Trekking Traversata integrale della Majella

che spettacolo!!!
Una signora tappa per un neo cinquantenne! ;) Prima o poi lo farò pure io... spero prima dei 50... Posso chiederti le caratteristiche del sacco a pelo che hai utilizzato? l'hai utilizzato, vero?? :)
Avevi tutto l'indispensabile o hai rimpianto qualcosa?
E mi unisco all'interesse per la traccia gps, nel caso riuscisti a metterla su pc.
Questa estate la maiella l'ho vista dall'autostrada... mi ha affascinato molto, credevo fosse selvaggia, ma non credevo lo fosse a tal punto!
Comunque davvero complimenti, anche per le ottime foto! queste cose quasi mi commuovono... rispetto!
Grazie anche a te, sei veramente gentile!
Io la Majella la vedo da ogni dove dalla costa, fa talmente parte della mia vita... e ti assicuro che sì le foto rendono, ma quando sei lassù e' molto molto suggestivo!
Non ho rimpianto niente ed ho usato un normalissimo Quecha Ultralight 5°confort.
Ciao
 
:) Veramente complimenti, sia per l'escursione che per le foto, attraverso le quali hai saputo rendere il fascino di questo deserto d'altura.
Grazie
Ciao
 
@Pirpolo, Mezcal, Normenzio, Enea76:

mi dispiace, ma anche prodigandomi per mezza giornata ed anche con l'enorme aiuto a distanza del gentilissimo Mactom, sono ad un punto fermo, ovvero non ho idea di come si possa trasferire una traccia gps dal Garmin al Pc.
Se dovessi riuscirci (solo se me lo fa materialmente qualcuno) vi avviso e ve la mando.
Con molte scuse
Giuseppe
 
@Pirpolo, Mezcal, Normenzio, Enea76:

mi dispiace, ma anche prodigandomi per mezza giornata ed anche con l'enorme aiuto a distanza del gentilissimo Mactom, sono ad un punto fermo, ovvero non ho idea di come si possa trasferire una traccia gps dal Garmin al Pc.
Se dovessi riuscirci (solo se me lo fa materialmente qualcuno) vi avviso e ve la mando.
Con molte scuse
Giuseppe
Ciao Giuseppe e ciao a tutti quelli che hanno scritto richiedendo la traccia del percorso.

Se non hai nulla in contrario e, in attesa di effettuare un rapido corso sull'uso degli ordigni elettronici utili (qualche volta) a noi montanari, potresti (o se vuoi posso farlo io) pubblicare la traccia, somma di due mie escursioni, che al 99 % ricalca il tuo percorso che ti ho inviato ...

Fammi sapere se devo procedere

Un saluto a tutti

:) :) :)

Mactom
 
Ciao a tutti,

nei file allegati trovate una traccia approssimativamente simile (direi al 99 %) a quella percorsa da Giuseppe nella sua bella e impegnativa traversata (La traccia, in formato .gpx è anche stata caricata nell'apposita sezione del forum)

La traccia è stata realizzata sommando due parti di due differenti escursioni da me fatte in passato e, in particolare

1) La traversata della cresta del Porrara. Traccia presa dalla partenza, all'inghiottitoio nei pressi della stazione di Palena fino a guado di Coccia.

2) La traversata (notturna) dal rifugio Pomilio a Campo di Giove, dalla partenza al Pomilio fino a vado di Coccia e invertita.

Inoltre sono presenti anche i WP delle cime e di grotta Canosa, dove è avvenuta la sosta.

Il primo zip contiene la traccia in formato .plt e i wp, in due file separati. Il secondo zip contiene traccia e wp in un unico file formato .gpx.

Spero di aver soddisfatto le richieste di quanti hanno chiesto la traccia di questo percorso.

Un saluto a tutti,

:) :) :)

Mactom

Vedi l'allegato Traversata integrale Maiella 01.zip

Vedi l'allegato Traversata integrale Maiella 02.zip
 
Ultima modifica:
Approfitto di una brutta domenica che mi ha fatto scappare dalla spiaggia pubblicando un messaggio che mi e' stato recapitato a mano.

<<Questo commento te lo scrivo a condizione che tu stesso (io purtroppo non sono capace), lo inserisca come mio intervento nel forum.
Conoscevo, per averlo cercato sulle carte, l'itinerario della tua traversata, di cui peraltro mi spaventavano lunghezza e dislivelli, e conosco alcune delle localita' che le tue belle foto documentano.Ma sono rimasto incantato dalle didascalie che suggeriscono, al bisogno e non sempre, sensazioni, stati d'animo, note sulle condizioni fisiche, descrizioni e tanto d'altro.
Sempre con poche ed essenziali parole, come si addice alle migliori didascalie che non ripetono, ma aggiungono cio' che la foto implicitamente gia' suggerisce, pur senza averlo portato alla piena coscienza del lettore.
In questo, per me assolutamente, nuovo genere letterario-documentario, quasi un viaggiare alla Chatwin senza il peso di un libro, io che questi monti conobbi oltre 25 anni fa ed ancora frequento, per quanto posso, ci vedo una storia speciale della Maiella, tutta ad uso dei migliori camminatori di ogni paese.
E' cosi' che si fa amare il proprio territorio.Con la semplicita' della cultura, se mi passi l'ossimoro.
Grazie Giuseppe, grazie e avanti cosi'.
Zaino in spalla e penna o obiettivo fotografico a seguire il pensiero che vola. E' che come mai e' strettamente legato a chi ha momentaneamente lasciato i propri cari ed i propri amici,sperando di ritrovarli capaci di condividere ideali e sentimenti che trascendono la stessa montagna, per diventare appieno patrimonio della migliore umanita'.>>

Franco
 
Grazie per aver condiviso il racconto e le foto.
Ogni anno dedico almeno una settimana alla scoperta della Majella nella sua imponente presenza come dorsale sulla quale si erge la seconda vetta dell'Appennino e per quello che rappresenta nella nostra storia e cultura.
Mi auguro di poter ripetere il tuo difficile itinerario.
Complimenti.
 

Discussioni simili



Alto Basso