Escursione Valle del Dosso o di Mugiam - alto lago di Como

#1
Dati

Data: 20/06/2014
Regione e provincia: Lombardia - Como
Località di partenza: Gravedona o Dosso del Liro
Località di arrivo: Valle del Dosso - Alpe Madri
Tempo di percorrenza: 4 h da Gravedona, 2,5 da Dosso delLiro
Grado di difficoltà: T poi E fino all'alpe Madri
Periodo consigliato: da metà giugno (possibili nevai all'ingresso fino a luglio)
Segnaletica: nessuna, ma è l'unico tragitto possibile
Dislivello in salita e discesa: 1180 da Gravedona - 600 da Dosso del Liro
Quota massima: 1280 Alpe Madri - possibile salire fino a 2.400
Accesso stradale: Gravedona verso Dosso del Liro


Descrizione

Ciao,
vi presento un altro itinerario facile che consiglio vivamente a chi si trovasse a fare un giro verso l'alto lago di Como: una visita alla valle del Dosso o di Mugiam, da cui parte il torrente Liro.

Questo il tragitto: io sono partito dal lago, tuttavia chi è in macchina può parcheggiarla al Pian castagnaio, superato il paese di Dosso del Liro (lo si riconosce perché è un ampio spiazzo con delle strutture sulla destra - tavolini coperti da tettoie in legno ed altro per feste paesane eccetera). È indicato (più o meno) con il cerchiolino rosso

1.jpg


La giornata era bella anche se non limpidissima; salendo da Gravedona si vede il monte Bregagno

2.jpg



3.jpg


Il lago e Gravedona

5.jpg



salendo verso Dosso del Liro appare anche il costone del tracciato Piaghedo-Dosso Bello-Motto Rotondo o Cima degli Orsi

4.jpg



Una delle scorciatoie che attraversano il paese, tagliando la carrozzabile (queste prime cinque foto sono "di archivio" da altre gite che hanno tutte la stessa "introduzione")

6.jpg


La vicinanza del lago permette ai Lampranthus di sopravvivere e fiorire alla grande anche lungo i muriccioli, manco fossimo al mare

7.jpg


Anche dopo Pian castagnaio, la strada resta a lungo in cemento

8.jpg


Qui vedete il tracciato lineare della strada, dal dirimpettaio Alpe Bragheggio

9.jpg


si passa davanti a diverse cascine

10.jpg


finché la strada diventa sterrata

11.jpg


Di fronte, una veduta sul rifugio Vincino (in cima al prato, al centro della foto).

12.jpg


Si comincia a vedere in lontananza l'imbocco della valle

13.jpg


Qui e ancora inizio primavera con un verde intensissimo

14.jpg


La sterrata giunge finalmente al termine dietro la curva comincia sentiero ma....

15.jpg


... nel mezzo del cammino di nostra "gita", mi ritrovai in una "grotta" oscura (e pure gelida)

16.jpg


Avrei dovuto passare su questo ponticello di neve, ma pur essendo io leggerino, francamente....

18.jpg


Per fortuna avevo infilato nello zaino la soluzione!

16A.jpg


E così, alla eschimese...

17.jpg


Scherzi a parte, evidentemente ho avuto un bel colpo di fortuna, perché proprio in quel giorno stavano realizzando quel passaggio, altrimenti dovevo tornare indietro con le pive ...nello zaino.

Il disgelo ha riempito la valle di cascate e cascatelle

19.jpg


In lontananza appare finalmente la testata della valle

20.jpg


Tutto il sentiero corre vicino al torrente Liro

21.jpg


Il fondovalle è sempre più incassato fra pareti molto scoscese

22.jpg


Si arriva all'unico ponte per attraversare il Liro

23.jpg


24.jpg


La valle è inondata di sole, per cui anche se incassata non appare per nulla tetra

25.jpg


Il sentiero, andando avanti, prosegue un po' più in salita

26.jpg


Questo l'unico punto un pochino insidioso, in quanto il sentiero è zuppo e scivoloso per il passaggio di un rigagnolo, ma la vegetazione nasconde che il rigagnolo si butta in un crepaccio, con in fondo un bel nevaio "a bocca aperta", per cui se scivolavo mi ritrovavano in agosto...

26A.jpg


Ormai siamo verso la fine, ecco apparire un nuovo grosso nevaio che ricopre il Liro

27.jpg


Qui la neve si è ritirata da pochissimo ed infatti le felci stanno spuntando solo ora

28.jpg


Ed eccoci all'alpe Madri, caratteristicamente collocato su uno sperone roccioso dall'altra parte del torrente

29.jpg


30.jpg


Siamo sul pianoro finale, qui il torrente è molto bello e tranquillo (oltre che freddino)

31.jpg


Nonostante fossero stati schiacciati fino a un paio di mesi fa da metri di neve, questi rododendri sono più arzilli e pimpanti che mai

32.jpg


34.jpg


In tutto il circo finale scendono cascate e cascatelle varie

35.jpg


Qui termino l'escursione di tipo E, visto che il fondo è invaso dalla neve, elemento cui sono allergico. Come potete vedere, andando avanti in quest'ultimo tratto e/o percorrendo le varie creste che circondano la testata, potrete sbizzarrirvi con l'alfabeto per le escursioni e le difficoltà: EE, EEA, EAI - F, PD, AD, D, TD, ED, EX,

36.jpg


La più caratteristica è evidentemente quella che si presenta di fronte dal Pizzo Martello a sinistra al Pizzo campanile a destra

37.jpg


Anche il ritorno offre scorci suggestivi

38.jpg


39.jpg


Per concludere la lenzuolata di fotografie, un cespuglio di rosa canina in piena fioritura all'entrata di Dosso del Liro

40.jpg


Buona ripetizione a chi la vorrà rifare.

Roberto
 

Allegati

Ultima modifica:
A

Andreatv

Guest
#2
Ah però, bei posti e belle foto.
Mi piacciono molto i prati nelle ultime foto!!
Aspettiamo l'escursione con la salita sui Pizzi ;)

allergico alla neve....e c'è chi la va a cercare anche in agosto :biggrin:

:)
 
#4
WOW! Che posti stupendi!! Io potrei mettere radici e non tornare più a "casa" in un posto del genere!! Grazie per le foto e la descrizione!
 

Alto