Escursione Traversata del Monte Cimino

Traversata del Monte Cimino
Quota
1.053 m
Data 23 dicembre 2019
Sentiero parzialmente segnato
Dislivello in salita 1.092 m
Dislivello in discesa 1.033 m
Distanza 26,73 km
Tempo totale 6:49 h
Tempo di marcia 6:33 h
Cartografia Il Lupo Lago di Vico e Monti Cimini
Descrizione Dalla stazione ferroviaria di Viterbo Porta Romana (351 m) per la Riserva Naturale Regionale Valle dell'Arcionello (515 m, +50 min.), Monte La Palanzana (802 m, +1 h), la S.P. 63 (736 m, +1,10 h), i Massi trachitici (1.020 m), Monte Cimino (1.053 m, +1,13 h), il Sasso Naticarello (970 m, +15 min.), un’errata deviazione verso la S.P. 63 (±164 m, 45 min. a/r), e Soriano nel Cimino (462 m, +1,20 min.). Piacevole traversata in diversi ambienti boschivi: castagneto domestico e selvatico, querceto, abetaia, faggeta classica e vetusta.
https://www.montinvisibili.it/traversata-del-monte-cimino
 

Allegati

Traversata del Monte Cimino
Quota
1.053 m
Data 23 dicembre 2019
Sentiero parzialmente segnato
Dislivello in salita 1.092 m
Dislivello in discesa 1.033 m
Distanza 26,73 km
Tempo totale 6:49 h
Tempo di marcia 6:33 h
Cartografia Il Lupo Lago di Vico e Monti Cimini
Descrizione Dalla stazione ferroviaria di Viterbo Porta Romana (351 m) per la Riserva Naturale Regionale Valle dell'Arcionello (515 m, +50 min.), Monte La Palanzana (802 m, +1 h), la S.P. 63 (736 m, +1,10 h), i Massi trachitici (1.020 m), Monte Cimino (1.053 m, +1,13 h), il Sasso Naticarello (970 m, +15 min.), un’errata deviazione verso la S.P. 63 (±164 m, 45 min. a/r), e Soriano nel Cimino (462 m, +1,20 min.). Piacevole traversata in diversi ambienti boschivi: castagneto domestico e selvatico, querceto, abetaia, faggeta classica e vetusta.
https://www.montinvisibili.it/traversata-del-monte-cimino
:si:
 
Migliaia di volte ho lambito questa montagna per recarmi sul litorale altolaziale, senza mai soffermarmi sulle particolarità che essa racchiude.
Mea Culpa!
Anche stavolta, il tuo racconto induce ad una profonda riflessione: accanto ai poteri previsti dal diritto costituzionale (esecutivo, legislativo, giudiziario), e a quello miitare, occorre annoverare il potere televisivo, in grado di manipolare le masse e mostrarre una verità artefatta.
Io, pur tentando di fuggire da questa realtà virtuale, mi rendo conto che in una stanza dove c'è la TV accesa non riesco a fare nient'altro che guardarla, anche se non sta trasmettendo alcunchè di interessante.
Diversamente, con la radio riesco a fare tutto, essendo riuscito perfino a prepararmi gli esami universitari.
Grazie @Montinvisibili per gli spunti offerti da questo post e buon 2020!
 
Le traversate usando i mezzi pubblici da casa, son le più belle.
Ne ho fatta una anni fa simile: arrivo a Viterbo in treno e poi la variante Cimina alla via Francigena fino a Sutri.
Grazie per la condivisione e buon anno.
 
Migliaia di volte ho lambito questa montagna per recarmi sul litorale altolaziale, senza mai soffermarmi sulle particolarità che essa racchiude.
Mea Culpa!
Anche stavolta, il tuo racconto induce ad una profonda riflessione: accanto ai poteri previsti dal diritto costituzionale (esecutivo, legislativo, giudiziario), e a quello miitare, occorre annoverare il potere televisivo, in grado di manipolare le masse e mostrarre una verità artefatta.
Io, pur tentando di fuggire da questa realtà virtuale, mi rendo conto che in una stanza dove c'è la TV accesa non riesco a fare nient'altro che guardarla, anche se non sta trasmettendo alcunchè di interessante.
Diversamente, con la radio riesco a fare tutto, essendo riuscito perfino a prepararmi gli esami universitari.
Grazie @Montinvisibili per gli spunti offerti da questo post e buon 2020!
Un altro punto di contatto: anche io sono appassionato di radio, che mi accompagna non invadente ormai da tanti anni.
Dalla tua città hai quel bellissimo territorio a portata di mano. Non sono le alte quote a noi tanto care, ma ti assicuro che si possono trovare luoghi che non fanno rimpiangere i sentieri di montagna.
Buon anno di appassionanti camminate.
 


Alto Basso