Valanga in Marmolada. Distrutto lo storico Rifugio Pian dei Fiacconi

Una grande valanga si è staccata ieri dal versante trentino della Marmolada. Distrutto il rifugio di Pian dei Fiacconi e un impianto sciistico sopra il passo Fedaia. Fortunatamente non risultano né morti e né feriti: gli uomini del soccorso alpino, infatti, hanno già effettuato una bonifica escludendo che ci siano persone coinvolte. La valanga, con un fronte di alcune centinaia di metri, si è staccata fra punta Rocca e punta Penia e ha travolto l'edificio e gli impianti ad esso collegati. Enormi i danni provocati dalla valanga, come afferma il gestore del rifugio Pian dei Fiacconi, Guido Trevisan: "La situazione è disastrosa, c'è metà rifugio distrutto e metà è da demolire. Ritengo che il distaccamento si sia verificato probabilmente non ieri ma prima, comunque a questo punto non ha nemmeno troppa importanza". La struttura, che si trova sulla Marmolada, avrebbe dovuto riaprire a breve per la stagione invernale.
 
altro pane per i menagramo che ci riempiono di leggi idiote e odiano chi non "sta a casa".

Tuttavia è anche un segno del clima che sta cambiando.

Il clima più o meno lo guardiamo dall'epoca della rivoluzione francese,è nulla rispetto al tempo che ci mettono i cambiamenti climatici per fare qualcosa
 
Ultima modifica:
Avevo sentito ieri sera e oggi vedo sui giornali on-line:

https://corrierealpi.gelocal.it/belluno/cronaca/2020/12/15/news/una-valanga-distrugge-il-rifugio-pian-dei-fiacconi-1.39662672

CANAZEI. Distrutto da una valanga lo storico rifugio del Pian dei Fiacconi, che si trova ai piedi della Marmolada. La slavina con un fronte di 600 metri ha travolto la struttura la sera di lunedì 14 dicembre. Il distacco è avvenuto in una zona particolarmente ripida, tra Punta Rocca e Punta penia.

L'allarme è stato dato dall'equipe di un elicottero in sorvolo che ha poi lanciato l'allarme. Il Soccorso alpino dell'alta val di Fassa ha inviato immediatamente una squadra per verificare che non vi fossero auto nel parcheggio a valle e dunque scongiurare l'eventuale presenza di escursionisti.

Constatato che non vi erano auto e che alle forze dell'ordine non risultava nessuna segnalazione di scomparsa, la squadra ha fatto rientro ed è poi ripartita all'alba di stamane per verificare sul posto la situazione, confermando che sembrerebbero non esserci persone coinvolte.


E' caduta molta neve sopra i 2000 metri da queste parti.
 
Stamattina anche a Pieve di Livinallongo, sulla strada per Arabba (altro lato del massiccio della Marmolada), c'è stata una valanga:

https://www.amicodelpopolo.it/2020/12/16/grande-valanga-inn-strada-a-pieve-di-livinallongo/

Questa mattina alle 6.15 il Soccorso alpino di Livinallongo è stato allertato per una valanga caduta a Pieve. La valanga ha interessato una settantina di metri di sede stradale, con accumulo massimo di 3 metri.
Una squadra del Soccorso alpino ha bonificato, passandola con le sonde, tutta la superficie dell’accumulo ed ha escluso la presenza di persone e mezzi coinvolti.
 
...Ma io nella mia enorme ignoranza mi chiedeo...ma come è stato possibile costruire un rifugio in una zona a rischio valanga, delle 2 una:
o NON era a rischio valanga ed ha ragione chi dice che il clima ormai sta davvero cambiando al punto di modificare totalmente le previsioni e le valutazioni fatte in passato, ma in questo caso e' necessario rifarle ste valutazioni prima che ci scappi il morto no!???
o ERA una zona a rischio e allora mi chiedo chi cacchio ha autorizzato la costruzione...
bhooo ci sarà chi e' preposto e valuterà la cosa SPERO!
The_Hawk
 
...Ma io nella mia enorme ignoranza mi chiedeo...ma come è stato possibile costruire un rifugio in una zona a rischio valanga, delle 2 una:
o NON era a rischio valanga ed ha ragione chi dice che il clima ormai sta davvero cambiando al punto di modificare totalmente le previsioni e le valutazioni fatte in passato, ma in questo caso e' necessario rifarle ste valutazioni prima che ci scappi il morto no!???
o ERA una zona a rischio e allora mi chiedo chi cacchio ha autorizzato la costruzione...
bhooo ci sarà chi e' preposto e valuterà la cosa SPERO!
The_Hawk
Inoltre la Marmolada è tristemente famosa per il suo ghiacciaio che sta sparendo....
Sì, il clima sta veramente cambiando
 
Il clima cambia e non in meglio, vero, ma la memoria corta è un altro problema pericoloso, proprio da quelle parti c'è stata la valanga che, mi pare, ha fatto più morti durante la prima guerra mondiale.

http://dolomitesstories.com/2016/12/la-valanga-gran-poz-della-marmolada/

In linea di principio dove c'è neve c'è rischio valanghe come dove c'è acqua c'è rischio di annegare, chiaro che possiamo aumentare o diminuire il calcolo degli altri cofattori di rischio, ma dimenticarsene del tutto preferisco di no.

Poi, come al solito, IMHO gigantesco e ascolto volentieri tutti gli altri punti di vista!
 
Sulle Dolomiti 2m in pochi giorni è una cosa eccezionale? Mai successo?

Chiedo non per polemica ma perchè non so.
Non so, abito in altre zone... che io sappia è relativamente eccezionale per le Alpi in generale, sempre più negli ultimi anni... dagli anni '70 (diciamo una mini-glaciazione) è sempre più raro avere tanta neve e tanto freddo...

comunque se cerchi su google scommetto che degli articoli al riguardo li trovi
 
Hai fatto bene.
Se potete sostenete Guido Trevisan nella ricostruzione del rifugio Pian dei Fiacconi sulla Marmolada, inviando un contributo all'IBAN indicato nel post precedente.
 
Autore Discussioni simili Forum Risposte Data
Joker News 15
U News 3

Discussioni simili



Alto Basso