Tenda leggera e versatile monoposto

Ma scusa.... Ma davvero tutto quello sbattimento per mezzo kg? Cambi i tiranti e i picchetti e l'hai recuperato!! Almeno mezzo kg sarà il peso in acqua (umidità) che avranno assorbito i tuoi abiti e il tuo sacco dopo una notte li dentro. :lol: :lol: :lol:

Penso che la cloud up 1 abbai già picchetti e tiranti leggeri, considerando che sono fautori dell'ultralight... almeno nella vik lo sono (non vorrei sbagliare, ma in totale tra tiranti e picchetti sono meno di 100gr, e mi pare che i picchetti siano una decina). Comunque il primo uso sarà quest'estate in Sardegna, considerando il clima secco spero che la condensa non rappresenterà un problema... Mentre mezzo chilo risparmiato non mi dispiace visto che saranno quasi 1300km di cammino. Poi se dovessi accorgermi che è per me insostenibile la condensa mi rassegno e, dopo un paio di madonne, cambio. Con questo non sto negando che sia un problema, mi sono guardato diversi video con gente che la mattina raccoglie abbondante acqua dal catino, ma al contempo ci sono anche esperienze positive (sia con la tenda in questione che con le mono in generale)... Che dire, ad ora il problema non si pone visto che siamo confinati a casa.
Battute a parte, vi ringrazio per le vostre esperienze e consigli!!
 
beh provala prima di partire per la Sardegna, almeno vedi come va... e su amazon eventualmente la Cloud UP 1 ce l'hai consegnata in una settimana...

Sicuramente, appena sarà possibile tornare a fare qualche trekking con pernottamento ho intenzione di provarla. Poi male male che va da decathlon c'è la trek900 e ci metto un'ora ad andarla a prendere.
 
Se hai la casa con giardino, dedica almeno 3 notti a test.

Test condizioni asciutte: pianta la tenda e passaci una notte dentro; in condizioni normali di asciutto, cioè intendo senza pioggia e senza vento, dormi con le due absidi aperte a metà (arrotola metà dell'abside e lascia l'altra metà picchettata) e la zanzariera chiusa. In questo modo di solito riesci a minimizzare i problemi di condensa ed a cavartela benone.

Poi dedica altre due notti alla simulazione di due situazioni umide, usando l'impianto di irrigazione. Modalità 1, simula una notte di pioggia: pianti la tenda, fai partire l'irrigazione impostandola aperta per alcune ore (almeno 3), ci entri e passi la notte. In questa modalità, almeno finchè piove, sei costretto a tenere chiuso tutto, tranne le aperture di ventilazione.
Modalità 2, simula alta umidità (tipo giornata in cui ha piovuto, ma la sera non piove): bagna a lungo il giardino, in modo da da imbevere bene il terreno. Poi chiudi tutto, pianti la tenda e ci dormi dentro. Qui puoi provare ad aprire l'abside.
Vedrai però che, ahimè, non avrai scampo alla condensa, perchè non riuscirai a smaltire l'umidità dell'aria e del terreno bagnato, oltre che quella che produci tu.
 
Ma scusa.... Ma davvero tutto quello sbattimento per mezzo kg? Cambi i tiranti e i picchetti e l'hai recuperato!! Almeno mezzo kg sarà il peso in acqua (umidità) che avranno assorbito i tuoi abiti e il tuo sacco dopo una notte li dentro. :lol: :lol: :lol:

Non sono d'accordo, in ogni caso potresti sommare quel mezzo kilo.
Nel caso uno faccia tanti chilometri con tanta roba...recupera 10g qua, mezzo chilo là...bam! 1kg in meno se hai la roba giusta
 
Non sono d'accordo, in ogni caso potresti sommare quel mezzo kilo.
Nel caso uno faccia tanti chilometri con tanta roba...recupera 10g qua, mezzo chilo là...bam! 1kg in meno se hai la roba giusta
Se rileggi la mia risposta nel contesto, capirai cosa intendo dire.
Si fatica anche solo per togliere dei grammi, figuriamoci meo chilo. Quindi, sul concetto generale non posso che essere favorevole.
Ma la questione era: monotelo si o monotelo no?
ecco, mezzo chilo per una monotelo per risparmiare mezzo Kg mi fa venire qualche dubbio. Per la mia personale esperienza, sono quasi certo di aver rimesso quel mezzo chilo nello zaino (con gli interessi) in forma di h2o al mattino ripartendo. Perchè la tenda era fradicia da fare schifo e con essa, tutto ciò che lambiva le pareti o l'angolo più basso della tenda.
A conti fatti, quanto è stata spiacevole quell'esperienza? e quanto peso ho veramente risparmiato considerata l'acqua che ho rimesso nello zaino ?
In ultima analisi, il 1/2 Kg risparmiato, è stato risparmiato in relazione a cosa? La cloud up ad esempio esiste anche in versione super leggera e il problema peso è risolto.
Detto questo... i gusti sono gusti, ci mancherebbe. ma per ora non ho ancora conosciuto nessuno che non avesse problemi con una monotelo, salvo utilizzo in quota con bassissime temperature. E in tal caso, considerate le potenziali criticità climatiche di quell'ambiente, non sarei poi così certo che la Vik possa essere la risposta esatta al problema.
 
Ultima modifica:
Diciamo che la monotelo ha un prezzo da pagare,l'umidità. Da diversi mesi,sto provando la ferrino sintesi 1,all'inizio mi sono trovato un po bagnato,si,ma poi ho capito che le monotelo,hanno bisogno di accortezze. Possibilmente aperte,possibilmente evitare di campeggiare in prossimità di fonti d'acqua o terreni particolarmente umidi.....e.....programmare l'escursione con previsioni di bel tempo. Montarla in maniera che se c'è del vento entri. Se piove arriva il problema.
È vero che ho portato delle modifiche x la ventilazione, ma non mi trovo male. Non farei una settimana sotto l'acqua sicuramente
 
Diciamo che la monotelo ha un prezzo da pagare,l'umidità. Da diversi mesi,sto provando la ferrino sintesi 1,all'inizio mi sono trovato un po bagnato,si,ma poi ho capito che le monotelo,hanno bisogno di accortezze. Possibilmente aperte,possibilmente evitare di campeggiare in prossimità di fonti d'acqua o terreni particolarmente umidi.....e.....programmare l'escursione con previsioni di bel tempo. Montarla in maniera che se c'è del vento entri. Se piove arriva il problema.
È vero che ho portato delle modifiche x la ventilazione, ma non mi trovo male. Non farei una settimana sotto l'acqua sicuramente
ok. capisco, ma mi dici quali vantaggi hai nel pratico? Curiosità sincera perchè non capisco. io faccio di tutto per evitare gli spifferi e voi dovete andare a dormire con la tenda aperta e lo straccetto in mano.
Allora, per avere una tenda aperta, posso andare tranquillamente con una ultralight piena di zanzariera. E questa è un indicazione che date tutti.
Ma poi... il cattivo tempo è spesso un imprevisto "previsto" Da queste parti dalle marittime alle cozie, passare una notte intera senza qualche goccia d'acqua non è così scontato.
 
ok. capisco, ma mi dici quali vantaggi hai nel pratico? Curiosità sincera perchè non capisco. io faccio di tutto per evitare gli spifferi e voi dovete andare a dormire con la tenda aperta e lo straccetto in mano.
Allora, per avere una tenda aperta, posso andare tranquillamente con una ultralight piena di zanzariera. E questa è un indicazione che date tutti.
Ma poi... il cattivo tempo è spesso un imprevisto "previsto" Da queste parti dalle marittime alle cozie, passare una notte intera senza qualche goccia d'acqua non è così scontato.
Echoes,ti sei risposto da solo,si va con il bel tempo,ma si ha un buon riparo in caso di imprevisti....pagano il prezzo dell'umidità. Sono scelte. Se posso uso una zanzariera e via,ma se piove sono guai...
--- Aggiornamento ---

Nel pratico ho 900g di tenda. X Chiarezza, non è una tenda da escursioni di settimane, è una tenda da camminate veloci x qualche giorno...
 
Ultima modifica:
Voglio fare una premessa: non so se mi troverò bene, ovviamente lo spero, ma se dovessi rilevare che non fa per me non avrei problemi a tornare sui miei passi e prendere una doppio telo.

Negli ultimi giorni, causa zona rossa ho avuto tempo in abbondanza e il magico algoritmo di YouTube mi ha suggerito un video di un americano che fa thru hiking. Da lì ne ho visti diversi, di più persone, camminatori "professionisti" e semplici amatori, gente che fa 2000 miglia all'anno e gente che fa solo uscite medio brevi e in moltissimi usano tende monotelo in materiali dal costo folle (però sono leggere davvero... 500gr escluso il footprint). Non so loro come facciano con la condensa, pero camminano per mesi di fila attraversando climi a dir poco diversi. Non penso che ci riuscirei, però mi è venuto spontaneo chiedermi come facciano... O non ci ho capito una mazza io sul tipo di tende, o quei materiali evitano il problema, oppure ci convivono ritenendo più importante risparmiare peso (e lì lo risparmiano davvero... 600 grammi di tenta accessori compresi non è nulla). C'è da dire che pur di risparmiare grammi alcuni usano solo il tarp e un telo anche in mezzo alla neve... Per cui non so cosa pensare
 
Voglio fare una premessa: non so se mi troverò bene, ovviamente lo spero, ma se dovessi rilevare che non fa per me non avrei problemi a tornare sui miei passi e prendere una doppio telo.

Negli ultimi giorni, causa zona rossa ho avuto tempo in abbondanza e il magico algoritmo di YouTube mi ha suggerito un video di un americano che fa thru hiking. Da lì ne ho visti diversi, di più persone, camminatori "professionisti" e semplici amatori, gente che fa 2000 miglia all'anno e gente che fa solo uscite medio brevi e in moltissimi usano tende monotelo in materiali dal costo folle (però sono leggere davvero... 500gr escluso il footprint). Non so loro come facciano con la condensa, pero camminano per mesi di fila attraversando climi a dir poco diversi. Non penso che ci riuscirei, però mi è venuto spontaneo chiedermi come facciano... O non ci ho capito una mazza io sul tipo di tende, o quei materiali evitano il problema, oppure ci convivono ritenendo più importante risparmiare peso (e lì lo risparmiano davvero... 600 grammi di tenta accessori compresi non è nulla). C'è da dire che pur di risparmiare grammi alcuni usano solo il tarp e un telo anche in mezzo alla neve... Per cui non so cosa pensare
Convivono. Il loro interesse è fare km, non stare comodi. Ci sono fior di calcoli, soprattutto x gli ultratrail,di quanto si guadagna in resistenza,diminuendo il carico.
--- Aggiornamento ---

Dimenticavo, è gente che dorme qualche ora e va...
 
Ultima modifica:
Stanno anche molto in ambienti desertici, che in Italia magari abbiamo solo in qualche zona della Sardegna o altre zone particolari.
Qui sulle Alpi in estate il pomeriggio fa spesso nuvoloni e temporali in generale e in particolare in qualche vallata c'è quasi sempre nebbia...
 
Ultima modifica:
Stanno anche molto in ambienti desertici, che in Italia magari abbiamo solo in qualche zona della Sardegna o altre zone particolari.
Qui sulle Alpi in estate il pomeriggio fa spesso nuvoloni e temporali in generale e in particolare in quale vallata c'è quasi sempre nebbia...

Quello è vero, ma molti fanno cammino che letteralmente attraversano l'intero continente... Sicuramente in Texas o stati simili ci sarà un clima secco, ma, ad esempio in Louisiana, o negli stati della West coast l'umido c'è e si fa sentire e anche le piogge non mancano. Comunque è evidente che abbiano un altro modo di approcciare il cammino!
 
Quello è vero, ma molti fanno cammino che letteralmente attraversano l'intero continente... Sicuramente in Texas o stati simili ci sarà un clima secco, ma, ad esempio in Louisiana, o negli stati della West coast l'umido c'è e si fa sentire e anche le piogge non mancano. Comunque è evidente che abbiano un altro modo di approcciare il cammino!
E visto che ci sono mesi, se non anni, di percorso nel frattempo cambiano pure tenda :rofl:
 
@Firefox97
La Vik non è ne una monotelo ne una doppio telo, è una tenda 1,5 layer, ovvero da un telo e mezzo.
Io l' ho usata nel 2019, al mare in estate, in montagna sotto una pineta a 1450m, e a 1450 m sulla neve. In tutte e tre le volte non è piovuto. Non ho mai avuto problemi di condensa. Perchè è una tenda che ha la zanzariera sui lati lunghi, 210 cm a destra e 210 cm a sinistra, e il sovratelo delle absidi staccano da terra di 15 cm permettendo un' ottima areazione all' interno, non fa formare la condensa dovuta alla resipazione e alla trasudazione della persona che ci dorme dentro. Diversamente se piovesse e/o se ci fosse una ambiente molto umido, come con tutte le tende di questo mondo entrerebbe l' umidità nella parte interna della tenda che a lungo andare gocciolerebbe dentro il catino, se invece fosse doppio telo scenderebbe sul terreno. Se dovesse succedere non muore nessuno, si dorme nell' umido.
Certo che non tutti i giorni piove o c' è umido in Italia.
Pertanto considerando il peso veramente leggero, le dimensioni interne generose per essere una monoposto, il prezzo basso che variava dagli 83 agli 89 € su Aliexpress, l' ingombro minimo da chiusa, la velocità di montaggio e smontaggio, 2000 mm di colonna d' acqua, la si può montare sotto la pioggia che il catino non si bagna, direi che hai fatto un' ottima scelta, vedrai che te la godrai :si:
 
chiaro che stiamo discutendo per gioco di questioni di lana caprina dove chiaramente ognuno ha la sua opinione.
Ma il confronto è sempre interessante.

Senza limiti di prezzi e risorse ecco 450gr di doppio telo big Agnes.
Il vostro preciso intento mi è ormai più che chiaro.
Quello che però cerco di dire è che fare 200/300gr (o anche di più) di umidità nel sacco a pelo e negli indumenti, non è una cosa tanto impossibile.
La vostra speranza/sensazione di risparmiare peso temo vada in fumo dopo la prima notte in molte occasioni.
Sarebbe interessante pesare lo zaino carico alla sera e poi di nuovo al mattino per vedere se i grammi risparmiati togliendo un telo non finiscano in umidità all'interno dei vari tessuti.
Senza considerare la perdita di prestazione in termini di termicità dei tessuti rimasti umidi.

Certo che non tutti i giorni piove o c' è umido in Italia.
@Aspire , non saprei come funziona dalle tue parti, sulle mie alpi, forse anche per l'influenza del mare relativamente vicino a delle quote più che discrete, fa umido proprio sempre. Con rovesci ben più che frequenti. Oltre che a escursioni termiche importanti che creano fenomeni di condensa.
Ammetto che questo potrebbe più che condizionare le mie percezioni.
 
@Aspire , non saprei come funziona dalle tue parti, sulle mie alpi, forse anche per l'influenza del mare relativamente vicino a delle quote più che discrete, fa umido proprio sempre. Con rovesci ben più che frequenti. Oltre che a escursioni termiche importanti che creano fenomeni di condensa.
Ammetto che questo potrebbe più che condizionare le mie percezioni.
dalle mie parti sui monti tra i 1450 m e 1800 m, tutte le volte che ci ho dormito in tenda non ho mai avuto problemi di condensa. Vado sempre in tenda quando le previsioni del tempo sono belle. Forse sono sempre stato fortunato, magari le prossime volte sarò sfortunato e mi dovrò ricredere. Per il momento la mia storia escursionistica con le mie tende è così, senza condensa.
--- Aggiornamento ---

Screenshot_20210304-202056_Samsung Internet.jpg

Mi accorgo adesso che è uscita la Naturehike Vik da 2 persone, pesa 100g in più rispetto a quella da 1 persona.
La novità è che ha le prese d' aria anche sui lati corti della tenda. (vedi foto sotto)
20210304_201945.jpg


e con questa tenda in caso di pioggia e forte umidità atmosferica, la condensa che entrerebbe nella tenda dall' esterno, in teoria dovrebbe scivolare al suolo e non nel catino (bisognerà attendere delle recensioni).

Come dimensioni è stretta per due persone, è larga soltanto 113 cm, va bene per un adulto ed un bambino o un cane.
Tantè che pesando solo 100g in più la può prendere anche chi la usa da solo. costa su Aliexpress, spedita dalla Francia, € 125.
Screenshot_20210304-201359_Samsung Internet.jpg


Le Vik 1 e 2 sono state progettate dalla Naturehike, non hanno copiato nessuno.
 
Ultima modifica:
Ma scusa.... Ma davvero tutto quello sbattimento per mezzo kg? Cambi i tiranti e i picchetti e l'hai recuperato!! Almeno mezzo kg sarà il peso in acqua (umidità) che avranno assorbito i tuoi abiti e il tuo sacco dopo una notte li dentro. :lol: :lol: :lol:

Eh, in realtà mezzo chilo poco non è. Da vedere però se si perde in qualcosa e in cosa rispetto al modello più pesante in questo caso
--- Aggiornamento ---

Ho fatto una meravigliosa esperienza con una monotelo in estate.... Il sacco ogni mattino era completamente bagnato. Come se avessimo dormito sotto la pioggia. In bocca al lupo


Io purtroppo questo problema lo ho avuto praticamente sempre anche con la cloud up, anche se in misura minore di quanto avveniva con la arpenaz 2 che era quasi sempre fradicia
forse sono io che mi scelgo i posti sbagliati per montarla, ma già se si dorme in un pianoro (mica la si mette in pendio di solito) si creano le condizioni perchè l'umidità salga parecchio durante la notte, anche fino quasi al 100%. Poi considerando che alle quote a cui dormo di solito il suolo è erboso anche peggio, e credo ulteriormente peggio se si dorme vicino a un lago. La cosa peggiore è che così l'umidità diventa altissima anche all'interno della tenda e accentua la sensazione di freddo.
Da dire però che buona parte della condensa in entrambe rimane nel telo più interno ma dalla parte rivolta verso l'esterno; per cui nelle monotelo non può che essere peggio.

--- Aggiornamento ---

Alla fine avevo preso la CloudUP 1...
1,7Kg doppio telo autoportante

La vik non esisteva ancora mi pare.

Ma mi pare che la mia cloudup 2 pesi 1.6, come fa a pesare di meno di quella da un posto? :-?
 
Ultima modifica:
Alto Basso