softshell: ho ordinato un completino BLACK PYTON su e bay

Utilizzo: All'aperto in genere nel mio caso snowboard

Caratteristiche ricercate:non buttare nel cesso chissà quanti soldi,visto che in pratica avevo già tutto per un qualcosa di stealth e sopratutto diverso da tutti.

Purtroppo per le vaccate da virus saremo sempre mente che metti-togli museruola e allora tanto vale avere una kefiah che fa la stessa funzione della museruola,è legalmente ammessa allo scopo e sopratutto non ha quel sapore di ospedale di emme. E' un completino niente male che anche se durerà una ,al massimo due stagioni per via dell'abrasività della neve comunque ha il suo fare.
ci sono delle controindicazioni....leggere bene

Attività praticata: in genere qualunque attività outdoor invernale dove il rischio di beccarsi una doccia di neve o pioggia inaspettata è notevole

Esperienza e corporatura: SCONSIGLIATISSIMO per soggetti molto piccoli ,purtroppo solo per sentito dire.Adesso ne aspetto l'arrivo e poi vediamo .
Sconsigliato perchè il tipo di finitura e disegno secondo uno dei bocia che girano da me (e mi chiedo come faccia a saperlo) dice che assomiglia a certi completini BDSM e ispira sesso,secondo lui beninteso.
Certo che fossi il più piccolo in una crew di adolescenti in piena tempesta ormonale in mezzo ai boschi qualche dubbio me lo farei.

Budget: Molto basso,ritornerò al cosplay da hochey su ghiaccio non appena questa pagliacciata sarà finita. Prestare attenzione al fatto che le taglie asiatiche sono una-due misure più strette del dovuto

Adesso l'ordine è fatto aspettiamo l'arrivo!
https://www.ebay.it/itm/Shark-Skin-Soft-Shell-Men-Military-Tactical-Jacket-Hood-Coat-Pants-Waterproof/283545236552?ssPageName=STRK:MEBIDX:IT&var=584743084730&_trksid=p2057872.m2749.l2649
 
bè se qualcuno vuole strapagare roba che poi dopo tot tempo non servirà più è libero di farlo.

Non tutti possono permettersi una giacca da 300E solo perchè c'è un odioso marchio sopra (magari burton?)

Quando arriverà e lo collauderò dirò se è stata un ercata o meno.
Di sicuro,di sicuro non potrò dannarmi che ho speso cifre immani per una cosa che magari non ha fatto il suo lavoro.

Secondo te perchè è un ercata?
 
Sia chiaro, nessuno vuole farti i conti in tasca, ma già che ne eri consapevole già prima di acquistare il completo a me sinceramente mi lascia perplesso. Se poi vuoi farlo diventare pubblico, ancora di più non comprendo.
Tra quella cinesata a 23€ e la Burton di 300€ ci sono dei compromessi, sai?
Un pò mi stanno sulle balle questi discorsi tra marchi, e chi acquista queste cinesate è sullo stesso livello di chi acquista i super marchi costosi.
Io, per esempio non starei a vedere tutte queste cose, ma mi piace acquistare le cose di qualità e non patire freddo o sudorazioni maleodoranti per tutta la giornata solo perchè faccio il figo al contrario.
 
Nel 1996 ero a Lhasa, Tibet, e sulle bancarelle comparivano le prime giacche in softshell copiate interamente dai marchi US allora in voga (TNF, BD, etc.). Per scommessa ne ho presa uno: a dire la verità in moto lo uso ancora oggi, fino a 120/130 kmh tiene il vento egregiamente, e quando fa umido (non la vera pioggia) protegge discretamente.
Il prodotto è una copia spudorata, però fatta bene, perchè il tessuto è comunque softshell, solo che è stato tagliato e cucito da un produttore illegale (almeno per i cirteri US).
Come seppi allora da un amico alpinista hiamalayano, ancora oggi sponsorizzato da questa casa, anche la TNF (come tutte le aziende del mondo) fanno produrre in Cina i loro capi, poi li portano in casa madre, li testano e li marchiano.
Ma quanti produttori cinesi tengono i cartamodelli, e poi, una volta uscito il cliente, ne producono mille mila per loro?
Io stesso nel 2000 a Katmandu ho preso una tenda VE 25 TNF (chi fa spedizioni sa di cosa parlo) che era perfetta, marchiata e tutto, ma evidentemente "aftermarket". Ed ha tenuto per anni esattamente come le altre "originali" prese nei TNF corners. e il costo non era certo da "falso".
Ricordo che nel 2006/2007 venne da me un cliente che produceva qui a Reggio Emilia caschi da moto ed aveva scelto, per ovvi costi inferiori, di farli produrre da un'azienda cinese. Bene, aveva inviato gli stampi originali in Cina, e gli erano regolarmente tornati con la fornitura richiesta.
Peccato che un concorrente gli aveva fatto notare un sito internet asiatico dove venivano venduti, con altro nome, gli stessi caschi. Quindi era venuto da me per tutelare i suoi diritti.
Non ci fu nulla da fare, in pratica, perchè una rogatoria internazionale su marchi e brevetti su quel genere di faccende al cliente viene a costare uno sproposito. Ma poi mi ci vedete andare in Cina per chiedere il sequestro di un capannone in mezzo al nulla? Posto che lo trovi...
Non sono aprioristicamente contrario a comprare prodotti copie di altri più famosi, certo bisogna stare attenti invece a non incrementare il mercato dei falsi, che è ormai assodato essere la punta dell'iceberg del riciclaggio di denaro sporco e di utilizzo di manovalanza illegale.
 
ed aveva scelto, per ovvi costi inferiori, di farli produrre da un'azienda cinese.
Non ti sembra strano che fare produrre una cosa laggiù (quindi gli stampi devono andare là,le materie prime? E poi si deve partire con la produzione) cosi MENO che non farla qua considerando anche che la roba da là a qua deve viaggiare ,quindi una nave o un camion in più da pagare?

C'è qualcosa di molto marcio nel sistema. Quando arriverà la proverò,e vedrò come va ,i casi sono tre

-glielo messo nel gnau a chi ti vuole svuotare il prortafoglio

-avrò risparmiato qualcosina e ho un prodotto mediocre

-ho preso un prodotto scadente con prestazioni mediocri ma visto che sulla neve ci andavo con il vestiario da hockey su ghiaccio mi basta fare 60 km per andarmi a prendere la roba a casa di mio fratello
 
Ma quanti produttori cinesi tengono i cartamodelli, e poi, una volta uscito il cliente, ne producono mille mila per loro?
Esatto la maggior parte dei cloni cinesi, sono le stesse aziende che producono gli originali per i grandi marchi, e ne producono qualcuno in più che rivendono direttamente.

Il problema, al di là dei discorsi etici, di quando si compra un clone è: sarà la stessa azienda che produce l’originale o qualcuno che ha copiato? Ha usato le stesse materie prime che ha usato per gli originali o ne ha dovute usare altre?
 
Certo: da noi abbiamo sindacati, legge 636 sulla sicurezza, GDPR,
Non ti sembra strano che fare produrre una cosa laggiù (quindi gli stampi devono andare là,le materie prime? E poi si deve partire con la produzione) cosi MENO che non farla qua considerando anche che la roba da là a qua deve viaggiare ,quindi una nave o un camion in più da pagare?

C'è qualcosa di molto marcio nel sistema. Quando arriverà la proverò,e vedrò come va ,i casi sono tre

-glielo messo nel gnau a chi ti vuole svuotare il prortafoglio

-avrò risparmiato qualcosina e ho un prodotto mediocre

-ho preso un prodotto scadente con prestazioni mediocri ma visto che sulla neve ci andavo con il vestiario da hockey su ghiaccio mi basta fare 60 km per andarmi a prendere la roba a casa di mio fratello
Seguo. Facci sapere la tua sulla qualità del prodotto, poi ognuno farà le proprie considerazioni.
Ad esempio, a me piace quello in simil-multicam.
 
allora è arrivato,nonostante lo abbia preso una taglia più grande è giusto al millimetro.
Tenere presente che l'annuncio è per la sola giacca.
Quindi virus del razzo a parte occhio ai cenoni!
Le cerniere sono un pelo superiori a quelle da definire "robaccia" scorrono decentemente anche senza mettere la paraffina.
Sono presenti le aperture sotto le ascelle con cerniera ,sembrano copiate da una notissima giacca bicolore della quicksilver ,la cerniera frontale ha la patta che impedisce alla cerniera di raschiare sulla faccia,moooolto simile a quella che la ride snowboard ha messo sulle sue giacche dal 2005.
e gli stringipolso col veclro sono copiati dalla thirtytwo.
Ci sono un paio di taschine microscopiche sulle braccia (copiate dalla loukick,giacca da pusher)
Il cappuccio è parecchio giusto,già un grosso cappello di lana striscia sui lati ,sulla parte alta ha un piccolo labbro che fa da parapioggia cpiato da un altra giacca stavolta inglese. Che lo aveva dal 97
Veniamo ora all'uso all'esterno perchè appena fa giorno andrò nel parco di casa (che poi è l'unico posto dove posso andare visto che siamo zona rossa) e vedremo come si comporta
 
allora dopo una giornata a fare lavori nel parco di casa posso dire che è una giacca senza infamia e senza onore,ma dato il prezzo ridicolo la sua parte la fa.
Non è caldissima,dipenderà molto da cosa metti sotto,io avevo una felpa vecchia e stinta della jack daniel wisky.
La traspirazione c'è ed è più che buona.

Odori strani di plastica li ha fatti per un oretta ma essendo nuova è concepibile,domattina la foto
--- Aggiornamento ---

veniamo ora ai pantaloni,che li fa un altro produttore ma come disegno sono uguali.
Qui ovvio acchio alle taglie perchè io che di solito port kl'XL qui ho dovuto prendere una XXL ed è al pelo.
Qui devo dire che ci sono da un lato cose belle,come le tasche alte con cerniera ben fatta quasi a tenuta. Quelle sui lati con il velcro e patta totale .
Tuttavia sembra che il tessuto sia uguale ma qui traspira un goccio meno e una parte "importante" del maschio la sto avendo sudata da stamattina.

Inoltre la vita per certe posizioni dello snowboard (didietro a terra) lascia un goccio scoperto il popò
 
Ultima modifica:

Discussioni simili



Alto Basso