Escursione Tête de Liconi (2930m) da Verrand

Dati

Data: 26/10/2014
Regione: Valle d'Aosta
Località di partenza: Verrand (fraz. di Pré-Saint Didier), 1270m
Località di arrivo: Morgex 980m
Tempo di percorrenza: 9h
Chilometri: una ventina, non so
Grado di difficoltà: E
Dislivello in salita: 1700m
Dislivello in discesa: 2000m
Quota massima: 2930m


Descrizione

È tanto tempo che non scrivo una relazione di una mia uscita. Voglio ricominciare da questa bellissima escursione di (ormai) un anno fa o poco meno, nel pieno dell'autunno valdostano. Gita remunerativa e faticosa, condotta in solitaria sino alla cima e poi in compagnia di un altro solitario al rientro.

Il 26 ottobre 2014 è una domenica da sogno, con cielo sereno e aria frizzantina. L'autunno procede a passi lenti e la mitezza di settembre prima e di ottobre poi consente ai larici di assumere lentissimamente una colorazione dorata che manterranno sino a metà novembre, all'arrivo della prima seria nevicata stagionale.

L'obbiettivo della giornata è compiere un anello partendo dal luogo dove abito (Verrand), salendo in cima alla Tête de Liconi (2930m) che incombe proprio sopra casa e ridiscendere per un altro versante con una picchiata di 2000m verso Morgex.

Parto la mattina verso le 9:00 e imbocco il sentiero che da Verrand sale ripido attraverso un bosco misto di larici, abeti e latifoglie varie. Dopo poco a vista si amplia e mostra tutta l'imponenza del Monte Bianco che sovrasta il M. Chétif (2345m) e domina il paese di Courmayeur.
image.jpg


Verso sud-ovest è il M. Crammont (2730m) a svettare e relegare nell'ombra l'ameno Vallone d'Arp.
image.jpg


I colori d'autunno ormai tingono la flora tutt'intorno ma anche la fauna non è da meno visto che incontro alcuni camosci in livrea insolitamente scura, quasi nera (purtroppo non sono riuscito a fotografarli).
image.jpg


Verso sud dove troviamo la Valle di La Thuile.
image.jpg


Da 2000m di quota, di nuovo la conca di Courmayeur (1220m), il M. Chétif e la vetta del M. Bianco, insieme a molte cime satelliti.
image.jpg


Dietro una betulla variopinta spuntano l'Aiguille des Glaciers (3801m) e le Aiguilles de Tré-la-Tête (3923m), ai margini occidentali del Massiccio del Bianco e proiettate verso la Francia.
image.jpg


Raggiunto un panoramico bivio a quota 2024m presso la baita di Piagnoley, si ridiscende ai 1951m di Tirecorne, villaggio in bella posizione sopra la conca di Courmayeur.
image.jpg


M. Bianco, un comignolo e... il M. Maudit (4468m) nel buco.
image.jpg


Superato Tirecorne, si traversa sul versante settentrionale del monte, freddo e ombroso, dal quale si apre la vista verso Les Grandes Jorasses (4208m) che spuntano oltre la gobba del Mont de la Saxe.
image.jpg


In alto spunta il Col Liconi (2671m) che devo raggiungere con ripido percorso.
image.jpg


Continuando a salire la vista verso il Massiccio del M. Bianco si fa sempre più ampia.
image.jpg


image.jpg


image.jpg


Da destra arriva un altro sentiero, sempre proveniente da Tirecorne.
image.jpg


Arrivato al Col Liconi, verso sud scende il vallone omonimo alla cui testata è presente il famoso Lac Liconi (2555m).
image.jpg


Dal colle, piegando a sud si prosegue verso la Testa di Liconi. L'ultimo tratto si svolge in un versante esposto a nord-est, coperto dun po' di neve caduta nei giorni precedenti. Un laghetto gelato a 2800m testimonia il clima rigido delle alte quote.
image.jpg


Dopo una mezz'oretta dal colle si giunge in cima dove esiste la costruzione del Bivacco Pascal. Potrebbe essere una buona idea passarvi una notte prima o poi...
image.jpg


Il panorama dalla cima è spaziale a 360°. Domina la scena ovviamente il Massiccio del Monte Bianco ma interessanti sono anche le vedute verso sud e verso il Piccolo S. Bernardo.

Poco sotto la cima c'è una colonia di stambecchi a prendere il sole.
image.jpg


La discesa verso Morgex avviene per il versante sud, di tutt'altro genere: erboso, assolato e ripido. Da questo versante d'inverno scendono valanghe anche imponenti che raggiungono il fondovalle, percorrendo quasi 2000m di dislivello. Nel 1999 a seguito di una valanga enorme alcune case di una frazione di Morgex furono danneggiate e una donna morì sotto le macerie del proprio tetto.

Ultima foto lungo il percorso di discesa. Sullo sfondo Grivola e Gran Paradiso.
image.jpg


Dalla cima in un'oretta e tre quarti si arriva a Morgex. Poi rimedio un passaggio e sono a casa, sempre più convinto che questa sia la migliore stagione per camminare sui monti.
 
panorami meravigliosi, io il monte bianco non so perchè ma l'ho sempre un pò schifezzato, poi quest'anno ci sono andato vicino e me ne sono innamorato, chissà se un giorno..
bella la liconi, sicuramente un ottimo balcone come anche la più semplice dorsale della saxe
 
Trovo affascinante la foto del Lac Liconi, ovvimente fantastiche quelle del monte Bianco...
Grazie per aver condiviso! e complimenti !!
 
Complimenti, bellissimi posti.
Grazie ma mica è merito mio se sono bellissimi :D

panorami meravigliosi, io il monte bianco non so perchè ma l'ho sempre un pò schifezzato, poi quest'anno ci sono andato vicino e me ne sono innamorato, chissà se un giorno..
bella la liconi, sicuramente un ottimo balcone come anche la più semplice dorsale della saxe
Devo dire la verità: prima di trasferirmi quassù (io sono della Provincia di Roma) anche io non lo consideravo più di tanto. Il mio angolo preferito di VdA era quello del Gran Paradiso (Cogne in particolare) che in effetti è favoloso. Una volta qui però sono rimasto sommerso dalla maestosità e dalla straordinarietà del Bianco. È impossibile non rimanerne soggiogato.

Trovo affascinante la foto del Lac Liconi, ovvimente fantastiche quelle del monte Bianco...
Grazie per aver condiviso! e complimenti !!
La foto del Lac Liconi è stata lo sfondo del mio cellulare per molti mesi :p
 
Grazie per la condivisione, mi fanno tornare a quando ero più bischello e giravo anche da quelle parti. Hai parlato di Cogne ...... ci sono andato parecchie volte, spesso in cerca di minerali ma torniamo indietro agli anni ottanta quando si era smesso di estrarre la magnetite da poco, ho l'impressione che da allora qualche cosina sia cambiata ma ci tornerei subito.

Ciao :si:, Gianluca
 
Ho capito...sicuramente mi sbaglierò ma, se vari indizi fanno una prova (troppo eloquente quel 26 ottobre ;)), allora questo ripescaggio di un anno fa ha una strana "tempestività" che solletica/sollecita troppo per non assumere il sapore di un invito ufficiale a un anniversario: una via di mezzo tra la PEC e la raccomandata A/R con cartoncino in busta :D:p

Il "like" l'avevo messo ma poi l'ho tolto per un solo motivo : l'aggettivo "remunerativo" non se po' senti', è più orecchiabile il rumore di un martello pneumatico :-?:help::lol: Riesce a sovrastare (in negativo) il pur strepitoso Maudit nel buco del comignolo.:woot:
 
Grazie a voi per aver letto tutto il papiro :p
A breve spero di mettere qualche altro racconto, magari da luoghi meno noti della VdA.

Grazie per la condivisione, mi fanno tornare a quando ero più bischello e giravo anche da quelle parti. Hai parlato di Cogne ...... ci sono andato parecchie volte, spesso in cerca di minerali ma torniamo indietro agli anni ottanta quando si era smesso di estrarre la magnetite da poco, ho l'impressione che da allora qualche cosina sia cambiata ma ci tornerei subito.

Ciao :si:, Gianluca
Eh sì, molte cose saranno sicuramente cambiate dagli anni '80, a partire dal paesaggio.
Cogne comunque è all'avanguardia per quanto riguarda il turismo di montagna, merita già solo per questo :si:

Il "like" l'avevo messo ma poi l'ho tolto per un solo motivo : l'aggettivo "remunerativo" non se po' senti', è più orecchiabile il rumore di un martello pneumatico :-?:help::lol: Riesce a sovrastare (in negativo) il pur strepitoso Maudit nel buco del comignolo.:woot:

E perché nun se po' senti'??? Oh, guarda che mi hanno pagato per fare st'escursione :biggrin:
 
Bellissima escursione, mi hai dato un'idea per questo autunno per una salita in diurna con pernotto in vetta per fare qualche foto notturna, non sono molti i bivacchi con una vista così ;)
 
Bellissima escursione, mi hai dato un'idea per questo autunno per una salita in diurna con pernotto in vetta per fare qualche foto notturna, non sono molti i bivacchi con una vista così ;)
Vai vai, senza alcun dubbio. Se cerchi un bivacco di vetta questo è quello che fa per te. E il panorama è sublime, inarrivabile.

Ci sono tornato a dormire con l'amico Henry Thoreau la notte tra il 31 ottobre e l'1 novembre 2015 e, potrei dire, "abbiamo visto cose che voi umani..." :biggrin::lol:

Metto due foto: una del tramonto e l'altra del risveglio da lassù...

IMG_2870.JPG


IMG_2933.JPG
 
Cavolo, davvero stupendo! Mi hai convinto ;)
Solo un consiglio che ieri mi sono scordato di dare: il posto è favoloso e abbastanza isolato ma decisamente frequentato nei weekend d'estate. Leggendo il libro del bivacco, spesso e volentieri ha ospitato più persone di quante ce ne potessero stare (8 posti letto mi pare). Ho letto anche cose del tipo "abbiamo fatto nottata in 16 persone + due cani".
Quindi per godersi appieno l'esperienza suggerisco per quanto possibile di andare in periodi non troppo affollati ;)
 
Cavolo, davvero stupendo! Mi hai convinto ;)
Solo un consiglio che ieri mi sono scordato di dare: il posto è favoloso e abbastanza isolato ma decisamente frequentato nei weekend d'estate. Leggendo il libro del bivacco, spesso e volentieri ha ospitato più persone di quante ce ne potessero stare (8 posti letto mi pare). Ho letto anche cose del tipo "abbiamo fatto nottata in 16 persone + due cani".
Quindi per godersi appieno l'esperienza suggerisco per quanto possibile di andare in periodi non troppo affollati ;)

Beh, ma l' "intenzione da intenditore" (nonostante sembri un gioco di parole non lo è), l'aveva espressa chiaramente : "(...)mi hai dato un'idea per questo autunno ;)per una salita in diurna con pernotto in vetta per fare qualche foto notturna" . Non avevi letto bene...:p.
 
Beh, ma l' "intenzione da intenditore" (nonostante sembri un gioco di parole non lo è), l'aveva espressa chiaramente : "(...)mi hai dato un'idea per questo autunno ;)per una salita in diurna con pernotto in vetta per fare qualche foto notturna" . Non avevi letto bene...:p.

È vero, mi era sfuggito. Allora vai già più sul sicuro ;)
Se poi dovessi beccare una di quelle giornate con nubi basse che si infilano nella valle e lasciano le cime soprastanti a godersi il sole, be', avrai fatto tombola.
 
Corso di Orientamento
Alto Basso