SIKA 150 - impressioni dopo qualche rapida uscita nel bosco

Sicuramente di qualità decente, e per quello che costano il loro rapporto qualità/prezzo è imbattibile.
Non li ho citati, assieme a roba tipo l'ignobile Sanrenmu 910, perché - con buona pace dei loro possessori - si tratta di veri e propri furti di identità e creatività, la tipologia dei "cinesi" che disprezzo: il blocco scippato dall'AXIS di Benchmade e i design plagiati in maniera vergognosa dai vari Spyderco (Ganzo 729, 759), Benchmade (Ganzo 738), Lionsteel (Ganzo 720), ecc..., senza nemmeno la decenza di corrispondere le dovute royalties. Per quanto validi nell'utilizzo, io personalmente ne proibirei la vendita e li boicotto in ogni modo. Ci sono molti altri coltelli made in China di poca spesa e ottima resa, belli e con design e soluzioni tecniche originali che sono assolutamente degni di considerazione. Non si tratta di snobismo, ma di rispetto per la proprietà intellettuale e per la concorrenza leale.

Stavo per scrivere le stesse identiche cose, ganzo ecc. sono da evitare. So che volevano muoversi per una azione legale, ma hanno dovuto lasciar perdere, perchè non avrebbe avuto nessuna possibilità di successo. Le leggi cinesi permettono casi del genere, sono intoccabili e non contraffacendo direttamente il marchio, non rientrano nella categoria dei falsi per l'Europa. La cosa è assurda, non c'è solo il marchio, anche design e soluzioni tecniche come l'axis lock che sono coperte da brevetto. Comprare prodotti del genere danneggia gli originali e nuoce ad aziende italiane come la lion. Si può lavorare bene a prezzi concorrenziali senza "inspirarsi" al lavoro altrui. E senza andare sui Sika
 
Non si tratta di snobismo, ma di rispetto per la proprietà intellettuale e per la concorrenza leale.
Personalmente ritengo che, ad esempio, quando un softwarista crea un programma che impatta in maniera importante nell'informatica, un biologo fa una scoperta che ci cambia la vita, un chimico sintetizza una molecola che salva vite etc, allora è giustissimo parlare di proprietà intellettuale....sul design di un coltello, sinceramente la trovo mooolto forzata...:).....anche perchè quando è uscito l'SR1 (come qualsiasi altro coltello) sicuramente c'è stato in giro per il mondo qualche artigiano che ha detto "cacchio, ma è uguale a quello che avevo fatto anni fa!"...e quindi?....non è mica che la Lionsteel gli ha pagato delle royalty.....stiamo parlando di una cosa abbastanza banale a livello di impatto mondiale....e poi attenzione.....nessuna azienda al mondo fa tuttotuttotutto in casa....sicuro che chi fa le copie degli Spyderco non sia la stessa che produce gli Spyderco originali made in china?
Per altro penso proprio che, parlando sempre di SR1, non ci sia mai stato nessuno al mondo che, volendolo comprare e conoscendone caratteristiche e prezzi (da 180 a 400 euro circa) si sia poi orientato su un Ganzo da 25 euro...quindi, da questo punto di vista, alla Lionsteel non è stato rubato un bel nulla.
 
Chiederò a Mik Molletta che ne pensa del tuo commento sul suo Senza Ritegno 1, tutte le ore passate a progettare il design, il trattamento termico, le soluzioni tecniche innovative sul manico integrale e il roto-block, il tempo usato a presentare e vendere il progetto sul forum, in prevendita, per far partire la produzione ecc. ecc.

Sarebbe interessante anche chiedere al defunto Lester de Asis, fondatore della Benchmade e inventore tra le altre cose dell'axis lock, il blocco che porta il suo nome, cosa ne pensa dei Ganzo che montano "la meccanica Benchmade".
 
Bene, chiedigli anche se ritiene che la Lionsteel abbia venduto meno sr1 a causa della Ganzo (perchè questo fa la "concorrenza").
Sul discorso axis lock, bisognerebbe approfondire bene, e non con leggende metropolitane, se c'è un brevetto su questo sistema, se hanno brevettato anche altre variabili costruttive (cosa che sovente permette di aggirare i brevetti....ma queste sono cose che qualsiasi azienda conosce bene), se è ancora valido e, in questo caso, se davvero non le venga riconosciuto qualcosa....ma notizie certe!...non sentito dire.....anche perchè quando si parla di cinesi, trovare qualcuno a cui stanno sulle pelotas "a prescindere" è un tutt'uno..... :)
 
quando si parla di cinesi, trovare qualcuno a cui stanno sulle pelotas "a prescindere" è un tutt'uno..... :)
È proprio per comportamenti come questi che finiscono per stare sulle pelotas, non "a prescindere". Lo dico come uno che si sta approcciando con moltissimo interesse alla coltelleria cinese, in una certa parte (quella etica) danneggiata anch'essa dalle summenzionate condotte, che hanno creato stereotipi difficili da sradicare. Certe strategie commerciali per me sono indifendibili, anche se c'è persino qualcuno che sostiene che certe aziende dovrebbero essere grate ai "taroccatori" perché gli fanno pubblicità (!!). Ricordo inoltre che non c'è solo la questione della concorrenza diretta (che potrebbe anche essere relativa), ma anche quella del danno di immagine, ecc... La questione è annosa, comunque, si monopolizzerebbe il thread. Se qualcosa è legale ovviamente uno lo può fare, così come ognuno può pensarla come vuole.
 
Sul discorso axis lock, bisognerebbe approfondire bene, e non con leggende metropolitane, se c'è un brevetto su questo sistema, se hanno brevettato anche altre variabili costruttive (cosa che sovente permette di aggirare i brevetti....ma queste sono cose che qualsiasi azienda conosce bene), se è ancora valido e, in questo caso, se davvero non le venga riconosciuto qualcosa....
I cinesi se ne sbattono altamente le balle dei brevetti per come sono attualmente le cose, grazie alla lassività del governo cinese a perseguirli. Ma se la Cina non fa nulla, dovrebbe perlomeno essere bloccata l'lmportazione negli altri paesi o adottare politiche di sequestro della merce arrivata in dogana. Purtroppo le singole aziende, piccole ma anche non, non hanno strumenti per intraprendere azioni efficaci
 
Non c'è solamente il discorso della concorrenza, ma anche giustamente il danno di immagine e morale. Ganzo non ha solo lion steel e benchmade, ha anche coltelli tipo gli ontario rat, tra i tanti, coltelli che originali costano poco di più delle "versioni ganzo". Anche i Benchmade non costano tutti centinaia di euro, ci sono versioni economiche danneggiate dalla presenza dei Ganzo. Come si diceva il discorso è estremamente complesso.

Non che alla Cina interessi particorlamente di come funzionano i brevetti in Europa o in Usa, ma nel caso la scappatoia è facile da trovare appunto per la permissività delle loro leggi. Se vogliamo essere precisi, come chiedi, il pat pending Usa del'axis lock dei Benchmade è scaduto nel 2018, mentre c'è ancora per l'axis assisted, la versione con la molla assistita. Come se la Cina rispettasse il Pat pending di un paese concorrente, figuariamoci. Il che è probabilmente il motivo per cui la Benchmade non ha rinnovato il brevetto, decidendo di puntare invece che su battaglie legali, su qualità, design e innovazione.

Senza andare lontano porto un altro esempio. Il foro della spyderco, per l'apertura ad una mano è un loro brevetto. Diversi Benchmade hanno il foro spyderco, perchè c'è un accordo tra le due e la benchmade ha evidentemente pagato dei diritti per usarlo. Potevano sicuramente inventarsi qualcosa per usare una soluzione simile senza spendere nulla e massimizzare i guadagni, ma non sarebbe stato moralmente corretto. Victorinox voleva usare una soluzione simile, senza spendere nulla, per il suo hunter (un coltello estremamente mediocre). Ebbene nonostante io sia fan del marchio e dei loro coltelli, hanno pensato bene di fare il foro ovale sull'hunter per evitare il problema e di farlo a goccia sugli altri multitool. In questa storia, secondo il tuo punto di vista, alla benchmade sono stupidi e alla victorinox furbi? Il foro è una componente di design non importante, perchè si parla semplicemente di coltelli, quindi la proprietà intellettuale vale di meno? Quando hanno tirato fuori dei multi-tool alla spyderco, è stata la giusta moneta per ripagare gli svizzeri. Probabilmente Lester de asis e Glesser invece sono sempre stati amici, e tra i due c'è sempre stato un profondo rispetto e una concorrenza leale.

Il fatto che una cosa sia legale o aggirabile con stratagemmi, non la rende corretta. Una vicenda non può essere valutata dal solo aspetto economico o strettamente legale Kant diceva: "il cielo stellato sopra di me, la legge morale in me"
 
Ganzo non ha solo lion steel e benchmade, ha anche coltelli tipo gli ontario rat, tra i tanti, coltelli che originali costano poco di più delle "versioni ganzo". Anche i Benchmade non costano tutti centinaia di euro, ci sono versioni economiche danneggiate dalla presenza dei Ganzo.
Concordo in pieno.
Il primo RAT 1 che ho comprato l'avevo preso su eBay, pensavo fosse originale (si risparmiava "solo" una decina di euro...), invece era taroccato. All'epoca non me ne ero accorto, ingenuamente pensavo che a rischio falsificazione fossero solo prodotti di alta gamma. Quindi a Ontario è stato rubato un cliente. Inoltre la mia esperienza con quel coltello è stata una m&rd@ totale (clip che ha perso subito una vite e le altre una volta svitate hanno perso la filettatura, pivot spanato alla prima regolazione, gioco lama in tutte le direzioni, acciaio che non teneva il filo, bisellatura asimmetrica... Tutti difetti assenti negli altri originali che successivamente ho posseduto) e prima che qualcuno mi facesse notare che avevo tra le mani una patacca ho parlato malissimo del RAT a chiunque (altri clienti persi + danno di immagine).

Diversi Benchmade hanno il foro spyderco
... così come ad esempio molti Spyderco utilizzano la Wave feature di Emerson, riportandolo per iscritto sulla lama e riconoscendone il brevetto, anche economicamente...

Il fatto che una cosa sia legale o aggirabile con stratagemmi, non la rende corretta
Ecco, appunto.
 
Il foro della spyderco, per l'apertura ad una mano è un loro brevetto.
Il discorso foro mi sembra già decisamente più borderline... Rispetto a design globale o vere e proprie soluzioni tecniche come sistemi di blocco o meccanismi di apertura. Per carità, se son riusciti ad ottenere il brevetto su un foro buon per loro ma in quel caso non mi sento di giudicare chi ha fatto il foro ovale. Possiedo il Manly Peak che adotta il foro ovale ed è comunque un coltello dotato di personalità e di sostanza, nno l'avrei preso fosse stata una copia spudorata di un coltello di altra marca blasonata.
 
Vi avevo parlato di una piegatura del filo e ch avrei messo la foto! Per quello che si capisce non essendo pronunciata eccola!! (Scusate ho fatto velocemente)
Scusa ma siamo sicuri che l'acciaio utilizzato sia D2? Perche secondo me non e'solo una questione di tempra eseguita grossolanamente.
Ci.sono.dei casi in cui le scuri da spacco tendono a flettere sotto icolpi ma parliamo si.azioni estreme.su braghe di faggio quercia o corniolo molto stagionati.
 
Concordo in pieno.
Il primo RAT 1 che ho comprato l'avevo preso su eBay, pensavo fosse originale (si risparmiava "solo" una decina di euro...), invece era taroccato.
Attenzione, non confondiamo!

Se tu credi di comprare un RAT 1 e ti arriva un falso, quella è una frode commerciale.

Se compri un Ganzo che ha la lama e manico come quella di un modello Lionsteel, un blocco come quello della Benchmade, si può dire che abbiano scopiazzato il know how di altri ma non è un falso...
 
Attenzione, non confondiamo!

Se tu credi di comprare un RAT 1 e ti arriva un falso, quella è una frode commerciale.

Se compri un Ganzo che ha la lama e manico come quella di un modello Lionsteel, un blocco come quello della Benchmade, si può dire che abbiano scopiazzato il know how di altri ma non è un falso...
Certo, hai ragione, occorre fare i dovuti distinguo. Sono due casi diversi. In effetti l'esempio da me riportato non è propriamente attinente... sul discorso "ispirarsi a" mi sono fatto prendere la mano :)

Rimane il fatto che il Ganzo in questione frega il know how, risparmiando sulla r&s oltre al resto, spunta prezzi migliori della concorrenza e proponendo qualcosa di molto simile (eufemisticamente) porta via diversi clienti.
 
Ultima modifica:
Sembra di tolla più che acciaio temprato da coltelleria... Grazie per le foto esaustive, che siano da monito a chi avesse la tentazione di acquistarlo
Scusa ma siamo sicuri che l'acciaio utilizzato sia D2? Perche secondo me non e'solo una questione di tempra eseguita grossolanamente.
Ci.sono.dei casi in cui le scuri da spacco tendono a flettere sotto icolpi ma parliamo si.azioni estreme.su braghe di faggio quercia o corniolo molto stagionati.

Che sia D2 o altro non saprei e non ho modo di verificarlo, posso dire che sembra comunque un carbonioso per la patina che ha preso in breve tempo (o lasciato anche del succo di limone appena tagliato di proposito).
Posso dire che è sicuramente più duro di altri acciai che ho ed infatti per l'affilatura ho usato delle diamantate perchè le pietre che ho son troppo morbide.

Penso sia un problema di geometria e trattamento termico tutti riuniti in un unico grande coltello sbagliato!
 
Rimane il fatto che il Ganzo in questione frega il know how, risparmiando sul r&s oltre al resto, spunta prezzi migliori della concorrenza e proponendo qualcosa di molto simile (eufemisticamente) porta via diversi clienti.
:rofl: :rofl: :rofl: .....porta pazienza, ma questo non esiste proprio!!!....cioè, secondo te un rapporto di prezzo di 1 a 8/1 a 10 significa che, risparmiando su ricerca e sviluppo (e parliamo di un coltello....non della SpaceX) SPUNTI un prezzo migliore sulla concorrenza??....sinceramente se io fossi un commerciale della Lionsteel, dichiarazioni del genere me le farebbero girare come le pale di un elicottero...perchè significherebbe che, al netto della scopiazzatura, si considerano i 2 prodotti all'incirca sullo stesso livello....e direi che si offende anche l'intelligenza di chi li compra.
 
:rofl: :rofl: :rofl: .....porta pazienza, ma questo non esiste proprio!!!....cioè, secondo te un rapporto di prezzo di 1 a 8/1 a 10 significa che, risparmiando su ricerca e sviluppo (e parliamo di un coltello....non della SpaceX) SPUNTI un prezzo migliore sulla concorrenza??....sinceramente se io fossi un commerciale della Lionsteel, dichiarazioni del genere me le farebbero girare come le pale di un elicottero...perchè significherebbe che, al netto della scopiazzatura, si considerano i 2 prodotti all'incirca sullo stesso livello....e direi che si offende anche l'intelligenza di chi li compra.
Il discorso del prezzo lo abbiamo affrontato più volte ed è un ginepraio :biggrin:

Esempio: un Fallkniven F1 costa non meno di 180 €, un Mora Robust 13 €

Entrambi con lama di 10 cm, entrambi con manico in polimero sintetico, e quello che ci fai con uno lo fai tranquillamente anche con l'altro.
Sono quei 10 cm di acciaio diverso della lama che fanno la differenza nel prezzo (VG10 contro acciaio al carbonio)? Non credo.

Tornando ai Ganzo, ho visto recensioni molto buone (non ne ho mai provati uno personalmente) e come spiegare medesime prestazioni con gli scopiazzati Lionsteel?
Forse la differenza di prezzo non è solo questione di "qualità" del prodotto ma altro: i costi della ricerca? Il blasone? Il fatto che gli operai cinesi costino meno degli operai italiani?
 

Discussioni simili



Alto Basso