Sperduto in Amazzonia

Antônio Sena, 36 anni, è sopravvissuto allo schianto del suo Cessna 210 nel cuore dell'Amazzonia.

Abbandonate le speranze di essere ritrovato, Antônio decide di mettersi in cammino per quello che si rivelerà un viaggio di quasi 30 Km attraverso la foresta pluviale, habitat naturale di giaguari, insetti velenosi e anaconde. Per giorni, l'uomo cammina solo al mattino, usando la posizione del sole per dirigersi a est verso il fiume. Nel pomeriggio, dopo aver arrancato per ore attraverso le paludi in mezzo alle liane, Antônio si fermava per costruirsi un giaciglio per dormire usando palme e rami per ripararsi dalla pioggia. Il "naufrago" sapeva che i predatori di solito cacciano vicino all'acqua per questo saliva in alto sulle colline per passare la notte, spesso preso di mira da branchi di scimmie ragno, che cercavano di distruggere la sua capanna improvvisata.
Ma le scimmie sono state anche la sua salvezza: dopo averle viste mangiare un piccolo frutto rosa brillante chiamato breu, Antônio ha pensato che potesse essere commestibile anche per gli esseri umani, e da quel momento è diventata la sua principale fonte di sostentamento insieme a uova blu di uccelli inambu, acqua piovana e poco altro.

Articolo completo su: http://www.rainews.it/dl/rainews/me...sta-4418b9c9-d4ad-4602-9d53-3534960b281a.html
 
che storia! veramente fortunato x essere uscito dallo schianto senza fratture o grosse ferite o emoraggie interne, altrimenti sarebbe stato senza speranza
 
spettacolare!!!

30 km a noi non sembrano tanti, ma in quelle condizioni penso che, per quanto uno sia bravo, piu' di 2 o 3 km al giorno non riesci a fare
 
Fantastico...

Ci faranno un film sicuramente :poke:

Piccolo OT, pensando ad alcune mie amiche che non riescono a dimagrire:

"Ma le scimmie sono state anche la sua salvezza: dopo averle viste mangiare un piccolo frutto rosa brillante chiamato breu, Antônio ha pensato che potesse essere commestibile anche per gli esseri umani, e da quel momento è diventata la sua principale fonte di sostentamento insieme a uova blu di uccelli inambu, acqua piovana e poco altro. Tanto che, alla fine della storia, ha perso circa 25 chilogrammi."

<<Non mangio niente e non dimagrisco ugualmente...>> va là che se non mangi, dimagrisci, dimagrisci... :p
 
Ultima modifica:
Che storia incredibile. Complimenti al suo istinto che gli ha fatto fare delle scelte determinanti.
La foresta amazzonica è un'ambiente veramente inospitale, altro che documentari visti alla TV.
Questa avventura mi ricorda molto un'altra avvenuta circa 40 anni fa nell'Amazzonia Boliviana, da cui hanno tratto un libro: "Back from Tuichi".
Se volete approfondire in questo link trovate un breve racconto di questa storia, mentre mi trovavo da quelle parti, circa 20 anni fa:
http://www.fuggire.it/Peru-bolivia-cile/12.htm
 
U

Utente 24852

Guest
Grandissima persona, mitico ;) Ovviamente riferendomi alla questione descritta.
 
U

Utente 24852

Guest
Dopo essere uscito da una situazione del genere, potrei anche tranquillamente morire felice, ahah Pensando a molti conoscenti che a levargli quel pezzo di carta o di metallo chiamato denaro, non saprebbero sfamare ne se stessi, ne la famiglia che hanno creato. Probabilmente mi troverebbero con il sorriso sulle labbra, di soddisfazione.
 
Se perdi 25 kg non li hai persi tutti di grasso non è fisicamente possibile per altro in così poco tempo,
quindi il nostro corpo oltre ad aver usato alcune riserve di grasso ha fatto anche la neoglucogenesi quindi ha iniziato ad utilizzare le proteine e non avendo mangiato proteine da dove le prende?
Dai muscoli.
MA proprio TUTTI i muscoli anche quello più importante di tutti.
Per questo le persone obese NON devono perdere tanto peso in poco tempo perchè altrimenti oltre a bruciare grasso il corpo "mangia" anche le proteine dei muscoli.
--- Aggiornamento ---

Eredità del Lehninger :cry::cry::cry:
ho ancora gli incubi
 
Un accadimento da veri avventurosi! Forse gli utlimi.
Ricorda il film Jungle, citato nel thread apposito.
Anche il protagonista del film, tratto da una storia vera, è dimagrito in modo impressionante e stava per lasciarci le penne.
Quello di cui parlate non si chima "volgarmente" catabolismo?.
Magari fra qualche anno anche di questo signore vedremo la trasposizione cinematografica!
 
Mi ha fatto ricordare i racconti che ci fece il mio povero babbo. Geologo, a più riprese, per una multinazionale (Techint) fece prospezioni geologiche (ricerca di minerali), nei primi anni '70, proprio in Brasile, anche in Amazzonia.
Proprio lì, inciampò (letteralmente...) in un sasso, che al suo occhio esperto, non era un sasso qualunque, ma un ciottolo con all'interno una pietra dura. Non ricordo quale, acquamarina, topazio, smeraldo... roba così. Se lo portò a casa e, una volta tagliato, se ne ricavarono parecchie gemme.
Un altro racconto "curioso" e proprio in tema: con un Cessna "aerotaxi", cioè solo lui ed il pilota, rilevò le dimensioni di un giacimento di cianite (un'argilla molto gialla, usata per produrre refrattari, usati ad esempio per costruire altoforni). Pura al 99% (ai tempi veniva prodotta in Europa, con un sistema di selezione meccanica, partendo da una materia prima in cui raramente si arrivava al 30-40% di minerale utile), con una profondità media, saggiata con alcuni scavi e trivellazioni fatti in piena giungla, di 300 metri circa ed un'estensione (rilevata col Cessna) pari all'incirca alla superficie dell'Emilia Romagna!:woot:
Posto incredibile, straricco di ogni sorta di materia prima. Peccato che ci fossero centinaia di km di giungla, prima di poter portare il minerale ad una via di comunicazione, che poi era la famosa trans-amazzonica.
Che ovviamente percorse, su fuoristrada, dato che ai tempi era una pista sterrata, tenuta aperta con continui passaggi di enormi bulldozer. E lì (poi mi taccio) il suo autista cercò di investire quello che lui aveva scambiato per un tronco di una grossa pianta caduta per traverso sulla strada. Era un'anaconda, che stava attraversando la transamazonica... e che scampò all'investimento. Pare che ai tempi le pagassero bene, per le ricerche sui veleni.
 
Un accadimento da veri avventurosi! Forse gli utlimi.
Ricorda il film Jungle, citato nel thread apposito.
Anche il protagonista del film, tratto da una storia vera, è dimagrito in modo impressionante e stava per lasciarci le penne.
Quello di cui parlate non si chima "volgarmente" catabolismo?.
Magari fra qualche anno anche di questo signore vedremo la trasposizione cinematografica!
Si all'incirca molto circa e non so a quanti piacerebbe intavolare un discorso di biochimica(spero nessuno ;) )
 
[c ut...] e non avendo mangiato proteine da dove le prende?
[cut...]

sicuramente è accaduto anche quel che dici perché non penso che fossero sufficienti ma dice ha mangiato uova e mi risulta siano proteine...

per cui alimentazione di qualità anche se le quantità saranno state scarse sicuramente, però frutta, acqua e uova non è siano proprio ininfluenti come apporto
 
Mi ha fatto ricordare i racconti che ci fece il mio povero babbo. Geologo, a più riprese, per una multinazionale (Techint) fece prospezioni geologiche (ricerca di minerali), nei primi anni '70, proprio in Brasile, anche in Amazzonia.
Proprio lì, inciampò (letteralmente...) in un sasso, che al suo occhio esperto, non era un sasso qualunque, ma un ciottolo con all'interno una pietra dura. Non ricordo quale, acquamarina, topazio, smeraldo... roba così. Se lo portò a casa e, una volta tagliato, se ne ricavarono parecchie gemme.
Un altro racconto "curioso" e proprio in tema: con un Cessna "aerotaxi", cioè solo lui ed il pilota, rilevò le dimensioni di un giacimento di cianite (un'argilla molto gialla, usata per produrre refrattari, usati ad esempio per costruire altoforni). Pura al 99% (ai tempi veniva prodotta in Europa, con un sistema di selezione meccanica, partendo da una materia prima in cui raramente si arrivava al 30-40% di minerale utile), con una profondità media, saggiata con alcuni scavi e trivellazioni fatti in piena giungla, di 300 metri circa ed un'estensione (rilevata col Cessna) pari all'incirca alla superficie dell'Emilia Romagna!:woot:
Posto incredibile, straricco di ogni sorta di materia prima. Peccato che ci fossero centinaia di km di giungla, prima di poter portare il minerale ad una via di comunicazione, che poi era la famosa trans-amazzonica.
Che ovviamente percorse, su fuoristrada, dato che ai tempi era una pista sterrata, tenuta aperta con continui passaggi di enormi bulldozer. E lì (poi mi taccio) il suo autista cercò di investire quello che lui aveva scambiato per un tronco di una grossa pianta caduta per traverso sulla strada. Era un'anaconda, che stava attraversando la transamazonica... e che scampò all'investimento. Pare che ai tempi le pagassero bene, per le ricerche sui veleni.

Interessantissime le storie di tuo babbo! :woot:


Era un'anaconda, che stava attraversando la transamazonica... e che scampò all'investimento. Pare che ai tempi le pagassero bene, per le ricerche sui veleni.

Piccola nota: l'Anaconda non è velenoso, fa parte dei cosiddetti "serpenti costrittori", cioè uccide la preda avvolgendola con le spire e soffocandola :)
 
sicuramente è accaduto anche quel che dici perché non penso che fossero sufficienti ma dice ha mangiato uova e mi risulta siano proteine...

per cui alimentazione di qualità anche se le quantità saranno state scarse sicuramente, però frutta, acqua e uova non è siano proprio ininfluenti come apporto
Quante ne mangi?
Inoltre le uova di cosa?(il contenuto proteico cambia in base al tipo di uovo.
Le uova non sono proteine pure anzi...
221023

Inoltre ha appunto detto di aver perso 25 KG in poche settimane quindi indipendentemente da tutto ha perso massa muscolare e quindi cardiaca
--- Aggiornamento ---

Se perdi 25 KG in così poco tempo puoi aver mangiato anche come un bue ma la tua massa muscolare ne ha risentito a priscindere.
 
per cui alimentazione di qualità anche se le quantità saranno state scarse sicuramente, però frutta, acqua e uova non è siano proprio ininfluenti come apporto

Certo, il problema è stata la quantità.

Hai voglia fare 1800-2000 calorie al giorno con qualche frutto e, immagino, non tantissime uova... :(

Se non avesse trovato nulla da mangiare, sarebbe sicuramente morto (regola del 3: si sopravvive 3 gg senza bere, 3 settimane senza mangiare e lui è sopravvissuto 36 giorni perchè qualcosina ha mangiato).
 
Alto Basso