terza guerra mondiale

oggi pomeriggio mi suona il cellulare. una mia amica, che non ama molto la tv, mi scrive preoccupatissima chiedendomi se e' vero che sta per iniziare la terza guerra mondiale.

mi sono sentito assurdo. se le dico che stiamo rischiando, lei si agita. se non le dico nulla, lei pero' non si prepara nulla di scorte. alla fine le ho detto che trump sta tirando troppo la corda e che c'e' da stare attenti ma speriamo nella diplomazia e finita li, ma ammetto che mentre lo scrivevo sapevo che non posso prevedere nulla.

i segnali non sono rassicuranti, personalmente credo che almeno in italia possiamo pero' stare abbastanza tranquilli.

cosa ne pensate?
 
lei pero' non si prepara nulla di scorte
Se dovesse, realmente, scoppiare la terza guerra mondiale, come ci è stata prospettata dagli anni 50 in poi, le uniche scorte che avrebbero senso sono il carburante per l'astronave che ti porta su un altro pianeta.
cosa ne pensate?
Troppo presto per dire qualcosa, inoltre, ad oggi non c'è ancora una presa di posizione da altri "big" ma dubito che ci sarà qualcosa di particolarmente grave, poi tutto può cambiare.

Per quel poco che ci capisco.

Ciao :si:, Gianluca
 
salute,personalmente più che di una guerra mondiale sono preoccupato della diffusione sempre maggiore di malattie immuno resistenti e quindi mortali come la meningite che sta mietendo vittime e per quanto se ne parli ai tg non sembra che le a.s.l. la prendano molto seriamente la prova è che ieri al tg dicevano che avevano scorte limitate di vaccino per circa 250 persone! ma scherzano? la salute è un diritto e visto il moltiplicarsi dei casi negli ultimi anni avrebbero perlomeno dovuto premunirsi ,speriamo che prendano provvedimenti rapidi e anche che quel ragazzo di 16 anni che è l'ultimo ricoverato ne tiri via le gambe.
 
chi mi ha mandato questo messaggio ha 15 anni ed è uno dei bocia che vengono su in montagna con lo snowboard (anche se lui è più sciatore).

Da: piola(+393491332XXX)
Data Ora: 01/05/2020 03:56:07
-------------------------------------
Cosa ne pensi del fatto che sta per scoppiare una guerra?

Cosa ne penso ? Che hanno scassato i maroni,probabilmente trump aveva da fare se no la notizia ci avrebbe rotto le "scatole" durante le vacanze di natale perchè i giornalisti cercano sempre il pezzo riempi pista quando la gente è in ferie. Altrimenti non si deprime e non va a fare la spesa. Un anno lo tsunami,un anno welby e adesso questa è arrivata tardi.
Che poi a casa mia non sarebbe entrata perchè l'antenna è staccata fino ancora a stanotte,la attacco solo per vedere una serie televisiva nel quale appare una modella australiana che mi ispira i più "feroci sentimenti riproduttivi" (Emma Ishta ).

Penso che ALMENO per ora non ci sia affatto da preoccuparsi,e se la cosa dovesse degenerare ,anche se arrivasse al momento del "pulsante rosso" (ma NON CI ARRIVA,saremmo già saltati negli anni 70) comunque non è un "nostro" problema.

Mi dispiace per tutti quelli che adesso mi diranno ma "tu" hai il benessere.....benessere conquistato facendosi il mazzo in fabbrica e per tanto "da me" pienamente autorizzato

Non ho sentito preoccuparsi nè i militari italiani nè il nostro ministro della difesa,non mi risulta che ci sia gente con i sacchi di sabbia alle finestre o l'elmetto in testa,anche se in certe zone di grandi città qualche rischio c'è.

E' da secoli che la pentola mediorientale bolle con lava e lapilli,ed è un mio diritto,almeno fino a che non succede qualcosa da lampedusa in su non preoccuparmi.

Perchè è proprio quello che vogliono...
 
Personalmente penso che a prescindere che Trump tiri troppo la corda il fatto e che la reazione da parte dell'integralismo islamico avviene in maniera vigliacca e subdola organizzando attentati kamicaze contro I civili rivendicandoli poi con orgoglio e allo stesso tempo con disprezzo nei confronti di tutto il popolo occidentale.
La terza guerra mondiale e scoppiata ormai da anni ed.e la guerra del petrolio tra le superpotenze mondiali, quando scoppio' la guerra nel golfo sadam ussein non.fece neanche in tempo a mettere il naso in kuwait che gli americani erano gia' li, la cina invade il Tibet spazzando via monasteri e una civilta' millenaria uccidendo monaci e esiliando il Dalhai lama e poi ci troviamo le rappresentanze cinesi ai convegni mondiali della pace.
Per quanto mi riguarda siamo gia' in guerra e mio avviso la peggiore di tutte
 
Trump ha fatto una mossa azzardata per riguadagnare consenso elettorale e distrarre l'attenzione in vista della discussione in senato per l'impeachment in gennaio, del tipo:"Oh raga, ho ruttato in faccia a tutti voi e quello lì che gli ho pisciato in bocca ora se l'è presa e vuole picchiarci tutti: volete fermare i miei rutti o i suoi pugni?"

Finché ci saranno zone di influenza e risorse da spartire in Africa e in Medio Oriente non ci sarà la guerra, a parte azioni chirurgiche e mirate contro obiettivi di facile resistenza: terrorismo, che sia fatto dal drone americano o dal kamikaze arabo. Le grandi potenze non vorranno mai ricorrere alla forza come in passato, a mio avviso: si rendono benissimo conto di cosa potrebbe accadere. La guerra più profonda e sottile che già sta avvenendo è quella culturale, con i nuovi tentativi di eliminazione delle minoranze (per esempio i curdi e i musulmani uiguri in Cina), l'ostentata affermazione della propria identità culturale con creazione di nuove barriere e isolamento e l'avvento delle nuove tecnologie, che serviranno anche ad aumentare il potere di chi già lo gestisce esercitando un maggiore controllo nelle proprie sfere di influenza.

Il tema caldo di quanto successo a questo punto è la questione europea: cosa avverrà nell'Unione? Chi si schiererà con chi, se altri fatti del genere dovessero accadere? Già la Gran Bretagna ne sta uscendo, entrando sotto la sfera di influenza degli USA; Francia e Germania provano a dire la loro, denunciando l'inutilità delle violenze, ma nessuno li caga perché deh, da noi in Europa vengono a venderci la loro roba, a mangiare e a fare foto, mica a parlare di politica. In Italia?

L'Italia è un porto. Sembra che un numero imprecisato di militari americani, fra i 130 e i 700, verranno trasferiti dalla base di Vicenza a Camp Darby, qua a Pisa, per essere spediti in Libano. Proprio qua, a Pisa, Camp Darby custodisce l'arsenale statunitense di munizioni e attrezzatura da campo più GRANDE fuori dall'America. Di recente, prima che avvenisse il fattaccio iraniano, è stato dato il via libera per la costruzione di nuovi binari fra Livorno e Pisa per aumentare la capacità e velocità di trasporto del materiale in arrivo via nave all'interno della base. Questi la sanno lunga.

Nel dubbio ricomincio a tirare con l'arco e mi tengo pronto lo zaino, che non si sa mai ;)
 
Ma sono gli USA i terroristi, i violenti e assassini. Da sempre.
Ci tengono un coltello alla gola con tutte le loro basi militari e fanno QUELLO CHE VOGLIONO senza che nessun politico dei nostri apra bocca.
Certo i nostri sono stati in parte ammazzati e in parte comprati già dagli anni '70 quando la CIA portava borse piene di soldi al parlamento per spostare voti sulla DC, organizzava attentati e rapimenti che rimarchiava "BR" .

80 anni di occupazione solo perché un tizio e qualche sciroccato hanno deciso di seguire baffetto, ma per favore!
In quest'ultima storia ci vedo un solo colpevole : Trump. Che ha commissionato questo omicidio perchè è sotto inpeachment, così prova la carta del "commander in charge" che piace tanto ai decerebrati.

Nulla di nuovo perché americani e israeliani sono specializzati in esecuzioni extraprocessuali. Qualche volta fanno fuori anche i nostri giornalisti e lo fanno passare per un rapimento terrorista. Nessuno commenta, nessuno critica.

Tralaltro hanno colpito uno che non si nascondeva, e aveva combattuto contro l'isis (che poi l'ho sempre detto è un parto della cia e dei turchi al solo scopo di controllare il gas).
Correggetemi se sbaglio, anche se con la confusione mediatica ad hoc è facile che vi sbagliate anche voi; una cosa è certa, così non si fa! Dove cacchio è la diplomazia? La legge internazionale?
Noi dobbiamo seguire la legge, facciadasuinobertuccia invece no. A lui non frega niente dei soldati americani che ci vanno di mezzo. A lui non frega niente degli investimenti che l'Italia ha fatto in Iran.
Questo presidente è un egomaniaco pericoloso.
Il pulsante lo ha premuto lui, e nessun altro, è un pazzo che non ha consultato nemmeno il congresso. Ora dice che ha mandato un tweet. Che mondo di emme. Spero che non lo rieleggano.
 
sinceramente non seguo molto i tg e l'attualita', ma mi sembra che i media abbiano fatto passare l'attacco quasi fosse una " mattata" di Trump, della serie" mi sto annoiando, quasi lancio un paio di missili sull'Irak cosi' mi diverto un po'". In realta' credo la cosa bollisse da tempo, non credo che Donald sia cosi' sprovveduto da lanciare missili ad cazzum, poi magari mi sbaglio e veramente quel giorno non sapeva che fare e gli e' saltato il grillo..
Detto questo non credo che si arrivera' alla terza guerra mondiale, e' praticamente dal '46 che se ne parla, quasi dovesse scoppiare da un momento all'altro, mi ricordo ( andavo in prima media) la prima guerra del golfo, la supercoalizione di ennemila paesi ( anche l'Italy) contro il cattivone Saddam, ricordo che la gente faceva scorte nei supermercati per paura della guerra, poi arrivo' l' 11 settembre e molti credevano di vedere gia' la mattina del 12 i funghi nucleari sull'Afghanistan.
Poi un paio d'anni fa fu il turno del tizio nordcoreano, quello che amava giocare con i petardoni facendo gara con tutto il mondo a chi c'e' l'ha piu' grosso, che pareva dovesse dichiarare guerra al mondo intero ( che fine ha fatto?)
Secondo me, alcune persone, e non parlo di governanti o fabbricanti di armi, ma persone "comuni" sarebbero quasi quasi contente di vedere la ww3 , dopo anni che se ne parla, e dopo anni a dire " ecco, ci siamo.." quasi quasi ci sperano di vederla veramente, su facebook si leggono post di gente che si vede gia' col fucile in spalla ( e altri che pensano come fare per fuggire in Svizzera)
secondo me non succedera' niente, l'Irak fara' la voce grossa per un po', ma non credo si arrivi ad una guerra, e men che mai al pulsante dell'apocalisse, nessun paese attualmente vuole una guerra mondiale, sanno benissimo come andrebbe a finire, hanno l'esempio della seconda guerra mondiale e nessuno vuole ripetere un simile macello.
 
oggi pomeriggio mi suona il cellulare. una mia amica, che non ama molto la tv, mi scrive preoccupatissima chiedendomi se e' vero che sta per iniziare la terza guerra mondiale.

mi sono sentito assurdo. se le dico che stiamo rischiando, lei si agita. se non le dico nulla, lei pero' non si prepara nulla di scorte. alla fine le ho detto che trump sta tirando troppo la corda e che c'e' da stare attenti ma speriamo nella diplomazia e finita li, ma ammetto che mentre lo scrivevo sapevo che non posso prevedere nulla.

i segnali non sono rassicuranti, personalmente credo che almeno in italia possiamo pero' stare abbastanza tranquilli.

cosa ne pensate?
Potresti dirle di continuare ad avere fede in Dio, di andare ogni tanto in Chiesa (Chiesa Cattolica) e pregare, e dire anche una preghiera per i popoli mussulmani, che possano essere anche loro sereni ed in pace.
 
secondo me non succedera' niente, l'Irak fara' la voce grossa per un po', ma non credo si arrivi ad una guerra, e men che mai al pulsante dell'apocalisse, nessun paese attualmente vuole una guerra mondiale, sanno benissimo come andrebbe a finire, hanno l'esempio della seconda guerra mondiale e nessuno vuole ripetere un simile macello.
quoto confermo e sottoscrivo,non esiste ancora un sistema con accuratezza del 100% per vaporizzare solo lì e non a 500 metri oltre
 
Ma sono gli USA i terroristi, i violenti e assassini. Da sempre.
Ci tengono un coltello alla gola con tutte le loro basi militari e fanno QUELLO CHE VOGLIONO senza che nessun politico dei nostri apra bocca.
Certo i nostri sono stati in parte ammazzati e in parte comprati già dagli anni '70 quando la CIA portava borse piene di soldi al parlamento per spostare voti sulla DC, organizzava attentati e rapimenti che rimarchiava "BR" .

80 anni di occupazione solo perché un tizio e qualche sciroccato hanno deciso di seguire baffetto, ma per favore!
In quest'ultima storia ci vedo un solo colpevole : Trump. Che ha commissionato questo omicidio perchè è sotto inpeachment, così prova la carta del "commander in charge" che piace tanto ai decerebrati.

Nulla di nuovo perché americani e israeliani sono specializzati in esecuzioni extraprocessuali. Qualche volta fanno fuori anche i nostri giornalisti e lo fanno passare per un rapimento terrorista. Nessuno commenta, nessuno critica.

Tralaltro hanno colpito uno che non si nascondeva, e aveva combattuto contro l'isis (che poi l'ho sempre detto è un parto della cia e dei turchi al solo scopo di controllare il gas).
Correggetemi se sbaglio, anche se con la confusione mediatica ad hoc è facile che vi sbagliate anche voi; una cosa è certa, così non si fa! Dove cacchio è la diplomazia? La legge internazionale?
Noi dobbiamo seguire la legge, facciadasuinobertuccia invece no. A lui non frega niente dei soldati americani che ci vanno di mezzo. A lui non frega niente degli investimenti che l'Italia ha fatto in Iran.
Questo presidente è un egomaniaco pericoloso.
Il pulsante lo ha premuto lui, e nessun altro, è un pazzo che non ha consultato nemmeno il congresso. Ora dice che ha mandato un tweet. Che mondo di emme. Spero che non lo rieleggano.
non avrei potuto dirlo meglio
 
mi sembra che i media abbiano fatto passare l'attacco quasi fosse una " mattata" di Trump, della serie" mi sto annoiando, quasi lancio un paio di missili sull'Irak cosi' mi diverto un po'". In realta' credo la cosa bollisse da tempo
A me sembra che gli usa abbiano messo su un intelligence in grado di seguire molti bersagli, con relativi piani per farli fuori, tra cui il metodo drone.
Così viene facile a un presidente cedere alla tenzazione e dare il via, in pochi minuti è cosa fatta.

Tanto stanno dall'altra parte dell'Oceano, comodi comodi nonostante, o forse soprattutto, il debito pubblico più alto del mondo. Fanno casini, e noi ce li dobbiamo sopportare, crisi economiche, inquinamento, migrazioni di massa ecc..
 
Potresti dirle di continuare ad avere fede in Dio, di andare ogni tanto in Chiesa (Chiesa Cattolica) e pregare, e dire anche una preghiera per i popoli mussulmani, che possano essere anche loro sereni ed in pace.
io penso che pregare sia il gesto peggiore che possa fare: cioè non fare niente credendo di fare azioni eclatanti, secondo me la cosa giusta da fare è avere una buona base culturale e un'ottima coscienza politica, così da evitare l'entrata in guerra anche dell' Italia.
Esempio:
Salvini è un dichiarato alleato di Trump, se quel pagliacco sale al governo possiamo star sicuri che ci arriva quella letterina di obbligo al servizio militare.
 
bè anche noi come debito pubblico non stiamo proprio "bene" e forse è proprio da rivedere il concetto di debito pubblico. Specialmente nel modo in cui lo si fa pesare sulle persone.
Perchè a forza di rompere i maroni il privato si stufa e invece di produrre ricchezza pensa solo a sopravvivere.
E' finito il tempo del medioevo
 
Salvini è un dichiarato alleato di Trump, se quel pagliacco sale al governo possiamo star sicuri che ci arriva quella letterina di obbligo al servizio militare.
il fatto che abbia baciato il crocefisso si è giocato il mio voto. Poteva andare bene il bloccare qualche bagnarola e un goccio di sicurezza in più,e magari un pò di servilismo in meno dell'europa ma poi si è "fregato" da se.
Tuttavia prima di fare arrivare "letterine" ci sarebbero un mare di altre cose che dovrebbero andare storte.
E finchè non vedo cammellari tirare petardi nei centri commerciali o nelle chiese io sto molto molto tranquillo.
Anche perchè l'italiano medio sarà pure un beota autodipendente,calciodipendente,fumarolo e quant'altro ma quando lo si comincia a toccare nel "suo" si fa furbo
 

Discussioni simili



Alto Basso