The day after...come vi sentite??

The day after...come vi sentite dopo un'escursione?


  • Votatori totali
    158
fresco come un asino .... "che cosa abbiamo noi in comune con la rosa che al mattino si piega sotto il peso della rugiada? Non siamo forse più simili ad asini che sgobbano tutto il giorno e puzzano alla sera?" parafrasando Zara .... Le mie uscite in solitaria sono di 12 ore di cammino al giorno, non meno, a volte (quando esagero) le gambe fanno male, i piedi sono indolenziti, ma non mi fermo, mi sento fresco come un asino dopo aver portato fuori dal bosco 40 quintali di legna.
 

Avanti ripartiamo (non conosco la fatica) anche se con la testa si pensa sempre all'escursione fatta.
Naturalmente come detto dagli altri in precedenza, dipende sempre dal tipo di escursione che uno fa, anche se io le più impegnative le lascio sempre al sabato se non devo lavorare.
 
Le prime escursioni le feci molto impegnative(es. Velino) e mi ricordo che per 2 giorni avevo male alle gambe.Con piu allenamento le gambe non fanno piu male ma chiaramente il giorno dopo bisogna non esagerare dal punto di vista fisico.Chiaro meglio il sabato che la domenica.
 
Barcollo ma non mollo , il giorno dopo qualche doloretto alle gambe e ai piedi dopo 8,12 ore di camminata ,ma solita sveglia , magari alle 5 per andare al lavoro ,molto più rilassato e con stato mentale ottimale , pensando ai paesaggi montani del giorno prima .mentre sono bloccato per ore nel traffico caotico di Roma :-xe naturalmente già penso alla prossima escursione da programmare
 
Ultima modifica di un moderatore:
Non conosco la fatica.. :) dopo una bella dormita di almeno 7-8 ore sono come nuovo senza dolori o acciacchi particolari.. :) fin'ora è sempre andata così..
 
Bracollo ma non mollo.............
Senza voler essere presuntuoso ma le gite normali le accuso pochissimo..........
Mi è capitato diverse volte di terminare un trail da 70km. e migliaia di metri di dislivello e lavorare il giorno dopo e non sono un impiegato........
Certo.......è dura..........Sopratutto dopo 36/48 ore quando l'infiammazione dei muscoli è al massimo e i dolori ai quadricipiti molto forti.........ma si fa tutto.......
Comunque mangio molto........
L'ideale sarebbe una pedalata agile in piano già il giorno dopo per smaltire le tossine.......
Morale altissimo per giorni se non settimane........
Ciao.
 
non ho mai avuto problemi neanche dopo un'impegnativa escursione anzi il giorno dopo mi sento molto piu sciolto ed in forma seguo sempre una buona dieta e vado pure in bici un giorno a settimana quindi sono abbastanza allenato
 
faccio incetta di fastum, purtroppo facendo poco moto a parte camminare, se la salita è impegnativa ed i chilometri sono tanti, il giorno dopo mi rotolo sul letto moribondo
se c'è un finesettimana mi concedo il coma parzialmente reversibile

altrimenti sono uno zombie

piuttosto che preoccuparmi per il mio stato fisico mi dico: devo caricare le foto dalla macchina fotografica... poi rimando (2 settimane fa sono stato nel casentino, ho postato qualcosa a riguardo? ovviamente ancora no)
il resto del tempo lo passo a maledire il fatto che sia già finita oppure a lavare ghette, pantaloni e scarpe da trekking, disfare lo zaino, ripulire tutto e rimetterlo in ordine
 
Per me il Day After e' un semplice giorno come tutti gli altri .
Abito nei boschi da 11 anni e sono in pensione , la mia vita da molto tempo e' un continuo survival .
Le mie escursioni sono solo passegiate su sentieri molto facili da percorrere .
No pain , no stress.
Qui nell'Ontario e tutta pianura , al massimo qualche piccola collina .

D'estate esco tutti i giorni con la mia vecchia bici scassata .





D' inverno cammino sui sentieri dove incontro musher con le slitte anche perche' le mie maxi ciaspole non reggono di quanta neve fresca fa tutti i giorni nei boschi.





Cheers..............Vin.
 
Ultima modifica:
devo dire che queste immagini mi ricordano motlo la lapponia finlandese (davvero molto simile paesaggisticamente)!

il mio the day after dipende molto da com'è stato il giorno prima: soltiamente comunque dopo una giornata di kayak, o trekking sulle montagne (o ciaspole o snowboard), sono finsicamente "dolorante da affticamento" ma rigenerato alla grande spiritualemente!
 
Per me il giorno dopo è la domenica perché in montagna ci vado di sabato.
Come qualcuno ha detto qua dentro, le gambe possono far anche male, i piedi possono anche avere il "codice a barre" dell'escursione, le spalle portare il segno del cilicio degli spallacci, ma volete mettere la testa e lo spirito!!!!
Sabato scorso mi sono fatto 1600 m. di dislivello, una ventina di km di percorso su e giù per le forcelle, ho visto caprioli, camosci, un'aquila, due vipere, un gregge di pecore, ho incontrato anche due gnocche... Non voglio nemmeno il Lucano!
 
io mi sento sicuramente meglio del giorno prima!:D

mi spiego: faccio un lavoro dove sto tutto il tempo in piedi,
quindi soffro di doloretti vari ai piedi, alle caviglie e ginocchia!
un pò anche la schiena!:)
il giorno dopo un'escursione però,
non so perchè, tutti questi fastidi non li avverto più e cosi
anche per diversi giorni successivi!o_O
chissà perchè?
per me le camminate in montagna sono una mano santa!!:pio:

Marco
 
Ultima modifica di un moderatore:
Fisicamente dipende dalla difficoltà dell'escursione. Diciamo che barcollo ma non mollo...Mentalmente sono Buddha al momento dell'illuminazione: mente fresca, raggiante, completamente rilassata..questo è ciò che conta...
 
Quest'estate ho fatto un giorno circa 600mt di salita, che per me che non sono allenato sono molti. Il giorno dopo li ho rifatti e sono salito ancora, facendo circa 1000mt. Il terzo giorno mi sono fermato perchè ero proprio stanco; però, credo che avrei fatto meglio a fermarmi il secondo giorno e a riprendere direttamente il terzo. Poi, dopo un paio di giorni di riposo (terzo e quarto giorno) ho ripreso a salire un 1000mt senza sforzi particolarmente pesanti.

Quindi direi che "the day after" senza allenamento, abbastanza bene da poter fare anche di più del giorno prima, ma il giorno dopo ancora, mi devo fermare. Se poi invece riprendo dopo un pò, vado su più tranquillo e mi sento già più allenato.
 
penso dipenda da molti fattori:

età: ho 24anni
allenamento fisico: vado a correre spesso, faccio esercizi, sport in genere, bricolage pesante, sempre le scale ecc...
allenamento psicologico: sono estremamente determinato e anche abituato (regate in barca,corsa campestre, nuoto, mtbike ti formano, nel 2010 ho completato anche la salzkammergut extreme 215km e 7000m di dislivello in mtbike) :D

c'è anche da dire che i miei giri non vanno oltre i 2000m, anche se fino a poche uscite fa il mio zaino era pesantissimo :)
 
Il fatto di essere mezzo scemo e di alzarmi l amattina alle 5:00 e fare 60 flessioni, 60 piegamenti sulle gambe, 200 addominali, 7 piani a piedi 4 volte al giorno, camminare in città un'ora e mezza al giorno non mi da postumi eccetto una leggera tensione alla schiena quando sto a letto una volta rrivati a casa.

La cosa brutta invece è stata sul pellechhia che restavo indietro perchè giusto quel giorno avevo naso tappato, l'orecchio sx che fischiava, e intronamento da orecchio tappato. Per il resto cammino senza problemi anche se non sono di mio uno dal passo veloce.:)
 
Fresco come una rosa...poi naturalmente dipende anche dal livello dell'escursione!
 

Contenuti correlati

Alto