Escursione Sulla Majella Orientale

Parchi d'Abruzzo
Parco Nazionale della Majella
Dati

Data: Domenica 3 novembre 2013
Regione e provincia: Abruzzo, Chieti
Località di partenza: Gole di S. Spirito, Fara S. Martino mt. 480
Località di arrivo: Capo Le Macchie, Fara S. Martino mt.680
Tempo di percorrenza: 10h45m (con poche e brevissime soste)
Chilometri: + di 25
Grado di difficoltà: EE
Descrizione delle difficoltà: lunghezza del percorso ed alcuni tratti fuori sentiero molto accidentati
Periodo consigliato: senza neve
Segnaletica: presente fino alla valle Chiarina e dalla Grotta dei Callarelli
Dislivello in salita: + di 2000 mt.
Dislivello in discesa: 1800 mt.
Quota massima: 2265 mt., sulla sella del Pizzone


Descrizione

Quando arrivano le perturbazioni atlantiche e buona parte della penisola e' sotto l'acqua, una sicurezza per andare in montagna: la Majella ed in particolare il suo versante orientale, sempre protetto e con al massimo solo vento. Quindi Fara San Martino la cui valle e i suoi dintorni offrono parecchie possibili escursioni.

Partito senza meta, comunque presto perche' si parte molto in basso ed i giri che mi piacciono sono sempre lunghetti, mi dirigo nel classico vallone che dalle gole risale fino a Monte Amaro, vallone percorso tante volte e di cui ormai conosco quasi ogni pietra, vallone che divido in tre parti: la prima, che termina a Bocca dei Valloni solitamente mi serve per capire se per me è una buona giornata di forma e quindi posso osare.
In questa occasione ci ho messo un'ora e per me e' un ottima partenza, poi proprio durante la colazione che mi fermo a consumare sul tavolone e' arrivato un ex pastore farese al quale ho chiesto informazioni; cosi grazie alle sue indicazioni ho deciso di puntare verso la Valle delle Mandrelle che si raggiunge dopo circa due ore da Bocca dei Valloni.
Non ci sono mai stato ma esperti Maiellari mi hanno decantato la bellezza di questa valle pochissimo frequentata e selvaggia quanto basta.
Ed allora su per la faggeta di Macchia Lunga fino alla Fonte Milazzo e svoltare subito dopo per il sentiero F4 che, attraverso il bel pianoro erboso di Piano della Casa e la grotta-rifugio del celebre pastore Domenico, traversa tutto il crinale che scende da Monte S. Angelo per andare ad immettersi nella Valle delle Mandrelle proprio dove dalla sella fra Acquaviva e Pizzone scende la minuscola Valle Chiarina.
In questo punto, complice anche il vento che man mano si sale e' sempre più sostenuto, decido di affrontare la dura e sconnessa pettata per guadagnare la sella sotto i contrafforti rocciosi dell'Acquaviva e, una volta su, provare a "conquistare" la vetta del Monte Pizzone.
Poi scendero' per la Valle dell'Acquaviva fino ai Callarelli per tornare a Bocca dei Valloni attraverso la Val Serviera.
Ma non e' andata proprio così: intanto niente cima di giornata perche il Pizzone ed i suoi pinomughi mi hanno respinto e poi perchè dopo la scomodissima discesa per la valle dell'Acquaviva, la carenza di acqua mi ha costretto a prendere il sentiero per Capo le Macchie, obbligandomi ad allungare di molto il giro e finire di massacrarmi le ginocchia nella discesa da Colle Bandiera.
Alla fine il giro e' diventato un anello e che anello, e non è mancato neanche il ritorno alla macchina giù alle Gole con la solita frontale:lol:


Le foto di giornata : Sulla Maiella Orientale 03/11/2013
 
Ultima modifica di un moderatore:
e bravo Giuseppe ...

comunque suggerisco di organizzare una escursione "armata" per il Pizzone (dove le armi sono segacci, cesoie e qualche machete ...) al fine di aprire il sentiero Avventurosamente.

Un saluto,

Marco
 
Grazie Giuseppe, come sempre attraverso le tue belle foto ci dai la possibilità di ammirare la “tua” Majella nei suoi vari aspetti (anche quelli meno attraenti per gli escursionisti come i fastidiosi pini mughi).
Complimenti anche per la prestazione.

Ciao
 
Ultima modifica di un moderatore:
e bravo Giuseppe ...

comunque suggerisco di organizzare una escursione "armata" per il Pizzone (dove le armi sono segacci, cesoie e qualche machete ...) al fine di aprire il sentiero Avventurosamente.

Un saluto,

Marco
Ciao Marco, si mi sa proprio che questa montagna, che tu stesso definisci insignificante, sta per diventare off limits a causa dei mughi.:biggrin:

Come ti ho detto "live" provo a dx e vengo massacrato, torno indietro alla sella , riosservo e riprovo a sx e ancora botte.
Poi sceso alle grotte ho capito che sarei dovuto abbassarmi ancora di più per poi risalire verso la cima.

Gia' che ci sono ancora grazie per le indicazioni, la discesa fino alle grotte e' durata un attimo:D
A presto
 
complimenti per l'escursione! il nick che porti e' l'ennesima dimostrazione che nella Majella (e non solo) sei di casa :)
Ti ringrazio, la Majella e' talmente vasta che non si finisce mai di conoscere.
Ora mi sono ripromesso di risalire la Valle delle Mandrelle, che ad un primo colpo d'occhio mi ha già conquistato:p
 
... Gia' che ci sono ancora grazie per le indicazioni, la discesa fino alle grotte e' durata un attimo:D

A presto
Prego, ci mancherebbe ...

ma dalle foto viste mi sembrava che fossi sceso dentro la valle dell'Acquaviva e non dal sentiero di cui abbiamo parlato al telefono oppure ho capito male?

... non hai la traccia GPS?

sarei curioso di vedere il dettaglio del percorso per un'analisi più dettagliata

Ciao ciao,

Marco
 
Grazie Giuseppe, come sempre attraverso le tue belle foto ci dai la possibilità di ammirare la “tua” Majella nei suoi vari aspetti (anche quelli meno attraenti per gli escursionisti come i fastidiosi pini mughi).
Complimenti anche per la prestazione.

Ciao
E grazie anche a te Gianni:D

Si, escursione veramente tosta, ma molto appagante:)
 
Ultima modifica di un moderatore:
Prego, ci mancherebbe ...

ma dalle foto viste mi sembrava che fossi sceso dentro la valle dell'Acquaviva e non dal sentiero di cui abbiamo parlato al telefono oppure ho capito male?

... non hai la traccia GPS?

sarei curioso di vedere il dettaglio del percorso per un'analisi più dettagliata

Ciao ciao,

Marco
Non ho portato Gps!
Comunque sono sceso per meta' lungo il tubo, poi gli ultimi 200 metri ho perso quella labile traccia e mi sono rituffato nel fosso ormai "amico", per poi risalire l'ultimo pezzetto e sbucare all'inizio della Val Forcone.

Ciao
 
Ciao Giuseppe complimenti per la tua escursione tu sei l'indigeno locale.....quando vado sulla Majella automaticamente penso a te......ero anch'io da quelle parti il giorno prima sono salito in notturna per la direttissima ho bivaccato al Rifugio Pelino e l'indomani Monte Pescofalcone Monte Rotondo e Monte S.Angelo mentre andavo su quest'ultima vetta mi sono trovato a tu per tu con un branco di camosci non ne avevo ma visti tanti insieme ne ho contati più di cinquanta..... che spettacolo...la Majella regala sempre forti emozioni......
 
Giuseppe! sei tornato lassù ordunque!
Un ringraziamento speciale perchè ci hai mostrato questa ennesima splendida valle della magica Majella:
la valle delle Mandrelle è un'altra perla da ammirare.
mi sa che dovrò chiederti alcuni dettagli tecnici sull'escursione...
ciao Giusè!
 
Ciao Giuseppe complimenti per la tua escursione tu sei l'indigeno locale.....quando vado sulla Majella automaticamente penso a te......ero anch'io da quelle parti il giorno prima sono salito in notturna per la direttissima ho bivaccato al Rifugio Pelino e l'indomani Monte Pescofalcone Monte Rotondo e Monte S.Angelo mentre andavo su quest'ultima vetta mi sono trovato a tu per tu con un branco di camosci non ne avevo ma visti tanti insieme ne ho contati più di cinquanta..... che spettacolo...la Majella regala sempre forti emozioni......
Ciao Maurizio e grazie!
beh, anche tu ti sei fatto un giro poco faticoso:biggrin:
Confermo che quella zona e' ormai sempre più bazzicata dai camosci!
Quando vieni da queste parti fai un fischio:D
A presto
 
Confermo che quella zona e' ormai sempre più bazzicata dai camosci!
Ti riferisci ormai a quelli umani ? Ormai non si distinguono più :p

Comunque basta, d'ora in poi m'impongo di non guardare più tue foto maiellistiche altrimenti sbavo, soprattutto perché a semplice colpo d'occhio sembra di essere stati in dieci tipi di posti diversi in una volta sola.

:)
 

Discussioni simili



Alto Basso