test distruttivi

Ciao a tutti.
Io penso cje i tests, distruttivi o meno, siano alla base della ricerca in tutti i campi. Siamo tutti ricercatori in fondo. Se uno di noi "scopre" che un arco da 25 libre è meno potente di uno da 45, ha fatto una "scoperta", forse dell'acqua calda, ma sempre una sua personale scoperta è stata. E questo già merita considerazione.
Se poi si vuol mettere a conoscenza gli altri delle proprie "scoperte" ritengo che sia un bene.
Non entro in merito alle consioderazioni di tipo economico (reddito personale o tornaconto) in quanto non ho elementi ma credo che se lo fanno se lo possono permettere.
In specie per i coltelli, se qualcuno mi DIMOSTRA che un coltello è buono da utilizzare quale gradino per arrampicarsi su una parete, beh allora il mio grazie è assicurato e sicuramente, avendone bisogno, mi orienterei su quel modello o comunque su quelle caratteristiche.
Ciao
Nino
 
Diciamo che questi test ci fanno capire la robistezza, per cui se io devo prendere un coltello della marca x guardo questi test e poi decido. Per esempio ho visto il test di un mora clipper dove spaccavano un pezzo di marmo con la tecnica del batoning utilizando un mazzolo credo da 5 kg. Ebbene la lama lavorava bene, alla decima porzione di marmo asportato il manico in plastica si spaccava, ma perchè il codolo arrivava alla metà del manico. Se pensiamo che facciamo il batoning sul legno con una mazza di legno allora possimao dedurre che il prodotto è buono. Il filo era ovviamente "azzannato", ma la perte della lama battuta dalla maza era ok. Diciamo che chi fa questi test ci aiuta a scegliere
 

Discussioni simili



Contenuti correlati

Alto Basso