Trekking in inverno.. consigli su abbigliamento

Ciao a tutti
sono alle prime armi per quanto concerne il trekking d'inverno, lo pratico solo d'estate. Mi sto avvicinando con grande curiosità alle passeggiate in montagna d'inverno , anche perchè sono appassionatissima di fotografia e mi piace fare sport all'aria aperta.

Sto cercando di attrezzarmi al meglio con l'abbigliamento cercando di non spendere cifre esorbitanti.

Vi elenco di seguito gli utlimi acquisti:
Giacca escursionismo softshell donna Forclaz 900 warm nera QUECHUA - Abbigliamento...

Pantaloni alpinismo uomo neri SIMOND - Abbigliamento alpinismo - Decathlon... ( ma da donna naturalmente :D )

Intimo sci donna Simple Warm nero WED'ZE - Abbigliamento sci snow Sport invernali...

Sotto guanti TAKE HEAT TOUCH WED'ZE - Accessori abbigliamento sci snow - Decathlon...

Inoltre ho vari pile.....


Domenica scorsa sono stata alla Croce Arcana Passo della Croce Arcana - Wikipedia ed avevo addosso l'intimo da sci, un pile e un pesantissimo piumino.
Il piumino mi ha fatta sudare in maniera considerevole in salita , tanto che in più di una occasione l'ho lasciato leggermente aperto per prendere un po' d'aria.Una volta arrivata in cima mi ha invece protetta dal forte vento.
Oggi al Decathlon ho chiesto dei consigli a un commesso e mi ha detto che in salita sarebbe consigliabile andare solo con l'intimo da sci, il pile e il softshell e di indossare, una volta arrivata, uno di questi piumini Piumino escursionismo donna Inuit Down Xlight grigio QUECHUA - Abbigliamento... che sono molto leggeri e poco ingombranti da portarsi dietro.
Io ero più orientata verso una giacca tecnica che in caso di neve possa proteggere sicuramente meglio di un piumino.
Mi aiutate per favore a capirci qualche cosa di più per favore?


Vi ringrazio in anticipo !

Anna
 
Ciao Anna,
c'è inverno e inverno.
Giusto oggi ero sulle colline di Castel del Rio, pieno sole, vento freddo ma a tratti. Ho girato con solo intimo invernale, a tratti con anche maglia lunga traspirante. Giacca piumino sintetico solo per le soste in ombra.

La croce arcana e gli alti crinali sono tra i posti più freddi, ovviamente, così come la bassa montagna nei periodi di neve.

Lasciando ai più esperti di marketing e di materiali i consigli per gli acquisti, ti posso suggerire di applicare la solita regola dei vari strati.
In generale per l'inverno servono:
- intimo invernale
- maglia lunga traspirante, giusto x integrare l'intimo
- maglia tipo pile per le zone fredde non ventose
- strato antivento

Gli ultimi due strati potresti acquistarli sotto forma di giacca componibile in pile+goretex, che ti danno buona versatilità. Se pensi di fare escursioni non molto impegnative in zone molto fredde o ventose, una buona alternativa è la giacca da sci.

Io uso come pantaloni gli stessi estivi, ma ne esistono anche di tecnici invernali, che possono essere utili in climi più rigidi.

Ovviamente fondamentali:
- guanti termici e antivento
- oggetto tipo buff, versatile per un minimo di protezione nei momenti di sudore
- copricapo termico e antivento
- calzettoni lunghi tecnici invernali
 
Il pile con il softshell, NON è un buon abbinamento, il pile che hai come secondo strato e il micropile interno che ha il Softshell, non ti lasceranno traspirare e ti ritroverai sicuramente con la schiena sudata.
Sarebbe meglio prendere qualcosa di più tecnico come un guscio (terzo strato finale) da indossare sul pile e sull'intimo termico.
 
No per me un softshell è ormai un capo che se se ne ha la possibilità va acquistato.
Io ne ho uno che uso in mountain bike in stagioni fredde, durante le discese o aperto in salita.
Per me è un ottimo capo per autunno o primavera, perchè permette di far riprendere calore in fretta al corpo, facendo asciugare l'intimo e offre una sufficiente protezione dal vento. Da abbinare a un kway per gli acquazzoni. Così si evita una giacca imbottita spropositata per quelle stagioni e a basse quote.
Non è molto utile in inverno secondo me.
 
No non hai gettato soldi al vento, devi semplicemente acquisire (lo farai molto velocemente) dimestichezza nel combinare gli strati da indossare a seconda delle condizioni meteorologiche e dell'intensità dello sforzo che stai compiendo, fattori questi che ovviamente possono variare anche di molto nell'arco di una sola uscita.
Per esempio come hai ben capito nella salita che ti ha fatto sudare il piumino avresti dovuto tenerlo nello zaino e non addosso. Solo all'occorrenza, una volta giunta a destinazione e dunque immobile, avresti dovuto indossarlo per limitare la dispersione del calore corporeo. Capisco che quando si esce dall'auto di buon mattino il freddo fa soffrire ma proprio questo spinge molti di noi ad eccedere nel vestirsi o meglio al non svestirsi quando arriva il momento di farlo.
Ti dico come faccio io: il mattino mi avvio che sono ben coperto (intimo termico, maglietta tecnica, pile leggero e softshell di discreta qualità). Però non appena mi scaldo e capisco che comincio a sudare tiro via o il pile o il softshell a seconda che ci sia o meno del vento. Quando c'é un bel sole e l'aria comincia a scaldarsi in assenza di vento anche a quote abbastanza elevate li tiro via entrambi e cammino solo con l'intimo termico e la T shirt.
Per i pantaloni (uso di solito gli stessi che hai tu) quando sono accaldato tengo un pò aperte le cerniere sulle cosce.
Presta attenzione particolare nella scelta degli strati esterni se fai attività di un certo impegno, soprattutto nella bruta stagione. La mia softshell ad esempio mi soddisfa molto perché mi protegge benissimo dal vento e dalla neve, bene anche dalla pioggia se breve e non intensa ma allo stesso tempo é decorosamente traspirante; insomma é più hard che softshell; quello che hai preso credo abbia minori prestazioni ma avrai sempre modo di utilizzarlo con profitto
Se vuoi qualcosa di termico quasi quanto un piumino buttati sulle imbottiture in tecnico di qualità tipo il primaloft, fanno più spessore nello zaino ma sono meno vulnerabili della piuma alla pioggia.
 
Ultima modifica:
Io generalmente utilizzo un guscio con pile abbinabile, in modo da poter modulare l'abbigliamento a seconda delle evenienze; i pantaloni della Simond, se sono quelli che ho anche io, li trovo proprio un buon prodotto
 
Io generalmente utilizzo un guscio con pile abbinabile, in modo da poter modulare l'abbigliamento a seconda delle evenienze; i pantaloni della Simond, se sono quelli che ho anche io, li trovo proprio un buon prodotto

Domenica scorsa mi ci sono trovata bene con quei pantaloni. Era la prima volta che li indossavo.
Poi sono costati il giusto: 50,00€ :si:
 
Se fai riferimento alla mia risposta, ti dico che non hai buttato soldi, anzi...
Il softshell è un capo utilissimo, da usare in vari periodi dell'anno, ma è altrettanto "scomodo" se usato abbinato con un pile.

[tutto questo dipende da persona a persona]
 
Ciao Anna, e benvenuta. Per quanto riguarda i pantaloni vai tranquilla, li ho anch'io: usati per tante uscite in invernale, sono una garanzia. Per me il giusto compromesso qualità/prezzo. Hanno anche delle ghette integrate, anche se ti consiglio di abbinarcene un paio di "vere" se vai su neve (e se vuoi davvero tenere asciutti gli scarponi!).
Per quanto riguarda il pile mi sembra di capire che tu sia già a posto, altrimenti ti consiglio questo: davvero un buon capo ad un ottimo prezzo
http://www.decathlon.it/pile-forclaz-500-id_8189204.html.
Con un buon intimo termico sotto, Hardshell, un berretto e un paio di guanti "seri" per me sei a posto.
 
Grazie Paolo. Si ovviamente dipende anche dal fatto che una persona sia più freddolosa o meno. Probabilmente il softshell lo userò anche d'estate sulle dolomiti. Ma devo ancora sperimentarlo perché l'ho comprato due giorni fa
 
Per quanto riguarda le ghette dei pantaloni, l'altra domenica il piede mi è affondato anche di 30cm nella neve e tutto mi è rimasto perfettamente asciutto. Valuterò l'acquisto di un pile migliore, per ora ho quelli "base" del decathlon. Alcuni Li ho acquistati 5-6 anni fa e sono ancora in ottime condizioni
 
Guanti marca BRIKO

ci sono tre targhette all'interno:
1) 87% poliestere
8% PU
5% elastomero

2) 59% PU
41% poliestere

3) 87% poliestere
8% poliuretan
5% elastan

INSERT
59% POLIURETAN
41% POLIESTER
 
Io uso i guanti da ciclista in windstopper, comodi ed efficaci contro il vento gelido e che mi permettono una buona tattilità; quando però prevedo di salire oltre i 1.500-1600 mslm nello zaino mi porto anche un paio di guanti da sci e i sottoguanti come quelli che hai tu il tutto da tirare fuori in caso di soste prolungate (per esempio in vetta o durante il pasto).
Quanto al primaloft ci sono tanti capi che ne sono composti: uno per tutti é la protection slim jacket di CAMP che tra l'altro ho visto in forte sconto sul sito di vendite on line di un buon negozio che ha sede a Cappelle dei Marsi (AQ).
Io per mia moglie ho acquistato un modello simile, la Micro Evo che però ha un' imbottitura in piuma anziché sintetica e devo dire che é fantastica, bella da vedere, calda e incredibilmente compatta.

Quasi dimenticavo: Buon Natale a tutti gli utenti
 
Quanto al primaloft ci sono tanti capi che ne sono composti: uno per tutti é la protection slim jacket di CAMP che tra l'altro ho visto in forte sconto sul sito di vendite on line di un buon negozio che ha sede a Cappelle dei Marsi (AQ).
Io per mia moglie ho acquistato un modello simile, la Micro Evo che però ha un' imbottitura in piuma anziché sintetica e devo dire che é fantastica, bella da vedere, calda e incredibilmente compatta.

Quasi dimenticavo: Buon Natale a tutti gli utenti

e facci un regalo di natale! dicci il nome del negozio!:D

Buone feste a tutti! :)
 
Lente di Fresnel
Alto Basso