vecchia corda

buongiorno a todos.
domanda: una corda da roccia ormai 'vecchia', può essere utilizzata ESCLUSIVAMENTE per la discesa in corda doppia?
 
Ciao, ti rispondo da Istruttore CAI e da frequentatore del Centro Materiali e Tecniche del CAI, dove si effettuano i test sui materiali, UIAA, CE e non.
Una corda, intendendo per essa una corda dinamica da alpinismo, sia essa mezza corda o intera (le gemellari ormai dovrebbero essere fuori commercio), se conservata a dovere, non contaminata da agenti corrosivi o vari, non scade, quindi se è nuova e l'acquisti oggi, anche se prodotta vent'anni fa, conserva tutte le sue caratteristiche dinamiche per cui è costruita.
Una corda vecchia, se non conosci la sua storia, i metri di arrampicata, le cadute e le sollecitazioni fuori misura che può avere, è da considerare pericolosa PER OGNI USO O MANOVRA CHE COMPORTI L'ASSICURAZIONE PERSONALE, ovvero assicurazione al primo o secondo di cordata su ogni tipo di terreno e manovre varie, comprese la doppia e le manovre di recupero della cordata o di autosoccorso della stessa.
Spero di averti risposto esaurientemente.
Saluti, Giulio
 
Ultima modifica:
il produttore di corde , marchia la durata della corda , se la corda e' nuova , tenuta nel posto giusto , all'umidità giusta non contaminata da niente ... non si usa .... basta ...
a quella corda affidi la tua vita
 
Ultima modifica:
se c'è una scadenza forse c'è un motivo. In compenso puoi tenerla in macchina perchè magari un giorni ti trovi con la btr scarica o per legare i bagagli. E magari ti impantani
 
Ciao, ti rispondo da Istruttore CAI e da frequentatore del Centro Materiali e Tecniche del CAI, dove si effettuano i test sui materiali, UIAA, CE e non.
Una corda, intendendo per essa una corda dinamica da alpinismo, sia essa mezza corda o intera (le gemellari ormai dovrebbero essere fuori commercio), se conservata a dovere, non contaminata da agenti corrosivi o vari, non scade, quindi se è nuova e l'acquisti oggi, anche se prodotta vent'anni fa, conserva tutte le sue caratteristiche dinamiche per cui è costruita.
Una corda vecchia, se non conosci la sua storia, i metri di arrampicata, le cadute e le sollecitazioni fuori misura che può avere, è da considerare pericolosa PER OGNI USO O MANOVRA CHE COMPORTI L'ASSICURAZIONE PERSONALE, ovvero assicurazione al primo o secondo di cordata su ogni tipo di terreno e manovre varie, comprese la doppia e le manovre di recupero della cordata o di autosoccorso della stessa.
Spero di averti risposto esaurientemente.
Saluti, Giulio
e' visitabile il centro materiali e tecniche? cosa si puo' fare? sono curioso :)
 
Con una corda "vecchia" di quelle viola con siriscie nere ho tirato un toyotone da isis con il volks,non so quanti kg facesse ma era vuoto (modello hilux) su salita del 10%
 
un paio di tonnellate. quindi, il semplice peso statico e' di 2000*0.1= 2 quintali. ma se aggiungiamo i carichi dinamici (strappi ecc) per qualche momento si va abbastanza pesanti, probabilmente arrivando sullo stesso ordine di grandezza della macchina o pure oltre
 
buongiorno a todos.
domanda: una corda da roccia ormai 'vecchia', può essere utilizzata ESCLUSIVAMENTE per la discesa in corda doppia?
Dipende tutto da te, se puoi usarla oppure no.
La realtà dei fatti é diversa dalla realtà decisa dall'essere umano, per creare lavori, economia, superiorità, ecc... le grandi imprese della storia sono state fatte senza tante questioni aggiuntive alla realtà della pratica, di quel che c'era e di quel che si voleva fare. Ma i tempi son cambiati, la tecnologia, gli studi, ecc... sono diversi e offrono altro... stà a te scegliere da che parte stare.

Ma anche gli approcci... c'é chì usa il materiale per aiutarsi, per ovviare alle proprie mancanze...
oppure chi lo sua come sicurezza, e che organizza uscite, percorsi, difficoltà, basandosi sulle proprie capacità, effettive. In pratica si equilibrerebbero i discorsi "delle probabilità, statistiche"... se usi una corda certificata hai XX possibilità che ...., mentre se usurata YY ...... Allo stesso tempo, se vai per gradi e per capacità il rischio di doverla sollecitare é XX se invece azzardi, non sei pronto, ecc... é JJ. Sono tutte scelte, non sono cose "così e basta" perché i Pinco Pallino hanno deciso così. Chiunque essi siano, studi, QI, ecc...

Ti stò dicendo che puoi prendere la tua e affidarci la vita, così, alla leggera??? NO, assolutamente no. Ma sono solito esporre tutte le variati, sia quelle che seguo io, sia che seguono le mie convinzioni, sia quelle che non mi riguardano... per correttezza e trasparenza, ogni persona poi é libera di decidere. Non tocca a me decidere per gli altri, su nessuna convinzione possibile ed immaginabile.

Quindi puoi seguire regole da manuale, disposizioni,... etichette del produttore/commerciante, che non di garantiscono NULLA dic erto, ma statisticamente, da studi scientifici, misurazioni scientifiche, ecc... hanno tirato fuori dei dati su cui basarsi per dare certe regole e "standard di sicurezza". Ma nulla é oro colato, nulla é assoluto. Ovviamente ci sono dati in più su cui basarsi e questo può bastare, assicurare qualcuno. Giustamente.

Oppure puoi scegliere la vecchia maniera, fai passare la corda, la controlli tutta, tutta, tutta e se ti ci trovi, la usi. Nessuna garanzia scientifica, perché quelle che c'era e potrebbero ancora esserci hanno superato la data di scadenza delle varie certificazioni moderne (con gli annessi e connessi per cui le avevano messe) e segui la tua competenza, la tua valutazione, sensazione, ecc... O quella di qualche tuo conoscenze competente, ecc....

Stà a te la scelta,... puoi anche farla testare, ma difficilmente trovi chì lo fà, da un lato perché non contribuisce a far girare l'economia, dall'altra perché sminuisce il lavoro di qualcuno e mette a rischio certi risultati pubblicizzati come assoluti e poi anche per una questione di responsabilità, in pochi si prendono la responsabilità se non sono tutelati da certificazioni approvate, quindi coperti in caso d problemi, ecc... ecc...

Insomma... é una tua scelta, l'unica cosa sicura al 100% é che non tutto é semplice e unidirezionale come spesso si fà sembrare.

Poi indifferentemente dai mille-mila discorsi, convinzioni, ecc... il punto é semplicemente uno, accettare i rischi che ci sono in una determinata attività,... conseguenze e ripercussioni, oppure no e poi fare vittimismo, cercare colpevoli, ecc... Che non possono essere additate assolutisticamente al fatto che "se usi quello é ovvio, é certo, ecc..., mentre se usi quell'altro allora no, sei ok,....". Se fosse così non ci sarebbero certi problemi,... e per esperienza ti garantisco che ci sono poche persone che cambiano materiale in base all'etichetta,... ma piuttosto guardano all'uso che ne hanno fatto.

Il problema, cioé.. la difficoltà principale é se il materiale non é tuo... che arriva da chissà dove, come , chì,...
 
e' visitabile il centro materiali e tecniche? cosa si puo' fare? sono curioso :)
Dunque, il centro si trova nella zona industriale fuori Padova (ti dirò poi esattamente dove) ma è aperto su prenotazione nei weekend solo se ci sono corsi di Scuole CAI o giornate di formazione per personale didattico CAI. Al momento non è aperto al pubblico essendo un "laboratorio" interno al CAI nazionale.
 

Alto Basso