una buona esca per accendere il fuoco....

....quando il tempo oppure la nostra legna risulta esser un po umida.

ciao a tutti

tempo fa ho visto in internet un esca per accendere il fuoco in situazioni di pioggia oppure con molta umidità dalla durata di ben 30 minuti, mi son detto un giorno ci provo la faccio e poi vediamo se i tempi son reali.
cosi stamattina mi son messo di impegno ed ecco di cosa si tratta...
ho preso un contenitore di cartone delle uova a 6 posti, della comune cera ricavata da rimasugli di candele anche quelle già usate e del comune cotone idrofilo.
ho messo a sciogliere a bagno maria la cera fino a renderla liquida, nel frattempo ho messo sul fondo del cartone delle uova un po di cotone idrofilo. quando la cera risulta esser ben sciolta la spargiamo sul cartone io a differenza del video che ho visto ho fatto 2 modifiche la prima ho fatto 2 strati, quindi per capirci ( cotone poi cera poi di nuovo cotone e poi cera a finire ) l ho fatto con l intento di andare oltre ai 30 minuti visti nel video.
la seconda modifica che ho fatto e stata quella di inserire uno stoppino per facilitare cosi l accensione un po faticosa vista l assenza nel video. come stoppino ho adoperato un pezzo di corteccia di betulla, scelta
IMG_3320.JPG
in quanto la corteccia di betulla contiene degli olii che ne facilitano l accensione ed in piu è accendibile anche con un comune acciarino.
ho aspettato che il tutto si solidifichi in circa 2 ore e mezza poi ho tagliato con il coltello una fetta del contenitore ed ho acceso lo stoppino dando il via all esperimento orologio alla mano.
beh devo dire che il risultato riguardo la durata nel tempo e stato di soli si fa per dire 15 minuti ( contro i 30 visti nel video ) la differenza fra i tempi non me la so spiegare visto che gli ingredienti sono uguali identici in ogni caso i 15 minuti risultano esser sufficienti ( credo ) per accendere un fuoco con della legna un po umida. la fiamma risulta esser bella potente sviluppando quindi un calore non certo indifferente con fiamma bella altina, risulta inoltre sopportare piccole raffiche di vento anche continuative nel tempo, il terrazzo mè l ha confermato.
ritengo valido il sistema e lo consiglio, quindi ho deciso che d ora in poi farà parte del mio equipaggiamento inserendone 2 pezzi nello zaino. immagino che alcuni di voi conosceranno già tale sistema ma io come altre volte ho deciso ugualmente di farlo provarlo e poi condividerlo qui con tutti voi.

ecco le foto ( spero )....saluti rapid
 
ciao daisemi infatti non sbagli ;) e l ho scritto anche nella recensione scalda tantissimo appena me ne sono accorto volevo cambiare la base ma ormai scottava troppo cosi l ho messa sulla terra pensando ne disperdesse almeno un po ma nulla.
 
S

Speleoalp

Guest
ahah ;)
Il piattino ha fatto storia con la sua testimonianza :p

Complimenti, bel sistema ;) Bella la Betulla, ahah ma sono di parte, é un albero che adoro moltissimo ;)


Io lo faccio spesso usando del cordino naturale, per intenderci quello che si usa nel giardinaggio per stabilizzare i terreni.
Lo sfibro un pochino e poi lo inserisco come hai fatto tu, cera... cordino...cera...cordino e poi sulla sommità ci faccio un batuffolo sempre di cordino, ma sfilacciato di brutto... così da prendere fuoco con una scintilla. Poi ricopro di cera.
La cera uso quella d'api, visto che col cambio stagionale ho sempre a disposizione dei bei sacchi pieni ;)

Poi taglio "l'accendi fuoco" in base all'ingombro che desidero avere o alla confezione in cui desidero inserirli ;)

COMPLIMENTI ;)
RIP piattino ;)



IMG_3818.JPG
 
Invece di fare gli strati mischia il cotone sfilacciato e della segatura con la cera ancora liquida, versa il tutto nello stampo e lascia raffreddare.
Così facendo rallenti la combustione.
 
ahah ;)
Il piattino ha fatto storia con la sua testimonianza :p

Complimenti, bel sistema ;) Bella la Betulla, ahah ma sono di parte, é un albero che adoro moltissimo ;)


Io lo faccio spesso usando del cordino naturale, per intenderci quello che si usa nel giardinaggio per stabilizzare i terreni.
Lo sfibro un pochino e poi lo inserisco come hai fatto tu, cera... cordino...cera...cordino e poi sulla sommità ci faccio un batuffolo sempre di cordino, ma sfilacciato di brutto... così da prendere fuoco con una scintilla. Poi ricopro di cera.
La cera uso quella d'api, visto che col cambio stagionale ho sempre a disposizione dei bei sacchi pieni ;)

Poi taglio "l'accendi fuoco" in base all'ingombro che desidero avere o alla confezione in cui desidero inserirli ;)

COMPLIMENTI ;)
RIP piattino ;)



Vedi l'allegato 125194
ciao speleo

bene bene allora non sono il solo ad adoperare tale sistema, sai per un momento mi era sorto il dubbio.
trovo molto interessante ciò che mi racconti riguardo la cera d api. io da ignorantone non sapevo che con il cambio di stagione si ha a disposizione della cera. mi puoi spiegare in cosa consiste questo cambio stagionale che ti permette di avere della cera d api ?
in quanto hai complimenti....troppo gentile ;)
 
Invece di fare gli strati mischia il cotone sfilacciato e della segatura con la cera ancora liquida, versa il tutto nello stampo e lascia raffreddare.
Così facendo rallenti la combustione.
ciao lodiga

buono il suggerimento. :si:
avevo pensato anchio ad una soluzione simile ma al posto della segatura io avevo pensato di aggiungere le scaglie vere e proprie delle pigne.
vedremo vedremo :biggrin:
 
niente male :)

sarebbe bello filmare la sequenza dell'accesione con l'acciarino (che non so ancora usare :( )
ciao walter grazie per i mi piace ;)

ti do ragione un filmatino non sarebbe niente male maa....a mala pena arrivo a mettere le foto, per i filmati mmm :D
riguardo l acciarino nulla di speciale ti guardi un paio di filmatini in internet e capirai subito come funziona.
ne compri uno e come prime accensioni per far pratica, lascia stare i vari metodi proposti tipo corteccie di vario tipo, erbe essicate funghi vari etc. etc. li proverai in seguito.
ti consiglio per iniziare, il cotone idrofilo, per capirci quello comune che la mamma usava per disinfettare le ferite assieme all alcool. :-x ne prendi una pallottola lo apri un po e ci spari sopra le scintille e ti assicuro che si accenderà al primo colpo.
il resto....verrà da sè. :si:
 
S

Speleoalp

Guest
ciao speleo

bene bene allora non sono il solo ad adoperare tale sistema, sai per un momento mi era sorto il dubbio.
trovo molto interessante ciò che mi racconti riguardo la cera d api. io da ignorantone non sapevo che con il cambio di stagione si ha a disposizione della cera. mi puoi spiegare in cosa consiste questo cambio stagionale che ti permette di avere della cera d api ?
in quanto hai complimenti....troppo gentile ;)
In effetti io lo chiamo così, ma sarebbe semplicemente il momento in cui si và a prendere il miele dalle arnie ;)
 
Salve
Due domande:
1) il cotone idrofilo bagnato nell’alcol come funziona rispetto al cotone imbevuto di cera? Fa meno fiamma, dura meno, ...?
2) che quantità ce ne vuole per far partire il fuoco? Immagino dipenda dalle condizioni meteo e della legna, ma c’è una quantità minima indicativa?
Grazie
 
nessuno ha provato con l'amuchina, ora che ce ne sono tonnellate a prezzi tutto sommato umani? essendo gel, anche se scalda meno dovrebbe attecchire meglio. certo, il prezzo e' tutto fuorche' ottimale...
 
mica tanto! l'amuchina tarocca al lidl si trova sui 12-13 e/l, dai cinesi anche meno

edit: ok, il secchione di pasta combustibile costa 20 e di 5 kg, interessante :) con cosa lo fanno?
 

Discussioni simili



Alto Basso