terza guerra mondiale

anche secondo me le decisioni sono spesso prese ben prima, pero' spesso i politici ci mettono del loro. il mio prof di diritto delle superiori, nel 2003, si dichiarava favorevole alla guerra perche' migliora l'economia, con sommo menefreghismo per le popolazioni coinvolte.

la cosa che a me spaventa e' che stiamo alzando il target. l'iraq di saddam hussein era effettivamente una dittatura allucinante (e dopo la rivoluzione in iran era sostenuta dagli usa). la libia tutto sommato era gia' un gradino meno schifoso. la siria non era una paese civile, ma era gia' un pelo piu' democratico degli altri due, per quanto si possa usare quella definizione. non mi stupirebbe se, dopo qualche altro staterello del secondo mondo, toccasse alla grecia e poi a noi.
 
La guerra fa schifo sempre e comunque, sacrificare vite umane (e non solo) per la ragione economica dimostra quanto l'essere umano sia una creatura abominevole.
Questa è la realtà, me ne rendo conto.
anche secondo me le decisioni sono spesso prese ben prima, pero' spesso i politici ci mettono del loro. il mio prof di diritto delle superiori, nel 2003, si dichiarava favorevole alla guerra perche' migliora l'economia, con sommo menefreghismo per le popolazioni coinvolte.
Se al tuo prof. piace tanto la guerra può sempre arruolarsi e andare in Siria, troppo comodo auspicarla con il culo degli altri.
 
La guerra fa schifo sempre e comunque, sacrificare vite umane (e non solo) per la ragione economica dimostra quanto l'essere umano sia una creatura abominevole.
Questa è la realtà, me ne rendo conto.
avendo fatto un bel po' di psicologia animale ed etologia, la conflittualita' e' insita in qualsiasi essere vivente (di recente si e' scoperto che perfino le piante possono essere veramente stronze, con vere e proprie strategie :p )
Se al tuo prof. piace tanto la guerra può sempre arruolarsi e andare in Siria, troppo comodo auspicarla con il culo degli altri.
e' esattamente quel che gli abbiamo detto all'epoca.

ot: non ho mai capito perche', dei/lle mie/i prof di diritto, non ce ne fosse uno/a normale. o gente con mille crisi di coscienza che faceva volontariato e si riduceva sul lastrico per aiutare il prossimo, o pazzi egoisti arrivisti (e pure perversioni allucinanti).
 
svizzera o svezia
Non so la Svizzera, ma la Svezia potrebbe essere già da tempo sotto l'influenza USA, da quando nel 1986 fu assassinato il primo ministro Olof Palme, il caso non si è ancora chiuso e i sospetti sugli USA rimangono.
l'Italia che è uno dei principali esportatori di armi al mondo (mi sembra sia al 9° posto).
With that said finché i "benefici" economici superano gli aspetti negativi una guerra è "vantaggiosa" altrimenti no.
A me non arriva un centesimo dalla vendita di armi, sarà qualche sior pantalon mercante di morte ad arricchirsi, non il cittadino.
 
Ultima modifica:
[A me non arriva un centesimo dalla vendita di armi, sarà qualche sior pantalon mercante di morte ad arricchirsi, non il cittadino.
[/QUOTE]
Non te ne avere a male, ma la situazione è più "grigia" da come la descrivi tu. Pensa agli operai della Beretta, della Franchi, dell' Oelikon, dell' Agusta (quella degli elicotteri), dell' OTOMELARA..................dell' IVECO; con la guerra le munizioni si consumano e e le dotazioni possono rompersi o andare perse e vanno ricomprate.
Se la fabbrica vende, guadagna ed ha i soldi per pagare loro lo stipendio.
Dopo la guerra del Golfo del 91 il Kuwait offri gli appalti per la ricostruzione, come se fossero una sorta di premio alle società degli stati che lo avevano "liberato". Socieà che sono in campi che con la morte non c' entrano nulla ( edilizia, macchinari pesanti, computers............)
Senza considerare che ognuna di queste persone vota quindi è interesse dei politici tenerseli buoni; ma questo è un altro discorso..............
La guerra muove una marea di soldi e tanti interessi, forse troppi, non solo quelli dei "mercanti di morte".
 
Quel 5% di gente che intende votare Renzi alle prossime elezioni sarà preoccupatissimo...:rofl:
Un Paese che ha nella costituzione il "rifiuto della guerra come mezzo per risolvere le questioni internazionali", rifiuto che non vale nel caso in cui ad iniziare l'azione bellica sia un paese alleato (esempio: puoi bombardare Gheddafi solo e soltanto se i francesi o gli americani hanno deciso di bombardarlo, altrimenti è incostituzionale...) non può non essere irrilevante...
 
Ultima modifica:
avendo fatto un bel po' di psicologia animale ed etologia, la conflittualita' e' insita in qualsiasi essere vivente (di recente si e' scoperto che perfino le piante possono essere veramente stronze, con vere e proprie strategie :p )
Certo, il che dimostra che millenni di evoluzione non ci hanno resi una specie migliore delle altre (né tanto meno una specie "eletta"), con l'aggravante di essere dotati di senno e quindi in grado di comprendere perfettamente la gravità dei nostri comportamenti e le loro conseguenze.
Restiamo quelli dell'incipit di 2001 Odissea nello spazio anche se usiamo internet.
 
ciao,

il tuo esempio non mi sembra coerente con la prima parte dell'articolo costituzionale "L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli"


Quel 5% di gente che intende votare Renzi alle prossime elezioni sarà preoccupatissimo...:rofl:
Un Paese che ha nella costituzione il "rifiuto della guerra come mezzo per risolvere le questioni internazionali", rifiuto che non vale nel caso in cui ad iniziare l'azione bellica sia un paese alleato (esempio: puoi bombardare Gheddafi solo e soltanto se i francesi o gli americani hanno deciso di bombardarlo, altrimenti è incostituzionale...) non può non essere irrilevante...
 
Con questa situazione in Libia, l' ENI perderà le sue concessioni di estrazione.
Se noi invece di mandare 6000 soldati in Medioriente a fare gli interessi degli altri, li avessimo messi in Libia, con l' aggiunta del nostro arsenale: carriarmati, elicotteri, caccia e navi con missili terra-aria, i turchi sarebbero rimasti a casa loro.
Per quanto riguarda i russi in Cirenaica, beh li c' è poco da fare :biggrin: , non ci resta che tentare con la diplomazia.
 
Pensa agli operai
Io ci penso agli operai, e se non ci fosse la guerra tra le invenzioni umane, farebbero altro, qualcosa di più salutare. Purtroppo non è così.
Stessa cosa per i militari, una forza enorme che potrebbe essere impiegata per risolvere tanti altri problemi che non necessitano di armi da guerra, mine, bombe gigantesche ecc...
Prendilo come un auspicio per un futuro migliore.
a fare gli interessi degli altri,
Questo è un problema centrale per il nostro paese di cui si parla poco. Una situazione di sudditanza che dura ormai da troppo.
 
@trek60 (e non solo):

L'articolo 11 completo (mie le sottolineature):

"L'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo."

La congiunzione "e" in italiano standard (a differenza di quanto accade in informatica) significa che la seconda preposizione è condizione sufficiente per il ripudio, cioè che le affermazioni:

1) L'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli
2) L'Italia ripudia la guerra come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali

sono entrambe vere, indipendentemente l'una dall' altra.

(paradossalmente, in informatica, in un predicato "if" ("se"), le due condizioni dovrebbero essere legate dall' operatore "or" per avere la stessa valenza)

===

Ma vi pare che uno che è sotto attacco militare (esempio Al-Serraj) possa essere talmente stupido da chiedere aiuto a qualcuno che "ripudia la guerra"? E cosa se ne farebbe di un simile aiuto?
 
Bastasse un articolo della costituzione per non fare le cose...... hai voglia.

Si può supportare uno stato/fazione in molti modi senza dover schierare le truppe in prima linea.

Supporto addestrativo
Aperture linee di credito
Autorizzazioni a forniture militari
Inteligence
Prestito di materiale militare

...... e questo senza inventarsi nulla di già fatto.

Ciao :si:, Gianluca
 
E' lo stesso art. 11 , la base giuridica di quella "cessione di sovranità" che consente (se non addirittura obbliga) a fare guerra quando questa sia in ambito ONU o Nato (ed un domani, teoricamente,della UE), in quanto;

"L'Italia ...consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; ..."

Il "combinato disposto" della prima e della seconda parte dell'art 11 mette i cittadini italiani nella condizione paradossale di dover morire / uccidere se a deciderlo è Trump o Sarkozy mentre gli vieta di farlo per propria libera scelta.

Resta la questione di fondo: chi, sotto attacco da parte di forze soverchianti, sarebbe così stupido da chiedere aiuto all' Italia?
 
E' lo stesso art. 11 , la base giuridica di quella "cessione di sovranità" che consente (se non addirittura obbliga) a fare guerra quando questa sia in ambito ONU o Nato (ed un domani, teoricamente,della UE), in quanto;

"L'Italia ...consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; ..."

Il "combinato disposto" della prima e della seconda parte dell'art 11 mette i cittadini italiani nella condizione paradossale di dover morire / uccidere se a deciderlo è Trump o Sarkozy mentre gli vieta di farlo per propria libera scelta.

Resta la questione di fondo: chi, sotto attacco da parte di forze soverchianti, sarebbe così stupido da chiedere aiuto all' Italia?
in pratica siamo asserviti alla nato ed è pure scritto nella costituzione...
 
Secondo me, in questo momento, si stanno facendo discorsi di pura e semplice polemica. Nessuno stato europeo nè gli stati uniti nè russia o ex cccp ha mai più dichiarato guerra a qualcuno dalla fine della seconda guerra mondiale.

L'Italia, che io sappia, ha sempre operato, nel caso di schieramento militare attivo, sotto l'egidia delle organizzazioni a cui ha aderito, piaccia o non piaccia, e non di certo in forma arbitraria.

Tra parentesi, Sarkozy, con Trump, non ci azzecca nulla, consiglio di "aggiornare" l'archivio polemico.

Chi vuole l'Italia fuori dalla Nato e, magari, fuori dal ONU e perché no, fuori dall'euro o dall'europea ...... non credo che questo sia il forum idoneo..... nè se si è pro nè se si è contrari.

Ciao :si:, Gianluca
 
Ultima modifica:
son discorsi da bar, mi picerebbe che in Italia ci fossero solo forze armate italiane e non straniere e d'occupazione, con quello che comporta. Tutto qua.
 

Discussioni simili



Alto Basso