Tutore per dolore al ginocchio.

Mi occorre un consiglio.
Nelle ultime escursioni provo dolore al ginocchio destro.
Il dolore compare appena inizio la discesa su terreni irregolari ed è localizzato subito sotto la rotula. Continuo a percepire dolore anche il giorno successivo tenendoci sopra il peso del corpo. Non ho mai avuto problemi alle ginocchia, ne infortuni.
Dopo questa premessa, quello che vi chiedo è se secondo voi indossare un tutore durante l'escursione possa essere d'aiuto. Per tutore intendo una cosa come questa, che tiene composta l'articolazione senza impedire i corretti movimenti. Avete qualche esperienza simile?

Grazie!
 
Opterei per un tutore col buco per tenere ferma e far lavorare correttamente la rotula.

Spero per te che sia una cosa passeggera, ma sappi che con questo tipo di attivita' le probabilita' di entrare a far parte di un "certo" club non sono poche ....
 
Grazie per la dritta Giuseppe!
Mi informerò meglio per i tutori "con il buco".
So bene che il trekking non è amico delle ginocchia, vedo mio padre dopo 30 anni di attività. Spero anch'io sia una cosa passeggera, di buono c'è che il male compare solo in quella situazione, per il resto il ginocchio funziona bene.
Se con un tutore adeguato riesco a scendere con meno dolore vale la pena acquistarlo direi :)
 
Perdonatemi, ma ogni tutore ha una funzione specifica (non ne esistono di universali) e serve a controllare un problema specifico.
Il primo passo (obbligato) se il dolore persiste è di consultare un ortopedico, che ti consiglierà se e quale tutore può essere una soluzione al tuo problema

ciao
 
Ciao Flavio, grazie per la (giustissima) osservazione.
La visita dal medico è già in programma, ma già domani il dolore sarà sparito senza fare nulla. Non so cosa potrà effettivamente dirmi, ma tenterò.
Il dolore svanisce quasi subito, disturba solo mentre scendo lungo i sentieri in pendenza.
 
...confermo e condivido a pieno ciò che ha detto Basilio, a volte può dipendere dagli acidi urici i quali agiscono come cartavetro sulle cartilagini e le consumano danneggiando anche i menischi...lo dico con cognizione di causa visto che mi sono operato a febbraio... magari nel Tuo caso è solo una piccola infiammazione ma il parere di un medico non lo trascurerei!!!:)
 
U

Utente 3704

Guest
Probabilmente si tratta di8 un infiammazzione sul tendine rotuleo.
Se si presenta sopratutto in discesa, rinforza i bicipiti femorali. In discesa la tibia scivola in avanti rispetto al femore, bisogna rinforzare i muscoli Posteriori della coscia, e se hai la possibilità allena i quadricipiti in fase "negativa" del movimento.
 
...confermo e condivido a pieno ciò che ha detto Basilio, a volte può dipendere dagli acidi urici i quali agiscono come cartavetro sulle cartilagini e le consumano danneggiando anche i menischi...lo dico con cognizione di causa visto che mi sono operato a febbraio... magari nel Tuo caso è solo una piccola infiammazione ma il parere di un medico non lo trascurerei!!!:)

Spero nella banale infiammazione.
Dal medico ci vado domani e sentiamo cosa dice.

Probabilmente si tratta di8 un infiammazzione sul tendine rotuleo.
Se si presenta sopratutto in discesa, rinforza i bicipiti femorali. In discesa la tibia scivola in avanti rispetto al femore, bisogna rinforzare i muscoli Posteriori della coscia, e se hai la possibilità allena i quadricipiti in fase "negativa" del movimento.

Ecco un altro valido motivo per tornare in palestra durante i mesi invernali!
Grazie per il parere Mystic, spero di sentirmi dire la stessa cosa dal medico così magari risolvo con un po' di allenamento mirato.
 
Ecco, sono stato dal medico.
A quanto pare non è nulla di preoccupante, mi ha consigliato di fare della riabilitazione per rinforzare la muscolatura di coscia e ginocchio. Pare che la mia rotula non sia perfettamente in asse con il femore e questo provoca infiammazione durante lo sforzo in salita, che poi presenta il dolore nella discesa. Mi ha detto di provare con un tutore (come immaginavo).

Ora vi domando, secondo voi quale mi conviene provare tra questi due?

Ginocchiera S300 APTONIA - Tutori e solette Tutori, solette, massaggi - Decathlon...
GINOCCHIO VELCRO S300 APTONIA - Tutori e solette Tutori, solette, massaggi...
 
Ho avuto lo stesso problema in Germania e il tutore, seppur prescrittomi dal medico, serve a poco. Secondo il medico il problema mi era stato causato da scarpette da corsa, che usavo per gli allenamenti, non adatte alla forma del mio piede. Da quando non uso più quelle scarpette, il dolore è scomparso.
 
Ho avuto lo stesso problema in Germania e il tutore, seppur prescrittomi dal medico, serve a poco. Secondo il medico il problema mi era stato causato da scarpette da corsa, che usavo per gli allenamenti, non adatte alla forma del mio piede. Da quando non uso più quelle scarpette, il dolore è scomparso.

Mmh, penso si tratti di due problemi diversi allora.
Se il tuo problema è sparito cambiando scarpe evidentemente era solo una questione di postura. Nel mio caso il problema è più meccanico e riguarda la posizione della rotula, quindi il tutore dovrebbe contare.
Però non so quale dei due che ho linkato... mi sa che li compro entrambi e poi vedo :lol:
 
Il mio ortopedico mi a consigliato quasi per lo esteso problema tuo un tutore che va posizionato sotto la rotula e gira in torno , a me e funzionata e non crea ingombro.
 
U

Utente 3704

Guest
Rinforza la muscolatura, ma ti raccomando fai un lavoro maggiore sui posteriori. Esegui esercizi di base come squat e affondi. Non dimenticarti di evitare l'allenamento in fase acuta di dolore, evita antidolorifici e prenditi Glucosamina e condroitina.
Poca spesa tanta resa.
Ciao!!!
Ps: se ti serve qualche consiglio chiedi pure.
 
Io ti consiglio comunque di fare una risonanza, per sicurezza, io l'ho fatta solo per scrupolo perchè il dolore non era proprio lancinante, ma più una sensazione di gonfiore (che in realtà non c'era) ed è risultata una lesione al menisco con interessamento al corciato anteriore, niente da operare (sia chiaro) è poca cosa, ma saperlo in anticipo fa sempre prendere le giuste decisioni.
 
Il mio ortopedico mi a consigliato quasi per lo esteso problema tuo un tutore che va posizionato sotto la rotula e gira in torno , a me e funzionata e non crea ingombro.

Oggi pomeriggio ho comprato il tutore più piccolo che funziona come quello che hai descritto. Quello più grande, visto dal vivo, mi ha dato l'impressione di far sudare parecchio e di limitare troppo i movimenti. Vedremo come va alla prossima uscita!

Rinforza la muscolatura, ma ti raccomando fai un lavoro maggiore sui posteriori. Esegui esercizi di base come squat e affondi. Non dimenticarti di evitare l'allenamento in fase acuta di dolore, evita antidolorifici e prenditi Glucosamina e condroitina.
Poca spesa tanta resa.
Ciao!!!
Ps: se ti serve qualche consiglio chiedi pure.

Grazie Mystic, mi servono tutti i consigli che avete! :biggrin:
Glucosamina e condroitina... che robe sono? La prima suona zuccherosa...
 
Rinforza la muscolatura, ma ti raccomando fai un lavoro maggiore sui posteriori. Esegui esercizi di base come squat e affondi. Non dimenticarti di evitare l'allenamento in fase acuta di dolore, evita antidolorifici e prenditi Glucosamina e condroitina.
Poca spesa tanta resa.
Ciao!!!
Ps: se ti serve qualche consiglio chiedi pure.

I muscoli "posteriori" della coscia non c'entrano nulla con la stabilità del ginocchio e gli esercizi di sollevamento del peso corporeo come squat e affondi aggraverebbero soltanto un quadro patologico.
Sacrosanto il rinforzo muscolare ma del quadricipite, specificamente del vasto mediale (quel muscolo laterale interno a forma di goccia) e con esercizi possibilmente privi di mobilità articolare come ad es supino, peso alla caviglia e sollevamento gamba DRITTA fino a 45º.
Solo dietro autorizzazione medica mi spingerei fino al leg extension, sempre con pesi blandi

@ominodipietra:
Per quanto riguarda la condroitina, se funziona o no ce lo diranno solo i posteri ma io per non lasciare nulla di intentato uso queste Amedial bf - Wikifarmaco
 
Grazie per le info Gerifalco!
L'Amedial lo trovo in farmacia o è considerato un integratore sportivo?

Cristo, in 25 anni di camminate mai avuto problemi... mi fermo tre anni per lavoro (sedentario, sempre seduto mannaggia!) e mi si sbriciolano le cartilagini.
Se mai avrò un figlio lo farò dormire in piedi :lol:
 
U

Utente 3704

Guest
@GERIFALCO: mi spiace ma sono concetti lontani anni luce dalle attuali norme di ricondizionamento muscolare.
Fare gli esercizi che hai proposto mi andrebbero bene forse in un post operatorio...per il resto...
Se rimaniamo poi a discorsi di NON eseguire esercizi a catena cinetica chiusa come un squat libero, forse capisco perchè i problemi alle ginocchia e alle gambe delle persone richiedono settimane se non mesi di riabilitazione.
Ripeto non è un caso clinico post intervento, ma una normalissima infiammazione in fase eccentrica della muscolatura anteriore della coscia. Ma in discesa per biomeccanica del movimento è il femore che trasla in avanti rispetto alla tibia...non il coontrario. Il rinforzo del quadricipite da solo NON è sufficente per evitare il problema.
 
Per gli esercizi di rinforzo il medico mi ha detto di evitare il carico eccessivo, per il momento. Mi ha consigliato di fare della riabilitazione mirata e leggera presso un centro di fisioterapia, ma so già che non avrò il tempo di farla.
 
Alto Basso