Escursione Sulle tracce del Guerrin Meschino

Parchi delle Marche
Parco Nazionale dei Monti Sibillini
Dati

Data: 26 agosto 2014
Regione e provincia: Ascoli Piceno
Località di partenza: Castelluccio di Norcia
Località di arrivo: Castelluccio di Norcia
Tempo di percorrenza:
Chilometri: 10
Grado di difficoltà: Facile
Descrizione delle difficoltà:
Periodo consigliato: estate
Segnaletica: No
Dislivello in salita: 310
Dislivello in discesa: 310
Quota massima:
Accesso stradale:
Traccia GPS: (puoi caricarla sulla Mappa di Avventurosamente: http://www.avventurosamente.it/xf/pagine/mappa/)

Descrizione

Questa è una piacevole passeggiata alla portata di tutti che ci fa scoprire degli angoli dei piani di Castelluccio non visibili dalla strada asfaltata, camminare per i campi fioriti e coltivati a lenticchie ha un qualcosa di paradisiaco effettuare questo itinerario a fine giugno durante la famosa fioritura avra sicuramente un valore aggiunto!



Appena prima di iniziare a salire verso il paese di Castelluccio di Norcia proveniendo da Forca di Presta una sterrata si distacca sulla destra, la percorriamo un centinaio di metri fino a una bacheca del parco e parcheggiamo.

Camminiamo dritti per la sterrata di fronte a noi che in un paio di chilometri ci porta nei pressi della Val Canatra, qui sempre per campi fioriti deviamo verso destra in direzione della gola chiamata Portella del Vao



La leggenda narra che il cavaliere Guerrin Meschino abbia attraversato questa strettoia rocciosa



Per arrivare alla Romitoria della quale in foto vediamo quello che è rimasto, una delle pochissime chiese esistenti nei piani di Castelluccio, qui si sarebbe fatto consigliare su come raggiungere la grotta della Sibilla ubicata sulla montagna omonima.
Questo basamento sorge ai margini di un campo fiorito il luogo è incantevole.



Poco più avanti intercettiamo la strada che proviene da Forca di Gualdo e seguendola a destra arriviamo a Fonte San Lorenzo.
Qui bisogna risalire la macchia di S.Lorenzo piccolo e grazioso bosco nel quale ho trovato un crocefisso con una scritta sottostante che attesta in quel punto sia apparsa la Madonna...



Usciti dal bosco ci si affaccia su un pianoro dove si erge il rifugio Capanna Ghezzi ottimo posto per fare colazione schiacciare un pisolino cani da pastore permettendo, paesaggio paradisiaco tutt'intorno.



La bella fonte attigua, questo rifugio è la base di partenza per diversi importanti sentieri che raggiungono Forca Viola il monte Argentella e volendo anche i laghi di Pilato

Chiudiamo l'anello e scendiamo senza indugi per la sterrata che in qualche chilometro ci riporta alla macchina

20140826_160333.jpg


Non centra nulla con questa passeggiata ma volevo ugualmente mostrarvi questo maschio a pianta rettangolare che sulle mappe è chiamato la Torraccia, poco conosciuto si erge su una altura tra il Piano Piccolo e la Valle Buonanno fu costruito dalla citta di Norcia a guardia dei preziosi Piani

Come al solito il link per la traccia GPS buona passeggiata.
 

Allegati

Ultima modifica di un moderatore:
Autore Discussioni simili Forum Risposte Data
Filippa Marche 14

Discussioni simili



Alto Basso