Informazione Tratturo da Castel di Sangro (AQ) fino a Lucera (FG)

Ciao Viaggiatori!!!
All'inizio di Ottobre sto progettando di percorrere il trattoCastel di Sangro (AQ) fino a Lucera (FG) completamente a piedi...
Il mio viaggio è basato sull'autosufficienza e sulla scoperta di ciò che di bello ci circonda attraversando un cammino,dentro paesaggi sempre diversi, un'occasione per conoscere una terra affascinante partendo dall'Abruzzo e arrivando fino in Puglia .
La mia idea di base è stata di partire da sola, ma vista la mia scarsa esperienza e la mia voglia di condivisione ho deciso proporre, a chi ne avesse voglia, di accompagnarmi in quest'avventura, sperando che, in mezzo a voi svitati :) ci sia il compagno/a di viaggio che sto cercando.
Il cammino dovrebbe durare dagli otto a massimo dieci giorni per un percorso di 160 km diviso in 8 tappe attraverso 18 territori comunali e natura....

chiunque sia interessato o semplicemente ha qualche consiglio da darmi può contattarmi liberamente come meglio crede :):) :)
 

Allegati

Ultima modifica:
Ciao Elisa... io non voglio assolutamente fare terrorismo, ma hai mai girato la zona rurale interna della provincia di Foggia?

Te lo dico da pugliese, quindi non per "razzismo" o per sentito dire, perché è la mia terra e la conosco: da sola evita.

Mi dispiace tarpare il tuo entusiasmo, se tu avessi proposto un viaggio in qualche valle montana isolata sarei stato un sostenitore della tua impresa, ma una ragazza da sola in zone rurali isolate ma antropizzate non la vedo proprio una buona idea.
 
Beh...l'idea è bella e avventurosa!tanto di cappello poi ovvio che se accompagnata è meglio!
Meglio pero, come dice @Ciccio74, conoscere bene le zone onde evitare spiacevoli incontri!
Corey, ripeto, non voglio fare terrorismo o dare un'idea estrema della mia terra, però non si tratta di conoscere bene le zone... come diceva una vecchia pubblicità "se le conosci le eviti".

Io sono piuttosto pragmatico e nemmeno tanto simpatico, ma quando sono da quelle parti sto sempre molto attento perché il rischio di trovarsi in situazioni spiacevoli in quelle zone è elevatissimo, purtroppo ci sono parecchi traffici non proprio legittimi in zona e quindi il campionario umano è dei più variegati e sinceramente per una ragazza da sola (ma anche due) secondo me è davvero sconsigliabile.

Poi magari uno ci passa e non accade nulla, ma il rischio è troppo elevato secondo me per correrlo inutilmente.

Ci sono parecchi gruppi che si organizzano per ripercorre le vie della transumanza da quella che era la dogana di Lucera si arriva addirittura a Campo Imperatore... meglio aggregarsi ad un gruppo a quel punto, studiando bene tappe e itinerari.
 
Ciao Elisa... io non voglio assolutamente fare terrorismo, ma hai mai girato la zona rurale interna della provincia di Foggia?

Te lo dico da pugliese, quindi non per "razzismo" o per sentito dire, perché è la mia terra e la conosco: da sola evita.

Mi dispiace tarpare il tuo entusiasmo, se tu avessi proposto un viaggio in qualche valle montana isolata sarei stato un sostenitore della tua impresa, ma una ragazza da sola in zone rurali isolate ma antropizzate non la vedo proprio una buona idea.
Severo ma giusto :si:
 
C

corey82

Guest
Infatti intendevo che bisogna conoscere i posti dove si va per eventualmente evitarli o trovare strade alternative!anche qui dalle mie parti, se non sali un po di quota, ti possono capitare brutti incontri, rari ma capitano!
 
Salve :) beh per prima cosa grazie per aver risposto... Per quanto riguarda l territori posso solo dire che sono due mesi che studio accuratamente i percorsi ed i pericoli che si possono correre durante il percorso vi sono associazioni che si occupano di tracciare seguire e tutelare questi antichi tratturi continuamente.... ne sono consapevole al 100% ma nonostante tutto sto cercando di far si che questo mio progetto si realizzi con tutti i mezzi che ho a disposizione, conosco bene la Puglia l'ho esplorata molte volte e capisco a cosa si riferisce ciccio ma capisco anche che ormai questi pericoli si trovano praticamente ovunque ed anche che è più difficile accettare L'idea della donna che si mette in pericolo viaggiando.. è proprio per questo che sono in cerca di qualcuno che mi accompagna non come guida ma proprio per una questione di sicurezza ... anche perchè gruppi che partono in quel percorso ora non se ne trovano :( help me
 
Salve :) beh per prima cosa grazie per aver risposto... Per quanto riguarda l territori posso solo dire che sono due mesi che studio accuratamente i percorsi ed i pericoli che si possono correre durante il percorso vi sono associazioni che si occupano di tracciare seguire e tutelare questi antichi tratturi continuamente.... ne sono consapevole al 100% ma nonostante tutto sto cercando di far si che questo mio progetto si realizzi con tutti i mezzi che ho a disposizione, conosco bene la Puglia l'ho esplorata molte volte e capisco a cosa si riferisce ciccio ma capisco anche che ormai questi pericoli si trovano praticamente ovunque ed anche che è più difficile accettare L'idea della donna che si mette in pericolo viaggiando.. è proprio per questo che sono in cerca di qualcuno che mi accompagna non come guida ma proprio per una questione di sicurezza ... anche perchè gruppi che partono in quel percorso ora non se ne trovano :( help me
Elisa, mi fa piacere (e lo supponevo) che tu stia affrontando la cosa in maniera consapevole, documentandoti e studiando ogni aspetto, ma se affermi che certi rischi si corrano ovunque hai inquadrato solo in minima parte il problema ;)

Le zone che hai intenzione di attraversare sono fulcro di attività di caporalato illegale (rasentando la schiavitú vera e propria, ci sono stati parecchi servizi giornalistici a riguardo), sfruttamento della prostituzione (tantissimo), abbondante traffico di automezzi (e parti di essi) rubati.

Non si tratta dell'idea della donna sola ed indifesa ;) ho scritto che io stesso - e ripeto che non sono un lord inglese - mi guardo bene le spalle quando giro da quelle parti... ripeto, non voglio fare terrorismo, però purtroppo in alcune di quelle zone della Puglia (mi piacerebbe sapere quali sono le altre zone che hai esplorato) si sono concentrate una serie di attività non potabili con annesso materiale umano..:azz:

È un consiglio che avrei dato anche ad un maschietto, fidati, anche se tu ora mi dicessi che hai trovato compagnia e siete una coppia (ragazzo+ragazza) ti direi ugualmente che non è il caso o comunque di pianificare benissimo tutto ed avere la massima attenzione.
 
Elisa, mi fa piacere (e lo supponevo) che tu stia affrontando la cosa in maniera consapevole, documentandoti e studiando ogni aspetto, ma se affermi che certi rischi si corrano ovunque hai inquadrato solo in minima parte il problema ;)

Le zone che hai intenzione di attraversare sono fulcro di attività di caporalato illegale (rasentando la schiavitú vera e propria, ci sono stati parecchi servizi giornalistici a riguardo), sfruttamento della prostituzione (tantissimo), abbondante traffico di automezzi (e parti di essi) rubati.

Non si tratta dell'idea della donna sola ed indifesa ;) ho scritto che io stesso - e ripeto che non sono un lord inglese - mi guardo bene le spalle quando giro da quelle parti... ripeto, non voglio fare terrorismo, però purtroppo in alcune di quelle zone della Puglia (mi piacerebbe sapere quali sono le altre zone che hai esplorato) si sono concentrate una serie di attività non potabili con annesso materiale umano..:azz:

È un consiglio che avrei dato anche ad un maschietto, fidati, anche se tu ora mi dicessi che hai trovato compagnia e siete una coppia (ragazzo+ragazza) ti direi ugualmente che non è il caso o comunque di pianificare benissimo tutto ed avere la massima attenzione.

Caro Ciccio io penso che ad ogni cosa bisogna sempre approcciarsi con umiltà e consapevolezza dei propri limiti... per questo motivo lo scopo di questa conversazione è quello, non solo di trovare qualcuno con l'esperienza che a me manca disposto ad accompagnarmi, ma anche di farmi consigliare da chi come te conosce meglio di me certe zone (io sono stata nella zona del Salento lungo la costa Jonica ma mai nella provincia di Foggia) quindi se magari mi mandi qualcosa per approfondire l'argomento o hai qualche consiglio o qualche deviazione da proporre te ne sarei grata :)
 
Caro Ciccio io penso che ad ogni cosa bisogna sempre approcciarsi con umiltà e consapevolezza dei propri limiti... per questo motivo lo scopo di questa conversazione è quello, non solo di trovare qualcuno con l'esperienza che a me manca disposto ad accompagnarmi, ma anche di farmi consigliare da chi come te conosce meglio di me certe zone (io sono stata nella zona del Salento lungo la costa Jonica ma mai nella provincia di Foggia) quindi se magari mi mandi qualcosa per approfondire l'argomento o hai qualche consiglio o qualche deviazione da proporre te ne sarei grata :)
Ti chiedevo i posti che hai girato per comprendere meglio ed in effetti, si, hai girato la Puglia anche in zona poco urbanizzata - ma nulla di simile alla zona che ti appresti ad affrontare...

Unica zona in Puglia che potrebbe avere analogie con l'entroterra foggiano, ma meno antropizzata e per questo un pelo meno pericolosa sotto il profilo di eventuali spiacevoli incontri (peró molto più wild e sperduta) può essere quella dell'alta Murgia, quindi tra le province di Bari, Matera e Taranto ma sto divagando...

In buona sostanza, Elisa, il Salento più wild è un "hotel" rispetto alla zona interna del foggiano, tieni conto che sono nativo di Taranto ma a Foggia e dintorni (sino al Gargano) ci ho lavorato.

Io purtroppo non ho pratica di tratturi o conoscenze di gruppi che fanno questo in quelle zone (risiedo in Abruzzo) però hai provato a cercare in rete gruppi come questo http://www.tratturocoast2coast.org/il-cammino/mappa/ ai quali magari chiedere pure qualche dritta?
 
Andare in giro per zone remote richiede molta esperienza e preparazione, in tutti i sensi. Un esempio per tutti: se vuoi bivaccare solo, devi essere capace di non farti vedere, muoverti con consapevolezza, non fare rumore, non fare fuochi evidenti, fumo, luce, ecc.
Devi essere abituato, anche, anzi, soprattutto, alla solitudine. Faccio questo "gioco" da ormai 30 anni... lho fatto anche per motivi di studio, poi professionali... al punto che nei periodi di piu' intensa attivita' tutto avviene automaticamente, senza pensare... eppure, basta interrompere qualche tempo e la prima volta che si va soli qualcosa non subito torna. Non si improvvisa, e' un percorso che richiede tempo e pratica.
 
Ultima modifica:
Ahimé anche io mi iscrivo tra cauti, mi serei trattenuto ma la parola "autosufficienza" mi ha fatto sospettare che si parla di pernottare in tenda ed almeno su questo spero di sbagliarmi.

p.s. http://www.repubblica.it/2008/08/sezioni/cronaca/olandese-aggredita/olandese-aggredita/olandese-aggredita.html
Quello è un caso limite, però non è da sottovalutare e non è la prima volta che accade... Diversi anni fa anche in Abruzzo ci fu un caso analogo, ma siamo più che altro nel novero della tristemente sfortunata fatalità... io invece parlo di zone degradate oltre che isolate, purtroppo anche peggio dei già tragici incidenti citati che invece mantengono una certa casualità.

Andare in giro per zone remote richiede molta esperienza e preparazione, in tutti i sensi. Un esempio per tutti: se vuoi bivaccare solo, devi essere capace di non farti vedere, muoverti con consapevolezza, non fare rumore, non fare fuochi evidenti, fumo, luce, ecc.
Devi essere abituato, anche, anzi, soprattutto alla solitudine. Faccio questo "gioco" da ormai 30 anni... lho fatto anche per motivi di studio, poi professionali... al punto che nei periodi di piu' intensa attivita' tutto avviene automaticamente, senza pensare... eppure, basta interrompere qualche tempo e la prima volta che si va soli qualcosa non subito torna. Non si improvvisa, e' un percorso che richiede tempo e pratica.
Altro fattore sicuramente da non sottovalutare... Inoltre, Gluca, non so se conosci la zona in questione ma a prescindere da questo hai sicuramente inquadrato il materiale umano che si "rischia" di incontrare.
 

Discussioni simili


Contenuti correlati

Alto