Viaggio Un'Islanda (e non solo) di trent'anni fa

Nel 1990 organizzai per i miei amici in viaggio in Islanda. A quei tempi non era semplice arrivarci perché l'unico volo partiva da Amsterdam e costava un accidente. Così, un po' per celia un po' per non morir, pensai a una soluzione alternativa e più divertente: arrivarci via terra.. e via acqua.
Roma-Aberdeen in treno, nave per le Shetland e una settimana un quelle splendide isole, nave per le Far Öer e una settimana in quelle incredibili isole, nave per l'Islanda e due settimane nella terra del ghiaccio. Quindi volo per Amsterdam (con sbornia colossale alla Heineken) e 24 ore di treno per Roma.
Ricordi di paesaggi e di amicizia indelebili e anche di una fame mostruosa per noi studenti squattrinati, a causa dei costi esagerati alle Far Öer e in Islanda. Fra camminate e pasti saltati persi 7 kg e la nostra dieta fu più volte integrata con mirtilli, funghi porcini e... patelle... mangiate crude sugli scogli.
La fotocamera era la Ferrania Condoretta di mio padre, del 1952, con fuoco e esposizione manuali e non assistite.
Spero le foto vi piacciano.
 

Allegati

Che spettacolo.
In queste foto si evince tutta la spensieratezza giovanile contornata da paesaggi stupendi.
(i mitici viaggi in interrail - mi hai fatto troppo ridere con gli espedienti per mangiare)
Avevo un amico che spesso andava in auto in Islanda e mi raccontava di questa sosta forzata settimanale alle Far Oer per via delle coincidenze (si imbarcava dalla Danimarca).
Anche io ci sono stato nei primi anni '90 via mare, mi sembra da Trondheim dalla Norvegia e poi al ritorno passammo per le Shetland. Lavoravo sulle navi da crociera come fotografo e siamo stati all'epoca 7 mesi in Nord Europa (usavamo le prime Canon Eos con auotofocus)

Pict0025 copia.jpg
 
Mitici! Mi hai fatto tornare alla mente certi digiuni in Norvegia e Svezia. Lì non mangiammo patelle ma quasi:). Molto belle le foto. Inutile l'analogico è sempre l'analogico (se si era bravi ovviamente)! E sembra pure che con il meteo ve la siate cavati bene...
 
son stato in Islanda 2 anni fa . piu comoda :) aereo ahahahaha .... 20 giorni girovagando sull A1 , dormendo in affittacamere ... ecco due foto , la foto con me sotto la cascata e' Gljufrabui , ai piu sconosciuta , vicino a Seljalandsfoss , e ci si arriva camminando in un torrente tra un sasso a l'altro ahahahah ... ho programmato fra un paio di anni di tornarci per visitare bene bene la penisola nord-ovest ...
 

Allegati

Nel 1990 organizzai per i miei amici in viaggio in Islanda. A quei tempi non era semplice arrivarci perché l'unico volo partiva da Amsterdam e costava un accidente. Così, un po' per celia un po' per non morir, pensai a una soluzione alternativa e più divertente: arrivarci via terra.. e via acqua.
Roma-Aberdeen in treno, nave per le Shetland e una settimana un quelle splendide isole, nave per le Far Öer e una settimana in quelle incredibili isole, nave per l'Islanda e due settimane nella terra del ghiaccio. Quindi volo per Amsterdam (con sbornia colossale alla Heineken) e 24 ore di treno per Roma.
Ricordi di paesaggi e di amicizia indelebili e anche di una fame mostruosa per noi studenti squattrinati, a causa dei costi esagerati alle Far Öer e in Islanda. Fra camminate e pasti saltati persi 7 kg e la nostra dieta fu più volte integrata con mirtilli, funghi porcini e... patelle... mangiate crude sugli scogli.
La fotocamera era la Ferrania Condoretta di mio padre, del 1952, con fuoco e esposizione manuali e non assistite.
Spero le foto vi piacciano.
Natura da inizio del mondo. Povera Ferrania che fine gli hanno fatto fare.
 
Io ci sono la prima volta nel '94. Si volava dal Lussemburgo per avere cifre "umane". Il trek Landmannalaugar era già battuto ma si faceva in tenda, senza bivacchi. Confermo cifre importanti, come lo era la Patagonia.
Alle Fær Øer ci sono stato dopo, sempre in aereo purtroppo. Tra le isole però ci si muoveva a prezzi umani, volendo anche in elicottero.
Dall'Islanda ora si vola a "poco" (almeno pre-Covid)in Groenlandia. Altro posto dove se ti muovi (e non hai scelta) in gommone, con i ferry e gli elicotteri ti parte un gruzzolo. Idem le Svalbard.
Insomma il bello costa. Ora sicuramente molto meno di 30 anni fa. In compenso si è perso il senso di avventura e scoperta.
 
Che spettacolo.
In queste foto si evince tutta la spensieratezza giovanile contornata da paesaggi stupendi.
(i mitici viaggi in interrail - mi hai fatto troppo ridere con gli espedienti per mangiare)
Avevo un amico che spesso andava in auto in Islanda e mi raccontava di questa sosta forzata settimanale alle Far Oer per via delle coincidenze (si imbarcava dalla Danimarca).
Anche io ci sono stato nei primi anni '90 via mare, mi sembra da Trondheim dalla Norvegia e poi al ritorno passammo per le Shetland. Lavoravo sulle navi da crociera come fotografo e siamo stati all'epoca 7 mesi in Nord Europa (usavamo le prime Canon Eos con auotofocus)
Che pischelletto, con i classici colori improbabili dell'epoca.
Sì la mitica Norröna (che ancora naviga) salpava da Trondheim e faceva un giro improbabile avanti e indietro per le isole prima di arrivare in Islanda.
Certo belle esperienze anche tu.
--- Aggiornamento ---

Mitici! Mi hai fatto tornare alla mente certi digiuni in Norvegia e Svezia. Lì non mangiammo patelle ma quasi:). Molto belle le foto. Inutile l'analogico è sempre l'analogico (se si era bravi ovviamente)! E sembra pure che con il meteo ve la siate cavati bene...
Sì, il meteo in Islanda fu clemente, ma alle Far Öer prendemmo una settimana di pioggia quasi ininterrotta. Poi l'ultimo giorno a Reykjavik, il 21 agosto 1990, nevicò.
--- Aggiornamento ---

In Islanda la fame l'abbiamo provata un po' tutti, era carissima ...bellissime foto, complimenti
Grazie @Lonewolf72, come avrebbe detto Orwell, questi ricordi sono un buon pascolo per la mia mente.
--- Aggiornamento ---

son stato in Islanda 2 anni fa . piu comoda :) aereo ahahahaha .... 20 giorni girovagando sull A1 , dormendo in affittacamere ... ecco due foto , la foto con me sotto la cascata e' Gljufrabui , ai piu sconosciuta , vicino a Seljalandsfoss , e ci si arriva camminando in un torrente tra un sasso a l'altro ahahahah ... ho programmato fra un paio di anni di tornarci per visitare bene bene la penisola nord-ovest ...
Figurati che nel 1990 l'offerta per dormire era scarsa rispetto comunque al numero di visitatori e venivano allestiti alloggi di fortuna solo per l'estate. Ho dormito in un cinema, in una scuola e negli spogliatoi di uno stadio.
--- Aggiornamento ---

Natura da inizio del mondo. Povera Ferrania che fine gli hanno fatto fare.
Esiste ancora? Ricordo che nonno ne usava anche le pellicole.
--- Aggiornamento ---

Stupenda, avevo abbozzato un piano per andarci in questo 2020 ma è andato in fumo per ovvi motivi. Spero di riuscire presto a rifarmi.
È lì. Portati la tenda.
--- Aggiornamento ---

ritornare in Islanda ma a fare l'escursionista e non il turista... uno (dei tanti) mio sogno
Se ci riesci il periodo migliore per il meteo è quello a cavallo del solstizio.
--- Aggiornamento ---

WOW,... ci sono stato qualche anno fà e a livello naturalistico é stato spettacolare, paesaggi interessanti e meravigliosi.
Anche fotograficamente parlando offre spunti infiniti. Ricordo dei cieli che non finivano più.
--- Aggiornamento ---

Io ci sono la prima volta nel '94. Si volava dal Lussemburgo per avere cifre "umane". Il trek Landmannalaugar era già battuto ma si faceva in tenda, senza bivacchi. Confermo cifre importanti, come lo era la Patagonia.
Alle Fær Øer ci sono stato dopo, sempre in aereo purtroppo. Tra le isole però ci si muoveva a prezzi umani, volendo anche in elicottero.
Dall'Islanda ora si vola a "poco" (almeno pre-Covid)in Groenlandia. Altro posto dove se ti muovi (e non hai scelta) in gommone, con i ferry e gli elicotteri ti parte un gruzzolo. Idem le Svalbard.
Insomma il bello costa. Ora sicuramente molto meno di 30 anni fa. In compenso si è perso il senso di avventura e scoperta.
Chiedo venia: era Lussemburgo non Amsterdam l'hub europeo per l'Islanda. Noi tornammo su Amsterdam perché partimmo senza volo di ritorno e trovammo un volo per la capitale olandese con una compagnia semifallita con tre velivoli in tutto di cui uno pignorato per debiti.
Comunque scartabellando nei miei archivi viene fuori che il viaggio di un mese mi costò 2.149.000 di lire, pari a circa 1.100 euro. Per un mese di Interrail in quegli anni ne spendevo la metà
In Groenlandia poi ci sono stato nel 1996 e costò 5.139.000 di lire, ma almeno già lavoravo. Poi posterò le foto.
 
Ultima modifica:
Esiste ancora? Ricordo che nonno ne usava anche le pellicole
Le fotocamere finirono di essere prodotte nel 1964 perchè assorbiti dalla 3M per dare poi spazio alle Kodak Instantmatic. Le pellicole, P30, mi pare che siano stato prodotte fino a pochi anni fa. Ma comunque dietro a questa storia c'erano molte versioni anche leggendarie che girano nell'ambiente fotografico. OT OT:sorry:
https://www.google.com/search?q=eura+ferrania+storia&tbm=isch&source=iu&ictx=1&fir=G5mSnKZVxO_qvM%2CkwQ4MNjsCpd4TM%2C_&vet=1&usg=AI4_-kSq61ipluNnOu6J2BGJIgR8jtuNxg&sa=X&ved=2ahUKEwj18LuS1_rtAhWG5KQKHSE9Al4Q9QF6BAgIEAE#imgrc=G5mSnKZVxO_qvM
 
Che spettacolo.
In queste foto si evince tutta la spensieratezza giovanile contornata da paesaggi stupendi.
(i mitici viaggi in interrail - mi hai fatto troppo ridere con gli espedienti per mangiare)
Avevo un amico che spesso andava in auto in Islanda e mi raccontava di questa sosta forzata settimanale alle Far Oer per via delle coincidenze (si imbarcava dalla Danimarca).
Anche io ci sono stato nei primi anni '90 via mare, mi sembra da Trondheim dalla Norvegia e poi al ritorno passammo per le Shetland. Lavoravo sulle navi da crociera come fotografo e siamo stati all'epoca 7 mesi in Nord Europa (usavamo le prime Canon Eos con auotofocus)

Vedi l'allegato 217954
Vedo solo ora...ma sei tu ?!? :lol::D:p
 
Già ... il tempo è tiranno (detta alla Biscardi :rofl:)
No, ma in realtà mi riferivo più che altro alla posa, all'abbigliamento...
Trovami una sola foto di tempi recenti dove ti si veda con maglioncino a scollo a V, camicia con bottoni, e quell'espressione complessiva così composta e "cittadina"...

Ora (ma parlo in generale) senza neppure rendersene conto sembra una gara a sembrare Rambi da salotto, sicché riguardandosi in foto datate - parlo almeno della nostra generazione - ci si sembra un po' ridicoli allora mentre invece, probabilmente, lo si è adesso.
 

Discussioni simili



Alto Basso