Escursione Un Report per due escursioni complementari.

#1
Data: 13/9 - 20/9
Regione e provincia: Udine Friuli
Località di partenza: Valbruna
Località di arrivo: Idem
Tempo di percorrenza Anello Valbruna - Malga Rauna : 5.30 (Comprese pause varie)
Tempo di percorrenza Valbruna - Piccolo Jof di Miezegnot: 7.30 (comprese pause varie)
Chilometri Anello Valbruna - malga Rauna : 13,5 km
Chilometri Valbruna - Piccolo jof di Miezegnot : 12 km
Grado di difficoltà: E per entrambe.
Segnaletica: Bolli biancorossi Cai
Dislivello Anello Valbruna - Malga Rauna : 770m circa
Dislivello Valbruna - P.J.di M.: 1130 circa
Quota massima Anello Valbruna - Malga Rauna : 1520m
Quota massima Valbruna - P.J. di M. : 1950m
Accesso stradale: Arrivati a Valbruna si prosegue sulla strada per la Val Saisera ed arrivati alle ultime case e sulla destra si trovano le segnalazioni del sentiero CAi 607 e cartello per Malga Rauna e cappella Zita
Anello Valbruna - Malga Rauna : https://www.avventurosamente.it/xf/pagine/mappa/?do=loadmarker&id=8125
Valbruna - P.J. di M. : https://www.avventurosamente.it/xf/pagine/mappa/?do=loadmarker&id=8126

Buongiorno a tutti.
Un report solo per due escursioni che hanno in comune la prima parte che arriva fino a Malga Rauna e Cappella zita.

Dal parcheggio mi invio sulla forestale che corrisponde al sentiero CAI 607 in una giornata che semplicemente è splendida.
_DSC0147.jpg

Alla prima curva decido di lasciare la forestale per immettermi sul vecchio tracciato di una mulattiera che mi permette di tagliare un tornante.
La traccia dopo un po' si perde ma è facile capirne il percorso ed alla fine esco di nuovo sulla forestale
_DSC0169.jpg

Proseguo per buon tratto piacevolmente in mezzo al bosco e circa a quota 1150 (tornante verso destra) lascio di nuovo la forestale per il sentiero (ometto e grande segnalazione bianco rossa su un faggio).
Questo è il primo di tre tratti di sentiero che permettono di accorciare la strada fino a Malga Rauna di circa tre km ( per chi volesse alla Malga si arriva anche tramite la strada forestale).
Bel sentiero di quelli che a me piacciono molto , in mezzo al bosco e salita decisa, 300m di dislivello superati in un baleno (pendenza circa il 30% con tratti al 35%).
In breve esco sull'ultimo tratto di forestale che mi porterà fino a Malga Rauna e Cappella Zita.
Circa 100 m avanti trovo un cartello con le indicazioni per scendere verso Sella Nebria - Valbruna e Malborghetto su sentiero non numerato ma con segnavia Cai.
Proseguo ed in 10 minuti arrivo a Malga Rauna con la casera ristrutturata e fornita di diverse panche e tavoli.
Valbruna-1.jpg _DSC0176-Modifica.jpg

La parte davanti è aperta ed offre due letti con gommapiuma e la classica cucina economica.
Breve sosta e salgo al ripiano soprastante che ospita la Cappella Zita (personalmente mi piace moltissimo).
_DSC0189-Modifica.jpg _DSC0184-Modifica.jpg Valbruna-4.jpg

La cappella in questione è stata ristrutturata in tre occasioni e l'ultimo restauro è stato opera dei giovani del paese.
A questo punto si può decidere di rientrare tramite la stessa strada oppure prendere il sentiero che scende a Sella Nebria e da li a Valbruna.
La prima volta ho fatto l'anello scendendo verso Sella Nebria per prendere la traccia GPS e riportare il sentiero sulle mappe OSM visto che su queste mancava.
La seconda volta arrivato qui ho proseguito verso il Piccolo Jof di Miezegnot.
Poco a monte della cappella si trova la prosecuzione del sentiero 607 in un bel bosco di abeti.
Lo seguo fino ad arrivare all'incrocio col sentiero 606 e da li proseguo su questo (indicazioni chiare al crocevia).
Verso quota 1650 esco dal bosco e comincio a traversare e gli abeti lasciano il posto ai larici.
Poco oltre trovo le prime tracce di accampamenti della grande guerra e continuo a traversare quasi in falsopiano ed aggiro quota 1765.
Passo davanti a questa galleria.
_DSC0278.jpg

Il sentiero ora prende pendenza e cambia completamente l'aspetto , da bosco ad ambiente detritico.
_DSC0257-Pano-Modifica.jpg
Poco sotto la cresta il sentiero acquista ancora pendenza ed è abbastanza rovinato, salgo a lato di un canalone detritico interessato da frane.
Poco sotto si intravedono i resti di manufatti della prima guerra ed una traccia porta fino a loro (un po' di attenzione è necessaria). _DSC0275.jpg

Ormai ho quasi raggiunto la dorsale che mi divide dalla Val Dogna, ultimo sforzo ed eccomi arrivato all'insellatura che divide il Piccolo Jof di Miezegnot dal Schwarzemberg.
Da qui si potrebbe proseguire fino allo Jof di Miezegnot (quello grande)-
Io invece prendo a destra la traccia che porta alla cima del P.J.di M. (1949m dati del GPS) ed arrivo ad una targa di commemorazione.
_DSC0262.jpg

Da qui sulla sinistra una traccia permette di salire aiutati dai mughi fino ad essere in cima.
_DSC0247-Modifica.jpg

_DSC0270.jpg _DSC0250-Pano.jpg

Faccio una breve sosta e poi per il ritorno ripercorro la stessa strada dell'andata.
 

Allegati

Discussioni simili

Contenuti correlati

Alto