tagliare un albero/ramo per incapaci

@Wombat vivendo fuori da parchi e similari in un paesino di campagna non ho grossi problemi in tal senso, piuttosto poi dovrò sezionare i pezzi e portarli dal suocero per farli stagionare tenendo un bel pezzo di tronco da usare come ceppo nel capanno
 
meglio una motosega, ma già qui io mi fermo, non l'ho mai usata e penso sia meglio che la usi chi è del mestiere..
comunque nel fai da te, con gli attrezzi che avevi, ...
Già, ma anch'io non so usare la motosega.
Per me è un attrezzo potenzialmente pericoloso se non lo sai usare bene: preferisco usare (fino a dove arrivo) gli attrezzi manuali.
 
Qualche anno fa, causa una grossa nevicata, la preside dell'asilo di mio figlio mi chiamò (conoscendo solo me come "uomo di fatica") per togliere dal giardino un albero da frutto crollato per il peso. Ricordo che sono andato là con le migliori intenzioni, con la mia accetta, segaccio and Co...l'ho guardato, sono tornato a casa, sono andato su subito.it ed ho comprato nel pomeriggio una motosega da 30 cm di barra, più o meno una di quelle piccole da potare.
Sono tornato all'asilo il giorno dopo e in un paio d'ore l'avevo ridotto da portar via con una 500...
Ho imparato due cose in un giorno solo. Uno: la motosega è un attrezzo facile ma pericoloso, basta avere guanti adatti, occhiali di protezione, cuffie e ...molta testa, e due:anche una motosega piccola, ma maneggevole, se usata con cognizione può tagliare grandi sezioni (ovviamente con quella lì non mi cimenterei sopra i 40/50 cm, è ovvio) ma con pazienza e senza farla surriscaldare può dare grandi risultati.
Una piccola, tipo quelle in vendita all'OBI per intenderci, è una spesa molto limitata e all'occorrenza tira fuori dai guai.
Ah, evitate come la peste l'elettrico: niente funziona meglio del buon vecchio motore a scoppio :lol:.
 
Ne ho ereditata una elettrica da mio suocero e male non mi trovo... :biggrin:

Vuoi mettere la comodità di non doverti preoccupare se hai o no la benzina/miscela per poter lavorare? :lol:
Si, dai, a parte la provocazione, intendevo che il cavo può essere veramente pericoloso e devi sempre pensare a dove sitrova...
Recentemente ho lavorato in un bosco a pulire come volontario e mi hanno dato una nuovissima Bosch elettrica a batteria, barra da 70 cm, e mi sono trovato benissimo anch'io, potente e maneggevole, però poi mi ha lasciato a metà al quarto albero....
 
Si, dai, a parte la provocazione, intendevo che il cavo può essere veramente pericoloso e devi sempre pensare a dove si trova...
E' vero, al cavo bisogna fare molta attenzione.

Praticamente io la uso solo per tagliare la legna di casa per il camino, non mi muovo e sto sempre in un punto.

Recentemente ho lavorato in un bosco a pulire come volontario e mi hanno dato una nuovissima Bosch elettrica a batteria, barra da 70 cm, e mi sono trovato benissimo anch'io, potente e maneggevole, però poi mi ha lasciato a metà al quarto albero....
Eh, le batterie han quel difetto lì...
 
mm allora ... andiamo con ordine ...
Mi sono cimentato anch'io nel segare con attrezzi "manuali" un piccolo alberello cresciuto spontaneamente in giardino dei miei (diametro 8-10cm).
Ho usato un segaccio a mano, una accetta (che tagliava poco) e una mazza.
Ho fatto un piccolo "abbrivio"
8 / 10 cm si può fare anche con semplici attrezzi manuali
ma la cosa migliore sarebbe stata di affilare l'accetta ...o andare dal primo ferramenta a farla affilare e poi procedere nel taglio creando su due lati untagli a "V" (un colpo dall'alto uno dal basso ) quando resta uno strato centrale di 1 o 2 cm bastano 2 dita per farlo cadere.

il battere sul retro dell'accetta con la mazza per tagliare è cosa molto inefficace.
Si fa una cosa del genere (in realtà usando appositi cunei) dopo aver praticato i tagli in un tronco grosso, per inclinare la pianta dal lato ove si vuol far cadere.
--- Aggiornamento ---

mi raccomando, se ti serve per la stufa, fallo stagionare di brutto..altrimenti è ignifugo
no il pino fresco di taglio non è ignifugo (quello lo è il castagno)
ma non va bene lo stesso perché ha troppa resina che brucia si e bene
ma sporca e impatacca le canne fumarie con 2 gravi conseguenze
1- il camino non tira più bene e riempi la casa di fumo
2-la canna fumaria diventa lei stessa infiammabile se le fiamme ci arrivano è un disastro.
--- Aggiornamento ---

Io prima dell'inverno dovrò abbattere il pino di casa. 40 anni di vita sacrificato e sfigurato nei modi più osceni dai precedenti proprietari e da limiti di spazio (a 3 mt dalla casa, 2 dalla strada e con lalinea Enel sopra. la scorsa primavera l'ho sfoltito, con risultati disastrosi dato che l'apparato radicale si è sviluppato tanto da danneggiare il cappotto della casa. da ciò la scelta. sarà l'occasione per prendere una accetta seria e far tesoro degli errori da non commettere.
40 anni ... 3 metri da un lato e 2 dall'altro .....

non è cosa da sottovalutare ... danneggiare la casa o veicoli in strada è un serio pericolo ... il primo spontaneo suggerimento sarebbe quello di farlo fare a chi ha esperienza e attrezzi adatti ... che non è solo motosega ma anche funi, argani e/o verricello.
--- Aggiornamento ---

Ah, evitate come la peste l'elettrico: niente funziona meglio del buon vecchio motore a scoppio :lol:.
L'elettrico va bene per tagliare in pezzi corti restando in postazione fissa col cavo stabile in posizione dietro e lontano dal taglio.
Se si deve fare un solo piccolo abbattimento .... con attenzione si può derogare
se c'è da fare di più non va assolutamente bene.
 
Ultima modifica:
Io prima dell'inverno dovrò abbattere il pino di casa. 40 anni di vita sacrificato e sfigurato nei modi più osceni dai precedenti proprietari e da limiti di spazio (a 3 mt dalla casa, 2 dalla strada e con lalinea Enel sopra. la scorsa primavera l'ho sfoltito, con risultati disastrosi dato che l'apparato radicale si è sviluppato tanto da danneggiare il cappotto della casa. da ciò la scelta. sarà l'occasione per prendere una accetta seria e far tesoro degli errori da non commettere.
Comunque ci sono un sacco di tuttorial per l'abbattimento di alberi, tipo Paperissima, dove mostrano come NON si deve fare :rofl:
 
8 / 10 cm si può fare anche con semplici attrezzi manuali
ma la cosa migliore sarebbe stata di affilare l'accetta ...o andare dal primo ferramenta a farla affilare e poi procedere nel taglio creando su due lati untagli a "V" (un colpo dall'alto uno dal basso ) quando resta uno strato centrale di 1 o 2 cm bastano 2 dita per farlo cadere.
Questa è la tecnica "classica", se hai un albero con poco intorno e puoi tagliare bene da due lati opposti.
Con una scure ben affilata avrei fatto in 15 minuti.
Io avevo un alberello "straniero" nato in mezzo ad un cespuglio di san giuseppe.
Non volevo tagliare il cespuglio ma solo l'alberello, e avevo a disposizione un lato solo per il taglio (dall'altra parte c'era il cespuglio).
 
Ecco perché amo tutti i 75cv della mia motosega.
Prendi lei e una birra; vai davanti al ramo; accendi la motosega e sgasi un paio di volte; apri la birra e ti siedi.
Fa talmente casino che il ramo si taglia da solo pur di non entrare in contatto con la mangialegno.
 
ho già trovato il sistema.
ancoro il tronco al cappotto di casa con un verricello.
e tiro.
considerando che la parete vicina è 50 mq secondo voi prima di sradicare l'albero riesco a togliere il cappotto???
io ne sono quasi certo ... ma non saprei in quanti tentativi
al primo tirerai giù una parte del cappotto .... poi una seconda ecc...

anche se .. un mio amico molto abilmente
con un cavo collegato al pino che ha abbattuto è riuscito in un solo colpo a sradicare completamente il garage prefabbricato :D
 
ho già trovato il sistema.
ancoro il tronco al cappotto di casa con un verricello.
e tiro.
considerando che la parete vicina è 50 mq secondo voi prima di sradicare l'albero riesco a togliere il cappotto???
Io non ci proverei. Ma non ancorerei nemmeno il verricello al cappotto, proprio a priori. Sia che sia ancorato, incollato o con staffe, si tratta di materiali fragili. Ti conviene o mettere una placca interna al muro con 4 ritanti passanti o ancorarlo ai travoni dei soffitti in perpendicolare (qualora ci fossero. Non sul fianco dei travoni, che capace che lo sfili).
 
(Semi-serio)
Secondo me potresti fare così.
Sali sull'albero come una scimmia e tagli (dall'alto verso il basso) tutti i rami laterali come se dovessi potarlo, lasciandone una parte - un piccolo pezzo di ramo - per una risalita successiva.
Risali poi l'albero per gli appigli fino a quasi la cima e tagli il tronco a pezzi, dall'alto verso il basso.
Però in questo secondo caso ti servirebbe un sistema di ancoraggio sullo stesso albero: diventa una forma di alpinismo-arrampicata, insomma.
 
(Semi-serio)
Secondo me potresti fare così.
Sali sull'albero come una scimmia e tagli (dall'alto verso il basso) tutti i rami laterali come se dovessi potarlo, lasciandone una parte - un piccolo pezzo di ramo - per una risalita successiva.
Risali poi l'albero per gli appigli fino a quasi la cima e tagli il tronco a pezzi, dall'alto verso il basso.
Però in questo secondo caso ti servirebbe un sistema di ancoraggio sullo stesso albero: diventa una forma di alpinismo-arrampicata, insomma.
Concordo sulla tecnica suggerita qui sopra....usata spesso di persona e funziona egregiamente. ...
Io partirei con ľeliminare per primi i rami bassi ,lasciando lo spezzone per la successiva risalita. Questo perché se si sale fino alla cima e si taglia un ramo ,questo potrebbe cadendo,rimbalzare sui rami sottostanti e cadere lontano dal posto desiderato.
Si può anche legare il ramo al mozzicone che deve rimanere in modo da non farlo cadere immediatamente, ma calarlo successivamente al taglio...
Massima prudenza e mai farlo da soli....sempre con qualcuno,anche solo come spettatore,per chiamare in caso i soccorsi.
 
Concordo sulla tecnica suggerita qui sopra....usata spesso di persona e funziona egregiamente. ...
Io partirei con ľeliminare per primi i rami bassi ,lasciando lo spezzone per la successiva risalita. Questo perché se si sale fino alla cima e si taglia un ramo ,questo potrebbe cadendo,rimbalzare sui rami sottostanti e cadere lontano dal posto desiderato.
Si può anche legare il ramo al mozzicone che deve rimanere in modo da non farlo cadere immediatamente, ma calarlo successivamente al taglio...
Massima prudenza e mai farlo da soli....sempre con qualcuno,anche solo come spettatore,per chiamare in caso i soccorsi.
Si ... è una tecnica valida che si usa ... taglio in tree climbing è chiamata
Io di persona non la userei mai,
quelli che lo fanno sono super preparati e molto attrezzati
specifiche imbracature con appositi ganci per motosega e attrezzi,
specifici ramponi, specifici argani per aggancio e calata dei rami e degli spezzoni .

Si usa dove gli spazi non permettono alternative e gli specialisti si fanno pagare bene.
 
Si ... è una tecnica valida che si usa ... taglio in tree climbing è chiamata
Io di persona non la userei mai,
quelli che lo fanno sono super preparati e molto attrezzati
specifiche imbracature con appositi ganci per motosega e attrezzi,
specifici ramponi, specifici argani per aggancio e calata dei rami e degli spezzoni .

Si usa dove gli spazi non permettono alternative e gli specialisti si fanno pagare bene.

A casa mia sono venuti un paio di volte delle persone di una ditta specializzata mandati dall'ENEL per tagliare i rami di un albero che arrivavano a toccare i fili elettrici di un traliccio.

Erano stranieri (Albanesi? Rumeni? Boh?), avevano ai piedi dei ramponi tipo quelli da ghiaccio e delle motoseghe piccoline, con barra da 30 cm ca.

Si sono arrampicati come gatti, senza imbragature ed in pochi minuti mi hanno pelato l'albero... :cool:
 

Discussioni simili



Alto Basso