Tenda tepee/a piramide 8 posti, per squadriglia/famiglia?

Salve a tutti,

qui da noi si sta discutendo di quale tenda prendere per una squadriglia scout APPENA formata e di età media... 12 anni, con budget molto limitato. Quindi i requisiti (che potrebbero essere validi anche per una famiglia, da cui il titolo del post, ma anche per un gruppo di amici che volesse provare il campeggio senza spendere troppo) sono:
  • peso e ingombro più ridotti possibile (questa è la cosa più importante: costo a parte, roba tipo le jamboree della ferrino è da escludere, pesano più di alcuni di loro. Se gliele regalassero, non potrebbero comunque portarsele in spalla per distanze non brevissime...)
  • costo idem
  • uso: uscite nel weekend anche invernali nel Lazio, ma in quel caso in pianura o collina, certo mai sulla neve o comunque in quota. Campi estivi fissi in Appennino centrale, ~1000 mt)
  • impermeabilità e robustezza: vedi sopra. Chiaramente non possiamo aspettarci prestazioni davvero 4 stagioni, ma nemmeno ci servono.
  • posti: 8 (costi a parte, è importante che stiano tutti insieme, due tende da 4 posti non andrebbero bene)
Tenendo conto di tutto questo, forse una tenda a tepee/piramide, tipo una di queste due (tutte e due colonna d'acqua 5000 mm, personalmente mi piace più la seconda):
non sarebbe certo il massimo delle prestazioni, ma potrebbe essere una soluzione accettabile. Ho dormito in una tenda così d'inverno, qualche anno fa (~5/10 gradi, TANTA umidità) senza particolari problemi. Quei modelli pesano e costano (parecchio) meno non solo delle canadesi tipo Jamboree, ma anche di tutte le tende a casetta, o igloo/con paleria in vetroresina che conosco. Inoltre, cosa da non trascurare visti gli utenti, sono anche più molto semplici da montare, e forse anche meno fragili di quelle a igloo (ripeto: non in assoluto, ma considerando gli utenti. Ancora più chiaro: mi sembra che ragazzi di quell'età, senza esperienza, avrebbero più probabilità di rompere, montandola, una tenda a igloo che una così).

Che ne dite? Sembra anche a voi una buona soluzione, per questa specifica situazione? Altri modelli da consigliare?

Grazie in anticipo per qualsiasi risposta.
 
ciao,hai scartato l'ipotesi di due 4 posti....ma credo che due affiancate molto vicine unite a tunnel da un telo siano come una 8 posti a due stanze inoltre potrebbero dividere il peso su più portatori
 
Beh, considerando che mio figlio che adesso è in Clan con la sua squadriglia ogni volta che andavano fuori per bivacchi si portavano la tenda modello con paleria da che da sola pesa come una delle due, le due indicate mi sembrano dei bei prodotti, direi la Mojave che pesa il 25% di meno, non devono spezzarsi al schiena hanno pur sempre 12 anni, ed anche il costo che vedo con un minimo di autofinanziamento dovrebbero riuscire a coprirlo, per le esigenze indicate potrebbe andare bene. E' un gruppo numeroso questo, complimenti vuol dire che da voi gli scout tirano ancora, qui a genova abbiamo dovuto fare di due gruppi uno solo per scarsità di capi.
 
Sai cosa è @alien62 che sono consuetudini scoutistiche, un gruppo una tenda. In effetti potrebbero avere un peso maggiormente suddiviso e montare un campo come hai indicato te. Bisogna vedere cosa dicono i capi...ci sono anche motivi educativi o comunque di progetto etc etc, almeno da mia decennale esperienza con figli scout
 
ciao,hai scartato l'ipotesi di due 4 posti....ma credo che due affiancate molto vicine unite a tunnel da un telo siano come una 8 posti a due stanze inoltre potrebbero dividere il peso su più portatori
ciao Alien62,

a rigor di termini hai ragione, ma mi pare che nella specifica situazione indicata l'ipotesi "due tende da 4" comunque non convenga. A parte il fatto che, per motivi non rilevanti qui è preferita la sistemazione in UNA camera sola, facendo come dici tu è vero che avremmo un peso complessivo probabilmente maggiore, ma distribuito in più colli, più leggeri, su più persone. Però avremmo comunque:
  • costo complessivo quasi doppio, temo,e difficoltà di montaggio maggiori
  • maggiori probabilità di perdersi qualcosa. Più colli ci sono da fare e portare, peggio è da quel punto di vista.
  • (forse) maggiore probabilità di guasti. Sarò paranoico, ma entrare e uscire anche di notte da una apertura grande mi pare più "sicuro", in QUEL caso, di chinarsi per l'apertura di una tenda più piccola, passare attraverso il telo del tunnel...
quindi èvero che la leggerezza è fondamentale, ma poichè con quei modelli saremmo già a soli 12 o 10 kg complessivi, ciè comunque un terzo di una canadese... ho l'impressione che sarebbero comunque un compromesso costo/peso/semplicità accettabile.
 
Sai cosa è @alien62 che sono consuetudini scoutistiche, un gruppo una tenda. In effetti potrebbero avere un peso maggiormente suddiviso e montare un campo come hai indicato te. Bisogna vedere cosa dicono i capi...ci sono anche motivi educativi o comunque di progetto etc etc, almeno da mia decennale esperienza con figli scout
esatto, questi e altri sono proprio i "motivi non rilevanti qui" cui ho accennato nell'altra mia risposta. E comunque, anche ignorando quelli, anche solo sul piano tecnico, visti gli utenti, vale quanto ho scritto nell'altra risposta
 
ho appena realizzato che del primo modello indicato esiste anche la versione a 8 posti, quindi in realtà il confronto sarebbe fra queste due:
e se è così, a meno che non arrivino pareri contrari, recensioni negative o segnalazioni di errori nel mio ragionamento di partenza... forse il criterio di scelta diventa "quale farà meno condensa?"

A guardare le foto, forse la ShoShone, che pare avere uno sfiatatoio in cima più grande. Che dite?
Altri motivi per preferire l'una all'altra?
 
belle le due tende, la prima sembra effettivamente più ventilata, la seconda ha le pareti in basso più verticali quindi è meglio sfruttabile (ma essendo bambini non penso ci siano problemi di spazio con 8 posti).
l'unica attenzione e sulla quantità di fili che devono essere tirati e a cui i bambini poi devono fare attenzione.
spero e immagino che ci sarà un adulto a supervisionare
 
Sbaglio o le tende proposte non sono divisibili ? Mi spiego sovratelo e catino non sono un unico pezzo ? Se sì ci sarà qualcuno che si dovrà caricare nello zaino l'80% del peso complessivo oltre alla sua "dotazione"..... boh non mi sembra il massimo :)

Ciao :si:, Gianluca
 
Ultima modifica:
:offtopic:

Ma a prescindere da quanto detto "prima" se è una "squadriglia", agesci, che io sappia, normalmente non fanno campi in movimento ma bensì stanziali con un supporto logistico che porti sú, ad esempio, il pentolame piuttosto che la cambusa ect ect, questo porta ad utilizzare tende, ad esempio la jamboree che, ovviamente, non nasce per essere portata a spalle.

Una tenda, canonica, è composta da un sovratelo, una camera, paleria e, visto la tipologia, un telo da porre sotto la tenda, sono alla fine quattro sacche per, più o meno, altrettanti zaini (a prescindere se poi sono in otto) ...... mi sembrano pesi alla fine cospicui per dei dodicenni considerando che poi avranno sacco a pelo, materassino, cibo, fornellino ect ect. immaginando appunto di essere autonomi.

Ai miei tempi ok non fanno testo, ma quelli di mio figlio non sono poi secoli fa ma nessuna squadriglia si portava a spalle la tenda ......

Comunque io sarei molto perplesso se mi suggerissero una monotelo per otto persone per via della condensa in particolar modo in situazione di pioggia o vento dove lasciare aperti sfiati o finestre è più complicato se non impossibile.

Premetto che però io sono critico verso le mono telo a prescindere dal numero di occupanti e che le mie conoscenze, ed esperienze, sono datate, per cui non escludo di essere solo prevenuto.

Ciao :si:, Gianluca
 
Ultima modifica:
Sbaglio o le tende proposte non sono divisibili ? Mi spiego sovratelo e catino non sono un unico pezzo ?
normalmente non fanno campi in movimento ma bensì stanziali con un supporto logistico...
Ai miei tempi ok non fanno testo, ma quelli di mio figlio non sono poi secoli fa ma nessuna squadriglia si portava a spalle la tenda ......
Comunque io sarei molto perplesso se mi suggerissero una monotelo per otto persone per via della condensa in particolar modo in situazione di pioggia o vento dove lasciare aperti sfiati o finestre è più complicato se non impossibile.
Ciao Gianluca e grazie per le osservazioni che non mi sembrano affatto off topic, anzi: mi aiutano a riflettere bene prima di consigliare o no questa spesa. Andando con ordine:
  1. peso e divisibilità del medesimo: è vero che telo e catino sono un unico pezzo, ma il peso complessivo è talmente basso (9 o 9.5 Kg) che anche se quel "pezzo" dovesse pesare il 70-75% del totale (non credo di più, perché palo e picchetti sono in acciaio: comunque ho già chiesto ai costruttori, vi farò sapere) sarebbe comunque MOLTO meno di quanto ti devi incollare in spalla con tende canadesi, e forse anche a igloo, della stessa capienza.
  2. campi stanziali e "nessuno che si porta a spalle la tenda": per quanto mi riguarda, quanto scrivi è vero ma, appunto, solo per i campi stanziali estivi: ~10 giorni nello stesso posto, con pullman o furgoncino che per forza portano tutto (tenda, pentolame, viveri, tutto....) fino nel posto esatto dove si campeggerà. Ma, sempre per quanto mi riguarda, e indipendentemente dal prezzo il problema VERO delle tende pesanti che "nessuno si porta a spalle" è che ti costringono a vivere così TUTTO IL RESTO DELL'ANNO. Cioè: se accetti una tenda che non si può portare a spalle, non puoi fare nessuna escursione DECENTE in tenda nei weekend da ottobre a luglio. In tutti quei casi servirebbe solo la tenda, NON tutte le altre casse di materiale del campo estivo. E anche lo zaino personale sarebbe molto più leggero. Ma se la tenda da sola non si può portare a spalle, ti sei comunque condannato a non campeggiare mai durante l'anno, se non nei giardini di convento, basi scout, campeggi recintati e simili. Se invece puoi spostarti anche di soli 5km (sempre di ragazzini parliamo) da dove possono arrivare pulmini, pulmann e corriere... ti cambia il mondo. L'esigenza di avere tende più leggere possibile, pur rispettando tutti gli altri limiti che ho citato (costo, camera unica, eccetera...) nasce da quello, non certo dal campo estivo.
  3. pioggia e condensa: se dobbiamo fidarci delle recensioni in inglese che ho postato, quelle tende reggono entrambe abbastanza bene, nelle condizioni previste. Se poi qualcuno qui ha informazioni o esperienze precise su quel tipo di tessuto, forma della tenda, le loro prestazioni, la reputazione del fabbricante eccetera, ben vengano, è per questo che son qui :)

quanto alla scelta fra un modello e l'altro, concordo con te... hanno tutti e due 4 metri di diametro, ma la Mojave mi pare sfruttarli meglio, grazie ai muretti verticali; mentre la Shoshone mi pare più ventilata... che dire? altre opinioni?
 
la mojave è dotata di zanzariere sia sull'ingresso che nelle finestre laterali, ,,,l'altra sembra averle ma nel descrittivo non sono menzionate,..sarebbe da accertarsene. le zanzariere fanno la differenza..
 
:offtopic:

@MarcoF premesso che ognuno, come persona, come famiglia, come gruppo scautistico ect ect, è libero di fare ciò che ritiene opportuno senza dover rendere conto ad un estraneo (come il sottoscritto), normalmente, parlando di reparti agesci, che io sappia, ci sono delle attività che si fanno ed altre che non si fanno e questo a prescindere da quello che, concedimi il termine, un "civile" farebbe (le tue osservazioni non sono illogiche, anzi) sia per motivi assicurativi, sia per motivi di responsabilità e sia perché il percorso "educativo" è strutturato in un determinato modo, e questo porta, sempre normalmente e sempre in base al mio vissuto, a fare delle scelte che non prevedono l'autonomia delle squadriglie al di fuori del contesto del gruppo come lo sarà, invece, nel momento in cui ci sarà il passaggio al noviziato dove non esisteranno neanche più le squadriglie.

Ora semplici fine settimana, sempre a livello di reparto, per cui squadriglie, in tenda di squadriglia è, per me, una novità non per altro perché, i pochi o tanti, reparti che ho visto hanno un parco tende che non si presta a questo tipo di attività tant'è che esistono strutture ad hoc sparse un pò in tutta Italia, per cui non solo i prati dietro le chiese, che permettono di dare alloggio ai reparti anche per un solo fine settimana ....... poi uno può decidere di voler fare altro e di conseguenza si adegua ....... nulla lo vieta :)

Tutto il mio discorso lo considero fuori dal contesto, ovvero off topic, poichè si parla non di tende in sè ma di comportamenti che se il vostro gruppo ha deciso di intraprendere, alla fine, riguarda solo voi :)

Ciao :si:, Gianluca
 
Io mi permetto di andare contro corrente e di ritornare alle origini proponendoti la classica tenda da squadriglia. Secondo il mio personale punto di vista al costo di un peso maggiore avrai sicuramente una tenda in grado di resistere anni, modulabile (nel senso che è possibile montare solo il sovratelo), ed in grado di affrontare qualsiasi condizione climatica. Considera che quando tu fissi ad inizio anno la data di un campo (sia esso estivo piuttosto che invernale) molto difficilmente poi avrai modo di spostarlo se le condizioni non saranno proprio ottimali. Questa tenda al contrario garantisce, se ben montata, di rimanere sempre in piedi e di mantenere all'asciutto chi ci dorme dentro.

Aggiungo che nel caso se ne abbia più di una è possibile montarle accoppiate (con gli ingressi contrapposti) una di fronte all'altra e senza il telo interno, ed aggiungendo ai pali delle prolunghe si realizza senza problemi una struttura in grado di ospitare un cerchio (o un quadrato a seconda della branca), ed ecco fatto che anche in caso di uscita giornaliera con tempo instabile si riesce a garantire un minimo di copertura per le attività comuni.
 
Mi accodo a @_Manuel_ nel rilanciare la classica "brownsea" o "scout", a seconda della marca. Nella mia esperienza di reparto e cambusiere, il peso è sempre stato gestibile, una volta suddivisa nei suoi quattro pezzi (catino, casetta, soprattetto e paleria...) li si porta tranquillamente anche in uscite di un weekend (i rimanenti squadriglieri portavano bidone e pentole)... Tenete presente che lo zaino per un'uscita era ben più leggero dello zaino per il campo.

Nella mia esperienza inoltre la tenda, una volta montata, rimaneva montata tutto il campo... anche nel caso si andasse in hike di sq, ci si portava solo il telone di plastica e qualche corda. La tenda quattro pezzi classica inoltre consente la realizzazione di sopraelevate, potendola montare senza catino sopra l'intelaiatura che regge le amache. Una tenda monopezzo non te lo consente.

Tende del genere costano ma rimangono poi patrimonio del reparto... io usavo tende vecchie di una quindicina d'anni ma ancora in ottime condizioni. Basta averne cura e provvedere a manutenzione periodica (impermeabilizzante, riparare eventuali strappi nel catino, asole per i tiranti), cosa che una sq seguita da qualcuno con più esperienza è benissimo in grado di fare.
 
Cerco di rispondere tutto insieme agli ultimi tre commenti su metodo scout, autonomia sq. e pregi delle tende classiche...
  1. in generale, ma a livello strettamente "tecnico/metodologico", tutte le considerazioni e i suggerimenti che ho letto sono cose che conosco e ho fatto personalmente. Dal far durare una tenda 10+ anni, al portare parti di tende che pesavano poco meno di me. Di metodo in generale ne discuterei per giorni, se potessi, ma qui è off topic e soprattutto non cambia la realtà di questo specifico caso, ovvero:
  2. le canadesi da 8 tipo bronwsea eccetera, NUOVE, sempre da 700 a 1000 Euro costano, a seconda di modello, fornitore, rivenditore...Ma nel caso in esame, una somma come quella è quasi impossibile procurarsela entro l'estate, punto, autofinanziamento o no. Primo, perché parliamo di ragazzini alle prime armi, secondo perché puoi essere chi vuoi, ma se vivi in un quartiere dove la gente non ha soldi da darti, soldi non ne fai.
  3. Canadesi da 8 usate? Ne stavo cercando da novembre, ancora zero. Ma se me ne regalaste una oggi, non cambierebbe niente. Sempre troppo pesanti sono, per quei ragazzi, per qualsiasi cosa in cui ci sia da trasportarle anche a pezzi più di 500 metri. Mentre una tenda come queste, quando vai fuori nel weekend con, come giustamente dite voi, lo zaino quasi vuoto, volendo ci entra dentro, a UN solo zaino (è 1 sacco 9,5kg. 65x20x20cm, cioè 26 litri)
  4. in sostanza, nel caso di cui parlo, la differenza è fra fare attività in tenda dal prossimo mese, anche durante l'anno, o non farla per niente. Per poi magari ritrovarsi a luglio senza tenda, e ancora senza abbastanza soldi per comprare una brownsea nuova.
  5. ribadisco che di metodo non mi pare opportuno parlare ancora qui, ma una cosa ci tengo a dirla, senza pretendere di dare lezioni generali a nessuno: nel caso di cui parlo, quanto sopra vale anche se facesseroSOLO le "attività che [sicuramente] si fanno", cioè solo uscite di gruppo, solo nei giardini delle parrocchie, o basi scout e simili. Ma devono essere uscite in tenda, perché per fare quello sono venuti, è solo quello che li ha "affascinati". Se gli propongono di dormire in camerate fino all'estate, rispariscono prima in mezzo alla strada. Ma soldi per tende "nobili" non ne hanno, e abbastanza muscoli per smuoverle, finchè non crescono ancora, nemmeno.
 
Salve a tutti,

qui da noi si sta discutendo di quale tenda prendere per una squadriglia scout APPENA formata e di età media... 12 anni, con budget molto limitato. Quindi i requisiti (che potrebbero essere validi anche per una famiglia, da cui il titolo del post, ma anche per un gruppo di amici che volesse provare il campeggio senza spendere troppo) sono:
  • peso e ingombro più ridotti possibile (questa è la cosa più importante: costo a parte, roba tipo le jamboree della ferrino è da escludere, pesano più di alcuni di loro. Se gliele regalassero, non potrebbero comunque portarsele in spalla per distanze non brevissime...)
  • costo idem
  • uso: uscite nel weekend anche invernali nel Lazio, ma in quel caso in pianura o collina, certo mai sulla neve o comunque in quota. Campi estivi fissi in Appennino centrale, ~1000 mt)
  • impermeabilità e robustezza: vedi sopra. Chiaramente non possiamo aspettarci prestazioni davvero 4 stagioni, ma nemmeno ci servono.
  • posti: 8 (costi a parte, è importante che stiano tutti insieme, due tende da 4 posti non andrebbero bene)
Tenendo conto di tutto questo, forse una tenda a tepee/piramide, tipo una di queste due (tutte e due colonna d'acqua 5000 mm, personalmente mi piace più la seconda):
non sarebbe certo il massimo delle prestazioni, ma potrebbe essere una soluzione accettabile. Ho dormito in una tenda così d'inverno, qualche anno fa (~5/10 gradi, TANTA umidità) senza particolari problemi. Quei modelli pesano e costano (parecchio) meno non solo delle canadesi tipo Jamboree, ma anche di tutte le tende a casetta, o igloo/con paleria in vetroresina che conosco. Inoltre, cosa da non trascurare visti gli utenti, sono anche più molto semplici da montare, e forse anche meno fragili di quelle a igloo (ripeto: non in assoluto, ma considerando gli utenti. Ancora più chiaro: mi sembra che ragazzi di quell'età, senza esperienza, avrebbero più probabilità di rompere, montandola, una tenda a igloo che una così).

Che ne dite? Sembra anche a voi una buona soluzione, per questa specifica situazione? Altri modelli da consigliare?

Grazie in anticipo per qualsiasi risposta.
Io mi permetto di andare contro corrente e di ritornare alle origini proponendoti la classica tenda da squadriglia. Secondo il mio personale punto di vista al costo di un peso maggiore avrai sicuramente una tenda in grado di resistere anni, modulabile (nel senso che è possibile montare solo il sovratelo), ed in grado di affrontare qualsiasi condizione climatica. Considera che quando tu fissi ad inizio anno la data di un campo (sia esso estivo piuttosto che invernale) molto difficilmente poi avrai modo di spostarlo se le condizioni non saranno proprio ottimali. Questa tenda al contrario garantisce, se ben montata, di rimanere sempre in piedi e di mantenere all'asciutto chi ci dorme dentro.

Aggiungo che nel caso se ne abbia più di una è possibile montarle accoppiate (con gli ingressi contrapposti) una di fronte all'altra e senza il telo interno, ed aggiungendo ai pali delle prolunghe si realizza senza problemi una struttura in grado di ospitare un cerchio (o un quadrato a seconda della branca), ed ecco fatto che anche in caso di uscita giornaliera con tempo instabile si riesce a garantire un minimo di copertura per le attività comuni.
Cerco di rispondere tutto insieme agli ultimi tre commenti su metodo scout, autonomia sq. e pregi delle tende classiche...
  1. in generale, ma a livello strettamente "tecnico/metodologico", tutte le considerazioni e i suggerimenti che ho letto sono cose che conosco e ho fatto personalmente. Dal far durare una tenda 10+ anni, al portare parti di tende che pesavano poco meno di me. Di metodo in generale ne discuterei per giorni, se potessi, ma qui è off topic e soprattutto non cambia la realtà di questo specifico caso, ovvero:
  2. le canadesi da 8 tipo bronwsea eccetera, NUOVE, sempre da 700 a 1000 Euro costano, a seconda di modello, fornitore, rivenditore...Ma nel caso in esame, una somma come quella è quasi impossibile procurarsela entro l'estate, punto, autofinanziamento o no. Primo, perché parliamo di ragazzini alle prime armi, secondo perché puoi essere chi vuoi, ma se vivi in un quartiere dove la gente non ha soldi da darti, soldi non ne fai.
  3. Canadesi da 8 usate? Ne stavo cercando da novembre, ancora zero. Ma se me ne regalaste una oggi, non cambierebbe niente. Sempre troppo pesanti sono, per quei ragazzi, per qualsiasi cosa in cui ci sia da trasportarle anche a pezzi più di 500 metri. Mentre una tenda come queste, quando vai fuori nel weekend con, come giustamente dite voi, lo zaino quasi vuoto, volendo ci entra dentro, a UN solo zaino (è 1 sacco 9,5kg. 65x20x20cm, cioè 26 litri)
  4. in sostanza, nel caso di cui parlo, la differenza è fra fare attività in tenda dal prossimo mese, anche durante l'anno, o non farla per niente. Per poi magari ritrovarsi a luglio senza tenda, e ancora senza abbastanza soldi per comprare una brownsea nuova.
  5. ribadisco che di metodo non mi pare opportuno parlare ancora qui, ma una cosa ci tengo a dirla, senza pretendere di dare lezioni generali a nessuno: nel caso di cui parlo, quanto sopra vale anche se facesseroSOLO le "attività che [sicuramente] si fanno", cioè solo uscite di gruppo, solo nei giardini delle parrocchie, o basi scout e simili. Ma devono essere uscite in tenda, perché per fare quello sono venuti, è solo quello che li ha "affascinati". Se gli propongono di dormire in camerate fino all'estate, rispariscono prima in mezzo alla strada. Ma soldi per tende "nobili" non ne hanno, e abbastanza muscoli per smuoverle, finchè non crescono ancora, nemmeno.
Trovo molto interessante il concetto che tu proproni, diciamo (se ben intuisco) da scout di frontiera, e da vecchio capo scout ti dico che la tua potrebbe essere una ottima idea quella di riportare lo scautismo nei boschi per fare una proposta più vicina alle loro aspettative.

Le tende che tu proponi sono indubbiamente molto economiche, entrambe hanno il limite di essere monotelo che in certe condizioni stagionali può essere un problema:
  • sul telo si formerà condensa che colerà ai bordi interni della tenda
  • quando i ragazzi toccheranno il telo si bagneranno
  • quando soffierà vento e pioverà entrerà acqua dall'ingresso tenda.
Detto questo i due modelli possono avere pro e contro diversi:
  • Shoshone risulterà forse più riparata nell'ingresso, ma formerà più condensa al contatto;
  • Mojave sarà meno riparata all'ingresso, ma probabilmente le pareti della tenda risulteranno un pochino più distanti e scoleranno un pochino più all'esterno, quindi si ridurrà un pochino la condensa di contatto.
Sono quindi entrambe tende con grossi limiti, ma forse con la Mojave potresti ottenere qualcosa di più e risolvere meglio i problemi residui.

Esiste anche una terza possibilità che è una tenda canadese monotelo, ma a cui si può aggiungere un telo realizzato più artigianalmente come soprattelo. Onestamente non saprei però quale opzione scegliere, tra Mojave e una canadese a telo singolo con integrazione.

In ogni caso tienici/mi aggiornati/o sono molto interessato alle tue esperienze/proposte scautistiche.

Buona strada
Stambecco disponibile
 
rimane il problema di far portare ad un bambino un peso di 7-8 chili se la tenda non è divisibile.
per il resto sono con te...
Vero, ci ho pensato. Le soluzioni, sempre nel mio caso, senza generalizzare eccetera, sarebbero a seconda dei casi (quale funzionerà meglio lo sapremo solo provandole...):
1) un'imbragatura di cinghie o cordino per portarla in due alla volta
2) fanno a turno, appoggiandosela sulle spalle
3) combinazione di 1) e 2)
4) e nei casi in cui c'è un adulto al seguito, cioè praticamente sempre, può sempre metterselo LUI, nello zaino, quel pezzo,
 

Discussioni simili


Alto Basso