Tornare a camminare con i piedi......

a parte che se hai problemi come dice Daedin...
io cmq proverei a sentirea cneh il parere di altri dott.
Anche xkè di regola sanno poco (o nulla) dello sport, loro curano malati. Gli dici Drop 0 e si immaginano magari qualcosa di diverso da una scarpa con 20mm di ammortizzatore...
Cmq io alterno senza problemi scarpe A3 con e senza drop. Quello che racconti tu mi provocaa straniamento: ricordo una morosa a cui l' ortopedico impose di usare le Birkenstock proprio xkè l' abitudine a stare coi tacchi aveva accorciato con qeuilibri...
Vogli dire tu on puoi camminare a piede nudo? In spiaggia devi portare i tacchi?!
Hai ragione, infatti le Birkenstock dopo un po' mi provocano fastidio al tallone ed al polpaccio perché sono piatti anche se molto comodi.

Chiaramente in spiaggia cammino a piedi nudi, ma dato che non sono abituato a scarpe senza drop e quando ci provo ad usarle, resisto poco, mi chiedevo se l'uso invece possa portare ad un ripristino "naturale" della catena muscolare.

Al momento per le escursioni uso delle La Sportiva Akyra e cercavo una scarpa aggiuntiva da alternare. Mi intrigava appunto valutare una scarpa 0-drop, tipo una Altra proprio per migliorare la resa dei miei polpacci e sperabilmente aiutare la mia fascite plantare.

Chiaramente il podologo mi ha sconsigliato il drop zero. Venerdì vedrò un medico sportivo per un certificato e chiederò anche a lui.

Ma poi la morosa ha avuto risultati positivi dopo quel cambio suggerito?
 
Sì la ragazza beneficiò della cosa
Io ovviamente non mi sento affatto di consigliarti una drop 0 per correre se tendenzialmente ti provoca fastidi il drop 0 a camminare. Io partirei da lì
Peraltro io ho addosso delle drop0 anche adesso.
Io non son passato alle Altra per problemi, semplicemnte per me è naturale avere la "toe box" (le altre le sfondo col mignolo) e stare a drop 0.
Molti runner che sono passati (con molta gradualità!) alle drop 0 hanno risolto problemi muscolari e tendinei, però appunto io nn sono informato
 
sotto l'azzurro cielo dei modi per autoinfliggerci sofferenze quello di camminare scalzi è forse il peggiore...

MAI camminare scalzi su terreni che non siano soffici.(tipo la sabbia al mare)

Usate drop 0, five finger, anfibi militari, ramponabili automatici, blocchi di cemento.

basta NON camminare scalzi ne va della vostra salute :)



Ps
se pensate che sia più "naturale" o "tradizionale" vi consiglio uno sguardo ai calzari del neolitico :poke:
 
Sì la ragazza beneficiò della cosa
Io ovviamente non mi sento affatto di consigliarti una drop 0 per correre se tendenzialmente ti provoca fastidi il drop 0 a camminare. Io partirei da lì
Peraltro io ho addosso delle drop0 anche adesso.
Io non son passato alle Altra per problemi, semplicemnte per me è naturale avere la "toe box" (le altre le sfondo col mignolo) e stare a drop 0.
Molti runner che sono passati (con molta gradualità!) alle drop 0 hanno risolto problemi muscolari e tendinei, però appunto io nn sono informato

Condivido, camminare scalzi é la cosa più naturale da fare ed é quindi ovviamente la più salutare per il piede. Questo a livello di basi, di origini. Purtroppo nascendo in contesti in cui fin dalla nascita ci vengono trasmesse della abitudini, come il portare calzature che sono ovviamente contro-natura e contro a quello che il nostro organismo é nato per fare,... le soluzioni sono poche. La prima, meno estrema é abituarsi gradualmente utilizzando calzature che costringono sempre meno. Quella più estrema é seguire un percorso responsabile per tornare a camminare per come siamo nati, ma sarà questione di anni ed anni, visto che per anni ed anni ci si é abituati ad indossare in determinato tipo di strumento. Ma non é assolutamente nocivo, se fatto gradualmente, secondo certi criteri. Non lo se fatto per bene per il semplice fatto che é naturale, il nostro corpo nasce per vivere nudi,... quel che viene dopo, come abitudini, stili, ecc... é un'altra questione. Infatti ci sono popolazioni che non conoscono manco le scarpe, sempre e solo a piedi nudi e non hanno alcun problema, anzi,... spesso evitano problemi causati proprio dall'avere i piedi costretti in qualcosa per cui non sono stati creati. Ma appunto, dipende tutto dalle abitudini, stili, ecc... non é questione di "salute", non lo é a priori.

Quindi dipende dalle proprie volontà ed ovviamente la questione salute poi dipende dalla gradualità, dal percorso al ritorno alle origini, che di per se non é affatto nocivo. Come l'aver ormai assunto le abitudini con le calzature non é a priori nocivo. Come nemmeno, in entrambi i casi, positivo. Dipende,...
 
sotto l'azzurro cielo dei modi per autoinfliggerci sofferenze quello di camminare scalzi è forse il peggiore...

MAI camminare scalzi su terreni che non siano soffici.(tipo la sabbia al mare)

Usate drop 0, five finger, anfibi militari, ramponabili automatici, blocchi di cemento.

basta NON camminare scalzi ne va della vostra salute :)



Ps
se pensate che sia più "naturale" o "tradizionale" vi consiglio uno sguardo ai calzari del neolitico :poke:
Guarda io non me ne intendo, non ho studi specifici.
Però ti posso dire queste 2 cose:
1) pediatra riguardo ad uno dei figli che aveva un appoggio non perfetto dei piedi: "fatelo camminare scalzo il più possibile"
2) le five finger sono prive di ammortizzatore, sei di fatto scalzo.
Camminare scalzo non ho mai sentito da nessuno che possa essere nocivo, del resto non siam nati con le scarpe. Diverso il correre, posto che ne vedo anche a correre.
 
Guarda io non me ne intendo, non ho studi specifici.
Però ti posso dire queste 2 cose:
1) pediatra riguardo ad uno dei figli che aveva un appoggio non perfetto dei piedi: "fatelo camminare scalzo il più possibile"
2) le five finger sono prive di ammortizzatore, sei di fatto scalzo.
Camminare scalzo non ho mai sentito da nessuno che possa essere nocivo, del resto non siam nati con le scarpe. Diverso il correre, posto che ne vedo anche a correre.
Correre scalzi e con il five finger È MOLTO diverso perchè c'è un mezzo barriera tra il piede e il terreno.

Quello che ti ha detto il pediatra è VERO però:
il bambino cammina in ambiente controllato e/o morbido come un prato, una spiaggia o il pavimento di casa e comunque per brevi periodi dopo i quali viene pulito.


"siamo nati senza scarpe" questo è vero MA infatti prima delle scarpe (nate ricordo nel NEOLITICO) si moriva tra i 27 e i 30 e SI camminare scalzi era una delle cause.

"non ho mai sentito nessuno che possa essere nocivo"
VERO questo perchè viviamo in un paese in cui è facile lavarsi i piedi e portare calzature!

Vai in Africa dove i bambini MUOIONO(o più spesso soffrono come cani) perchè vanno scalzi.
Per fortuna in Italia è debellata la PODOCONIOSI ma in Africa è un problema(storicamente fino al 1600/700 anche in Italia )

https://www.gavinpublishers.com/art...y-of-aneded-district-north-west-ethiopia-2015
 
ok tu parli di ferirsi i piedi per abrasione ad es, giusto?
Di questo mi intendo in modo limitato: io quando praticavo kickboxe avevo sviluppato callosità sotto ai piedi e NON mi ferivo nei punti di contatto standard, ovviametne se andavo a camminare nei boschi sui ricci delle castagne mi sarei ferito nel cavo del piede. Cmq tu parli di ferirsi ed ovviamente a quello c'è da prestare attenzione ma lo davo per scontato.
 
ok tu parli di ferirsi i piedi per abrasione ad es, giusto?
Di questo mi intendo in modo limitato: io quando praticavo kickboxe avevo sviluppato callosità sotto ai piedi e NON mi ferivo nei punti di contatto standard, ovviametne se andavo a camminare nei boschi sui ricci delle castagne mi sarei ferito nel cavo del piede. Cmq tu parli di ferirsi ed ovviamente a quello c'è da prestare attenzione ma lo davo per scontato.
No no questa condizione avviene SENZA ferirsi basta solo camminare a piedi nudi.
 
ok tu parli di ferirsi i piedi per abrasione ad es, giusto?
Di questo mi intendo in modo limitato: io quando praticavo kickboxe avevo sviluppato callosità sotto ai piedi e NON mi ferivo nei punti di contatto standard, ovviametne se andavo a camminare nei boschi sui ricci delle castagne mi sarei ferito nel cavo del piede. Cmq tu parli di ferirsi ed ovviamente a quello c'è da prestare attenzione ma lo davo per scontato.
Io cammino da oltre 3 decenni, molto spesso, senza calzature ed ho i piedi, la postura, ecc... OTTIMALE, proprio per i discorsi che ti facevo sopra. Siamo fatti per essere scalzi, mica usciamo con le scarpe, ahah Almeno o sono un poveraccio io o tutti escono così. Poi và di abitudini, contesti a cui l'organismo si adatta, abitua. Tutto quì. Non sono regole assolute, verità assolute. Anche io facevo lo stesso sport e le callosità, anch'esse, non sono nocive a priori,... anzi,...

La natura, andare contro a quel che siamo? Cioé,... giudicare nocivo quel per cui il nostro organismo viene creato e con cui nasce? Assurdità,... poi appunto si parla di abitudini, modelli, vita in società, ecc... hiaramente e senza critiche,...
 
da bambina e ragazzina vivevo in inverno con le scarpe in una grande città, appena finivano le scuole e fino a che non ricominciavano vivevo scalza in un paesino con dietro la campagna e davanti il mare, lì tutti vivevano scalzi, dagli anziani ai ragazzini, le scarpe si mettevano quando si andava in città o quando ci si "cambiava" altrimenti erano solo costume e calzoncini, canottiera e piedi scalzi... al massimo un paio di zoccoli che si infilavano ai piedi se proprio si attraversava un posto che si sapeva essere cosparso di cocci di vetro, gusci di mitili (muscoli, cozze chiamateli come vi pare) o pietre taglienti/appuntite...

Ormai abbiamo una società in cui tutto è visto pericoloso, così pericoloso da essere additato o vietato, c'è da chiedersi come abbiamo fatto noi "nonni" a sopravvivere fino all'età adulta nel modo in cui siamo stati cresciuti...

E rilassatevi un pochino no?
 
...vivevo scalza in un paesino con dietro la campagna e davanti il mare...
Né più né meno dei turisti balneari di tutte le epoche e tutti i luoghi, con la sola differenza che il turista porta le hawaiane - qualcuno mi spieghi come il piede con le hawaiana non sia "scalzo".

Per cestinare anche le hawaiane necessita che il piede sviluppi le sue brave callosità e si indurisca.

Ad essere sincero non vedo l' utilità di far indurire il piede per godere della "libertà" di finire a piedi nudi in qualsiasi schifezza (deiezioni umane e animali di ogni genere, scoli di materiale untuoso o di scarto ecc ecc) che l'altrui inciviltà continuamente ci regala.

Per il resto posso assicurare che anche in città la quasi totalità degli immigrati recenti della parte sud del mediterraneo (e non solo) gira con le hawaiane per tutta l'estate e che queste persone sembrano felici di farlo (cioè non perché costretti ad una ciabatta poco costosa per motivi economici).

Personalmente preferisco la ciabatta con le suole più alte - per aumentare la distanza tra il piede e le lordure al suolo - ma non è che d' estate vada in giro con gli scarponi.
 
semplice: il piede nudo aiuta l'equilibrio più delle hawaiane e il movimento dei muscoli è più naturale perché non stai attento a che non ti si sfilino (le hawaiane)...
 
...il piede nudo aiuta l'equilibrio ...
Si suppone che una "soluzione" (=migliorare l'equilibrio) presupponga un problema (di equilibrio, nello specifico).
Riflessione: chissà perché si trova sempre un sacco di gente che ti propone soluzioni per problemi che non hai (quasi mai gratis, quindi almeno questo - essere gratis - è un punto a favore dei piedi nudi ;)) e sui problemi che hai veramente nessuno sembra poterci far nulla.

Comunque ben venga l'andarsene in giro a piedi nudi se questo è il vostro modo di afferrare il meglio della vita, d' altro canto che si nasca tutti scalzi è un fatto incontestabile e se avessimo avuto bisogno degli zoccoli ai piedi li avremmo sicuramente sviluppati nella nostra mille volte millenaria evoluzione. :)
 
Il punto è l’influenza della calzatura esercitata sul movimento del piede durante il cammino.
Le moderne calzature ci hanno viziato ad un utilizzo smodato del tallone, che essendo però grandemente “coccolato” fa passare in sordina le conseguenze patite da articolazioni e colonna.

Le hawaiane in sé non sono un problema e costituiscono sicuramente un “passo avanti” (BA-DUM TSSSS!) rispetto agli strati che di solito ci separano dal suolo.
Solo che non sono sufficienti (in genere) ad indurre ad una camminata differente.
Il che non significa che l’unica alternativa sia camminare a piedi nudi ovunque.

A mio modo di vedere, porsi la questione del barefoot non è una soluzione ad un problema inesistente, quanto piuttosto ad un problema che c’è ma non si vede e quando lo si sente non lo si riconosce.
 
Si suppone che una "soluzione" (=migliorare l'equilibrio) presupponga un problema (di equilibrio, nello specifico).
Riflessione: chissà perché si trova sempre un sacco di gente che ti propone soluzioni per problemi che non hai (quasi mai gratis, quindi almeno questo - essere gratis - è un punto a favore dei piedi nudi ;)) e sui problemi che hai veramente nessuno sembra poterci far nulla.

Comunque ben venga l'andarsene in giro a piedi nudi se questo è il vostro modo di afferrare il meglio della vita, d' altro canto che si nasca tutti scalzi è un fatto incontestabile e se avessimo avuto bisogno degli zoccoli ai piedi li avremmo sicuramente sviluppati nella nostra mille volte millenaria evoluzione. :)
In ordine:

- No non è solo un problema di equilibrio la camminata e ancora di più la corsa hanno una fisiologia fatta di tante parti dove la caduta è solo una di quelle ad esempio:chi di voi si è mai accorto che durante la camminata e ancora di più la corsa il piede si inclina verso l'interno?( eversione)

- i problemi che non hai probabilmente perchè non sai di averli o perchè non si sono ancora manifestati.

-"se avessimo avuto bisogno di zoccoli l'evoluzione..." guarda considerando che i tempi per evolvere qualsiasi cosa sono ENORMI (difatti è ridicolo parlare di differenti razze umane) poche cose abbiamo diverse anatomicamente dai nostri amici primati riassumibili in:

Fondamentalmente nulla


Vi ricordo che la vostra manina è praticamente uguale alla pinna di una balena e ripeto che scarpe o comunque una barriera fisica tra noi e il terreno viene creata da noi e i nostri antenati ( che facenavano quella cosa che tanto va in voga del "tradizionale") in un epoca recentissima tipo il NEOLITICO.

No non abbiamo gli zoccoli per mille mila motivi camminare scalzi va bene FINTATO che vi è pulizia del piede e terreno "consono" se no succede come ai bambini in Africa.


Poi cosa ci si trova di bello a fare qualcosa che si faceva secoli fa in cui l'spettativa di vita era di 45 anni e la mortalità infantile al 30% non lo so sinceramente.
 
===1===
- i problemi che non hai probabilmente perchè non sai di averli o perchè non si sono ancora manifestati.

===2===
Poi cosa ci si trova di bello a fare qualcosa che si faceva secoli fa in cui l'spettativa di vita era di 45 anni e la mortalità infantile al 30% non lo so sinceramente.

===1===
Questa l'ho già sentita in banca ogni volta che cercano di rifilarmi fondi, assicurazioni ed ogni altro genere di fregatura.

===2===
Appunto.
 
eh
secoli fa si andava scalzi e si avevano problemi così come OGGI in questo preciso istante il 5-10% della popolazione etiope soffre come un cane perchè va scalza, così come parte di quella indiana e sudamericana non è opinione è dato di fatto...
Per inciso succedeva anche in europa prima della diffusione capillare delle scarpe, ma è un caso...


Poi giustamente PERCHÈ prevenire dei problemi se tanto sto bene?
Che senso ha fare la mappatura dei nei ogni 6 mesi se tanto stai bene?
Che senso ha una mammografia se tanto stai bene?
Che senso ha fare le analisi del sangue ai donatori se tanto stanno bene?
Che senso ha fare le analisi del sangue alle donne incinta per cercare determinate malattie (toxo, CMV, rosolia) se tanto stanno bene?
Tutta una fregatura ovviamente!
 
Ultima modifica:
Se non ricordo male c'è qualche discussione nella quale si parla di piedi scalzi, aggiungo un po' di considerazioni disordinate ma magari utili. Io da bambino giocavo con amici che correvano a piedi scalzi in natura, tra spine e rocce, cercavo di imitarli ma dopo pochi minuti desistevo, ricordo anche il rito della lavanda dei piedi con solo acqua rientrando a casa e ricordo Abebe Bikila maratoneta medaglia d'oro che correva a piedi nudi. Tuttavia se il naturismo è positivo e facciamo riferimento alla naturalità come poggiamo i piedi nudi quasi dappertutto dovremmo poggiare anche il posteriore ... insomma se ci proteggiamo è meglio o almeno faccio parte di quelli che hanno bisogno di proteggersi. Altra considerazione, ferriamo i cavalli perché nel nostro ambiente danneggerebbero gli zoccoli. Infine ci manca un dato che potrebbe dirimere la questione, quante e quali patologie ai piedi ha il sapiens urbanus e quante il sapiens barefootensis? Scusate la confusione dell'intervento :roll:
 
Posto che non mi pare il posto dove discutere in modo approfondito la cosa (nessuno qui ha le competenze e nemmeno l' esperienza specifica), io vi riporto che la corsa minimale è una realtà.
La pronazione o supinazione del piede chiunque corra la conosce.
Io la chiudo qui con 2 dati:
1) io avendo praticato per anni Sport di Combattimento (SdC) quali kickboxe e boxe sono abituato ad allenarmi in barefoot o cmq minimal (le scarpette da boxe sono come le Fivefinger: solo una suola). Passato al running da "vecchio" mi è stato detto già da 2 dott. che certi problemi (schiena, ginocchia) li ho schivati grazie al mio modo di appoggiare che è da barefoot (atterraggio di mesopiede con attivazione anche delle dita per gestire la dinamica)
2) ho 4 figli. I maschi hanno entrambi avuto problemi ai piedi. Piatto il maggiore e torto congenito il minore.
Indovinate un po' cosa i Dott. si sono raccomandati di fare per entrambi? [1] Peraltro il piede torto (che era a livelli bassi nel mio) è un problemone che in pochi specializzatissimi sanno trattare, non è un ortopedico scappato di casa, ma era uno del Rizzoli che era andato ad imparare dal riferimetno mondiale USA per la problematica specifica.

Detto questo quando io parlo di fare del barefoot non intendo mica di camminare sempre e cmq a piede nudo. Si fa in specifiche situazioni adatte, certo non su asfalto da tedesca ubriaca....

modifica delle 11:21
[1] se non fosse chiaro: era "fatelo camminare a piedi scalzi il più possibile"
 
Ultima modifica:
Corso di Orientamento
Alto Basso