Escursione Migliori messaggi della discussione: Sorprendenti Ceriti

  1. lanfranco51

    lanfranco51

    Dal:
    3 Ottobre 2014
    Località:
    roma



    Dati

    Data:
    Regione e provincia:Lazio
    Località di partenza:Zona Cerveteri
    Località di arrivo:Idem
    Tempo di percorrenza:Un paio d'ore o più a seconda delle dovute soste panoramiche
    Chilometri:5/6
    Grado di difficoltà:Facile
    Descrizione delle difficoltà: Nessuna è consigliabile indossare delle galosce
    Periodo consigliato:sempre
    Segnaletica:qualche segno bianco e rosso poi quadratini bianchi
    Dislivello in salita:nessuno
    Dislivello in discesa:idem
    Quota massima:
    Accesso stradale:Via Aurelia via delSasso
    Traccia GPS: [puoi caricare la tua traccia GPS nella Mappa Escursioni ed inserire il link permanente al posto di questo testo]


    Descrizione
    I Ceriti sono delle colline boscose tra l'Aurelia e la zona di Cerveteri.Sono rilievi che stanno sotto gli occhi di tutti ma forse per questo trascurati.Invece regalano panorami diversissimi ed emozionanti,boschi, cascate e sentori amazzonici,veramente alla porta di casa.Si possono combinare una infinità di percorsi sia a piedi che in bici,molti potete vederli su YouTube. Questo itinerario è chiamato :"Cascatelle di Cerveteri".E' una gita molto divertente adattissima per i bambini e per introdurre a queste passeggiate dei neofiti,anche per fargli capire :"chi ce lo fa fare!" E' consigliabile indossar delle galosce per attraversare comodamente i piccoli guadi e poter "sciacquettare" e giocare con l'acqua. Dall'Aurelia poco dopo il bivio del paese di Marina di Cerveteri prendere a destra il piccolo e quasi invisibile ingresso della lunga Via dei Cento Corvi,percorrerla tutta fino all'incrocio con la Via del Sasso, qui andare a sinistra e subito a destra per Via del Fosso del Norcino.Alla fine di questa si incontra il cancello della foto dove si parcheggia.La sterrata di fronte sale verso le colline e voltandoci regala un bel colpo d'occhio verso il mare.Si incrocia quindi una sterrata e si prende a sinistra in ripida discesa.Andando a destra c'è un altro bel itinerario forse più adatto alle mtb ma lo vedremo un altra volta.Alla fine della discesa sassosa c'è l'imbocco della valle che presto diventa una gola che ricorda le più grandi Gole del Celano.Da qui in poi il percorso diventa evidente,basta infatti risalire il torrente e seguire qualche segnale. Gli scorci sul fosso e le varie cascate sono proprio belli ed il bosco invernale dona un suo fascino.Le foto come al solito non rendono giustizia anche perchè era una giornata buia ma appunto come dicevo il bosco in queste nebbie wagneriane ha il suo fascino. Ciao e un felicissimo anno a tutti.
     

    Files Allegati:

    A Sioux, Montinvisibili, stefanojoe e 6 altri utenti piace questo elemento.