Proposta Trekking di due/tre giorni Parco Pollino - Ponte dell'Immacolata

#1
Parchi della Basilicata
Parco Nazionale del Pollino
Ciao! Il ponte dell'Immacolata sarò nel Parco del Pollino. Se qualcuno si vuole aggiungere per una 2/3 giorni di trekking con pernotto in tenda, me lo dica. E' sempre un piacere condividere la Natura.

E' tutto ancora da stabilire e bisogna valutare le condizioni meteo (neve).

pollino.jpg
 

NOTA AMMINISTRATORE: gli eventi proposti sono regolati dall'articolo 7 del regolamento, prendine visione. Richiedi la compilazione del modulo informativo per fare chiarezza sulle difficoltà dell'evento, l'equipaggiamento, le capacità e l'esperienza necessaria.
Organizza e partecipa agli eventi in sicurezza, con criterio, umiltà e competenza, qualità fondamentali per praticare le attività outdoor.

Ultima modifica:
#3
Ciao ☺ Jack, come tutti i quindicenni alla loro prima esperienza di trekking , penso quale sarà il punto di partenza e di arrivo,di questo che sarà uno splendido trek in autonomia, nel fascinoso Pollino .
 
#4
Ciao.Se il tuo primo giorno di ascensione corrisponde al venerdì potrei farci un pensierino a patto che si salga su una cima.Poi a fine escursione dovrei lasciarti.Hai già qualche idea di dove andare e da dove partire?Tieni anche conto che dovrei comunque confermarti un paio di giorni prima.Fammi sapere.
 
#6
Per questo trekking è molto importante valutare le condizioni meteo. La mia idea era di farci tutte e cinque le cime oltre i 2000 m, nell'arco dei tre giorni del trekking. Pernottare in tenda dove capita e pianificare il trekking del giorno successivo. Ovviamente bisogna valutare il grado di allenamento di tutti i partecipanti e la propria esperienza.

@pollinofantastico : il primo giorno dovrebbe essere proprio venerdì. Si potrebbe fare Serra del Prete e Monte Pollino (che sono quelli con dislivello maggiore!). Però, ripeto, bisogna valutare il passo di tutti i partecipanti e decidere. Magari non ce la faccio neanche io a fare tutte e cinque i 2000!!!! Quindi l'idea è questa, poi in corso d'opera si vedrà. Credo sia giusto stabilire un piano, ma bisogna anche saperlo adattare alle necessità.

PRECISAZIONE: Le temperature saranno rigide e molto probabilmente sotto lo zero. Quindi, tenda, sacco, scarponi e abbigliamento devono essere adeguati!!! Come sacco a pelo, direi che almeno un -5°C di confort è necessario. Se non ne avete, portatene due di sacchi a pelo!

Io testerò un sacco a pelo in piuma "invernale" cinese con confort -3°C (Precisamente questo). Ma mi porto anche un altro piccolo sacco a pelo sintetico della snugpak (Questo). La mia tenda è una monoposto. Se avete domande sul vestiario, chiedete pure! Per il cibo, vi rimando ad una discussione di @Grizzly: organizzazione cibo per 8 giorni.

Mi sto informando presso guide locali se sono necessari ramponi e piccozze o ciaspole. Avete consigli al riguardo???

Stay tuned and ready!
 
Ultima modifica:
#7
@cross : scusami se sono sparito. Se vuoi, puoi rispondermi qui. Preferisco che ci mettiamo d'accordo e chiariamo la difficoltà di quello che stiamo andando a fare. Dopodichè, preso atto di tutto e del nostro grado di allenamento, possiamo metterci d'accordo sul percorso e sul viaggio. Comunque, io partirei da Matera con l'auto di un amico (La mia Panda Old la lascio qui purtroppo).

La neve già c'è. Bisogna informarsi se si riesce ed arrivare a colle Impiso e se servono ramponi e piccozza (che devo comprare).
 
#8
Per questo trekking è molto importante valutare le condizioni meteo. La mia idea era di farci tutte e cinque le cime oltre i 2000 m, nell'arco dei tre giorni del trekking. Pernottare in tenda dove capita e pianificare il trekking del giorno successivo. Ovviamente bisogna valutare il grado di allenamento di tutti i partecipanti e la propria esperienza.

@pollinofantastico : il primo giorno dovrebbe essere proprio venerdì. Si potrebbe fare Serra del Prete e Monte Pollino (che sono quelli con dislivello maggiore!). Però, ripeto, bisogna valutare il passo di tutti i partecipanti e decidere. Magari non ce la faccio neanche io a fare tutte e cinque i 2000!!!! Quindi l'idea è questa, poi in corso d'opera si vedrà. Credo sia giusto stabilire un piano, ma bisogna anche saperlo adattare alle necessità.

PRECISAZIONE: Le temperature saranno rigide e molto probabilmente sotto lo zero. Quindi, tenda, sacco, scarponi e abbigliamento devono essere adeguati!!! Come sacco a pelo, direi che almeno un -5°C di confort è necessario. Se non ne avete, portatene due di sacchi a pelo!

Io testerò un sacco a pelo in piuma "invernale" cinese con confort -3°C (Precisamente questo). Ma mi porto anche un altro piccolo sacco a pelo sintetico della snugpak (Questo). La mia tenda è una monoposto. Se avete domande sul vestiario, chiedete pure! Per il cibo, vi rimando ad una discussione di @Grizzly: organizzazione cibo per 8 giorni.

Mi sto informando presso guide locali se sono necessari ramponi e piccozze o ciaspole. Avete consigli al riguardo???

Stay tuned and ready!
Sabato ho fatto il Pollino per il valangone e per alcuni tratti sono risultati indispensabili i ramponi e la piccozza. All' ombra la neve era compatta.Ora ha nevicato di nuovo e inevitabilmente si e' formato uno strato nuovo .Fino all'8 bisogna vedere com'è la situazione ma per i versanti a nord non dovrebbe cambiare.Penso che ramponi e piccozza siano indispensabili.Per la mia adesione devo ancora valutare però.
 
#9
Sabato ho fatto il Pollino per il valangone e per alcuni tratti sono risultati indispensabili i ramponi e la piccozza. All' ombra la neve era compatta.Ora ha nevicato di nuovo e inevitabilmente si e' formato uno strato nuovo .Fino all'8 bisogna vedere com'è la situazione ma per i versanti a nord non dovrebbe cambiare.Penso che ramponi e piccozza siano indispensabili.Per la mia adesione devo ancora valutare però.
Credi che sia il caso di portarsi pure le ciaspole? Si può arrivare a colle impiso con la macchina?
 
#11
Per questo trekking è molto importante valutare le condizioni meteo. La mia idea era di farci tutte e cinque le cime oltre i 2000 m, nell'arco dei tre giorni del trekking. Pernottare in tenda dove capita e pianificare il trekking del giorno successivo. Ovviamente bisogna valutare il grado di allenamento di tutti i partecipanti e la propria esperienza.

@pollinofantastico : il primo giorno dovrebbe essere proprio venerdì. Si potrebbe fare Serra del Prete e Monte Pollino (che sono quelli con dislivello maggiore!). Però, ripeto, bisogna valutare il passo di tutti i partecipanti e decidere. Magari non ce la faccio neanche io a fare tutte e cinque i 2000!!!! Quindi l'idea è questa, poi in corso d'opera si vedrà. Credo sia giusto stabilire un piano, ma bisogna anche saperlo adattare alle necessità.

PRECISAZIONE: Le temperature saranno rigide e molto probabilmente sotto lo zero. Quindi, tenda, sacco, scarponi e abbigliamento devono essere adeguati!!! Come sacco a pelo, direi che almeno un -5°C di confort è necessario. Se non ne avete, portatene due di sacchi a pelo!

Io testerò un sacco a pelo in piuma "invernale" cinese con confort -3°C (Precisamente questo). Ma mi porto anche un altro piccolo sacco a pelo sintetico della snugpak (Questo). La mia tenda è una monoposto. Se avete domande sul vestiario, chiedete pure! Per il cibo, vi rimando ad una discussione di @Grizzly: organizzazione cibo per 8 giorni.

Mi sto informando presso guide locali se sono necessari ramponi e piccozze o ciaspole. Avete consigli al riguardo???

Stay tuned and ready!

Quando si deve testare dell'attrezzatura,come quella che hai indicato,e sopratutto a queste temperature,è meglio non essere con altri che non si conoscono,e sui quali c'è il legittimo dubbio per la buona riuscita.
Buon divertimento,ciao.
 
#14
Credi che sia il caso di portarsi pure le ciaspole? Si può arrivare a colle impiso con la macchina?
Ciaspole non credo,almeno se fino a quel giorno non succede niente di straordinario.Per Colle Impiso penso la stessa cosa,bisogna aspettare.Altrimenti potrebbero esserci delle alternative tipo partire da Colle Marcione e puntare il Dolcedorme per primo,poi Serra Ciavole,Crispo e le altre.
 
#15
Grazie per l'invito. La cosa mi interessa.Potrei raggiungerti sabato salendo a piedi da sotto (e' un'idea che mi piace molto e che ho gia' praticato altre volte,ascesa faticosa ma senza problemi di viabilita' con l'auto), concordando poi di incontrarci da qualche parte.Purtroppo non ho i ramponi ma solo le ciaspole. Quando e' gia' presente ghiaccio seppur leggero, gli scivoloni sono all'ordine del giorno e non vorrei rivivere certe scenette comiche vissute in prima persona. Ti faccio sapere, alla mia veneranda eta', devo valutare se si possa progredire senza ramponi, le condizioni meteo e un inaspettato male di schiena che spero passi per quella data...
 
Ultima modifica:
#16
Nessuno è esperto. So' tornato single ragazzi ho bisogno di vivere, non di morire! Ho comprato i ramponi e la piccozza perché era giunto il momento di imparare. Ma si camminerà guidati dal buon senso. Fammi sapere.

Ps: che intendi con "salire da sotto".
 
#18
Nessuno è esperto. So' tornato single ragazzi ho bisogno di vivere, non di morire! Ho comprato i ramponi e la piccozza perché era giunto il momento di imparare. Ma si camminerà guidati dal buon senso. Fammi sapere.

Ps: che intendi con "salire da sotto".
posso permettermi un suggerimento? la montagna è pericolosa e d'inverno lo è anche di più. ritengo sia opportuno fare un corso CAI prima di improvvisarsi nella progressione su neve, specie con l'uso di attrezzatura tecnica come piccozza e ramponi. conoscere bene le tecniche anche di emergenza (che non sono scontate e a volte contro-istintive) è fondamentale.

PS: interessante il tuo spunto sull'usare due sacchi a pelo. hai già sperimentato se come tecnica per aumentarne il potere isolante funziona oppure è solo una boutade?
 
#19
Grazie del suggerimento. Dalle mie parti non ci sono guide alpine. Quindi dovrò arrangiarmi. Farò attenzione.
Per i sacchi a pelo: due sacchi dovrebbero tenere più caldi di uno perché intrappolano più strati d'aria. L'ho provato in passato ma non ho termini di paragone con sacchi tecnici. Considera chelo sleep System dell'esercito usa, ha lo stesso principio.! U po' come vestirsi a cipolla.
 
#20
Grazie del suggerimento. Dalle mie parti non ci sono guide alpine. Quindi dovrò arrangiarmi. Farò attenzione.
Per i sacchi a pelo: due sacchi dovrebbero tenere più caldi di uno perché intrappolano più strati d'aria. L'ho provato in passato ma non ho termini di paragone con sacchi tecnici. Considera chelo sleep System dell'esercito usa, ha lo stesso principio.! U po' come vestirsi a cipolla.
Visto che hai comprato i ramponi ti consiglio di regolarli bene a casa sugli scarponi che dovrebbero essere ramponabili in modo da non avere problemi poi sulla neve al freddo dove anche i gesti più semplici diventano complicati.Per la piccozza l'unica cosa e' provare la caduta su un pendio nevoso protetto(alberi a valle).Cmq visto che siamo sempre in autunno non credo ci siano problemi enormi.
 

Contenuti correlati

Alto