Escursione Traversata di Marturanum

#1
Parchi del Lazio
Parco Suburbano Marturanum
Traversata di Marturanum
Quota
487 m
Data 27 dicembre 2018
Sentiero segnato
Dislivello in salita 551 m
Dislivello in discesa 560 m
Distanza 27,51 km
Tempo totale 7:40 h
Tempo di marcia 7:09 h
Cartografia Il Lupo Monti della Tolfa

Descrizione Dalla stazione ferroviaria di Vetralla (398 m) per l’ingresso settentrionale dell’area archeologica di Marturanum (354 m, +1,20 h), con visita del Greppo Cenale fino alla Tomba Thanzinas (329 m, +25 min.). Poi per Poggio Caiolo (360 m, +30 min.) con visita del sito: Tomba dei Letti (351 m), Tumulo del Caiolo (349 m), le Palazzine (320 m), Tombe a Portico (329 m), Tomba a due piani (328 m), Tomba della Regina (320 m), Tomba del Cervo (314 m) e Scalinata del Cervo (326 m). Quindi per la tagliata etrusca per la chiesa medievale di San Giuliano (347 m, +1 h) e la vicina cisterna romana (344 m). Poi per la Necropoli di San Giuliano (351 m) con visita del sito: Tomba Costa, Tomba Gemini (327 m), Tomba Rosi (337 m) e Tumulo Cima (346 m). Uscita dall’area archeologica (+30 min., 2,45 h dall’ingresso) e proseguimento per Barbarano Romano (341 m, +35 min.) con breve visita del borgo (+20 min.) e proseguimento per il Fontanile Pietra Pica (309 m, +25 min.), il Fontanile Tirintera (457 m, +40 min.) e Vejano (388 m, +1,24 h). Bus Cotral per Oriolo Romano e treno per Roma. Appagante escursione su sentieri, tratturi, carrarecce e asfaltate di scarso o inesistente traffico.
https://www.montinvisibili.it/Traversata-di-Marturanum
 

Allegati

#2
Ottima alternativa per passeggiare immersi nella natura senza rimpinguare le casse dell’Autostrada dei Parchi.
Se non lo conosci, ti segnalo il sito di Castel d’Asso che si trova poco più a nord, valido ed ulteriore elemento di turismo archeologico che in questa area, se valorizzato, potrebbe rappresentare un’eccellenza.
Ma per arrivarci dovrai per forza utilizzare l’auto!
 
#4
Un grande "mipiacione"!! Manco da un pò di tempo da questi posti e sono contento che almeno un pò siano stati segnati i sentieri e resi abbastanza accessibili i vari siti. Tempo fa avevano addirittura chiuso l'accesso ai calatori. Spero che questa rivalutazione si estenda anche a Norchia.Ti volevo chiedere se esisteva ancora ai piedi della lunga scalinata all' inizio delle gole sotto Barbarano ,via del lavatore mi pare che si chiami, una grande voliera che ospitava una rara coppia di Capovaccai. Ma ti parlo di svariati anni fa e credo che se l'avessi vista ne avresti sicuramente parlato. Quella dei biglietti sta diventando un problema fastidioso,da quando hanno tolto quelli a chilometraggio, noi che partiamo da un posto e non sappiamo da prima dove arriviamo siamo in difficoltà. Non ci sono biglietterie,macchinette non funzionanti o proprio assenti,come a Itri, negozi chiusi. Si può anche fare a bordo ma costa cinque euro di più! Io devo sapere da prima: che giorno e in quale fascia oraria parto,da dove,dove arrivo e come torno, questo assassina la libertà dell'escursionismo,perche la gestione dei treni non è in grado di effettuare i controlli e scarica l'onere sulle persone corrette.Scusate OT.
 
#5
Ottima alternativa per passeggiare immersi nella natura senza rimpinguare le casse dell’Autostrada dei Parchi.
Se non lo conosci, ti segnalo il sito di Castel d’Asso che si trova poco più a nord, valido ed ulteriore elemento di turismo archeologico che in questa area, se valorizzato, potrebbe rappresentare un’eccellenza.
Ma per arrivarci dovrai per forza utilizzare l’auto!
Conosco Castel d'Asso! Se possibile sta messo peggio di Norchia.
 
#7
Ottima alternativa per passeggiare immersi nella natura senza rimpinguare le casse dell’Autostrada dei Parchi.
Se non lo conosci, ti segnalo il sito di Castel d’Asso che si trova poco più a nord, valido ed ulteriore elemento di turismo archeologico che in questa area, se valorizzato, potrebbe rappresentare un’eccellenza.
Ma per arrivarci dovrai per forza utilizzare l’auto!
Da figlio di archeologo dilettante ho passato la mia infanzia fra forre e tumuli :help:. Conosco bene Castel d'Asso, anche se ci manco da qualche anno. E' comunque raggiungibile col treno da Viterbo, con una non troppo lunga deviazione dalla Via Francigena.
 
#8
Un grande "mipiacione"!! Manco da un pò di tempo da questi posti e sono contento che almeno un pò siano stati segnati i sentieri e resi abbastanza accessibili i vari siti. Tempo fa avevano addirittura chiuso l'accesso ai calatori. Spero che questa rivalutazione si estenda anche a Norchia.Ti volevo chiedere se esisteva ancora ai piedi della lunga scalinata all' inizio delle gole sotto Barbarano ,via del lavatore mi pare che si chiami, una grande voliera che ospitava una rara coppia di Capovaccai. Ma ti parlo di svariati anni fa e credo che se l'avessi vista ne avresti sicuramente parlato. Quella dei biglietti sta diventando un problema fastidioso,da quando hanno tolto quelli a chilometraggio, noi che partiamo da un posto e non sappiamo da prima dove arriviamo siamo in difficoltà. Non ci sono biglietterie,macchinette non funzionanti o proprio assenti,come a Itri, negozi chiusi. Si può anche fare a bordo ma costa cinque euro di più! Io devo sapere da prima: che giorno e in quale fascia oraria parto,da dove,dove arrivo e come torno, questo assassina la libertà dell'escursionismo,perche la gestione dei treni non è in grado di effettuare i controlli e scarica l'onere sulle persone corrette.Scusate OT.
 
#9
Grazie @lanfranco51. No, non ne conoscevo l'esistenza e non li ho visti.
Per i biglietti mi sono trovato a mal partito ogni volta che ultimamente ho utilizzato i mezzi pubblici, anche perché ogni volta mancava la connessione per farli online.
Parlando col controllore, che comunque non mi ha fatto pagare i 5 euro, mi diceva che il problema dei portoghesi col vecchio sistema era estesissimo e che con questo nuovo sistema si è drasticamente ridotto, ma che loro stanno continuamente a fare biglietti con notevoli problemi a dare il resto.
 
Ultima modifica:
#10
Bene!
Vedo che oramai la ricerca di escursioni da fare con i mezzi pubblici sta diventando una vera 'ossessione'.
Non posso che esserne felice, così posso anch'io prendere spunto e scopiazzare qualcosa delle tue belle proposte. Ho conosciuto questi luoghi ricalando proprio una tua vecchia escursione: da Barbarano a Blera e ritorno.
In merito al mondo Cotral posso dire che siamo messi male. Il loro sito e la loro App fanno 'cagare' (scusate il termine, ma non ho trovato nulla di appropriato). Spesso non si apre e non si riesce a capire subito come si fa ad andare da una parte all'altra. Poi non parliamo dell'esatta collocazione delle fermate. Non c'è la possibilità di acquistare il biglietto online e le rivendite dei biglietti non si trovano facilmente o non esistono proprio in alcuni paesi o sono chiuse. Poi di fatto devo dire che i bus sono abbastanza puntuali e precisi.
Con il treno molto meglio. Sia il sito che l'App funzionano molto bene, soprattutto per la possibilità di comprare il biglietto online. E avendo i biglietti elettronici validità di 4 ore oltre l'orario stabilito, mi lasciano parecchia libertà di manovra e spesso li faccio anche il giorno prima.
Una piccola dritta, ma penso che già ne siete a conoscenza. La tessera metrobus di Roma ci permette di viaggiare in treno fino a Cesano, Settebagni, Sacrofano e Aurelia. Sicché quando viaggio da quelle parti, il biglietto del treno lo faccio da quel punto in poi e viceversa.
Comunque anche in Abruzzo si viaggia bene in bus in giornata. Ho già fatto il Velino e si potrebbe fare addirittura anche il Gransasso. Mentre a breve ho intenzione di fare una parte del Cammino dei Briganti: Magliano de' Marsi - Borgorose 24 km ... passando per il mitico birrificio.
Grazie Marco per la condivisione
 
#11
Cesano, Settebagni, Sacrofano e Aurelia
Certo perchè vengono considerati all'interno dell'anello ferroviario in cui basta il biglietto ferroviario da un euro...sempre che non trovi il controllore disinformato .e succede,che pretende comunque che paghi il biglietto da 3.50 per le bici. Però questo percorso è assai sproporzionato,perchè se parti ad esempio dalla Stazione S.Pietro,molto utilizzata,puoi fare una sola fermata .Aurelia ,già a Maccarese non basta un euro.Invece sempre da S,Pietro puoi arrivare a Cesano con una infinità di fermate in più e a molti più km di distanza.Se questo paese riuscisse a civilizzarsi si creerebbero dei biglietti elettronici da caricare a piacere e dei tornelli di entrata ed uscita alle varie fermate che scaricano il costo della tratta,come esiste in molti altri paesi,senza colpire i giusti per gli ingiusti. A questo proposito consentitemi un OT tanto per parlare ed è una cosa che mi ha sbalordito: mia figlia è stata a Londra ed ha usato un biglietto per i mezzi pubblici come sopra.Quando è andata via c'era ancora una somma caricata,ebbene è andata in una qualsiasi stazione e gli hanno restituito i soldi inutilizzati !!!:woot: Da fantascienza !
 
#12
Bene!
Vedo che oramai la ricerca di escursioni da fare con i mezzi pubblici sta diventando una vera 'ossessione'.
Non posso che esserne felice, così posso anch'io prendere spunto e scopiazzare qualcosa delle tue belle proposte. Ho conosciuto questi luoghi ricalando proprio una tua vecchia escursione: da Barbarano a Blera e ritorno.
In merito al mondo Cotral posso dire che siamo messi male. Il loro sito e la loro App fanno 'cagare' (scusate il termine, ma non ho trovato nulla di appropriato). Spesso non si apre e non si riesce a capire subito come si fa ad andare da una parte all'altra. Poi non parliamo dell'esatta collocazione delle fermate. Non c'è la possibilità di acquistare il biglietto online e le rivendite dei biglietti non si trovano facilmente o non esistono proprio in alcuni paesi o sono chiuse. Poi di fatto devo dire che i bus sono abbastanza puntuali e precisi.
Con il treno molto meglio. Sia il sito che l'App funzionano molto bene, soprattutto per la possibilità di comprare il biglietto online. E avendo i biglietti elettronici validità di 4 ore oltre l'orario stabilito, mi lasciano parecchia libertà di manovra e spesso li faccio anche il giorno prima.
Una piccola dritta, ma penso che già ne siete a conoscenza. La tessera metrobus di Roma ci permette di viaggiare in treno fino a Cesano, Settebagni, Sacrofano e Aurelia. Sicché quando viaggio da quelle parti, il biglietto del treno lo faccio da quel punto in poi e viceversa.
Comunque anche in Abruzzo si viaggia bene in bus in giornata. Ho già fatto il Velino e si potrebbe fare addirittura anche il Gransasso. Mentre a breve ho intenzione di fare una parte del Cammino dei Briganti: Magliano de' Marsi - Borgorose 24 km ... passando per il mitico birrificio.
Grazie Marco per la condivisione
Il Cammino dei Briganti l'ho valutato ma ancora non mi prende... però... il birrificio...
Per il sistema abbonamento più biglietto sono stato contestato bonariamente (senza sanzioni) dai controllori due volte, perché sostengono che il regolamento preveda non si possano sommare due titoli di viaggio sullo stesso viaggio: cioè bisognerebbe ad esempio scendere a Cesano, timbrare e risalire.
Per il Cotral... meglio l'Arpa.
 

Discussioni simili

Contenuti correlati

Alto