tutto sul tarp

non posso aiutarti con l'autocostruzione, ma avresti una foto del telo E.I. (anche da google)? io ho trovato un poncho/tarp cotone camo nella vecchia roba di mio padre (carrista) e sono curioso se è lo stesso... dimensioni circa simili e pesa come il granito :biggrin:
 
Domanda: vedo in retw che alcuni ancorno il telo nei diversi set up non direttamente a terra coi picchetti ma con i cordini a loro volta agganciati ai picchetti, in modo che - con un palo interno un po' piu alto - il set up resta rialztl da terra di alcuni cm. il motivo, visto che così dovrebbe entrare più freddo, è la riduzione della condensa? Ci sono altri vantaggi?
grazie
 
credo che sia per sforzare meno le fettucce/gli anelli in caso di tensione improvvisa (vento, inciampo), poichè sono spesso fatti di cordino elastico (gli youtubers lo chiamano "bungee cord"), così mantengono il tarp teso ma gli forniscono cmq un pò di gioco

un migliore ricircolo dell'aria (servono molti cm) e il non pucciare i bordi del tarp nel suolo bagnato sono altri possibili vantaggi
 
non posso aiutarti con l'autocostruzione, ma avresti una foto del telo E.I. (anche da google)? io ho trovato un poncho/tarp cotone camo nella vecchia roba di mio padre (carrista) e sono curioso se è lo stesso... dimensioni circa simili e pesa come il granito :biggrin:
Eccoli, naturalmente a volte tra loro erano molto diversi, spesso anche come toni, in base alla produzione e all'usura (tanta...).
Io ne ho uno, che conservo gelosamente per ricordo del servizio, ma è talmente bucato che ci si vede attraverso, ormai, e anche impermeabilizzandolo bene non otterrei un bel risultato.
218627
 
si credo sia lo stesso mio @GiulioSherpa ! :biggrin: anche io lo conservo, è messo bene perchè credo che mio padre non lo abbia usato molto da civile... poi resta in armadio anche perchè pesa un quintale, è proprio fatto per durare senza pensare alla bilancia ahahah
 
Il Tarp in Canvas è anche nei miei pensieri. Quelli che si trovano oltreoceano costano una follia e per DIY non ho ancora trovato informazioni che mi ispirino. Concettualmente qualsiasi telo sufficientemente robusto reso impermeabile da silicone o quello che volete sarebbe sufficiente. Il "problema" della preparazione sui bordi per il rinforzo oltre che per gli occhielli o fettucce per l'ancoraggio e poi la spalmatura dell'isolante è risolvibile, il peso totale e l'eventuale fragilità/robustezza del telo nel piegarlo, mi hanno fermato nella realizzazione, ma seguo molto volentieri le risposte e l'esperienza altrui.
--- Aggiornamento ---

La misura mi piacerebbe 3.5 x 3.5, enorme e pesantissimo sicuramente, ma mi permetterebbe configurazioni invernali eccezionali.
 
Sì, tutti i teli mimetici militari di quel tipo sono circa 160cm max 180cm, perchè ogni soldato ne aveva uno, e doveva servire prima di tutto come poncho individuale, quindi non ingombrare troppo una volta indossato, ma con due, ovvero la coppia, unità base dell'Esercito, si deve riuscire (insieme ai paletti di metallo, i famosi "clarinetti") a montare una tenda tipo canadese, senza catino, dove ripararsi.
Con cinque di quelli si montava una specie di tenda comando, denominata in gergo militare "la 5 teli" appunto, dove spesso alloggiavano i trasmettitori durante le esercitazioni.
Quelli svizzeri, come quelli tedeschi e italiano sono omologhi, come peso e fattura.
Sono pesanti, visto che raramente il fante portava lo zaino affardellato in azione, ci pensano i trasporti, ma comunque negli anni 90 sono stati sostituiti da quelli in nylon, analogamente a quanto ha fatto l'US Army (e credo tutte le FF.AA. del mondo, ormai).
Però è indiscutibile che i tarp in tessuto abbiano un vantaggio: nel setup invernale con fuoco molto vicino o addirittura all'interno, non soffrono l'azione delle scintille.
Sto cercando il tessuto adatto, il cd. canvas, che altro non è che il classico cotone pesante, che comunque non dovrebbe essere difficile reperire: una volta molte cose erano realizzate in buon cotone, resistente e spesso, e di quel materiale buono, non come le lenzuola di oggi che dopo pochi mesi di uso si stracciano come carta.
Quindi penso che sia opportuno saccheggiare qualche baule di soffitta.
La ceratura sarà la parte più difficile, vediamo se in giro (sul tubo) ci sono contributi.
Borchie, asole e occhielli saranno la parte più facile.
 
Chiedo un'informazione: secondo voi un tarp DD Hammock 4*4 si riesce ad utilizzare in 3 persone sistemato tipo tenda e quindi che sia abbastanza protettivo anche in caso di leggera pioggia?

Ho visto una foto (che non ritrovo) di un setup tipo quello in foto ma realizzato con due (forse tre) bastoni esterni di sostegno... venendo meno il trekking pole interno, 3 persone dovrebbero riuscire a starci affiancate, no?
Questa configurazione la puoi chiudere sul davanti. Io metto 2 bastoncini interni a V,più comodo...ci sta anche una zanzariera. X 3 persone la vedo dura.
 

Allegati

  • 20201101_100050.jpg
    20201101_100050.jpg
    372,1 KB · Visite: 53
  • 20201101_100101.jpg
    20201101_100101.jpg
    309,1 KB · Visite: 45
Tra i vari Tarp ne ho uno che è 4x4,4 della 3F UL Gear e posso assicurare che 3 persone ci stanno alla grande chiudendo tutto e avendo un'altezza di circa 180cm. Dovrei avere qualche misera foto da qualche parte, se la trovo mi riprometto di postarla.
--- Aggiornamento ---

Allego un paio di foto (non sono proprio il massimo).
La misura interna risulta di 200 cm x 200 cm alla base e un'altezza di circa 180 cm.

IMG_20210122_192058.jpg
IMG_20210122_192018.jpg
IMG_20210122_191959.jpg
IMG_20210122_192159.jpg


Come si vede per questa configurazione ci vogliono due pali belli alti.
 
Ultima modifica:
Stavo provando il tarp del decathlon ma non mi convince molto a causa della sua forma esagonale perché necessita di tutti e 6 i tiranti, voi cosa ne pensate rispetto alla classica forma quadrata? Con la forma quadrata puoi scegliere se mettere solamente 4 tiranti o eventualmente di più, ci si può ritrovare in situazioni in cui non è facile metterne 6
 
Alto Basso