Tutti gli scarponi possono essere associati ai ramponi universali?

Buongiorno a tutti. Pratico l'attività di trekking da 2 anni. Ovviamente non mi sento un esperto e anzi sono qui per chiedere un parere a chi ne sa più di me. Prima di questa maledetta emergenza mi ero messo in testa di affrontare la Cima di Grem. Con l'abbigliamento sono a posto, pensavo perciò di regalarmi un paio di ramponi universali Petzl Vasak da associare ai miei scarponi. Premetto che con questi scarponi ci sono andato anche sul Piz Boè (oltre 3000 mt) nel periodo estivo, ma trovando comunque ghiaccio e non ho avuto nessun problema. Aggiungo anche che sicuramente non sono un incosciente che improvvisa delle uscite. Quando sono andato in negozio la commessa ha insistito sul fatto che degli scarponi simili non potessero essere "ramponati" e si è praticamente rifiutata di vendermi i ramponi, a detta sua l'unica soluzione erano i ramponcini. Voi che ne pensate, potrei effettivamente associare i ramponi o dovrei seguire il consiglio della commessa e acquistare prima degli scarponi rigidi da alpinismo.
Grazie
 

Allegati

Guarda, prima mi permetto di fare alcune considerazioni (ci sono però altri thread del genere, che Ti invito a consultare):
- tutti gli scarponi sono teoricamente ramponabili con un rampone universale (nel senso che ci stanno, nel rampone)
- lo scarpone però, per essere usato con il rampone su un terreno ghiacciato, deve essere moderatamente rigido (si dice semi-rigido) almeno, perchè è l'uso continuato (la pedata) che a volte fa sì che lo scarpone esca dalle cinghie o dal sistema di legatura, e invece quando sei su quel terreno, il sistema deve essere assoluatmente fermo e compatto, un tutt'uno, e trasmetterti la sensazione di sicurezza e presa ad ogni passo
- dal canto suo il rampone universale è un rampone classico, in origine apposta per scarponi morbidi, di pelle, per cui non è obbligatorio acquistare un paio di scarponi rigidi da alta quota o specificatamente da alpinismo, però è comunque un attrezzo flessibile, non rigidissimo per cui si "muove", si assesta, camminando, e spesso si flette, in un modo o nell'altro, facendo sì che o la punta o il tacco dello scarpone escano dall'alloggiamento, in particolar modo se non tensionati nel modo corretto.
Premesso questo, ci sono in commercio ramponi per lo scarpone come il tuo, molto essenziali, e naturalmente universali, di solito con le fettucce (non avendo il tuo scarpone la tacchettatura sulla suola per permettere l'aggancio rapido) ed il Vasak mi sembra entrare in questa categoria.
Certo, per uno scarpone leggero trovi anche ramponi molto più economici del Peztl.
In genere, però, quello che differenzia la scelta del rampone è il terreno dove andrai ad usarlo (e qui appunto ci sono thread nel forum già sviluppati) per cui se la tua intenzione è camminare sempre su neve e in salita/discesa, mi devo associare alla commessa e consigliarti di cambiare pedule.
Se invece vuoi un rampone leggero, universale, da tirare fuori per esempio in periodo estivo per attraversare una vedretta innevata, per poche centinaia di metri, allora potrebbe andare bene, anche sulle tue pedule.
Infatti se il piede sul percorso rimane pari e non ci sono particolari asperità, il rampone potrebbe adattarsi bene e stare fermo ma viceversa, se intendi progredire su pendenze o su terreni motlo aspri, allora il rischio che lo scarpone fletta, il rampone si muova, e che quindi il sistema non sia stabile, anzi diventi ben presto pericoloso, aumenta.
E comunque ricorda che il rampone va sempre ed assolutamente associato al'uso con una piccozza.
 
Buongiorno a tutti. Pratico l'attività di trekking da 2 anni. Ovviamente non mi sento un esperto e anzi sono qui per chiedere un parere a chi ne sa più di me. Prima di questa maledetta emergenza mi ero messo in testa di affrontare la Cima di Grem. Con l'abbigliamento sono a posto, pensavo perciò di regalarmi un paio di ramponi universali Petzl Vasak da associare ai miei scarponi. Premetto che con questi scarponi ci sono andato anche sul Piz Boè (oltre 3000 mt) nel periodo estivo, ma trovando comunque ghiaccio e non ho avuto nessun problema. Aggiungo anche che sicuramente non sono un incosciente che improvvisa delle uscite. Quando sono andato in negozio la commessa ha insistito sul fatto che degli scarponi simili non potessero essere "ramponati" e si è praticamente rifiutata di vendermi i ramponi, a detta sua l'unica soluzione erano i ramponcini. Voi che ne pensate, potrei effettivamente associare i ramponi o dovrei seguire il consiglio della commessa e acquistare prima degli scarponi rigidi da alpinismo.
Grazie

Ciao, allora, se i ramponi non sono automatici, ne semi-automatici, nel alcun altro tipo di "blocco" che necessità delle tacche sugli scarponi, allora tutti gli scarponi, scarpe sono compatibili.

In pratica i ramponi che hanno semplicemente il puntale e il tallone "liberi", lunghezza del rampone regolabile come di norma, e la cinghia con la fibbia (o simili). OK.

Detto questo c'é tutto il discorso "tecnico", ma che riguarda esperienze, tradizioni e convinzioni... non solo regole assolute. Solitamente i ramponi vengono abbinati a scarponi più o meno rigidi, perché si dà per scontato che sia necessario affrontare chissà quali imprese o anche rischi come la caduta in crepaccio.

Se conosci o puoi conoscere bene il tuo percorso, puoi valutare se il ghiaccio da superare é piano, semplice, senza crepacci, ecc..., in pratica un'escursione normale in cui devi superare alcuni tratti di ghiaccio o anche su rimasugli di ghiacciaio senza particolari difficoltà ed esigenze, no problem.

Quindi, di principio quelli standard sono compatibili con tutte le scarpe... ma fai attenzione a valutare bene il percorso, il terreno ;)

Non é assoluta la necessità di avere i tipici scarponi che si abbinano solitamente ai ramponi, ma nemmeno il contrario ;)


Se poi lo usi solo per non scivolare su percorsi di un certo tipo, con la presenza di belli spessori di ghiaccio, allora ancora meno problemi ;)
 
guarda,
scusa l'estrema sintesi ma sto lavorando e con quel che sta succedendo ho pure poco tempo per stare sui forum.
teoricamente un rampone universale lo attacchi anche ad un paio di mocassini, con le sue cinghie
sulla sicurezza che ti potrebbe dare un simile accrocchio avrei i miei dubbi

la tua scarpa, ottima, è praticamente una scarpa da ginnastica, con suola piuttosto elastica e NON va bene per essere abbinata ad un rampone, io (un po' di esperienza di montagna ne ho) non lo farei mai
Non posso stare ad elencarti tutti i casi che si potrebbero verificare, se però uno i ramponi qualche volta li ha calzati lo sa e ben ha fatto la commessa a consigliarti un altro paio di scarponi se vuoi usare dei ramponi
se poi vuoi usare i ramponi su un piano ghiacciato, puoi stringere i cinghioli anche sui sandali, su un pendio e dico PENDIO non cascata di ghiaccio, no
 
vincam condivido quello che ha detto joesimpson a cui auguro buon lavoro; ma vorrei aggiungere che non hai necessità degli scarponi rigidi in modo assoluto, basta una suola più rigida per i ramponi universali o meglio una suola semirigida con invito posteriore.
comunque brava alla commessa.
 
Ultima modifica:
Ciao, se frequenti abitualmente le montagne bergamasche d'inverno con i semplici ramponcini e un po' di attenzione hai solo l'imbarazzo della scelta tra le possibili destinazioni assolutamente sicure. Io vado in montagna d'inverno da circa 6 anni e non ho mai fatto nulla di speciale oltre a camminare, prima un po' imprudentemente senza ramponcini e poi da 4 anni o poco più appunto con. Ho degli scarponi semiramponabili ma comunque mi trovo bene con i ramponcini e secondo me, se non cerchi pendenze elevate e ti limiti a tracciati di facile percorrenza non hai bisogno di altro. Certo sui pendii un po' più ripidi o sulle creste preferirei una maggiore stabilità, ma questi casi rappresentano di solito una piccolissima percentuale della mia escursione. Aggiungo che la Cima di Grem merita assolutamente d'inverno, sia dal passo di Zambla che da Plazza di Oneta se vuoi allungarla un po'!
Ciao, Andrea
 

Discussioni simili



Alto Basso