Suunto 9 baro, Polar Grit X o Garmin Fenix?!

Sapevo anche io che il 4 non esisteva,quando ho posto la domanda :) ...è che questa discussione si è allargata oltremodo. Qui ci si è persi in supertecnologie, che non è un male conoscere. Credo che un orologio, voglio chiamarlo così, si debba scegliere x le proprie esigenze. Io faccio trailrunning, e ambit3 mi ha e da soddisfazione, in varie gare, mi sono trovato con ragazzi che con fenix5 avevano perso segnale gps e io ancora l'avevo. 20 ore di autonomia della batteria? Be', correre più di 20 ore di fila o fare un trekk di 20 ore di fila,non credo sia x tutti :)...di fatto chi lo fa,mette in carica nello zaino l'orologio, senza spegnerlo. Potrei continuare con l'impostazione dell'illuminazione di notte e molto altro. La mia esperienza con l'ambit è positiva, se ci fosse il 4 lo prenderei....poi che il software faccia cagare e che sia un dinosauro antiquato, mi trova d'accordo.
La differenza è che io lo uso per fare skyrun e alpinismo ... uno smartwatch è creato per cazzeggiare , tutto qui .... le notifiche ? Zero e zero cell in montagna , bt ? Non ne sento il bisogno ... schermo a colori ? Per fare ? ... non mi è ancora stato detto un modello di protrek per controllare cosa fa di cosi tecnologico più del mio ambit2
 
L'instict è in cima alla lista, le mappe su un display così piccolo le vedo un di più che non giustificano i contro anche se come dici tu son fighe e fan gola.
Per ora ho un protrek vecchio con i tre classici sensori e uso solo l'altimetro barometrico alla fine, però aver la traccia a disposizione probabilemtene potrebbe tornarmi comodo.
Sei stato molto utile, grazie.
Ho recensito proprio oggi il mio Instinct dopo le prime 2 settimane di utilizzo: https://www.avventurosamente.it/xf/threads/garmin-instinct.55581/post-999135
 
Il mitico protrek , range di temperatura parte da -10 .... prima uscita invernale diventa un soprammobile .... il protrek ahahahah -10 e è fermo ... fa ridere solo quello
Premetto che attualmente non possiedo un protrek e non sono mai stato fanboy di nessun modello o marca, ma se un orologio a contatto col tuo polso e la metà del tempo resta mezzo nascosto sotto la giacca, raggiunge i - 10 e "diventa un soprammobile", probabilmente sei già in fondo ad un crepaccio e freddo da almeno un'ora. Mi pare un difetto inesistente, a meno che uno non lo voglia usare unicamente come termometro attaccato fuori dallo zaino (ma siamo ben fuori da un utilizzo normale).
Il bello dei pro trek o comunque di orologi ABC vecchio stile è la longevità... Più sono smart e più sono soggetti ad obsolescenza, come i telefoni e meno ancora mi vien voglia di spenderci per l'acquisto. Personalmente sto puntando all'instinct solar ma aspetto che scenda sotto i 300... E che abbia una discreta longevità
 
Premetto che attualmente non possiedo un protrek e non sono mai stato fanboy di nessun modello o marca, ma se un orologio a contatto col tuo polso e la metà del tempo resta mezzo nascosto sotto la giacca, raggiunge i - 10 e "diventa un soprammobile", probabilmente sei già in fondo ad un crepaccio e freddo da almeno un'ora. Mi pare un difetto inesistente, a meno che uno non lo voglia usare unicamente come termometro attaccato fuori dallo zaino (ma siamo ben fuori da un utilizzo normale).
Il bello dei pro trek o comunque di orologi ABC vecchio stile è la longevità... Più sono smart e più sono soggetti ad obsolescenza, come i telefoni e meno ancora mi vien voglia di spenderci per l'acquisto. Personalmente sto puntando all'instinct solar ma aspetto che scenda sotto i 300... E che abbia una discreta longevità
Io ho un ambit2 , barometro e gps , niente di tecnologico , bluetooth o roba varia collegata al cell .... non so tu cosa lo useresti a fare , ma io il mio suunto lo uso da alpinismo alla corsa , ci faccio di tutto , e tenere l'orologio sotto la giacca non ne vedrei il motivo , è sempre in vista, se scalo controllo anche l'altitudine se non conosco la via , se corro tengo controllato un po tutto , come termometro non mi serve ... se lo tueni sotto la giacca significa che ti serve solo per vedere la traccia una volta a casa ... io no , lo uso ;) , e fidati che a -10 in parete è una cosa normale
E ti dirò, l'ambit 2 saran 5 o 6 anni che è fuori commercio , lo posseggo da una decina circa e ne passerà di tempo prima di cambiarlo , mai un problema ... e lo maltratto , perche su vie , tra roccie e sassi avendolo sempre al polso è vello vissuto
 
sono finito per caso su questo post e sono rimasto un po' perplesso leggendo certi commenti.
Faccio una premessa: io ho un garmin 6Xpro e mia moglie uno Huawei GT 2 (che ho potuto confrontare con applewatch in famiglia), quindi prodotti recenti e di tipo molto diverso: il primo è uno strumento innanzitutto votato allo sport e solo secondariamente smart; lo Huawei, come l'Applewatch sono invece essenzialmente smart, utilizzabili in qualche modo anche come sport watch.
Quello che scrive @Rag3 lo condivido, ma solo a patto di usare il fenix alla carlona e senza le funzionalità che lo caratterizzano davvero. Infatti, per un uso sportivo specialistico, il Fenix 6 non è assolutamente comparabile con gli altri prodotti, in quanto è dotato di caratteristiche e funzionalità non disponibili sugli smartwatch.
A titolo di esempi non esaustivi, il Fenix è imbattibile per durata della batteria (davvero super! il display è transflettivo, quando ad oggi i normali smartwatch non lo sono!), per le possibilità di calibrare il barometro e termometro (anche con sensori remoti), ma soprattutto, per la gestione del GPS: fra le varie, vedi la possibilità di creare waypoint a tavolino a partire dall'inserimento delle coordinate e non semplicemente marcando il posto dove ci si trova; oppure impostare rotte con funzioni complesse, come GO TO; creare una rotta partendo da un punto noto e con una cartina senza reticolo, misurando sulla cartina azimut e distanza del punto che si vuole raggiungere ed inserendo i dati nel GPS; aggiungere/eliminare waypoint a rotte già pianificate mentre si sta procedendo.
Altre cose essenziali sono ad esempio il fatto che il Fenix abbia comandi fisici e non touch: in caso di utilizzo in condizioni bagnate il display touch è un gran casino e non funziona; inoltre, non devi necessariamente levare i guanti per utilizzarlo.
In ambito alpinistico, tutte le cose che ho indicato sono davvero essenziali e fanno la differenza nello strumento, giustificandone la specificità.
Ho buttato qui alla rinfusa le prime cose che mi sono venute in mente, ma è chiaro che, volendo perdere tempo, ne saltano fuori anche altre.
Piuttosto, queste caratteristiche servono davvero a tutti? Vale davvero la pena per tutti di spendere la differenza di prezzo fra i 200 euro scarsi di amazon stratos 3 ed i 440 euro che in media servono per un Fenix 6 standard o i 600 euro di un Fenix 6x? Dipende dall'uso che fai dello strumento.
Intorno al 2005 avevo comprato un Polar AXN 500, usato con soddisfazione per moltissimi anni: una autentica corazzata, che ho messo a malincuore da una parte solo perchè gli mancava il GPS.
Di tutte le funzioni smart, oggettivamente anche oggi me ne frego; sono comode? Si, in certe situazioni una marginale comodità la possono dare. Servono davvero? No.
Certamente gli smartw superano il Fenix su aspetti "smart" (messaggistica, telefonate, fesserie estetiche di personalizzazione, etc.), che rimangono però ininfluenti sul piano sportivo.
Magari un domani avremo orologi tutti dotati del medesimo OS, con specificità ridotte, ma ad oggi le differenze fra i veri sportw e gli smartw hanno ancora un significato.
 
Ultima modifica:

Discussioni simili



Alto Basso