Una pianta a stagione per sopravvivere in ogni stagione

Per ogni stagione una pianta o frutto commestibile che sia commestibile in condizioni di emergenza (cioè raccolta all' aperto, diciamo in escursione, e poi passata a cottura o bollitura)

1) la pianta dovrebbe coprire tutto l'arco dei 3 mesi della propria stagione
2) la pianta dovrebbe essere molto comune in tutta italia
3) la pianta non dovrebbe richiedere oltre 3 ore di preparazione
4) la pianta non dovrebbe essere troppo rapidamente deperibile se stoccata
5) la pianta dovrebbe essere di facile identificazione
6) La pianta dovrebbe poter fornire un valido apporto nutritivo e/o calorico

Per l'autunno pare la ghianda risponda ai requisiti anche se certo per cuocerla ci vogliono tutte le 3 ore, sarebbe meglio qualcosa di più rapido

ps se questo argomento già esiste il link sarà sufficiente, per quanto rinverdire i temi non è male.
 
S

Speleoalp

Guest
L'argomento è bellissimo, complesso ma straordinario.
Purtroppo nn penso di poter partecipare ina quanto abito in Svizzera e non sono a conoscenza delle piante/frutti,ecc che ci sono su tutto il territorio Italiano e che corrispondono a quelle che trovo io nelle diverse stagioni ;))
 
be sì è meglio concentrarsi sulle piante italiane per quanto se hai piante che corrispondono a quei 6 requisiti nella svizzera forse sono buone anche in italia. Forse.

L'idea della domanda mi è venuta leggendo qui un post recentissimo sulle ghiande.

Il concetto è: come sarebbe possibile sopravvivere senza ricorrere alla caccia (molto faticosa, aleatoria, e spesso impraticabile in emergenza) per tutto l'arco dell' anno individuando per ogni stagione una sola pianta, una monocoltura, che sia tanto facile da reperire quanto nutriente e cucinabile senza sforzi titanici? (3 ore lo sono un grande sforzo perchè prendono una buona parte della giornata, e richiedono anche una considerevole quantità di acqua il cui problema in emergenza non è solo il reperimento ma lo stoccaggio, ma possono andare diciamo siamo al limite, 5 ore invece non andrebbe bene sarebbe mezza giornata di luce)

Ovvio che poi si possono anche individuare altre piante. Ma l'idea è intanto individuiamone una, per ogni stagione. Sapere questo in termini di "survival" significherebbe sapere quanto basta visto che le tre priorità sono

1) riparo e calore (in 3 ore si muore di ipotermia)
2) acqua (in 3 giorni si muore di disidratazione)
3) cibo (in 3 settimane si muore di inedia)

va bene che in circostanze di sopravvivenza non ci si trova quasi mai. Ma avere una linea guida del genere credo sarebbe una semplificazione fondamentale, proprio perchè in caso di emergenza episodica in qualsiasi momento essa si verifica una nozione del genere risolve (e risolve facilmente, perchè in un modo pressochè certo e facile da ricordare) per tutte le stagioni, e quindi risolve il punto 3 in tutti i casi (italiani).

Sì sembra anche a me un tema affascinante e anche utile.
 
S

Speleoalp

Guest
A me viene in mente, ma non sò se è uguali da voi, l'Ortica. Qui la trovo facilmente tutto l'anno ;))
 
L'argomento è bellissimo, complesso ma straordinario.
Purtroppo nn penso di poter partecipare ina quanto abito in Svizzera e non sono a conoscenza delle piante/frutti,ecc che ci sono su tutto il territorio Italiano e che corrispondono a quelle che trovo io nelle diverse stagioni ;))
Guarda che, da quel che ho visto io della Svizzera, abbiamo quasi le stesse piante, soprattutto per quel che riguarda Alpi ticinesi e Alpi italiane.
Le differenze le ho viste maggiormente una volta inoltratami nella Svizzera tedesca...

@silveratmosphere

Ghiande, faggiole e soprattutto castagne sono tutti frutti autunnali e li si raccoglie nello stesso periodo, più che altro faggiole e ghiande vanno usate con moderazione...
 
Ragazzi qui in Europa la vedo nera ma con le piante spontanee te mori de fame!!!
a parte che le castagne e le nocciole che non sono poi spontanee al 100% rimangono le faggiole e le ghiande. Per il resto tutte ottime leccornie erbe funghi tuberi, ma dal potere nutritivo molto limitato. Riguardo poi ai frutti del bosco ci vuole sempre lo zucchero per fare le marmellate.
 
S

Speleoalp

Guest
in che quantità la trovi? Potresti sfamartici pranzo e cena per settimane?
Sicuro, ne trovo a "boschetti" ;)) Basterebbero per moltissimo tempo ,-))

Facendo là sia le foglie che le infiorescenze ;))

Comunque solo di erbe non saprei, ma ogni tanto buttandoci qualche pesce, piccolo animale, ecc si può sicuramente sopravvivere. Anche dai noi,...
 

Allegati

S

Speleoalp

Guest
Guarda che, da quel che ho visto io della Svizzera, abbiamo quasi le stesse piante, soprattutto per quel che riguarda Alpi ticinesi e Alpi italiane.
Le differenze le ho viste maggiormente una volta inoltratami nella Svizzera tedesca...
QUOTE]

Ecco, bene a sapersi ;)
 
S

Speleoalp

Guest
Ci sono le Castagne, seppur stagionali possono venir conservate molto facilmente.
Facendone della farina con cui preparare pasta, sfoglioline di simil pane.

Aglio Selvatico,
se ne trovano tantissimi, sottoboschi pieni zeppi...sempre.
 
S

Speleoalp

Guest
Io le castagne le metto vicine al fuoco e le faccio praticamente disidratare e poi le sbriciolo a "farina". In un contesto domestico/normale uso la pentola forata apposita. Non penso sia una procedura ufficiale.... ma l'ho sempre fatto e ho mangiato così e non ho mai avuto problemi.
 
uhm, la butto lì..
la Portulaca??
ci si fanno insalate mica male, dalle mie parti si trova ovunque, ricchissima di vitamina C e si può dare da mangiare anche agli animali (canarini e cardellini ne sono ghiotti)
 
Io, nelle stagioni calde, ho provato la radice di Bardana (arctium lappa) che é abbondante sulle sponde dei ruscelli.

É molto grossa a fittone, ricorda una carota bianca e va raccolta da piante giovani (alte non più di un palmo altrimenti ti sveni per tirarla fuori dal terreno).

Cosa non irrilevante, la ho trovata gustosa anche senza nessun condimento e si cuoce bollendo la per 10-15 minuti.

Non so quante calorie dia ma la pancia ma la sono riempita.

Altrimenti c'é la carota selvatica (daucus carota) che fa radici più piccole di quella coltivata e bianche (l'odore é tipico della carota). Non le ho ancora provate ma vanno comunque lesse perchè legnose.

Ho provato le radici di rovo (robus fruticosus) ma la bollitura é lunga.

Lascio perchè devo andare.
 
S

Speleoalp

Guest
In questi periodi...
Il Cardo ;))
Ottimo. Ci sono diversi tipi di preparazione, ma sono tutti semplici e veloci.
 

Allegati

2) la pianta dovrebbe essere molto comune in tutta italia
L'italia è lunga 1200 km e passa da paesaggi e climi semidesertici, al paludoso, all'alpino estremo alla pianura piatta.
Tutto si può coltivare bene o male, in situazioni di controllo, ma viceversa in condizioni naturali(stiamo parlando di questo, no?) ciò che vegeta in trentino è assai diverso da ciò che si trova in Sicilia.
sopra i 1000 c'è ben poco di commestibile indipendentemente dalla latitudine, a parte erbe officinali(ma mi sembra OT). Da me(Treviso) se sali su un boschetto a 200 metri trovi molto facilmente, invece: fragole(in maggior quantità le "matte", che però non hanno sapore alcuno) d'estate, funghi e castagne, ovviamente solo in autunno.
In pianura se cammini per i campi spontaneamente non si trova nulla di più di more e fichi o topinambur a saperli cogliere. Ma stiamo parlando di pochi giorni l'anno.
Magari sicuramente anche altre cose, ma non mi vengono in mente al momento.
Oramai tutto è antropizzato, se non svaligi i campi o i vigneti di qualcuno c'è ben poco da cogliere. Questo vale per il Veneto e neanche tutto(fra Belluno e Rovigo son già due mondi diversi), per il resto non mi esprimo proprio perché l'Italia è molto variegata e presenta paesaggi e climi più svariati.
 
Io suggerisco:

- Pinoli
- Cinorrodi (frutti della rosa canina)
- Olive
- Mele/Pere selvatiche
- Frutti di bosco
- Asparago selvatico

...ma sull'apporto nutritivo "nutro" qualche perplessità
 
Io suggerisco:

- Olive
uhmmm perdonami ma a quel che mi risulta le olive "raccolte dal ramo" sono amarissime e prima di mangiarle vanno trattate in maniera non proprio "veloce"

Per cui se conosci un metodo per mangiarle in fretta potresti illustrarlo per favore? Sarebbe per me davvero molto interessante :)
 

Discussioni simili



Alto Basso