Trivella quasi fai da te'


Caspita! un pusher di qualita'!
Bellissima roba, ottima segnalazione, grazie.

In quel catalogo ci sono anche i succhielli, anche essi penso super utili: visto il peso ridotto, mi porto sempre uno anche nelle scursioni fuori dal campo fisso, lo ho improvvisato cosi':

Inserisco una punta di trapano dentro un cacciavite multipunte, poi un chiodo attraverso il manico (per ora regge)
DSC_0003-1.jpg


pinza o tenaglia
DSC_0002-1.jpg



ciao.
 
Buona idea Mister Crafter :), anche il grande Dick Proenneke nel documentario Alone in the Wilderness si era costruito utensili simili e li sfruttava alla grande.

Un Saluto.
Dk.
 
Complimenti per l'idea, adesso una piccola critica che vuole essere costruttiva per ottimizzare il tuo progetto
1. mi sembra troppo corta
2. i manici si potrebbero fare con dei materiali più leggeri di quelli usati?
3. BRAVO!!!
 
Una trivella per trapano con il gambo esagonale
Pensandoci bene punte per legno di dimensione inferiore, con il relativo adattatore per inserti o con una giusta limatina al gambo, si potrebbero, una volta modificate, montare anche sulla mia Leatherman Wave ;).
Insomma si otterrebbe una cosa del genere:

2012-02-05_201451.jpg

Un Saluto.
Dk.
 
Ultima modifica:
MarkPT grazie per la replica ;)
Una "confezione" così è davvero ottima...mi è capitato molto spesso di avere per le mani trivelle senza coltelli, alcune addirittura comprate così!
Io consiglio sempre di inserire un tubo di plastica (tipo giardinaggio) nella punta, così da mantenerla al sicuro!

Spyro: una miniera.......sti link li puoi vendere davvero!!!!! ;)
 
Complimenti per l'idea, adesso una piccola critica che vuole essere costruttiva per ottimizzare il tuo progetto
1. mi sembra troppo corta
2. i manici si potrebbero fare con dei materiali più leggeri di quelli usati?
3. BRAVO!!!
DANKO dice anche: Pensandoci bene punte per legno di dimensione inferiore, con il relativo adattatore per inserti o con una giusta limatina al gambo, si potrebbero, una volta modificate, montare anche sulla mia Leatherman Wave .
Insomma si otterrebbe una cosa del genere:


------------------------------------------------------



ESATTAMENTE, e grazie, mi ha stimolato un pensiero:

Sono perfettamente d'accordo, con tutti i commenti, suggerimenti e soprattutto critiche: Dopo i primi consigli, sono tornato dal ferramenta per vedere cosa si poteva utilizzare, alla fine, ci sono tantissimi modi per far girare una brugola. Penso quindi che la scelta dei materiali si debba fare NON in funzione dei materiali stessi, ma in funzione dell'uso.


Penso IMHO ed in generale.

1) PIU' l'attrezzo e' importante per la riuscita della escursione, MENO lo improvviserei
2) PIU' L'attrezzo e' importante per la sicurezza, MENO lo improvviserei
3) PIU' e' importante il peso leggero, PIU' sacrificherei la funzione perfetta per una improvvisazione che richiede piu' tempo per svolgere la stessa funzione.
4) MENO attrezzi si anno a casa per costruire l'aggeggio, PIU' uno si deve adattare.
5) MENO soldi si vogliono spendere, PIU" uno si deve ingegnare.
6) Non mi fido assolutamente al 100% dei test che si possono fare sugli attrezzi improvvisati, non ho i calibri per capire dove sono i punti di rottura, incluso l'uso a basse temperature, che incontro ogni tanto nelle mie escursioni.

Per esempio, da una parte se mi propongo di andare a costruire una casa di tronchi in una valle isolata e viverci dentro anche in inverno, mi comprerei e mi porterei tutto quello che si deve e forse affitterei anche un mulo per portarmi la roba. Al contrario, se vado per una escursione giornaliera con zaino in spalla e voglio divertirmi a fare un buco in un ramo cosi' per sport, beh, potrei rischiare anche la cosa piu' effimera. Preciso che il ramo deve essere gia' secco :).

Tra questi due scenari sopra, c'e' tutto da scoprire!

Grazie ancora a tutti!!

P.S. Spyro: I coltelli a petto, eheheh! Allora abbiamo aperto i cancelli della falegnaneria da campo!
 
Ciao a tutti.
Le "trivelle" per il legno una volta, prima dell'avvento delle macchine combinate, erano di uso comune tra i falegnami. Al campo, ma anche in sede, possono essere efficacemente utilizzate per varie ncostruzioni. La tecnica si chiama "froissartage" (se ho scritto bene) ed è di notevole robustezza e duratura, sicuramente superiore alle legature. Il fatto che i ragazzi ne siano affascinati e passino delle ore a "fare buchi" deriva dal fatto che, come tutte le costruzioni, vedono il lavoro progredire man mano ed alla fine hanno un riscontro tangibile di quanto fatto.
Ma i ragazzi hanno occhi diversi dai nostri...per fortuna.
Ciao
Nino
 
Ciao a tutti, riprendo la discussione, anche se molto datata, per inserire il mio contributo.
Ho preso dal ferramenta alcune punte da trrapano per legno, stando attendo a vedere che ci fossero le "alette" in punta come suggerito da @IT9RGY , e poi ho provato a saldare in due modalità diverse.

200820


1) anello realizzato con picchetto da tenda di diametro tubolare "piegato"

200822


2) sezione di tubo

200824


ovviamente il nr. 2 è venuto meglio, grazie anche alla mia perfezionata tecnica di saldatura man mano che mi impratichivo...

Per il porto da campo, invece della protezione per punta in gomma (tipo piccozza) o PVC, ho preferito (da vecchio triatleta) usare uno spezzone di camera d'aria

200823


Ho realizzato due coppie, pensando al diametro dei buchi da fare, appunto al campo: un diametro 8 mm per eventuali fori "piccoli", per far passare corde (il 5.5 paracord, p.e.) nei paletti, per legature e piccolissime realizzazioni con spine di legno senza carico, mentre la punta del 12 ovviamente può servire per costruzioni più massicce.
 

Allegati

Ultima modifica:
Grande Giulio :)
Chiaramente quella con la sezione di tubo è uno spettacolo, identica ad una trivella "vera".
In passato ho fatto la stessa cosa, ma trovare punte grosse per fare froissertage era praticamente impossibile.
Ottima idea per la camera d'aria anyway :)
 
idea geniale!!! :)

una cosa simile l'avevo vista per scavare le buche dove fissare i portacanne, ma era meno solida (serviva a smuovere terra), piu' grande e soprattutto costava una fucilata
 
idea geniale!!! :)

una cosa simile l'avevo vista per scavare le buche dove fissare i portacanne, ma era meno solida (serviva a smuovere terra), piu' grande e soprattutto costava una fucilata
si, quelle le abbiamo anche noi, sono vere e proprie trivelle da terra, necessarie per fare i buchi nel suolo quando devi inserire paline o filagne di diametro importante, per le costruzioni da campo, poi probabilmente per il tuo settore (pesca) ne avranno concepite poi di leggermente più ridotte per le dimensioni del foro del portacanne
puoi sempre guardare nei mercatini delle occasioni, qui da noi ce ne sono tanti, e vedere se trovi un succhiello come questo
200883
200884


è da legno ma lo cannibalizzi per la terra, tanto lo porti via con poco...
(se ti interessa qualcosa del genere scrivimi in pvt)
 
visto :)

solitamente quelle da terra hanno una vite con un angolo inferiore, tanto la resistenza e' minore e quindi si puo' avanzare di piu' ad ogni giro, e sono sottili. ovvio che questa andrebbe benissimo :)

qualcosa di simile dovrebbero averlo anche in un negozio dalle mie parti, devo vedere
 
i miei 2 cent. alla punta (userei una mecchia )diciamo verso la metà incollerei un tondo di legno con 1 scalatura per lo spago e userei il metodo ad archetto come per accendere il fuoco mi sembra estremamente più veloce
 
Autore Discussioni simili Forum Risposte Data
Sile86 Bushcraft 36

Discussioni simili



Alto Basso