc etc etc
  • semplicità: il fornello è un barattolo riempito di "imbottitura", il reggi pentola è un singolo pezzo di fil di ferro piegato, il paravento è banale carta alluminio etc etc
Vediamo ora uno ad uno i vari componenti:

Gavetta Toaks 700 light (62 grammi + 24 grammi coperchio) -
scheda tecnica
Per i miei gusti e le mie esigenze rappresenta la gavetta per uso "single" perfetta:
  • Capienza ottima per una persona: sarei riuscito a cavarmela anche con la sorella minore da 550ml ma poi non avrebbe potuto contenere il sacchettino tè/caffè/zucchero: non avrebbe quindi avuto senso prendere una gavetta striminzita per lasciare poi parte del kit fuori dalla gavetta.
  • Forma ottimale, più larga che alta: il fondo relativamente largo è comodo per cucinare e garantisce una buona efficienza del fornello ad alcool. A differenza delle classiche "tazzone" da 650/750ml in titanio, con questa forma è molto comoda usarla anche come piatto/ciotola/scodella
  • Manico lungo che evita di scottarsi
  • Ultralight...sul serio: è fatta in titanio da 0.3mm, contro gli 0.5 utilizzati normalmente per gavette e tazze in titanio, ed è per questo che nonostante la capienza solo di poco inferiore alla precedente pesa ben il 40% in meno.
Fornellino ad alcool richiudibile (9 grammi)
Semplicissimo fornellino "a fiamma aperta", poco scenografico ma super-pratico: sia da accendere (istantanei anche sotto-zero) che da rimettere via (se avanza un po' d'alcool si mette il coperchio e rimane buono per la volta successiva). Quello in questione è fatto con un barattolino d'alluminio con coperchio a vite (30ml, 46x25mm), comprato sempre su aliexpress a circa un euro...spedizione inclusa!
La "spugna" è una striscia di lana di roccia arrotolata stile "girella".
Per far bollire mezzo litro d'acqua impiega 8 minuti e consuma circa 15-20ml di alcool.
Dato che purtroppo il coperchio a vite non è perfettamente ermetico, durante il trasporto lo metto (orizzontale, sul fondo della gavetta) dentro ad una busta zip-lock dell'Ikea e così evito che odore di alcool vada in giro per la gavetta.

Sostegno pentola (15 grammi)
Uso il famoso Paiolo pot-stand :D e cioè un semplice pezzo di fil di ferro da 2mm piegato alla giusta maniera (alto 50mm e cioè 25mm in più del fornello, tratto orizzontale 100mm e cioè diametro gavetta * 0.85). Molto stabile quando in uso, ingombro nullo quando in zaino dato che è stato fatto su misura per incastrarsi perfettamente sotto la pentola.

Paravento (6 grammi)
Carta alluminio piegata a dovere (h 70mm e cioè 15mm più dell'altezza del sostegno pentola, lungo 46cm, chiuso con un paio di graffette in modo che attorno alla pentola rimanga 1cm di spazio, graffette parzialmente sfilate in modo che sotto il paravento su un lato ci sia una fessura da circa 5-10mm per l'aria in ingresso)
Pesa nulla e fa il suo dovere... ogni paio d'anni lo cambio più perché si sporca che perché si rompe... Attenzione solo che non se ne voli via col vento!

Bottiglietta per l'alcol (6 grammi + combustibile)
Contenitorino per per yogurt simil-Activia o Kefir da bere, si trova con vari marchi in confezioni da 6x100ml.
Capienza rasa 115ml di alcol: ne uso mediamente 40ml per ciascuna cena+colazione, quindi ne ho per uscite da 3 giorni/2 notti con un buon margine per usi extra tipo accendere un fuoco a legna o disinfettare il tavolo del bivacco infestato dai topi (successo...)
Entra a millimetro dentro la gavetta, è stata forse la parte del kit più difficile da trovare! (tutte le altre bottigliette provate erano o troppo grandi, o troppo poco capienti, o con forme strane che non mi permettevano poi di sfruttare al meglio il resto dello spazio della gavetta)

Posata (7 grammi)
Light my fire spork mini a cui ho segato e limato via la parte di "forchetta" (che aveva perso un dente). E' ormai da qualche anno infatti che mi son reso conto che (se l'uscita non prevede grigliate) per le pietanze che di solito preparo mi basta il solo cucchiaio (la forchetta da allora rimane a casa)

Accendino mini-BIC (10 grammi)
Questo non penso abbia bisogno di presentazioni! ;)

Questo è tutto...spero a breve di aggiungere qualche foto col fornello in funzione. Come vedete è una evoluzione del kit precedente, ed anche qui spero di essere riuscito a darvi qualche utile spunto per i vostri "kit"!
 
Ultima modifica:
Fantastico kit!, davvero minimal ma super efficiente! Sei sempre una gran fonte di ispirazione. Per l’alcol hai provato anche le fiaschette di yogurt tipo “squeeze”? Essendo flosce dovrebbero adattarsi bene.
 
Bellissimo set!!
Questa volta hai deciso di lasciare il coperchio originale, come mai?
È una scelta che mi piace io anche sulla lixada 900 porto l'originale perché mi ci trovo bene e uno in plastica mi convince poco...
 
Per l’alcol hai provato anche le fiaschette di yogurt tipo “squeeze”? Essendo flosce dovrebbero adattarsi bene.
A casa avevo anche un paio di quelle "sacche", ed ho provato anche quelle!

Alla fine mi son trovato a scegliere fra queste possibilità:
  • usare una sacca da 100ml (però la trovo un po' meno pratica di una bottiglietta perché in uscita faccio poi fatica a capire quanto alcol ho già consumato e quanto ne rimane)
  • la bottiglietta dell'activia di cui parlo qui (molto bella e compatta, però rasa tiene 94ml, un po' al limite per i miei usi)
  • la bottiglietta bianca da yogurt che ho poi deciso di utilizzare (capienza rasa 118ml, la migliore, però si incastra solo al centro della gavetta obbligandomi a infilare lo zucchero a parte e non dentro il sacchettino del tè/caffè come avrei voluto)
Altri vincoli sull'organizzazione del contenuto è che il fornello preferivo stesse orizzontale, sul fondo della gavetta, per limitare eventuali perdite d'alcol (sul set precedenti lo infilavo "di taglio" ma spesso poi durante la giornata di trekking perde un cucchiaino di alcol dentro lo ziplock)

Ho passato una sera a tentare i vari incastri... mi sembrava di giocare a Tetris! :rofl:

Questa volta hai deciso di lasciare il coperchio originale, come mai?
Non è una scelta definitiva, sulla Lixada da 900ml ho trovato coperchi di plastica di uso comune che calzano a pennello, qui invece non ne ho ancora trovato neppur uno che si infili giusto giusto, possibilmente trasparente.
Inoltre qui il contenuto sta dentro quasi "a pressione" :rofl: e mi fa comodo un coperchio rigido.
Ma in futuro chissà... i miei kit non rimangono mai uguali per più di un mese! :biggrin:
 
Ultima modifica:
Ciao @paiolo , sono nuovo del forum...posso chiederti delle info sul fornello che utilizzi?

Non conosco i fornellini ad alcol, ma davvero quel "coso" così piccolo con la spugnetta dentro ti basta per prepararti un pasto caldo quando sei in escursione?
 
Non conosco i fornellini ad alcol, ma davvero quel "coso" così piccolo con la spugnetta dentro ti basta per prepararti un pasto caldo quando sei in escursione?
L'unico limite che ha è la quantità di alcool che può contenere e per riempirlo devi aspettare che si raffreddi, onde evitare incidenti con l'alcool.
Questo comporta che devi saper valutare la quantità di alcool da mettere in base a cosa vuoi scaldare per non sprecare alcool.
La quantità di acqua da scaldare per un pasto caldo di solito è attorno ai 300ml quindi metà tazza, si parla non di far cuocere nella tazza ma di versare l'acqua calda e aspettare quei 3-7 minuti che l'acqua venga assorbita.
L'efficienza nello scaldare l'acqua dipende da vari fattori ambientali, per esempio se c'è vento freddo, e anche dalla temperatura dell'acqua... personalmente non ho avuto problemi a portare a bollore una tazza quasi piena dell'acqua di nevaio (quindi pochi gradi sopra lo zero) e vento anche piuttosto forte con la quantità di alcool contenuto nel fondo della candela che uso come fornelletto.
D'inverno e se devi sciogliere la neve potrebbe anche portare a bollore una mezza tazza di neve, ma devo ancora provare.
 
Ciao @paiolo , sono nuovo del forum...posso chiederti delle info sul fornello che utilizzi?

Non conosco i fornellini ad alcol, ma davvero quel "coso" così piccolo con la spugnetta dentro ti basta per prepararti un pasto caldo quando sei in escursione?
A vederli non ci si crede ma SI
Io con il fratello pressurizzato ho cucinato durante un giro di 5 giorni quest'estate.
 
L'unico limite che ha è la quantità di alcool che può contenere e per riempirlo devi aspettare che si raffreddi, onde evitare incidenti con l'alcool.
Secondo me i "rimpimenti a metà cottura" vanno per quanto possibile evitati, bisogna quindi data una certa gavetta affiancarci un fornello con una capienza sufficiente a farci tutto ciò che ragionevolmente puoi voler fare con quella gavetta. Ad esempio con questa gavetta da 700ml di solito faccio bollire 500ml di acqua consumando 15ml di alcol: il fornello da 30ml è quindi azzeccato perché ho ampio margine nel caso i consumi siano superiori a causa del vento o perché devo fare anche una breve cottura. Se avessi una gavetta da 1300ml vi affiancherei invece "fratello maggiore" da 50ml.

Questo comporta che devi saper valutare la quantità di alcool da mettere in base a cosa vuoi scaldare per non sprecare alcool.
Se il fornello è richiudibile ci si può evitare lo sbattimento di pensare a "quanto alcol mettere per evitare sprechi": io riempio il fornello ogni volta e quello che avanza rimane dentro per la volta dopo, fine! ;)
 
Quanto alcol fai fuori per far bollire, tho... Un litro d'acqua?
Mi han sempre ispirato per una questione di costi gestionali, ma son sempre finito sul gel perché mi é sempre sembrato il piú sicuro e tranquillo.
 
Ciao @Rag3 , come detto nel primo post:
Per far bollire mezzo litro d'acqua impiega 8 minuti e consuma circa 15-20ml di alcool.
...quindi per un litro si consumerebbe 30-40ml di alcol (uso il condizionale perché la mia gavettina non tiene un litro).
Di solito l'alcol a 90° ha un rendimento superiore all'alcol in gel perché ques'ultimo ha solo il 60-70° di alcol.
Se sei abituato ad usare alcol in gel puoi sostituirlo con cotone idrofilo inzuppato di alcol rosa: è altrettanto innoquo. Oppure fatti un fornellino come il mio con un contenitorino riempito di una qualche "spugna" che non brucia, tipo la lana di roccia: anche qui, ottieni un fornellino altrettanto innoquo di un fornellino a gel
 

Discussioni simili



Alto Basso