Suggerimenti dagli amachisti: rete o con zanzariera?

Salve a tutti,
dopo aver letto le passate discussioni, scrivo per chiedere qualche consiglio agli amachisti, avendo intenzione di dotarmi di un'amaca come soluzione di pernottamento nei boschi.
Premetto che cerco qualcosa di leggero (scarto ahimè le DD e TW perchè pesano quasi come una tenda monoposto), da usare in accoppiata con un focolare, non certo sulla steppa siberiana, da tenere nel mio zaino "BOB" leggero (in cui ho già un poncho/tarp), come sistemazione alternativa e meno lussuosa di una tenda.

Orientativamente mi interessa la Amazonas Moskito Traveller, ma chiedo agli amachisti se effettivamente non possa limitarmi ad una tenda di rete, che semplicemente mi consenta di dormire sollevato da terra.

Pensavo che a vantaggio della tenda a rete ci sarebbe la possibilità di posizionarla vicino al fuoco senza paura che si disintegri, oltre al minor ingombro e peso.
Sono però dubbioso su alcune cose:
- le tende a rete senza distanziali non comprimono troppo le spalle, rendendo difficoltoso il sonno?
- è realistico trovare situazioni in cui a poca distanza dall'amaca (alberi) si possa accendere un falò? o di norma si pernotta a fuoco spento?
- gli insetti sono un problema da non sottovalutare o si dorme tranquillamente senza zanzariera?
Più che altro l'idea di dormire sotto zanzariera non la scarto subito perchè temo eventuali incursioni di vipere o altri animali velenosi nel sonno, che potrebbero trovare interessante venirmi a far visita. Dite che è sensato?
Quali sono le vostre opinioni?

Riguardo al mio livello di esperienza in tema di bivacchi, ho già pernottato all'aperto in bassa-media montagna d'estate, accanto ad un falò, praticamente appisolato al caldo, vestito di giacca invernale, dopo grigliate con amici.

grazie,
mdsjack
 
Ciao, io ho un anno di esperienza con un'unica amaca per cui ti rispondo solo per quella. La mia amaca è una "la maison du hamac, modello: EOLE" venduta per 30€ al decathlon molto compatta e leggera in tela di paracadute..

Prima di tutto però devi sapere che abbianto all'amaca serve un materassino (io uso lo zaino), quindi posso pensare che un'amaca a rete potrebbe pure andare bene, o perlomeno, non tanto male (ma non mi sbilancio, non ho mai provato).

Per le spalle, io usando lo zaino come materassino, dormo veramente bene.

Riguardo al fuoco, io lo sconsiglio perchè, oltre al rischio di prendere fuoco a nostra volta, mi sembra piuttosto scomodo doversi alzare continuamente a ravvivare le fiamme, e poi ad averlo troppo vicino non sarei tranquillo, mentre troppo lontano probabilmente non benificerei del calore.

Riguardo agli insetti, io non mi sono mai dovuto lamentare senza zanzariera (ho anche bivaccato vicino ad un pascolo, forse le mosche erano troppo impegnate con le vacche) ma non volgio rompere l'incantesimo.

Mentre per vipere e quant'altro ti rispondo dicendo che ho saputo che nel deserto americano i trekkers si ingegnano per riuscire ad appendere le amache in ogni modo (nel deserto non ci sono molti alberi) proprio per evitare visite di crotali, scorpioni e compagnia bella; quindi oserei dire che stai ancora più sicuro...

Ah!! Giusto!! Della mia tenda mi confermo pienamente soddisfatto, non ho termini di paragone con altre ma effettivemente non riesco ad immaginare che cosa abbiano in più..
 
la bellezza dell'amaca è proprio quella: stare sollevati da terra.
per questo si sta sul morbido...
inoltre dati mediamente due alberi, anche se in pendenza poco importa, però anche una ringhiera va bene, basta sapersi adattare.
i contro sono il doversi proteggere dalla dispersione del calore da e verso il basso e la mancanza di protezione intrinseca dall'alto ovviata dal tarp (o volendo minimalmente poncho).
questo è in brevissimo l'amaca :)
il fattore insetti è gestibile comprando una zanzariera per letto da ikea tagliarla a misura (accorciarla) e gestirla come si preferisce. se la si ritiene superflua la si lascia a casa e si risparmia il peso. ovviamente nella DD la tenuta agli insetti è verosimilmente stagna :)
 
Ciao,
anche io come te mi sto avvicinando al mondo delle amache e seguirò con attenzione l'evolversi della discussione.
Al momento posso solo dirti che per me (parere di un inesperto) la Amazonas Moskito Traveller è veramente eccezionale! :) Dimensioni più che generose, leggera e compatta! ;)
Mi è stata regalata una settimana fa, ieri ero a pranzo in un agriturismo e ne ho approfittato per testarla.
Seguendo il tutorial condiviso da Spyrozzo è stato un attimo montarla.
Non ci ho passato una notte intera, ma l'ho trovata estremamente comoda! E l'ho riposta a malincuore...
Mi piace molto la possibilità di usarla in entrambi i lati. Ad esempio ieri non mi sono infilato in quello con la zanzariera per motivi di tempo.
Personalmente ho molti più problemi con il tarp! ;)
 
Se comperi una buona amaca con zanzariera, non e' obbligatorio usare la zanzariera: Giri l'amaca e dormi sul lato senza zanzariera.
 
grazie a tutti dell'interessamento, anch'io ero dell'idea di prendere una stile DD, ma notando che pesa un bel po', non so quanto valga la pena.
la mia idea è quella di fare un acquisto che mi garantisca un maggior beneficio rispetto alla "bega" di costruirsi un giaciglio e dormire a terra, non sono alla ricerca di una sistemazione da gourmet tipo hennessey hammock, in sostituzione di 4 mura o di una tenda con materassino e sacco a pelo.
mi chiedo però se un'amaca minimale sia sufficiente a darmi quel qualcosa in più di apprezzabile o se è comunque troppo poco, non potendosi scendere sotto un certo livello (tipo amache DD), secondo la vostra esperienza.
...anche considerando che non la userei con alcun materassino o sacco a pelo, semplicemente con vestiti addosso.

non ho mai provato a stare all'aperto tutta notte senza falò, anche se intendo provare quest'estate in montagna con materassino più sacco a pelo, all'aperto, per capire le temperature, essendo abituato al caldo delle fiamme...
dev'essere senz'altro dura, non credo che a prescindere dall'amaca resisterei, se non a fatica, per questo chiedevo se tra rete e zanzariera ci fossero suggerimenti riguardo ad un uso in combinato con un falò.
 
la bellezza dell'amaca è proprio quella: stare sollevati da terra.
per questo si sta sul morbido...
inoltre dati mediamente due alberi, anche se in pendenza poco importa, però anche una ringhiera va bene, basta sapersi adattare.
i contro sono il doversi proteggere dalla dispersione del calore da e verso il basso e la mancanza di protezione intrinseca dall'alto ovviata dal tarp (o volendo minimalmente poncho).
questo è in brevissimo l'amaca :)
il fattore insetti è gestibile comprando una zanzariera per letto da ikea tagliarla a misura (accorciarla) e gestirla come si preferisce. se la si ritiene superflua la si lascia a casa e si risparmia il peso. ovviamente nella DD la tenuta agli insetti è verosimilmente stagna :)


Intendi questa zanzariera? BRYNE Zanzariera, bianco - bianco - IKEA

Come ti trovi? è respirabile? :D
 
Alla fine ho preso una Amazonas Moskito Traveler, l'ho montata in giardino con corde di fortuna, dopo un inizio titubante data la leggerezza e compattezza l'ho provata e non sembra male!
In settimana ci farò una dormita intera, vediamo come va!
 
Ottima scelta! ;)
Io sono appena tornato dal Trentino e con quell'amaca ho passato piacevolmente una mattinata e un pomeriggio con un buon libro ;)
Ad agosto sarò in Grigna e proverò a passarci la notte ;)
Fammi sapere le tue impressioni, per favore ;)
 
bisogna capire che l'amaca è quasi uno stile di vita più che una scelta occasionale :)
gli americani sono ormai allo stato dell'arte e quindi chi fosse interessato può attingere dalla sezione hammock dei vari forum sull'escursionismo.
giusto per farvi capire che l'amaca perfetta è relativa, eccone una da me costruita con materiale di fortuna.
personalmente resto comunque dell'idea che è preferibile quella a telo anzichè quella a rete, anzi potrebbe essere interessante procurarsi un paracadute in disuso ed adattarlo ad amaca o tarp, considerando che il peso complessivo è veramente irrisorio.
anzi appena eddy flyer mi darà la sua vela (parapendio) andata in pensione vi farò sapere cone funziona questo tessuto.
 
Prima notte: azzardata!!
Avrò dormito una manciata di ore, peraltro in condizioni pessime.
Nonostante avessi letto del problema dello scarso (assente) isolamento sulla schiena tipico delle amache, forse fuorviato da queste giornate calde e afose di metà luglio, mi sono deciso all'ultimo a dormire senza i calzettoni da trekking e senza la giacca imbottita da trekking, come mi ero prestabilito.
ho dormito con calzettini corti di cotone, pantalone lungo da trekking, intimo sintetico e maglia a maniche lunghe tecnica.
Ho patito un freddo indicibile, la corrente sulla schiena è stata insopportabile, tanto da indurmi a svegliarmi di notte per trovare un diverso uso al poncho-tarp che avevo sistemato di lato, usandolo a mo' di copriletto, raddoppiato: ancora insufficiente.
A parte questo ed un leggero indolenzimento a tratti sul lombare, forse dovuto al freddo e all'irrequietezza nel trovare la posizione più calda, è stata una esperienza positiva.
Con la mascherina sugli occhi e il buff a mo' di passamontagna su tutto il capo, non sono stato disturbato da aria fredda o dalla luce (che personalmente soffro molto).
Non ho nemmeno usato i tappi, il rumore delle foglie che cadono e di qualche rapace non mi hanno minimamente infastidito.
L'amaca è molto comoda, mi stupisco di essere riuscito a dormire supino, cosa che nel letto non mi riesce mai.
Credo però che una persona più alta di me (1.70) non avrebbe sufficiente spazio per variare posizione.
Ottima la zanzariera, che cade un po' sulla faccia, ma niente di rilevante.
Sono possibilista sul fatto di riuscire a dormire indisturbato con solo indosso i vestiti da trekking al completo, o almeno spero. Non credo sarebbe confortevole a quote collinari o basso-montane, però.
Faccio un secondo test giovedì notte e vi riferisco!

2013-07-22%2013.14.19.jpg
 
Noto solo ora che non vi avevo aggiornato... Colgo l'occasione anche perchè avrei delle perplessità da sottoporvi.

La seconda notte in amaca è andata molto meglio, ma fino a un certo punto.
In PIANURA, a LUGLIO, ho dormito bene (nel senso che ho proprio dormito) anche se con un po' di calore dovuto alla traspirazione, con indosso tutto l'abbigliamento trekking che porto nello zaino in estate:
- Maglietta tecnica estiva
- Maglia maniche lunghe tecnica leggermente calda
- Giacca imbottita di Primaloft One con mezzi guanti e cappuccio
- Buff tirato sul naso
- Paraocchi da viaggio
- Mutante tecniche
- Pantaloni tecnici non termici
- Calzettoni trekking

...ora: gli unici capi che non porto d'estate in montagna sono:
- maglietta intimo tecnica invernale
- cuffia
- guanti
- calzettoni trekking lana

Visto però la differenza di temperature fra pianura e montagna e fra luglio e ottobre (non sto nemmeno pensando a un pernotto su neve a dicembre senza sacco/materassino), dubito riuscirò con sole queste differenze a dormire confortevolmente.

Ho fatto anche delle prove legando il poncho sotto anziché sopra, ma non si riesce a tenerlo vicino al fondo dell'amaca.
L'unico altro oggetto che ho per scaldarmi nello zaino ove vorrei tenere l'amaca è la coperta isotermica in Mylar. Come potrei utilizzarla per il mio scopo? Sotto o avvolta addosso?

Dite che è impossibile riuscire nell'intento? Se fa giorni belli riprovo qui in pianura con i vostri suggerimenti.
 
non capisco...
ti costa poi così tanto metterti di dietro il materassino così come fanno tutti gli amachisti del mondo?
il telo poi si mette a mò di tettoia. infine anche a ferragosto in amaca mi porto il sacco a pelo. se sento freddo mi ci metto dentro, se è così così lo uso come coperta, se ho caldo lo metto di lato, lo uso come cuscino o lo faccio finire oltre i piedi.
avendola usata sempre in stagioni NON invernali piene mi ci sono sempre ficcato dentro con l'abbigliamento della giornata, alla peggio levando i pantaloni (molto lerci ed indossando pantaloni in pile).
 
Premetto che in amaca non intendo dormirci in situazioni in cui credo la tenda sia necessaria (inverno, periodo piovoso, bufere di neve).
Diciamo che l'unico motivo che mi spinge a sperimentare l'amaca è il fattore leggerezza+ingombro come attrezzatura.
Se devo comunque portare sacco a pelo e materassino, e l'unica variante nell'equipaggiamento per dormire è tenda o amaca, credo il gioco non valga la candela, almeno per me.
Stavo cercando di capire se senza sacco e materasso si riuscisse a pernottare all'aperto, con una certa comodità rispetto a stare a terra, in situazioni in cui non puoi avere un fuoco (poiché nel caso ho passato notti intorno al fuoco con una semplice coperta per terra e vestito)

Insomma, mi chiedevo se esistesse una sistemazione per le stagioni calde che permettesse anche in bassa-media montagna di dormire comodamente senza dover portare sacco e materassino, ovverosia utilizzando, tutt'al più, gli oggetti che già ho nello zaino leggero.
 
effettivamente un materassino è quasi indispensabile.
ce ne sono infiniti tipi: leggeri, pesanti, grandi, piccoli, rettangolari, ritagliati a misura per le amache, CCF, autogonfianti... uno adatto alle tue esigenze c'è sicuramente e ti posso assicurare che fa la differenza.
io ho questa:
1.8m 2-layer Hornet Hammock Tenth Wonder 1.8m wide Hornet Hammock [] - �46.99 : Tenth Wonder Hammocks
l'ho usata per un'escursione di due notti e nonostante le difficoltà tecniche per montarla la prima volta (era proprio la prima volta in assoluto) ci ho dormito veramente BENISSIMO! non torno più indietro.
era estate quindi temperature alte e con un materassino ccf ho dormito divinamente.
indossavo maglietta a maniche corte e pantaloni corti ma li tenevo soprattutto per evitare la condensa dovuta al contatto diretto del corpo con il telo dell'amaca.
comunque all'interno dell'amaca tenevo sempre una coperta di pile, ma alla fine l'ho usata come cuscino.:biggrin:
 
ti costa poi così tanto metterti di dietro il materassino così come fanno tutti gli amachisti del mondo?

Io allora vengo da un altro pianeta :D.

Se devo comunque portare sacco a pelo e materassino, e l'unica variante nell'equipaggiamento per dormire è tenda o amaca, credo il gioco non valga la candela, almeno per me.

Secondo me la comodità dell'amaca rispetto alla tenda non è nel risparmio di peso o imgombro, ma nel fatto che essendo sollevato da terra hai meno problemi con irregolarità del suolo, sei più protetto dala pioggia e anche dagli insetti ...

Però io, come ho già scritto innumerevoli volte, riesco a non usare il materassino usando lo zaino da 75 lt per la schiena e uno zainetto con dentro i pantaloni per i piedi (sono tutte cose che porterei con me comunque e che quindi riesco ad utilizzare per scopi diversi in situazioni differenti, sempre in linea con la polivalenza :D ).
 
Proprio le due diverse esperienze qui sopra mi spingono a chiedere e sperimentare ancora: va bene che il freddo è soggettivo, ma se io ho potuto dormire a luglio in pianura solo ben vestito, non capisco come qualcuno possa dormirci, seppur con materassino, in maniche corte, mentre altri con addirittura uno zaino dietro la schiena...

Sbaglio qualcosa io?...

Eventualmente, a puro titolo di suggerimento teorico, come mi suggerite di utilizzare i soli poncho-tarp certato e telo di mylar nel modo più efficiente possibile? (Vi farò poi sapere, o a breve o in primavera)
 
mentre altri con addirittura uno zaino dietro la schiena...

Il problema della schiena è dovuto al fatto che, comprimendo gli strati che hai posto tra te e l'amaca, è come se non hai nessun isolamento e quindi percepisci il freddo.

Con il materassino (o, nel mio caso, lo zaino) eviti la compressione che si crea quando si è "appesi", e quindi senti meno freddo.

A questo punto, la situazione è la stessa del dormire nella tenda (a parte il fatto che il tarp non ti proteggerà mai del vento come una tenda): dipende dal sacco a pelo che ti porti e puoi dormire anche in inverno ..... io non ci ho mai dormito in inverno ma "solo" a metà ottobre e ai primi di aprile e senza materassino nè sacco tecnico (ma vestito con tua in pile e calzettoni) non ho avuto problemi.
 
Bussola solare di Avventurosamente
Alto Basso