Recensione tutto sui kit da sopravvivenza QUI

penso che il termine più corretto sia kit di emergenza perchè se ci abbandoniamo agli inglesismi abbiamo:
EDC= EVERY DAY CARRY
BOB=BUG OUT BAG
GB=GO BAG
GHB=GO HOME BAG
a parte l'edc che si tratta di una dotazione minimale che ci portiamo addosso tutti i giorni (quasi uno stile di vita), il kit di emergenza è un insieme di oggetti raccolti in un contenitore (borsa/zaino) il cui unico scopo è quello di aiutarci nelle difficoltà che occorrono in caso di calamità o evento catastrofico.
non è questa la sede per scendere in ulteriori dettagli quindi:
tutto ciò che comporta il vostri kit di emergenza (a qualunque categoria delle quattro qui sopra descritte appartenesse) potrà essere descritto o discusso in questo thread. fotografie, oggetti che ci avete inserito ecc. ecc., tutto troverà qui liberamente posto.
Qualsiasi altra discussione specifica inerente domande e/o chiarimenti su singoli oggetti potrà essere discussa nella sezione.
Ovviamente qualsiasi messaggio fuori posto verrà automaticamente spostato in questa sede :)
Grazie per la collaborazione.
 

richiesta consigli preparazione primo"kit emergenza"

SPOSTATO NELLA SEZIONE PIU' ADATTA

Ciao a tutti,

essendomi reso conto nella mia ultima escursione, che spesso è proprio quello che hai lasciato a casa pensando di essere "esagerato"a servirti quando meno te lo aspetti, ho deciso di cimentarmi nella composizione di un "kit d'emergenza" da tenere sempre nello zaino, sia che si tratti della semplice uscita "fuori porta", che di escursioni più lunghe e impegnative.

Essendo ancora un "avventuroso" alle prime armi ho deciso di sottoporre al giudizio della community la checklist di quanto da me preparato in modo da ricevere consigli e critiche costruttive per arricchire il mio bagaglio di conoscenze, e soprattutto per sapere se quanto da me preparato possa ritenersi per lo meno adeguato.

il contenuto del kit è il seguente, ed è stipato in un contenitore lungo più o meno 18cm, alto 10cm e profondo 10cm:

--primo soccorso
-1 x gel sanitizzante
-1 x boccetta amuchina
-1 x forbice
-cotone
-2 x guanti lattice
-1 x rotolo cerotto tela
-1 x rotolino cerotto
-1 x rotolo garza
-4 x salviettine disinfettanti
-5 x cerotti medi
-1 x tampone emostatico
-1 x steril strip
-1 x pacchetto compresse garza
-2 x o.b.
-2 x set cucito
-1 x coperta isotermica
-1 x burro cacao


--per accendere fuoco
-1 x candela
-4 x cubetti "diavolina"
-2 x accendini
-1 x magnesium fire steel
-fiammiferi
-10 x fiammiferi cerati
-3 x wax cotton balls
-cotone

--vario
-matassina paracord 550
-2 x fogli carta
-1 x matita
-1 x rotolo nastro isolante
-2 x tappi orecchie
-1 x mini torcia a pile
-2 x pile AAA
-1 x mini torcia dinamo
-1 x mini set pesca
-1 x rotolo nastro americano
-1 x elastico piccolo
-1 x elastico grande/laccio emo.
-7 x fascette elettr.
-1 x specchietto segnalazione
-1 x fischietto
-1 x Victorinox


Grazie a tutti coloro che vorranno dedicare attenzione a questo post e........avanti con i commenti!!!!
 
Ultima modifica di un moderatore:
In linea di massima ci sono molte cose utili, probabilmente se fosse per me avrei aggiunto:
  • Due o tre bustine zucchero e, volendo fare le cose per bene, le avrei messe sotto vuoto. Al limite delle caramelle di zucchero aromatizzate alla menta (quelle bianche grandi e dure)
  • Una barretta energetica (se piacciono)
  • Un paio di bustine di thè o di cappuccino liofilizzato e magari un dado
  • Ed un contenitore dove scaldare il tutto, un gavettino o, al limite, una vaschettina di alluminio con tre chiodi lunghi e foglietto di alluminio da usare sia come coperchio ed uno come paravento e base per il fuoco
..... ma sono cose meno importati rispetto a quello che hai messo tu, diciamo è solo un qualcosina in più giusto per scrupolo :)

Ciao :), Gianluca
 
Servono per realizzare un supporto, di fortuna ma stabile se il terreno è abbastanza duro (in altre parole ..... da non fare sulla sabbia :p), dove appoggiare il gavettino, o qualunque altro contenitore che resista al calore, e sotto mettervi dei bastoncini di legno per fare un piccolo fuocherello, o un fornellino ad alcool, o un quadrato di diavolina o una pastiglia di EsBit sopra ad un foglio di alluminio (per separarlo dal terreno) ..... in altre parole ti puoi creare un supporto per un fornellino d'emergenza dove puoi scaldare dell'acqua e farti un thè piuttosto che un brodo caldo ..... basta piantarli nel terreno mettendoli sui vertici di un ipotetico triangolo di dimensioni tali che sorregga il gavettino (se ne usi 4 chiodi lunghi anzichè 3 .... non succede nulla ovviamente).

Il secondo foglio di alluminio serve come paravento per evitare che una folata di vento spenga il fuoco sotto il gavettino ed il terzo di foglio di alluminio serve come coperchio per far bollire prima l'acqua.

Come gavettino può andare bene anche quello che si trova in alcune borracce (sotto).

Un altra cosa che potresti infilare dentro, che occupa poco spazio, è un tappo di bottiglia di plastica tagliato alla base ed un paio di buste di plastica da congelatore per avere una borraccia di fortuna. Ed anche un ago sterile (quello di una siringa) e relativa copertura .... per eventuali schegge di legno sotto pelle (si può usare anche un ago da cucito sterilizzato alla fiamma) ..... se poi pensi di averne a che fare una pinzetta per togliere le zecche. Nulla di "salva vita" ovviamente e nulla che puoi magari non averne bisogno per "anni".

Dimenticavo ...... un rotolino di carta igienica :D ...... oltre a quello "istituzionale" può servire anche come esca ma, personalmente, non la sacrificherei MAI se non per la sua funzione "istituzionale" ;), inoltre se non hai problemi di allergia o quant'altro un paio di aspirine (ideali quelle orosolubili .... da mettere sulla lingua) ed un paio di pastiglie contro la diarrea .... non servono mai (te lo auguro) ma credimi se ti viene un attacco di diarrea in mezzo ai boschi gli fai un monumento a chi le ha inventate (in alternativa c'è il metodo bushcraft ma ammetto di non averlo mai provato) .... ti allego la foto del prototipo bushcraft

presine.jpg


Ciao :), Gianluca
 
Ultima modifica:
Bella idea....non ci avevo mai pensato....pensavo che la pentolina andasse poggiata direttamente sul fuoco ma così, formando in teppiede improvvisato, è senza dubbio una soluzione migliore che permette di preservare nel modo migliore il fuoco....
Un unico appunto....per quanto riguarda il "metodo bushcraft"propostomi penso di passare la mano.......forse non sono amcora abbastanza "avventuroso".ah aah aaah:lol::lol:
 
Un paio di lame da bisturi, sottovuoto, o un paio di lamette da barba. Peso ed ingombro minimi e utilità elevata.
Un rotolo di filo interdentale e un paio di aghi abbastanza grandi per potercelo infilare (per riparare uno zaino, le scarpe o per piccole riparazioni simili).
 
Io ci aggiungerei anche qualche metro di filo metallico, zincato o altro.
Non tanto per improvvisarsi trapper ma può tornare utile per legare qualcosa, per appendere gavette o borracce, oppure per alcune piccole riparazioni e altri mille usi.

Comunque per il metodo bushcraft, mai provato eh, ma mi dicono i superstiti che quando lo togli è peggio. Ahah
 
il mio super kit di sopravvivenza

Ciao a tutti, vorrei presentare il mio kit di sopravvivenza: inizialmente è nato come un kit di sopravvivenza ma ormai è più che altro un semplice marsupio contenente tutti quegli oggettini che porto in ogni escursione, da quelle di un paio d’ore a quelle di 2/3 giorni e che non saprei dove sistemare all’interno dello zaino.
Vedi l'allegato 41013Vedi l'allegato 41014
Esternamente al marsupio ho attaccato anche il mio coltello: uno “strider dog” coltello full tang veramente economico ma che finora non mi ha mai dato problemi, taglia bene e non ha mai riportato un danno.
Anche la borraccia la tengo attaccata fuori dal marsupio.

Cominciamo ora con un po’ di foto e descrizioni.
Vedi l'allegato 41015Vedi l'allegato 41016
Tasca destra:
1) Acciarino e cotone imbevuto di cera liquida
2) Scatola di fiammiferi antivento e Candela a 3 stoppini
3) Kit da pesca + 10 Star light, corda per arco, fil di ferro
4) Sacca per l'acqua (collo bottiglia + elastico + sacchetto)
5) Torcia a dinamo di backup

Vedi l'allegato 41017Vedi l'allegato 41018
Tasca davanti:
1) Pinza multiuso in acciaio inox
2) Specchietto (metallico, non vetro)
3) Dutch tape
4) Sega a filo per legno
5) Manuale dei nodi
6) Fazzoletti di carta
7) Fischietto d'emergenza (con bussola e termometro)
8) Affilacoltello
9) Kit per cucire + bustina spille da balia
10) Sacchetti di plastica

Vedi l'allegato 41019Vedi l'allegato 41020
Tascone dietro:
1) Poncho impermeabile
2) Coperta d’emergenza decathlon
3) Fazzoletto di stoffa e coperta d’emergenza argentata/dorata
4) 2 Barrette proteiche
5) Bustine di the, zucchero, limone
6) Sacco spazzatura grande
7) Betadine
8) Torcia 100 lumen
9) 30 m di paracord 550 tipo III

Vedi l'allegato 41021Vedi l'allegato 41022
Tasca sinistra:
Bustina contenente cerotti
Sacchetto contenente:
• 1 Forbice
• 1 Pinzetta
• 1 Scotch medico
• 1 Rotolo di garza idrofila
• 1 Busta di garza idrofila (per compressione/tamponare)
• 1 Benda elastica
• Aspirine
• Tachipirina
• Cerotti compid
• Burro di cacao
• 1 Tubetto crema idratante
• Streptosil (polvere)
• Cotonfioc
• Caramelle tantum verde

Passo ora a spiegare i motivi che mi hanno spinto a scegliere i vari oggetti e la loro effettiva utilità.

Kit fuoco
Lo strumento principale è l’acciarino e come esca il cotone imbevuto, siccome però il fuoco ha un importanza sorprendente durante ogni mia escursione (e maggiormente in condizioni d’emergenza) mi porto anche un sistema alternativo per accenderlo: fiammiferi e candela. Preferisco i fiammiferi all’accendino perché ritengo più facile che si rompa o esaurisca l’accendino piuttosto che i fiammiferi (anche se con un accendino in ottime condizioni accendo più fuochi). La candela serve ad aiutare il fuoco a partire quando l’esca o la legna non sono ottimali, ma ha anche altre funzioni: fa luce, posso portarla all’interno del rifugio per riscaldarlo (anche solo di 1 grado, ma a livello psicologico vuol dire molto) posso usarla per sciogliere la neve quando non posso accendere un fuoco…

Food & Water
In realtà per l’acqua faccio affidamento ad una borraccia militare da un litro con gavetta crushader; la sacca d’acqua d’emergenza serve per poter trasportare più acqua, es: quando l’acqua scarseggia e finalmente ne troviamo (fiume, lago, sorgente, pioggia…) è stupido poterne raccogliere solo un litro. Nella “sacca” ce ne stanno anche 5 litri (un’esagerazione:rofl:).
Per la potabilizzazione posso bollirla o utilizzare il betadine del kit medico.
Per il cibo premetto che ho due barrette proteiche, ma non potevo non mettere il classico kit da pesca (mai usato, lo ammetto:lol:) e il fil di ferro (usato una volta ma non per trappole, bensì per sostenere la griglia). Inoltre ho anche una corda per arco che ho trovato in un cassetto (e solo una corda con due occhielli già pronti, l’ho usata ma solo come semplice corda per trasportare la legna).

Attrezzi vari 1
Pinza multiuso e affilatore, si spiegano da soli
Kit da cucito e spille da balia, ho perso il conto dei bottoni che ho riattaccato ai pantaloni, ma l’ho usato anche per riparare gli scarponi (una volta mi si è rotto un passante delle stringhe, a mia madre invece si è staccata la suola e con ago e filo l’ho riattaccata alla meno peggio, giusto per tornare a casa).
Specchietto in metallo per segnalazioni, in realtà lo uso per mettere le lenti a contatto.
Fischietto, lo ammetto mai usato, però lo tengo comunque.
Sega a filo, usata diverse volte e posso dire che non è male come sembra, non sarà mai come una sega da carpentiere ma per le sue dimensioni lavora piuttosto bene.
Duch tape e sacchetti di plastica e fazzoletti di carta sono oggetti sempre indispensabili usati sempre.

Attrezzi vari 2
Poncho impermeabile, non ha bisogno di presentazioni.
2 coperte d’emergenza, una (quella della decathlon) l’ho usata più volte per isolarmi dal terreno umido, è molto spessa e resistente; l’altra mai usata perché è impossibile da ripiegare quindi cerco di evitare di aprirla (in casi “estremi” però bisognerà farlo). Ne tengo due anziché una sola perché una la utilizzo appunto come stuoia di fortuna mentre l’altra (quella più leggera) come tetto per un rifugio improvvisato o (se uso il poncho per il tetto) come semplice coperta.
Fazzoletto di stoffa, da usare anche come strofinaccio.
Torcia da 100 lumen, presa ad una fiera per 10 euro e messa nel kit. È favolosa.
La torcia a dinamo è quella della decathlon tipo portachiavi, l’ho messa nel caso la torcia principale si esaurisse, mi è già capitato. È piccola ma illumina bene.
Il resto si spiega da solo.

Kit medico
Qui eviterò di spiegare per filo e per segno tutto quello che ho messo nel kit, semplicemente sono partito con cerotti e disinfettante (e garze, scotch e forbici da usare come cerotti extra) poi ogni volta che rientravo da un’escursione aggiungevo quello che mi serviva ma non avevo messo (una volta le aspirine, una volta i cerotti per vesciche, ecc…).
I cerotti li tengo separati dal resto del kit perché sono quelli che uso più spesso e devo poterli prendere rapidamente.


Il tutto pesa circa 2.5 kg, aggiungendo il coltello e la borraccia piena arriviamo ad un totale di ben 4 kg:(!!!!!!!!!! È esagerato ma siccome sono (quasi) tutti oggetti che ho usato e che uso abitualmente non posso toglierli, quindi mi tengo il kit pesante.
Ovviamente se porto lo zaino da trekking la borraccia la lascio a casa perché nello zaino c’è già l’acqua e una gavetta con fornello.
Praticamente quando preparo lo zaino devo prendere “solo” tenda (o amaca), vestiti, cibo, e acqua perché tutto il resto è nel marsupio.

Tra i miei amici questo marsupio è ormai diventato famoso, tant’è che quando usciamo per la classica passeggiata in cerca di funghi si mettono gli scarponi, prendono una bottiglietta d’acqua, poi si girano verso di me e dicono: “hai tutto te, vero?”
 
Ultima modifica di un moderatore:
bel kit... in effetti tolto il kit da pesca e qualche altra cosina (cavo da arco, affila coltello e manuale dei nodi) non c'è molto altro da togliere...

secondo me per "perdere peso" dovresti cambiare marsupio... questo è robusto ma forse pesantino...
 
l'affila coltello e il manuale dei nodi in realtà li ho già usati un paio di volte e poi non pesano niente (soprattutto il manuale che è un foglio A4 piegato:rofl:).
il marsupio è assolutamente robustissimo ed è una cosa di cui vado molto fiero! non ha mai dato segni di cedimento e sono ormai 2 anni che me lo porto dietro. è una bomba!!!
 
Mica male eh.. Hai messo su proprio un bell'arsenale e lo hai descritto nei particolari.
Io sono dell'idea che se una cosa se la usi già solo una volta e non la si può sostituire con altro è una cosa che vale la pena portarsi! Nel limite delle possibilità ovviamente.
Complimenti!!
 
Trovo che il marsupio in più allo zaino sia alquanto scomodo... non ti conviene distribuire gli oggetti del kit dentro lo zaino?
 
S

Speleoalp

Guest
Gran bel marsupione.
È talmente ben fatto che penso lo potresti usare normalmente quasi tutte le attività in natura...
Senza portare zaini o altro materiale.
Ovviamente il cibo e i liquidi...
 
bella descrizione, al tuo kit sembra non mancare proprio nulla, anche se 4 kg sono tantini.. penso che la costituzione del kit di emergenza dipenda molto dal tipo di escursione che si vuole affrontare, in particolare dalla durata e dalla lontananza da casa/centro abitato, nel senso che per mezza giornata nel bosco dietro casa personalmente non porterei tutta questa roba, mentre per un trekking di più giorni distante da casa penso che questo kit sia un buon esempio da prendere come riferimento! Grazie per la condivisione :)
 
Complimenti per il kit, anch'io uso un marsupio con tutte le "piccole" cose, ma vorrei sapere dove hai trovato quel tipo di marsupio, io ne ho uno ma non mi sta tutto quello che vorrei...
 
Abbigliamento Militare, Militaria & Outdoor - Italia Militare, Prato
viene venduto compreso di tracolla ma non di cintura per portarlo come marsupio, però ha gli attacchi molle quindi puoi configurarlo come preferisci.
per quanto riguarda il negozio, ammetto che non sempre lavorano bene... ho fatto diversi ordini e una volta mi hanno spedito metà merce. ho chiamato per avere spiegazioni e alcuni articoli erano terminati, allora ne ho ordinati altri per coprire l'ammanco ma quando me li hanno spediti ancora mancavano delle cose. a questo punto glie ne ho dette tante ma tante che mi hanno spedito gli ultimi ammanchi. da quella volta pago solo al corriere.
ti consiglio anche di non fidarti troppo delle descrizioni perche spesso sono forvianti.
insomma, è come giocare all'otto... a volte è tutto perfetto e a volte sono bestemie
 


Contenuti correlati

Alto