Io resto avventurosamente a casa! Consigli per sopravvivere a casa in tempo di pandemia

Trekking Trans-European Alpine Route, 6000Km a piedi dal Mar Nero all'Atlantico

Un americano appassionato di long-distance trail ha da poco ideato, percorso e documentato un percorso che attraversa l'intera Europa da Est ad Ovest facendo quante più catene montuose possibili (Balcani, Alpi, Pirenei e qualche altra catena meno nota...)
Ha condiviso traccia GPS e informazioni sul tragitto nella speranza che possa prima o poi diventare un thru-hike "ufficiale" come i famosi thru-hike americani in stile Appalachian Trail e Pacific Crest Trail.
E' percorribile "tutto d'un fiato" evitando la pausa invernale per chi è in grado di reggere, da metà aprile a metà novembre, una media di 29 Km e 2.300 metri di dislivello cumulativo (salita + discesa) al giorno (!!!)

202194

L'unica parola che mi viene da dire è... "impressive"!

Vi lascio al suo sito, di piacevole lettura:
https://www.mountainsandme.ca/tear-overview
 
Di tizi che si stanno facendo migliaia di Km in giro per qualcuno dei 5 continenti ve ne sono un bel po'... ed hanno tutta la mia ammirazione.
Ma in questo caso ho apprezzato moltissimo il fatto che il tizio in questione non solo si sia fatto il giro "per piacere personale" ma che l'abbia pensato fin dall'inizio in vista di renderlo poi fruibile anche ad eventuali altri escursionisti, con ad esempio:
  • mappe dei punti acqua
  • mappe dei punti rifornimento
  • indicazione su come affrontare il problema dei permessi per chi viene da fuori area Shengen
  • ...e tanto altro ancora...
 
Sì, mi limitavo all'Europa. I 2 di Deus pax affrontano anche l'inverno e la neve, oltre a documentare usi e costumi locali. D'altronde sono europei e meno through-hikers dei nord-americani.
Per il resoconto TEAR è assolutamente apprezzabile la disponibilità dei KML con i wp essenziali, cosa che fanno veramente in pochi. Personalmente mi tornerà utile sul White Trail dove le informazioni sono scarse. Certo è che anche lui viaggia veramente leggero...
 
Sì, ma quelli mangiano solo peanut butter e se già devi soffrire tutto il giorno un minimo di varietà alimentare o di cibo caldo. Anche Lorenzo Santin dice di aver fatto il Sentiero Italia mangiando solo cibo freddo e con tappe di 50km di media.
Intanto ho ritrovato questo, poco famoso ma che pubblica tracce e percorsi di 3/4000km in EU.
https://caminaireinenglish.wordpress.com/
 
Sì, ma quelli mangiano solo peanut butter e se già devi soffrire tutto il giorno un minimo di varietà alimentare o di cibo caldo. Anche Lorenzo Santin dice di aver fatto il Sentiero Italia mangiando solo cibo freddo e con tappe di 50km di media.
Intanto ho ritrovato questo, poco famoso ma che pubblica tracce e percorsi di 3/4000km in EU.
https://caminaireinenglish.wordpress.com/
Guardavo le foto del suo viaggio su Instagram, in quello zainetto è riuscito a ficcare dentro anche il fornelletto a gas, oltre alla tenda, al sacco a pelo, gli indumenti ecc.
--- Aggiornamento ---

Io credevo che avesse lo sherpa. E invece
 
Guardavo le foto del suo viaggio su Instagram, in quello zainetto è riuscito a ficcare dentro anche il fornelletto a gas, oltre alla tenda, al sacco a pelo, gli indumenti ecc.
Per me la vera domanda è come fanno a portarsi 3L d'acqua e scorte cibo per 4/5gg nei tratti obbligati come nella Via Dinarica o sui Pirenei. Ho fatto la GR10 a giugno e ci sono stati anche 40°. Non potevi non bere a litri facendo tappe oltre i 30km. Oppure dormi a 0° o ti lavi sotto un frequente temporale... devi avere l'attrezzatura giusta.
--- Aggiornamento ---

Manco usano il bidet :D
Ci sono i torrenti che sopperiscono al "peso" della carta igienica e alla mancanza del bidet (che sentiamo solo noi italiani, gli altri neanche sanno cosa sia).
 
Ecco, se mai potessi esaudire un desiderio sarebbe quello di fare un trekking del genere, 9 mesi in cammino. Secondo voi perché ha evitato i Carpazi? Troppo impegnativi?
 
La sua intenzione era di fare un trekking che si potesse fare "tutto d'un fiato" da primavera ad autunno... senza forzate pause invernali.

Già ne è venuto fuori un "mostro" che è almeno il 50% più impegnativo dei famosi (e già assolutamente non banali) thru-hike americani tipo PCT e AT, penso che ulteriori divagazioni per i Carpazi avrebbe reso obbligatorio spezzare il giro su due anni
 
La cosa più bella di questa esperienza è dimostrare che anche in Europa esiste la possibilità di stare a contatto con l'avventura più pura e con la wilderness. A volte ci dimentichiamo che questo vecchio continente è un tempio naturalistico straordinario nonostante tutti gli attacchi subiti.

Certo che a livello organizzativo deve essere un viaggio a dir poco folle: oltre al problema approvvigionamento idrico che giustamente avete citato, immagino che la pianificazione sia stata molto complessa anche a livello di zone di campeggio, rifornimenti di cibo, tracce dei sentieri, ricarica batterie. Per non parlare poi del meteo.

Veramente pazzesco.
 
@paiolo grazie davvero per questa condivisione! Sto guardando sul suo profilo Instagram e sto cercando di capire cosa si è portato dietro e che attrezzatura ha usato :rofl:
 
Se avete tempo vi consiglio di leggervi questo post del tipo in questione su un forum americano di ultraligthers:
https://www.reddit.com/r/Ultralight/comments/f228vy dice un sacco di cose, tra cui equipaggiamento e cibo...

@paiolo grazie davvero per questa condivisione! Sto guardando sul suo profilo Instagram e sto cercando di capire cosa si è portato dietro e che attrezzatura ha usato :rofl:
Qui un elenco sommario del suo equipaggiamento:
https://www.reddit.com/r/Ultralight/comments/f228vy/_/fhab3m3 E' pieni di sigle ma se cerchi con google dovrebbe essere abbastanza smart da trovarti fuori i prodotti corretti... nel caso chiedimi pure che ormai ho imparato a decriptare il loro gergo :D
 
Ultima modifica:
Autore Discussioni simili Forum Risposte Data
R Estero 0

Discussioni simili



Alto Basso